La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

2. Mercati, benessere e equità L’approccio così detto Law & Economics Integrazione economia e diritto  Razionalità  comportamenti individuali Efficienza.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "2. Mercati, benessere e equità L’approccio così detto Law & Economics Integrazione economia e diritto  Razionalità  comportamenti individuali Efficienza."— Transcript della presentazione:

1

2 2. Mercati, benessere e equità

3 L’approccio così detto Law & Economics Integrazione economia e diritto  Razionalità  comportamenti individuali Efficienza  congruenza dei mezzi rispetto ai fini Razionalità  individui come attori strategici Efficienza  perseguimento dei fini con i mezzi più economici Efficienza ed equità in economia e in diritto: trade-off e compatibilità

4 La razionalità individuale è frutto di un postulato L’agente economico –ha preferenze coerenti –prevede le conseguenze delle proprie strategie –valuta sulla base di queste –adotta la scelta migliore Beneficio dell’azione - Costo dell’azione Max Beneficio marginale = costo marginale

5 Razionalità del consumatore PreferenzeUtilità: U Scelta dei beni Max U Vincolo di bilancio: Domanda individuale dei beni in funzione dei prezzi e del reddito

6 Razionalità del produttore 1 Tecnologia Funzione di produzione: 1. Scelta delle tecniche produttivie Min Costi Vincolo di produzione:

7 Razionalità del produttore 2 Offerta individuale di impresa in funzione dei prezzi dei fattori e dell’output Max Profitto 2. Scelta della quantità di produzione

8 Razionalità di un operatore pubblico Offerta del servizio di fronte ad una domanda in assenza di un ruolo regolatore dei prezzi Max Benessere sociale Scelta delle tecniche per fornire una quantità data di un servizio pubblico SPESA PUBBLICA

9 Uno sguardo alle teorie sul benessere: economia e filosofia Economia del Benessere Benessere e mercato Funzioni del Benessere e filosofia politica Benessere e diritti

10 Categorie concettuali base e teorie EfficienzaEquitàEfficienza e Equità  Garanzia dei diritti fondamentaliGaranzia dei diritti fondamentali  Economia non benesserista Economia del benessere Filosofia individualistica Visione non organicistica della società Principio di efficienza

11 Efficienza allocativa (paretiana) e ottimo sociale EfficienzaEfficienza: Allocazione che impiega le risorse disponibili in modo razionale, utilizzando totalmente i fattori produttivi, le tecniche disponibili e venendo incontro alla domanda che proviene dalla collettività Da tale allocazione non ci può allontanare per favorire individui o classi sociali senza dover nel contempo sfavorire qualcun altro. Ottimo socialeOttimo sociale: Allocazione che è allo stesso tempo efficiente ed equa, secondo i giudizi di valori espressi nella Costituzione

12 Condizioni di efficienza paretiana Efficienza nello scambioEfficienza nello scambio (il consumo di beni tra gli individui) Efficienza nella produzioneEfficienza nella produzione (l’impiego dei fattori produttivi nelle imprese) Efficienza del sistema economico Efficienza del sistema economico (il livello e la composizione della produzione di beni)  Uguaglianza tra valutazione marginale individuale e costo di opportunità sociale

13 Condizioni di ottima distribuzione I redditi e la ricchezza sono non solo massimizzati secondo un determinato indice sintetico (esempio PIL) ma anche distribuiti in modo che rispettare il peso sociale attribuito alle categorie di beneficiari La distribuzione si valuta in relazione al valore sociale di 1 € trasferito alle categorie di beneficiari

14 U2U2 U1U1 0 A A = ottimo sociale Frontiera delle possibilità di utilità Curva di indifferenza sociale W(U 1,U 2 )=cost. Allocazioni “Feasible”

15 Benessere e mercato Equilibrio di concorrenzaEquilibrio di concorrenza numerosi agenti price-takers, perfetta informazione, mercati completi, perfetta mobilità dei fattori produttivi  EFFICIENZA PARETIANA Il mercato in questa accezione consegue requisiti di razionalità e compatibilità e quindi benessere aggregato (ma questo non è tutto….)

16 Benessere, mercato e redistribuzione Qualunque allocazione Pareto-efficiente (in particolare l’ottimo sociale, detto FIRST BEST) può essere raggiunta lasciando operare la concorrenza perfetta e redistribuendo opportunamente le risorse iniziali. Il “paradigma della separazione” Efficienza  mercato di Concorrenza perfetta Equità  redistribuzione ottimale Il “fallimento del paradigma: Redistribuzione e distorsione degli strumenti impiegati (tassazione, trade-off efficienza- equità)

17 La funzione del benessere i fondamenti etici della politica economica e sociale: l’utilitarismo di Bentham Il benessere sociale è la somma delle utilità individuali: W=U 1 +U 2 Gli individui sono concepiti come “macchine di produzione di benessere” Se gli individui sono uguali in tutto tranne che nel reddito, il principio dell’utilità marginale del reddito decrescente implica la soluzione egalitaria Individui eterogenei  paradossi: non c’è una specifica avversione sociale alla disuguaglianza

18 La funzione del benessere i fondamenti etici della politica economica e sociale: la soluzione egalitaria, Rousseau e Marx L’uguaglianza prima di tutto : W=U 1 =U 2 Anche a costo di una riduzione di PIL La violazione del criterio di Pareto: l’unanimità dei cittadini non può “bloccare” una soluzione egalitaria se pur a tutti dispreferita rispetto ad un’allocazione che comporta un certo grado di disuguaglianza

