La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Adriano Ippolito - Piano strategico e Piano dettagliato di obiettivi in Comuni e Province 1 Controlli interni Piano dettagliato di obiettivi Controllo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Adriano Ippolito - Piano strategico e Piano dettagliato di obiettivi in Comuni e Province 1 Controlli interni Piano dettagliato di obiettivi Controllo."— Transcript della presentazione:

1 Adriano Ippolito - Piano strategico e Piano dettagliato di obiettivi in Comuni e Province 1 Controlli interni Piano dettagliato di obiettivi Controllo strategico Corso di Formazione per Revisori, Professionisti, Segretari e Dirigenti Enti Locali V giornata - Torino 15/11/ Aula Magna Università degli studi di Torino- Facoltà di Economia Argomenti trattati dal dott. Adriano Ippolito: ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI DI IVREA, PINEROLO E TORINO

2 Adriano Ippolito - Piano strategico e Piano dettagliato di obiettivi in Comuni e Province 2 Per controlli interni si intende l’insieme di metodologie e tecniche manageriali utilizzate per gestire * in maniera legale, congrua, umana e finalistica l’ente secondo criteri di eccellenza. Controlli Interni : Una possibile definizione *Garantire il funzionamento dell’ente

3 Adriano Ippolito - Piano strategico e Piano dettagliato di obiettivi in Comuni e Province 3 Articolazione del controllo Fasi del Controllo Antecedente Controllo Susseguente Controllo Concomitante

4 Adriano Ippolito - Piano strategico e Piano dettagliato di obiettivi in Comuni e Province 4 Capo III - Controlli Interni - Articolo 147 Tuel Gli enti locali, nell’ambito della loro autonomia normativa ed organizzativa, individuano strumenti e metodologie adeguati a : A) Garantire, attraverso il controllo di regolarità amministrativa e contabile, la legittimità, regolarità e correttezza dell’azione amministrativa. B) Verificare, attraverso il controllo di gestione, efficacia, efficienza ed economicità dell’azione amministrativa, al fine di ottimizzare anche attraverso efficaci interventi di correzione,il rapporto tra costi e risultati.

5 Adriano Ippolito - Piano strategico e Piano dettagliato di obiettivi in Comuni e Province 5 Capo III - Controlli Interni - Articolo 147 Tuel Gli enti locali, nell’ambito della loro autonomia normativa ed organizzativa, individuano strumenti e metodologie adeguati a : C) Valutare, le prestazioni del personale con qualifica dirigenziale. D) Valutare, l’adeguatezza delle scelte compiute, in sede di attuazione dei piani, programmi ed altri strumenti di determinazione dell’indirizzo politico, in termini di congruenza tra risultati conseguiti e obiettivi predefiniti.

6 Adriano Ippolito - Piano strategico e Piano dettagliato di obiettivi in Comuni e Province 6 Articolo 2, comma 4, lett.e) Legge 5/6/2003 n. 131 Nell’attuazione della delega di cui ai commi 1 e 2, Il governo si attiene ai seguenti principi e criteri direttivi : e) attribuire all’autonomia statutaria degli enti locali la potestà di individuare sistemi di controllo interno, al fine di garantire il funzionamento dell’ente secondo criteri di efficienza,di efficacia e di economicità dell’azione amministrativa…...

7 Adriano Ippolito - Piano strategico e Piano dettagliato di obiettivi in Comuni e Province 7 Articolo 7, comma 7, legge 5/6/2003 n. 131 ……….Le sezioni regionali di controllo della Corte dei conti verificano, nel rispetto della natura collaborativa del controllo sulla gestione,………la sana gestione finanziaria degli enti controllati ed il funzionamento dei controlli interni e riferiscono sugli esiti delle verifiche esclusivamente ai Consigli degli enti controllati……….

