La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Frammento del Papiro Rhind – 1650 a.C. British Museum di Londra Togli 1/9 a un diametro e costruisci un quadrato sulla parte che rimane; questo quadrato.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Frammento del Papiro Rhind – 1650 a.C. British Museum di Londra Togli 1/9 a un diametro e costruisci un quadrato sulla parte che rimane; questo quadrato."— Transcript della presentazione:

1

2

3

4 Frammento del Papiro Rhind – 1650 a.C. British Museum di Londra Togli 1/9 a un diametro e costruisci un quadrato sulla parte che rimane; questo quadrato ha la stessa area del cerchio. Sul papiro lo scriba Ahmes lasciò scritto:

5 Antico Testamento, I Re, 7:23 Poi si fece il mare fuso: dieci cubiti da una sponda all’altra, cioè completamente rotondo; la sua altezza era di cinque cubiti e una corda di trenta cubiti lo circondava all’intorno.

6 Erodoto lasciò scritto che la Grande Piramide di Giza fu costruita in modo tale che l’area di ogni faccia laterale fosse uguale all’area di un quadrato di lato uguale all’altezza della piramide.

7

8 Trovare un quadrato di area equivalente a quella di un cerchio dato 1. la costruzione delle figure deve avvenire tramite l’utilizzo esclusivo di riga e compasso; 2. deve essere possibile effettuarla attraverso un numero finito di passi. Elementi di Euclide

9 Archimede di Siracusa ( a.C. ca.)

10 date due grandezze aventi un certo rapporto, è possibile trovare un multiplo dell’una che superi l’altra grandezza se da una qualsiasi grandezza si sottrae una parte non inferiore alla sua metà, e se dal resto si sottrae ancora non meno della sua metà, e se questo processo di sottrazione viene continuato, alla fine rimarrà una grandezza inferiore a qualsiasi grandezza dello stesso genere precedentemente assegnata.

11 Archimede considerò poligoni regolari inscritti e circoscritti ad una circonferenza, calcolandone i rispettivi

12 La circonferenza di ogni cerchio è tripla del diametro, più una parte minore di un settimo e maggiore di dieci settantunesimi. Sulla misurazione del cerchio:

13 è un metodo che permette di scegliere il grado di precisione da attribuire al risultato del calcolo Archimede non poteva disporre 1.né di un simbolo per lo zero 2.né di alcuna sorta di notazione decimale

14

15

16 Tsu Ch’ung-chih

17

18

19 François Viète ( )

20 Viète metteva in relazione l’area di un poligono regolare inscritto a n lati con quella di un poligono di 2n lati

21 1593: Variorum de rebus mathematicis responsorum liber VIII

22 Ludolph Von Ceulen ( † 1610) furono incise sulla sua lapide  numero ludolfiano

23 Willebrord Snell ( ) Christiaan Huygens ( ) 3, < π < 3, , < π < 3,

24

25 1635 Geometria indivisibilibus continuorum di Bonaventura Cavalieri una superficie piana viene considerata come costituita da infinite corde intercettate entro la superficie da un insieme di rette parallele: ogni corda è pensata come un rettangolo di altezza infinitamente piccola e costituisce un indivisibile. Se due superfici, tagliate da un sistema di rette parallele, intercettano su ognuna di queste rette corde uguali allora sono equivalenti.

26 1655 Arithmetica infinitorum di John Wallis

27 1682 serie di Gregory-Leibniz James Gregory ( )

28

29

30 Euler inizia ad utilizzare il simbolo  per denotare il rapporto tra la circonferenza e il suo diametro.

31 Louis Leclerc, conte di Buffon ( )

32 … Lo stesso valore di Tsu Ch’ung Chi !

33 i nsieme di tutte quelle procedure di calcolo che, utilizzando sequenze di numeri casuali (numeri random) consentono, ad esempio, 1.il calcolo di quantità 2.la simulazione di fenomeni.

34 – F e r g u s o n : c i f r e S m i t h e W r e n c h : c i f r e 1949 – ENIAC: 2037 cifre 1954 – NORC: 3089 cifre 51,5 miliardi nel milione nel miliardo nel : cifre

35 il misterioso e mirabile π è ridotto a un gargarismo che aiuta i computer a schiarirsi la voce. Philip J. Davis

36

37

38 In matematica, un numero irrazionale è ogni numero reale che non è un numero razionale, cioè non può essere scritto come una frazione a / b con a e b interi, con b diverso da zero.

39 In matematica, si dice numero razionale ogni numero ottenibile come rapporto tra due numeri interi, il secondo dei quali diverso da 0. Ogni numero razionale quindi si può esprimere mediante una frazione, cioè con una espressione della forma a/b con a intero qualsiasi e b intero diverso da 0. π

40 In matematica, un numero trascendente è un numero irrazionale che non è un numero algebrico, ossia non è la soluzione di nessuna equazione polinomiale della forma: dove n ≥ 1 e i coefficienti a i sono numeri interi (o, equivalentemente, razionali), non tutti nulli.

41 “E’ probabile che il numero π non sia neppure contenuto nelle irrazionalità algebriche, ossia che non possa essere una radice di un’equazione algebrica con un numero finito di termini, i cui coefficienti siano razionali. Pare però molto difficile dimostrarlo in modo rigoroso.”

42

43 non può avere soluzioni algebriche. L’equazione Ma Euler ha dimostrato che per cui π non può essere ALGEBRICO.

44

45 Palais de la Decouvèrte – Parigi La stanza dedicata alla storia del calcolo di π.


Scaricare ppt "Frammento del Papiro Rhind – 1650 a.C. British Museum di Londra Togli 1/9 a un diametro e costruisci un quadrato sulla parte che rimane; questo quadrato."

Presentazioni simili


Annunci Google