La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FOLLOW UP MULTIDISCIPLINARE A LUNGO TERMINE DEI NATI PREMATURI: Università degli Studi di Siena Scuola di specializzazione in Pediatria Dott.ssa E. Becucci.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FOLLOW UP MULTIDISCIPLINARE A LUNGO TERMINE DEI NATI PREMATURI: Università degli Studi di Siena Scuola di specializzazione in Pediatria Dott.ssa E. Becucci."— Transcript della presentazione:

1 FOLLOW UP MULTIDISCIPLINARE A LUNGO TERMINE DEI NATI PREMATURI: Università degli Studi di Siena Scuola di specializzazione in Pediatria Dott.ssa E. Becucci Dott G.Turrisi Dott.ssa M.L Conte

2 L’avanzamento delle cure intensive neonatali ha permesso un miglioramento significativo della sopravvivenza dei neonati con basso peso alla nascita. Tuttavia per questi neonati il rischio di esiti neurologici continua ad essere elevato. I normali programmi di follow-up che seguono i pazienti all’età prescolare (4-5 anni) sono molto utili per il riconoscimento precoce di disabilità motorie e neurosensoriali. Fanaroff at al, Pediatrics 2005

3 Quando il follow up viene prolungato fino e scolare (6-10 anni) possono emergere deficit neuroevolutivi inapparenti nelle epoche precedenti ma che comunque condizionano la qualità della vita degli ex prematuri e che suscitano grande interesse nel campo della ricerca scientifica. Malika et all, Fino al 45-50% di neonati prematuri che non presentano deficit neurocognitivi specifici al follow up, necessita di speciale supporto psico- educazionale e presenta ridotte performance scolastiche.

4 IN LETTERATURA…

5 L’EPICURE study ha seguito con un follow up a 6 anni. Popolazione: 241 prematuri nati in Inghilterra e Irlanda ad una EG inferiore uguale alle 25 settimane Età della valutazione: 6° anno di età corretta Test usato: Griffths Scale of Mental developmental and NEPSY L’EPICURE study ha seguito con un follow up a 6 anni. Popolazione: 241 prematuri nati in Inghilterra e Irlanda ad una EG inferiore uguale alle 25 settimane Età della valutazione: 6° anno di età corretta Test usato: Griffths Scale of Mental developmental and NEPSY

6 Lo score cognitivo mostra nelle varie EG (<23wk, 24 wk e 25 wk) valori al di sotto di quelli ottenuti dal gruppo di controllo dei nati a termine e di quelli della media della popolazione (tratteggio). I RISULTATI..

7 Anno Pubblicazione:2007 Popolazione: 241 bambini Età della valutazione: 6 anni Test usato: Strengths and Difficultties Questionnaire Anno Pubblicazione:2007 Popolazione: 241 bambini Età della valutazione: 6 anni Test usato: Strengths and Difficultties Questionnaire RISULTATI: 50% Disturbi del comportamento 50% Iperattività e Disturbo attenzione 50% Difficoltà scolastiche

8 Popolazione: 219 bambini Età della valutazione: 11 anni Test usato: Kaufman-Assessment Battery for Children (K-ABC) Popolazione: 219 bambini Età della valutazione: 11 anni Test usato: Kaufman-Assessment Battery for Children (K-ABC) Samantha J. Et al, Pediatrics 2009

9 Sul totale di 219 bambini a 11 anni il 69% risulta avere disabilità cognitive; di questi il 31% severe.

10 Popolazione: 281 bambini (<32wks e/o P<1500gr) Età della valutazione: 13 anni Test usato: Kaufman-Assessment Battery for Children (K-ABC) e intervista ai genitori Popolazione: 281 bambini (<32wks e/o P<1500gr) Età della valutazione: 13 anni Test usato: Kaufman-Assessment Battery for Children (K-ABC) e intervista ai genitori Analizzando i risultati, la popolazione dei prematuri mostra QI più bassi e una maggiore incidenza di ADHD (*P<0,002)

11 Popolazione: 66 bambini (<25 wks) (gruppo di controllo di nati a termine) Età della valutazione: 11 anni Test usato: spirometria basale e dopo inalazione di salbutamolo Popolazione: 66 bambini (<25 wks) (gruppo di controllo di nati a termine) Età della valutazione: 11 anni Test usato: spirometria basale e dopo inalazione di salbutamolo Nel gruppo dei prematuri emergono: - Ridotto FEV1 basale rispetto ai controlli (peggiori nei prematuri che pregressa BPD) - Maggiore risposta al broncodilatotore ma con una FEV1 comunque inferiore.