19 La funzione del benessere i fondamenti etici della politica economica e sociale : “La teoria della giustizia”, Rawls I Beni primari: la libertà… Il Principio di differenza: W=Min [U 1,, U 2 ] I meno fortunati sono “dittatori posizionali” La disuguaglianza può essere desiderabile se consente di favorire i “poveri” e gli ultimi del ranking sociale

20 Garanzia di diritti e Beni meritori DIRITTI Tutelati (a livello costituzionale) Libertà come bene lessicografico Giustizia (Codice penale, Codice civile) Uguaglianza delle opportunità (“accesso” a livelli minimi) Beni meritori: W=W(U 1,U 2,z), Il valore sociale è indipendente dai livelli di utilità individuale (non welfarismo) Le nozioni di equità conseguenziale ed equità procedurale

21 Well-being individuale ed equità (Amartya Sen) L’allargamento degli spazi della libertà  Autodeterminazione Possibilità di scelta di del proprio “piano” di vita - Funzionamenti - Capacità Welfarismo esteso:

22 BENESSERE E POLITICHE in teoria fallimenti del mercatoPolitiche per l’efficienza  le correzioni dei fallimenti del mercato I fallimenti del mercatoI fallimenti del mercato: Potere di mercato Esternalità e Beni pubblici Informazione imperfetta Politiche redistributive  equità verticale (riduzione delle disuguaglianze), equità orizzontale, uguaglianza delle opportunità accesso a beni e servizi

23 Domande fondamentali Perché il mkt non sempre riesce a raggiungere equilibri efficienti? Quali sono le motivazioni di efficienza che giustificano un intervento pubblico? Quali sono le motivazioni di equità che giustificano un intervento pubblico?

24 Tipologie di mercati Mercati dei beni Mercati dei servizi Mercati del fattori Mercati finanziari e assicurativi Mercati istantanei e a termine Mercati e incertezza

25 Diritti di proprietà ed esecuzione dei contratti Necessari perché l’economia di mkt possa funzionare. Esempi: - assenza di proprietà privata:  sfruttamento eccessivo della terra  no risparmi e investimenti - assenza della garanzia che i contratti siano rispettati:  no mkt finanziari

26 Motivazioni di efficienza (I° TFEB): 1. Assenza di concorrenza perfetta Imprese e consumatori non si comportano da price taker  no P.E. Monopolio Oligopolio Concorrenza monopolistica Monopolio naturale Presenza di brevetti  price-making

27 L’esistenza di potere di mercato impedisce lo sviluppo di scambi che avvantaggiano gli agenti I consumatori potrebbero proporre al monopolista un risarcimento pari alla rendita perduta per indurlo a produrre prezzo pari al CM. La nuova situazione sarebbe Pareto-improving rispetto all’equilibrio monopolistico: per il monopolista il passaggio sarebbe indifferente, mentre per i consumatori ci sarebbe comunque un guadagno. Perché questo accordo non si perfeziona? Assenza di contesto istituzionale Costi di transazione Comportamenti free-rider Legislazione e istituzioni ANTITRUST  promozione e tutela della concorrenza

28 I benefici sociali della concorrenza e i motivi della tutela contendibilitàrivalitàLa nozione di concorrenza come contendibilità e rivalità: la “pressione determina: –Aumento dell’efficienza interna delle imprese (minimizzazione dei costi) – Aumento dell’efficienza allocativa (prezzi in linea con i costi marginali) –Estrazione della rendita da potere di mercato –Aumenta l’efficienza della configurazione industriale (del settore e dell’industria)

29 2. Beni pubblici Soddisfano due proprietà: Non escludibilità Non rivalità (CM di un beneficiario aggiuntivo = 0)  I beni pubblici non sono offerti dal mkt o lo sono in quantità insufficienti  Intervento pubblico

30 3. Esternalità Si verifica quando un soggetto compie un’azione che ha effetti su un altro soggetto, senza che quest’ultimo paghi o riceva un indennizzo per tali effetti. E. negative  sovraproduzione dell’attività generatrice dell’esternalità. E. positive  sottoproduzione dell’attività generatrice dell’esternalità.  Intervento pubblico

31 4. Mercati incompleti Si verificano quando il mercato non offre un bene o servizio nonostante il suo costo di produzione sia inferiore al prezzo che i consumatori sarebbe disponibili a pagare. Mercati delle assicurazioni e dei capitali. Perché? - costi di transazione elevati - Investimenti in innovazione insufficienti - Asimmetrie informative (selezione avversa) mkt complementari (PVS)

32 5. Imperfetta informazione L’informazione è per molti aspetti un bene pubblico  offerta inadeguata da parte del mkt. Esempi: - sanità - ricerca e sviluppo

33 Motivazioni di equità Giustificano un intervento pubblico anche se il mkt è in grado di raggiungere un equilibrio P.E. Ma Quali sono le nozioni “economiche” dell’equità? Ci sono elementi per pensare che l’equità confligga con l’efficienza?


Scaricare ppt "2. Mercati, benessere e equità L’approccio così detto Law & Economics Integrazione economia e diritto  Razionalità  comportamenti individuali Efficienza."

Presentazioni simili


Annunci Google