La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

NEWSLETTER della Camera di Commercio Italiana Per l’Ucraina.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "NEWSLETTER della Camera di Commercio Italiana Per l’Ucraina."— Transcript della presentazione:

1 NEWSLETTER della Camera di Commercio Italiana Per l’Ucraina

2 Editoriale02 Progetti e collaborazioni 03 Progetti e collaborazioni 04 Economia 05 Missioni 08 Missioni 09 Fiere 10 Bacheca Affari 13 Da CCIPU – Iniziative 14 Da CCIPU – Consorzio 16 INDICE

3 EDITORIALE Anarchia o Democrazia? Si fa in fretta a confondersi tra le due differenti situazioni in un paese dove da decenni ha regnato un concetto di uguaglianza distorto in modo paradossale da quanto anche il buonsenso può suggerire. Per uguaglianza i paesi socialmente sviluppati fanno riferimento ai diritti umani ed alle pari possibilità, non certo all’annullamento di un’identità personale, che risulta essere una delle principali componenti che ci differenza dal resto del regno animale. Ma passare da un regime totalitario come quello comunista ad una situazione di assoluta anarchia, è troppo. La popolazione delle repubbliche ex sovietiche ora è troppo concentrata sui propri diritti (certamente non considerati in passato), ma poco attenta a rispettare i diritti altrui. E’ vero, non esiste più raket, non ‘c’è teppismo per le strade, nulla di tutto ciò. E allora? Allora è proprio la gente comune il problema, che per ribellarsi a decenni di oppressione ora esagera nella vita di tutti i giorni, non imponendo a se stessi il rispetto di una coda, nell’essere garbati con una persona anziana, non considerando il problema che si lascia ai colleghi non presentandosi al lavoro… e così via. Il cliente maltratta il cameriere in quanto come “cliente” lui paga. Il cameriere sputa nel piato del cliente che lo maltratta, dimenticando che è proprio a lui che deve uno stipendio a fine mese… E quindi? Chi deve cedere per primo? certamente il più intelligente, colui che intuisce che lo sviluppo sociale lo si raggiunge non chiedendo al governo di intervenire, ma proponendosi come modello per gli altri, dimostrando che anche vivendo una vita all’insegna dell’onestà e dell’educazione si può vivere bene lo stesso. La vecchia generazione demolisce ogni regola (anche quelle giuste e necessarie) perché oppressa da troppe regole ingiuste nel passato. La nuova generazione non ha ne regole da rispettare ne modelli da seguire. Speriamo che almeno queste ultime capiscano che il progresso non è fatto solo di belle macchine ed abiti firmati, ma anche e soprattutto di rispetto per il prossimo e disponibilità verso gli altri. Maurizio Carnevale (Presidente CCIPU

4 PROGETTI E COLLABORAZIONI ENTI PIEMONTESI IN UCRAINA ____________________________________________ Si è tenuto presso la Camera di Commercio di Torino un incontro tra i rappresentati della stessa, del CEIP e della Camera di Commercio Italiana Per l’Ucraina. Scopo del meeting è stato quello di individuare delle forme di cooperazione tra gli Enti partecipanti al fine di identificare aree di intervento comune. Le finalità perseguite sono risultate l’individuare in territorio ucraino eventuali settori di interesse per le piccole e medie imprese piemontesi, delineando i canali migliori per proporre in loco i loro prodotti e servizi. Inoltre, il promuovere agli imprenditori piemontesi le opportunità che si possono trovare in Ucraina mostrando loro le caratteristiche e i vantaggi di cui possono beneficiare attraverso una giusta pianificazione, finalizzata a identificare con esattezza le potenzialità del gruppo proponente. Ovviamente la discussione si è svolta a carattere generale, ed è stata valutata l’importanza di meglio delineare le varie fasi delle cooperazione. A seguito dell’incontro, la CCIPU si è presa l’incarico di redigere una bozza di progetto di collaborazione tra le parti, focalizzando l’attenzione alle azioni relative al 2012, affinché tutti gli Enti possano inserirle nella pianificazione annua, ed organizzare sinergicamente gli interventi di competenza.

