La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Alimentazione, ecosistemi e responsabilità sociale: una visione d’insieme in Lombardia La rete delle Scuole che Promuovono Salute Bruna Baggio Milano,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Alimentazione, ecosistemi e responsabilità sociale: una visione d’insieme in Lombardia La rete delle Scuole che Promuovono Salute Bruna Baggio Milano,"— Transcript della presentazione:

1 Alimentazione, ecosistemi e responsabilità sociale: una visione d’insieme in Lombardia La rete delle Scuole che Promuovono Salute Bruna Baggio Milano, 19 novembre 2012 Settimana UNESCO - Dess “Madre Terra: Alimentazione, Agricoltura ed Ecosistema”

2 2 Bruna Baggio  maggiore qualità ed equità degli apprendimenti, integrazione ed inclusione, personalizzazione degli interventi  riduzione dei finanziamenti pubblici e la necessità di un più efficiente utilizzo delle risorse  modello di governance distribuita per definire politiche territoriali condivise (integrazione, orientamento; sostegno alla disabilità..)  valutazione centralizzata degli apprendimenti e l’affermazione di approcci basati sulle evidenze di risultato  valutazione delle scuole all’interno dei nuovi sistemi di gestione delle pubbliche amministrazioni Il contesto socio-economico e le richieste alla scuola

3 3 Bruna Baggio dal DPR 275/99 Regolamento dell’autonomia delle istituzioni scolastiche art. 2 L'autonomia delle istituzioni scolastiche è garanzia di libertà di insegnamento e di pluralismo culturale e si sostanzia nella progettazione e nella realizzazione di interventi di educazione, formazione e istruzione mirati allo sviluppo della persona umana, adeguati ai diversi contesti, alla domanda delle famiglie e alle caratteristiche specifiche dei soggetti coinvolti, al fine di garantire loro il successo formativo……… al DLgs 150/2009 Legge “Brunetta” Necessità di agire per rendere l’azione pubblica trasparente e intellegibile all’insieme dei diversi portatori di interesse; valutare le performance delle organizzazioni per migliorare la qualità delle prestazioni erogate al pubblico. Riordino della scuola secondaria di II grado Indicazioni per il curricolo della scuola del I ciclo Il contesto normativo

4 4 Bruna Baggio Collaborazione tra soggetti diversi come stimolo all’innovazione e all’integrazione Dimensione delle reti come formula organizzativa efficace per produrre e confrontare metodologie, strumenti e risultati creare sinergie di tipo istituzionale acquisire rilevanza nel sistema territoriale assicurare la presenza di risorse professionali e finanziarie Strumenti di responsabilità diffusa e condivisa

5 5 Bruna Baggio La scuola è un contesto sociale in cui agiscono determinanti di salute riconducibili a: ambiente formativo ( didattica, contenuti, sistemi di valutazione, etc.) ambiente sociale ( relazioni interne, relazioni esterne, regole, conflitti, etc.) ambiente fisico (ubicazione, aule, spazi e strutture adibiti alla attività fisica, alla pratica sportiva, alla ristorazione, aree verdi, etc.) ambiente organizzativo (servizi disponibili - mensa, trasporti,) La scuola può agire sui determinanti di sua pertinenza sostenendo processi di salute Scuola e promozione della salute

6 6 Bruna Baggio I documenti di riferimento Carta di OTTAWA – OMS 21 Novembre 1986 "La promozione della salute è il processo che conferisce alle popolazioni i mezzi per assicurare un maggior controllo sul loro livello di salute e migliorarlo. ….. la promozione della salute non è legata soltanto al settore sanitario: supera gli stili di vita per mirare al benessere".

