La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Come si sviluppa un team Il modo di procedere e i presupposti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Come si sviluppa un team Il modo di procedere e i presupposti."— Transcript della presentazione:

1 Come si sviluppa un team Il modo di procedere e i presupposti

2 Il team  Un gruppo di persone  Lavora insieme regolarmente  In un ambito chiaramente definito  Esiste un compito comune che può essere affrontato e risolto solo insieme  Tutti contribuiscono con le proprie competenze  Ognuno dipende dall’altro

3 4 obiettivi quando si costituisce un team  Fissare gli obiettivi e le priorità  Chiarire la suddivisione dei compiti e il metodo di lavoro  Determinare i settori di responsabilità e i ruoli dei diversi membri del gruppo  Chiarire i principi della cooperazione  Modo di procedere, regole del gioco, decisioni, comunicazione  Osservare i rapporti esistenti fra i membri del gruppo

4 Le diverse fasi quando si costituisce un team  La fase di orientamento  Studio attento degli altri  La fase di strutturazione del gruppo  Regolamentazione della struttura interna, dei ruoli e di come viene diviso il potere  La fase delle regole  Determinazione dei compiti, delle responsabilità, delle regole del gioco  La fase aurea  Concentrazione sul lavoro

5 4 passi per avere un vero team  Chiarire qual è il tempo a disposizione e le priorità dei membri del team  Chiarire l’uno con l’altro quali sono le rispettive aspettative e le regole del gioco  Definire accuratamente l’obiettivo e la missione del team  Decidere quale metodo di lavoro adottare  Regole riguardanti le decisioni, le riunioni, la gestione dei conflitti, la verifica del successo, l’impostazione del lavoro

6 All’interno del team devono essere chiariti i seguenti punti:  Perché sono qui?  Qual è il mio ruolo all’interno del gruppo?  Chi sei?  Imparare a conoscersi e costruire un rapporto di fiducia  Cosa dobbiamo fare?  Missione e obiettivi  Come vogliamo fare?  Che direzione prendiamo e chi si assume quali responsabilità?  Come fare esattamente e chi lo fa?  Piano di lavoro  Dobbiamo continuare?

7 I presupposti per il successo di un team  Missione chiara  Identificazione con gli obiettivi  Fiducia reciproca  Aiuto reciproco  Rispetto reciproco  Le divergenze vengono discusse  Le esigenze vengono rispettate  Ci sono le competenze necessarie:  per realizzare l’obiettivo e per “conservare” il team  Guida

8 Il successo del team sul piano oggettivo  I flussi di informazioni sono regolamentati  Le esperienze e le conoscenze specialistiche dei membri del gruppo si completano a vicenda  Tutti contribuiscono al raggiungimento del risultato

9 I presupposti per un buon team: il piano oggettivo  L’obiettivo del lavoro è chiaro  Sono state fissate le priorità  Le decisioni vengono prese  da una persona ufficialmente responsabile  dall’insieme del gruppo  Si hanno a disposizione tutte le competenze necessarie  Sono state sondate le competenze ed esse vengono sfruttate e rispettate.  La ripartizione dei compiti è trasparente e chiara e corrisponde alle competenze

10 Il successo del team: i rapporti interpersonali  C’è un buon ambiente di lavoro  I membri del gruppo si rispettano  Tutti attribuiscono più o meno la stessa importanza al progetto  Tutti apprezzano il tipo di comunicazione esistente all’interno del gruppo

11 I presupposti per un buon team: i rapporti interpersonali  I membri del gruppo si trattano con rispetto  Si parlano in modo neutro o amichevole  Eventuali divergenze di opinioni vengono espresse apertamente e superate  Le regole del gioco sono chiare ed accettabili per tutti  Le critiche sono costruttive  Ci si loda ed apprezza a vicenda  Le antipatie vengono tenute a freno, a favore dell’obiettivo comune

12 Un buon team deve contemplare diversi ruoli  Il capo (“primo inter pares”):  chiarisce gli obiettivi, si assume le responsabilità e prende o fa sì che vengano prese delle decisioni  L’organizzatore:  organizza gli incontri, la divisione del lavoro, l’aiuto …  Il servizio esterno:  si occupa dei contatti esterni, procura informazioni  La cooperativa:  aiuta gli altri

13 Un buon team deve contemplare diversi ruoli  L’analista:  esamina a fondo i problemi, si occupa di problematiche complesse  Il visionario:  porta nuove idee, sviluppa le proposte  Il pratico:  abbina alle proposte le misure necessarie  Il controllore:  tiene d’occhio la fattibilità, garantisce il rispetto degli obiettivi

14 Cosa può andare storto?  I team non funzionano:  se i conflitti personali sono in primo piano  se tutti voglio dirigere  se nessuno si assume le responsabilità  se tutti hanno delle idee, ma nessuno ne progetta ed effettua la realizzazione  se le persone sono troppo simili tra di loro o se non apprezzano ciò che le differenzia

15 I team non funzionano  se i membri del team hanno una diversa concezione dell’obiettivo  se mancano delle qualifiche essenziali  se vengono trascurate delle attività chiave  se il flusso di informazioni non funziona  se le persone si stanno antipatiche tra di loro

16 Le riunioni costruttive  La moderazione è stata preparata bene  I tempi sono adeguati  Il tono è "sciolto"  La comunicazione è franca  La fiducia è reciproca  I membri del gruppo sono impegnati  Vengono rispettate le diverse opinioni n Vengono prese in considerazione le diverse esigenze n Il team si riunisce solamente quando è necessario n I risultati vengono messi in pratica n Il verbale favorisce l‘applicazione dei risultati

17 Condizioni quadro  Sono disponibili i mezzi necessari  Il calendario è realistico  I locali consentono di lavorare in modo concentrato  Nelle ore e nei locali stabiliti viene rispettata la raccomandazione di non disturbare


Scaricare ppt "Come si sviluppa un team Il modo di procedere e i presupposti."

Presentazioni simili


Annunci Google