5 COLLABORAZIONE CON UNICREDIT ____________________________________________ Si è tenuto nella sede di Milano dell’istituto bancario, un importante incontro tra l’Unicredit e la Camera di Commercio per l’Ucraina, con lo scopo di identificare obiettivi comuni per una reciproca collaborazione. Mentre per Unicredit gli obiettivi sono conquistare nuova clientela e fidelizzare quella in essere promuovendo la propria presenza in Ucraina, per l’Ente camerale, soddisfare le richieste e le esigenze degli associati e reperire fondi per le azioni da intraprendere risultano essere i targets prioritari. Per la Camera di Commercio Italiana Per l’Ucraina è importante assicurare alle imprese italiane il supporto di un istituto bancario di rilievo, anche se non viene esclusa la possibilità di collaborare con altre realtà che si stano affacciando al paese. E’ vero che l’istituzione bancaria insediata in un paese straniero è asoggettata alle norme locali, ma la supervisione ed il controllo di un’organizzazione italiana saranno comunque di maggior sicurezza per le nostre imprese. Il lavoro di promozione e di informazione dei due enti, coordinato da entrambe le parti in Italia, porterà senz’altro innumerevoli benefici e darà alle imprese nuove opportunità. Si attende a breve l’esito di tale progetto. PROGETTI E COLLABORAZIONI

6 MAIS UCRAINO: in aumento l’export ____________________________________________ Le esportazioni di mais dall’Ucraina sono destinate a raddoppiare nel prossimo anno, fornendo un certo sollievo ai mercati globali di cereali che si aspettano un raccolto deludente negli Stati Uniti. Un salto in avanti che prevedibilmente renderà la nazione dell’Europa Orientale il terzo più grande esportatore di cereali del mondo, superando il Brasile per la prima volta in sette anni. Gli Stati Uniti sono il primo esportatore di mais in termini di volume. Le esportazioni di mais dall’Ucraina potrebbero raggiungere i 12,5 milioni di tonnellate in questa stagione, in aumento rispetto ai 5,3 milioni di tonnellate dello scorso anno, secondo l’agenzia ucraina di analisi agricola APK- Inform. Il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti prevede che dall’Ucraina saranno disponibili 10 milioni di tonnellate per l’annata agricola: un aumento dell’82% rispetto allo scorso anno. Questo dimostra ancora una volta come l’apertura al commercio internazionale, non l’autosufficienza o il protezionismo, sia l’unica chiave disponibile per combattere la volatilità dei prezzi delle materie prime. Se ogni regione del pianeta dovesse contare solo sulle proprie forze, nessuno potrebbe avvantaggiarsi dell’aumento della domanda globale. Nemmeno gli Ucraini con i loro cereali. ECONOMIA

7 LIBERO SCAMBIO UE-UCRAINA : Italia sostenitrice con riserva _________________________________________ L'Italia sostiene gli sforzi della presidenza europea per giungere alla conclusione di un accordo di libero scambio con l'Ucraina, ma chiede attenzione per i prodotti con indicazione geografica protetta e, soprattutto, una soluzione del contenzioso annoso della Ferrero per la produzione in esclusiva della pralina Ferrero. Lo ha detto il sottosegretario allo sviluppo economico Catia Polidori, al termine del consiglio esteri, riunito a Bruxelles in formato commercio estero. 'Si tratta di un caso che riguarda la contraffazione e la mancata tutela della proprieta' “intellettuale'', ha detto Polidori. Il negoziato tra Ue e Ucraina sembra avviato verso la conclusione, dietro le pressioni della Presidenza di turno polacca. Su alcuni nodi ancora aperti (liberalizzazione delle automobili, restrizioni all'export e dei servizi) il Commissario Ue al commercio estero Karel de Gutch ha chiesto flessibilita' per conseguire un risultato in tempi utili. Dopo una battaglia legale che ha visto ribaltare la situazione più volte, la Suprema corte commerciale ucraina si è espressa a favore del concorrente di Ferrero, la casa dolciaria russa Landrin. Questa azienda aveva la licenza d'importazione delle praline Raffaello in Ucraina, ma poi si e' messa a produrne in proprio col nome di Waferatto, vendendole nel mercato ucraino e utilizzando immagini di prodotto tratte dalla campagna Ferrero. ECONOMIA