7 7 Bruna Baggio INTESA tra REGIONE LOMBARDIA e UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA La “Scuola lombarda che promuove salute” Regione Lombardia Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Il Presidente Il Direttore Generale Roberto Formigoni Giuseppe Colosio 14 luglio 2011 L’intesa tra Regione Lombardia e Ufficio Scolastico Regionale

8 8 Bruna Baggio I focus del modello alla base dell’Intesa Empowerment La “Scuola lombarda che promuove salute” assume titolarità nel governo dei processi di salute (e quindi nella definizione di priorità, obiettivi, strumenti, metodi) che si determinano nel proprio contesto - sul piano didattico, ambientale- organizzativo, relazionale - così che benessere e salute diventino reale “esperienza” nella vita delle comunità scolastiche. Approccio globale La “Scuola lombarda che promuove salute” pianifica (analisi di contesto) il proprio processo di miglioramento (profilo di salute), adotta un approccio globale che si articola in quattro ambiti di intervento strategici

9 9 Bruna Baggio  Equità. La “Scuola che promuove salute” offre a tutti/e l’accesso equo a un’ampia gamma di opportunità educative e disalute, favorendo la crescita emozionale e sociale di ogni individuo  Inclusione. La “Scuola che promuove salute” riconosce e valorizza le diversità e si preoccupa di costruire una comunità di apprendimento in cui tutti possano godere della fiducia e del rispetto reciproco  Partecipazione. La “Scuola che promuove salute” mira al coinvolgimento attivo ed all’empowerment dei diversi soggetti della comunità scolastica nella definizione degli obiettivi di salute e nelle azioni da realizzare e si preoccupa di sviluppare motivazione e impegno nell’azione  Sostenibilità. La “Scuola che promuove salute” riconosce che benessere, formazione e apprendimento sono strettamente legati e investe risorse con una prospettiva di medio - lungo termine in questa direzione. I princípi fondamentali

10 10 Bruna Baggio 11 bilions of inhabitants Who are we?

11 11 Bruna Baggio Why did you choose to do this?. In Lombardy for several years, schools and health system worked together on health promotion Vilnius 2009 Guidelines IHUPE 2009 The strategy of health promotion at school has undergone a change, it is passed through more stages: - health education centered on the figure of health professional - health education centered on the figuer of teacher - in health education centered on the figure of students Nowadays these strategies are all still presents in our system. After the publication of Vilnius resolution “better schools through health” and Guidelines for Promoting Health in Schools (IUHPE 2009) we understood that we need a new systematic approach to health promoting at school. Schools and health territorial agencies need a guideline to work together about “health promoting schools” approach

12 12 Bruna Baggio Italian school system Italian health system Founding principles Universality Equality Equity Regions have the task to organize its own health system Health System in Lombardia is organized in 15 health territorial agencies (Asl)

13 13 Bruna Baggio School authorities and health authorities worked together to promote a health promoting school network In 2011, they signed an agreement that provides the foundation and support of a regional health promoting school network. The agreement is inspired by the Vilnius charter principles; an agreement that aims to make the Schools leaders in the governance of their own health care. What did you do? 14/7/20113/5/2012 Agreement between school authorities and health authorities Formal institution of «Health promoting schools network in Lombardia “

14 14 Bruna Baggio 365 schools (75 school boards) ; 1 regional school office ; 12 provincial school office 15territorial health agencies; 1 regional health office What actually happened? Who were the participants? Collaborative planning of the network (involved more than 150 teachers and health professionals): focus group, brainstorming. Contextualization of documents of the network “School for Health in Europe” (IUHPE) Health promoting schools network in Lombardia systemic model, integrated and scientifically based

15 15 Bruna Baggio 1 Regional board School coordinator (IS dell’acqua di Legnano) provincial board 1 school coordinator … 12 provincial groups provincial board 1 school coordinator provincial board 1 school coordinator provincial board 1 school coordinator School

16 16 Bruna Baggio

17 17 Bruna Baggio What actually happened? The network developed a procedure (web based) to analyze ’health profile’ and health promoting interventions, schools could describe carefully their own health profile, they have to do a self-evaluation about 4 areas: individual life skills social environment school organization community collaboration. Every school could see its results and benchmark with regional or national standards. Furthermore the network organized many meetings to define its structure and many interventions to promote teacher’s education about: Life skills training Security at schools