8 Adriano Ippolito - Piano strategico e Piano dettagliato di obiettivi in Comuni e Province 8 Articolo 147 T.U.

9 Adriano Ippolito - Piano strategico e Piano dettagliato di obiettivi in Comuni e Province 9

10 10 PIANO STRATEGICO PIANO DETTAGLIATO DI OBIETTIVI Il piano strategico. redatto in forma libera. contiene in maniera sintetica e descrittiva, precisa e rigorosa, le finalità che l’organo esecutivo intende concretamente perseguire, opportunamente motivate, nella direzione di creare valore a favore del cittadino e del territorio. Il piano dettagliato di obiettivi contiene l’elenco di che cosa dovrà essere concretamente fatto per perseguire gli indirizzi e raggiungere le finalità indicate nel piano strategico.

11 Adriano Ippolito - Piano strategico e Piano dettagliato di obiettivi in Comuni e Province 11

12 Adriano Ippolito - Piano strategico e Piano dettagliato di obiettivi in Comuni e Province 12 Piano strategic o Piano dettagliato degli obiettivi Carichi di lavoro Il Piano strategico e' un documento redatto in forma libera, senza schemi prefissati e/o imposti contenente in maniera sintetica e descrittiva, precisa e rigorosa, le finalità che l'organo esecutivo intende concretamente perseguire opportunamente motivate nella direzione di "creare valore a favore del cittadino persona". Il Piano dettagliato degli obiettivi predisposto dal direttore generale e/o dai dirigenti, rappresenta la pianificazione operativa; contiene l'elenco di che cosa dovrà essere concretamente fatto per raggiungere gli indirizzi e perseguire le finalità indicate nel piano strategico. Il carico di lavoro è la quantità di lavoro necessaria misurata in unità di tempo per svolgere un’attività elementare; le attività sono processi che consumano risorse per ottenere risultati. Nella letteratura tecnica la gestione dei carichi di lavoro è chiamata " Activity Based management" (ABM). Quindi un obiettivo può essere scomposto in fasi, ciascuna fase può essere disaggragata in attività elementare per la quale si può determinare il carico di lavoro necessario. Predisposto dall’organo esecutivo Predisposti dai responsabili di servizio Predisposto dal Direttore generale Documento collegato Relazione previsionale e programmatica Documento collegato Piano esecutivo di gestione

13 Adriano Ippolito - Piano strategico e Piano dettagliato di obiettivi in Comuni e Province 13 Piano dettagliato di obiettivi Principi redazionali Definizione di obiettivo Un risultato di lavoro atteso, definito, misurabile e riferito ad un determinato periodo di tempo. Requisiti degli obiettivi: Sinteticità- Enunciabilità Misurabilità- Parametrizzabilità Scindibilità-Tempificabilità Quantificabilità- Classificabilità Verificabilità- Rintracciabilità Conformità-Priorità Raggiungibilità-Negoziabilità Attribuibilità-Retribuibilità

14 Adriano Ippolito - Piano strategico e Piano dettagliato di obiettivi in Comuni e Province 14 Diagramma “ Pert” Fase a Fase b Fase c Fase d 5 9 (8) (9) 3 7

15 Adriano Ippolito - Piano strategico e Piano dettagliato di obiettivi in Comuni e Province 15 Diagramma di Gantt Asse del tempo Fase a Fase b Fase c Fase d Fase a Fase b Fase c Fase d

16 Adriano Ippolito - Piano strategico e Piano dettagliato di obiettivi in Comuni e Province 16 Il controllo strategico è la procedura atta a valutare, adottando allo scopo strumenti idonei, l’adeguatezza delle scelte compiute in sede di attuazione dei piani, programmi, ed altri strumenti di determinazione dell’indirizzo politico, in termini di congruenza tra risultati conseguiti ed obiettivi predefiniti. (art. 147 T.U).


Scaricare ppt "Adriano Ippolito - Piano strategico e Piano dettagliato di obiettivi in Comuni e Province 1 Controlli interni Piano dettagliato di obiettivi Controllo."

Presentazioni simili


Annunci Google