12 Predictors of the risk of cognitive deficiency in very preterm infants: The EPIPAGE prospective cohort. Acta Paediatrica, 2011 SCOPO DELLO STUDIO: analizzare diversi fattori sia medici che sociali quali predittori di danno cognitivo severo e moderato all'età di 5 anni. POPOLAZIONE Popolazione di studio:tutti i nati vivi nel 1997 in 9 regioni della Francia, con EG <33 settimane sono stati inclusi nell'EPIPAGE Study: 2901 neonati. La popolazione elegibile per lo studio: 1742 neonati Dati completi di MPC Score: 1503 neonati. METODO DI VALUTAZIONE COGNITIVA: MPC score. (v.n ) Se MPC score è compreso tra 70 e 84: deficit cognitivo MODERATO. Se MPC score è <70: deficit cognitivo SEVERO.

13 Caratteristiche MEDICHE analizzate: GRAVIDANZA - parto singolo/multiplo - somministrazione prenatale di corticosteroidi. - complicazioni durante la gravidanza (ipertensione, emorragia antepartum, pPROM) NEONATO - età gestazionale - sesso - SGA - APGAR al 1 minuto - RDS - NEC -SEPSI - ANEMIA - somministrazione post-natale di corticosteroidi - allattamento materno alla dimissione - presenza di lesioni cerebrali all'ecografia cerebrale nella prima setttimana di vita (IVH, PVL ) Predictors of the risk of cognitive deficiency in very preterm infants: The EPIPAGE prospective cohort. Acta Paediatrica, 2011

14 CARATTERISTICHE SOCIALI analizzate: - stato socio-economico dei genitori - livello di istruzione materno - età della madre

15 RISULTATI: 1) PREVALENZA DI DEFICIT COGNITIVO MODERATO: 21% DI DEFICIT COGNITIVO SEVERO: 11% 2) Principale predittore di deficit cognitivo MODERATO: STATO SOCIO-ECONOMICO DEI GENITORI 3) Principale predittore di deficit cognitivo SEVERO: LESIONI CEREBRALI ALL'ESAME ECOGRAFICO Predictors of the risk of cognitive deficiency in very preterm infants: The EPIPAGE prospective cohort. Acta Paediatrica, 2011

16 IDEA FOLLOW UP MULTIDISCIPLINARE A LUNGO TERMINE DEI NATI PREMATURI

17 Il progetto consente di studiare il persistere di problematiche prematurità-correlate in una fascia di età che esce dai normali programmi di follow-up.

18 Il nostro studio si propone: A) di valutare l'outcome neurologico, la presenza di disturbi comportamentali, il rendimento scolastico. B) di valutare l'accrescimento staturo ponderale di questi soggetti confrontandolo con il loro target genetico, il loro stadio di sviluppo puberale, e l’eventuale presenza di disturbi endocrini. C) di valutare i livelli di mineralizzazione ossea D) di valutare la funzionalità renale E) di valutare l'incidenza di infezioni respiratorie, wheezing e di asma

19 POPOLAZIONE: EG ≤ 32 e/o peso ≤ 1500 gr ricoverati nel reparto di Neonatologia dell’Ospedale S.M Le Scotte di Siena negli anni compresi fra il 1990 e il 1997 (e che hanno quindi un'età compresa fra i 14 e i 22 anni;) comprendendo in questo modo i due principali traguardi scolastici: licenza media e diploma di scuola superiore. Criteri di esclusione Malformationi congenite Anomalie cromosomiche Errori del metabolismo

20 Arruolabili: 223 bambini Età della valutazione: fra 14 e 22 anni Arruolabili: 223 bambini Età della valutazione: fra 14 e 22 anni FASCICOLO N°1: Dati relativi all’epoca perinatale FASCICOLO N°2: Questionario relativo allo stato di salute attuale del paziente FASCICOLO N°3: Questionario relativo ai genitori ESAMI EFFETTUATI WISCH-WAIS spirometria basale MOC Prelievo Esame urine (stick + stress ossidativo)

21 Attualmente sono stati esaminati 11 pazienti I pazienti vengano arruolati mediante contatto telefonico All’arrivo viene ottenuto il consenso scritto Vengono esaminati 2/3 pazienti a settimana

22 GRAZIE PER L’ATTENZIONE….


Scaricare ppt "FOLLOW UP MULTIDISCIPLINARE A LUNGO TERMINE DEI NATI PREMATURI: Università degli Studi di Siena Scuola di specializzazione in Pediatria Dott.ssa E. Becucci."

Presentazioni simili


Annunci Google