18 18 Bruna Baggio Which aspects went particularly well?. Web based software (http://accesso.requs.it/ ) is very interesting because in accordance with the new health promotion let the schools to analyze outputs and outcomes.http://accesso.requs.it/ Self evaluation data

19 19 Bruna Baggio

20 20 Bruna Baggio What difficulties were encountered? The principal difficulty was the traditional view that health promotion was an activity of health professionals. To overcome this difficult, in accordance with the new model of health promotion, schools and health authorities organized many training events for teachers and health professionals to inform and educate them about the new model of health promotion.

21 21 Bruna Baggio For 2013, the network aims are: support the process of empowerment of every school in the network (nowadays more than 400 schools joined); help the schools in the network to define their ’health profile’; contribute to the definition of ”improvement plans” based on evidence-based interventions or best practices; spread the network by sharing evidence-based interventions and best practices with schools not belonging What will you do? After more than 1 year of life, the network continues to grow: many schools want to enter in the network School and Health authorities could work together to develop a sustainable model of health promoting school network where schools become leaders in health promoting and health system could assist them. What can we learn?

22 22 Bruna Baggio Health promoting schools network in Lombardia Region (Italy) – Innovative approaches to school-based health promotion Thank

23 ferraboschi Modello della rete Promozione della salute: dati

24 ferraboschi Modello della rete Promozione della salute: l’autovalutazione delle strategie

25 ferraboschi Modello della rete Promozione della salute: gli indicatori

26 ferraboschi Modello della rete Promozione della salute: Radar e confronto tra scuole

27 27 Bruna Baggio Un accordo formalizzato per sostenere nel tempo l’azione delle scuole, diffondere il modello a livello nazionale, accedere a finanziamenti nazionali e internazionali. La Rete è costituita dalle Scuole che Promuovono Salute organizzate per ambiti regionali e provinciali. Sono organi della Rete:  Il Coordinamento Regionale della Rete  La scuola capofila  Il Coordinamento provinciale  La scuola capofila di ciascuna provincia  I gruppi di lavoro delle singole scuole Aderiscono ad oggi 81 istituzioni scolastiche L’accordo di rete

28 28 Bruna Baggio APPROCCIO AUTO-VALUTATIVO (LOGICA CAF ) La lettura dei dati di contesto Il processo di autovalutazione della scuola La definizione del piano di miglioramento Il monitoraggio continuo degli indicatori La valutazione degli esiti La ri-progettazione Il confronto nella scuola e tra le scuole Un framework condiviso La volontà del Sistema scuola di accelerare i processi di miglioramento attraverso la diffusione di pratiche di autovalutazione

29 29 Bruna Baggio -POF orientato alla promozione della salute, intesa secondo il Modello di cui all’Intesa “La scuola lombarda che promuove salute”; -impegno a declinare il proprio “profilo di salute”, individuare priorità d’azione e pianificare il processo di miglioramento - nei quattro ambiti di intervento strategici riportati all’Art. 2-, utilizzando gli strumenti predisposti dalla Rete; -impegno a realizzare annualmente almeno 2 buone pratiche negli ambiti di intervento strategici e a rendicontare le azioni intraprese; -impegno a documentare le azioni svolte, alimentando il sistema informativo della Rete (sito web, newsletter, ecc.). Condizioni di adesione

30 30 Bruna Baggio  Documentazione e diffusione «buone pratiche»  Ricerca, sperimentazione, sviluppo di azioni congiunte e di sistema a sostegno della realizzazione dell’Intesa  Partecipazione al network europeo SHE  Valutazione delle azioni  Estensione della rete Sviluppi e prospettive


Scaricare ppt "Alimentazione, ecosistemi e responsabilità sociale: una visione d’insieme in Lombardia La rete delle Scuole che Promuovono Salute Bruna Baggio Milano,"

Presentazioni simili


Annunci Google