8 PROCESSO TIMOSHENKO: perché ci riguarda __________________________________ Il 27 settembre è ripartito il processo contro l’ex premier dell’Ucraina, Julia Timoshenko. La Timoshenko si trova ora in carcere a Lukhanovka accusata di aver firmato accordi per la fornitura di gas con la Russia che penalizzano Kiev. Un processo tutto politico in cui il primo accusatore della Timoshenko è il presidente ucraino Viktor Yanukovich che si è recato a Mosca il 24 settembre. La Russia preme affinché Yanukovich firmi con loro un accordo doganale che consenta a Mosca di avere influenza su uno snodo importante tra Europa e Asia. Yanukovich, per quanto filo- russo non lo è abbastanza per aprire incondizionatamente le porte dell’Ucraina alla Russia e per controbilanciare si è messo in contatto con l’Europa che dall’Ucraina dipende per la fornitura di gas. Per questo la scelta dell’Ucraina sul dove collocarsi tra Russia e Europa sarà importante. Se dovesse propendere per la Russia non si capirebbe il senso dell’accanimento di Yanukovich sulla Timoshenko che i contratti di scambio commerciale li aveva firmati direttamente con Putin, suo vecchio nemico. Il quadro, come avrete intuito, è parecchio complesso. ECONOMIA

9 CCIPU RIFERIMENTO EUROPEO PER LA REGIONE DI ZHYTOMYR ___________________________________________ Nei giorni dal 11 al 15 di settembre 2011 i vertici della Camera di Commercio Italiana per L’Ucraina, hanno partecipato ad un importante forum in Kiev, a sostegno e promozione di una regione dell’Ucraina, invitati dal Governo regionale della stessa. L’importanza di tale evento è data dall’essere il primo di una serie promossi e voluti direttamente dal Governo Ucraino, a supporto delle singole Regioni. La regione di Zhytomyr inaugura quindi la nuova strategia di sviluppo commerciale ed economico del paese. In presenza del portavoce del parlamento d’Ucraina il Sig. Vladimir Lytvyn, del Governatore e del Presidente del consiglio regionale e insieme ai Governatori delle province, è stato illustrato il potenziale economico e d’investimento della zona, con una ottima produttività di legno e di minerali ed eccellenti basi per sviluppare altri mercati quali l’agricoltura, l’allevamento del bestiame e quello delle costruzioni. Sul territorio sono già presenti parecchie aziende italiane, ma in numero ancora insufficiente rispetto al potenziale della regione. Unica rappresentanza di un paese estero chiamata ad intervenire direttamente tra i relatori è stata la Camera di Commercio Italiana Per l’Ucraina, grazie al lavoro della quale, l’Italia è stata scelta come riferimento europeo da governo di Zhytomyr, per l’avvio di questo progetto. Nell’occasione, il Presidente Carnevale ha garantito il sostegno dell’Ente italiano, che continuerà a mettere a disposizione la professionalità e le proprie competenze per una sempre più efficace azione di promozione del territorio, a supporto di tutti gli imprenditori italiani che vogliano internazionalizzare il proprio business nella regione di Zhythomyr. Sono stati presi importanti accordi di collaborazione e sostegno delle iniziative imprenditoriali direttamente tra il nostro Presidente ed il Governatore, a dimostrazione di una volontà sempre più crescente delle autorità ucraine nel favorire lo sviluppo di investimenti italiani nella nazione. MISSIONI CCIPU

10 PRESENTAZIONE DELLA REGIONE PIEMONTE IN UCRAINA ____________________________________________ Nella lussuosa cornice dell’ Hotel “Premier Palace” di Kiev il management della Camera di Commercio Italiana Per l’Ucraina, ha partecipato il 24 Settembre, alla presentazione della” Regione Piemonte”, rappresentata per l’occasione dall’ Assessore al Turismo Alberto Cirio e dall’Assessore allo Sviluppo Economico, Massimo Giordano. Scopo dell’evento è stata la promozione in Ucraina della Regione piemontese, in un ottica di internazionalizzazione e sviluppo economico. Il dott. Angelo Feltrin, responsabile del settore turistico del CEIP (Centro Estero per l’Internazionalizzazione del Piemonte) ha aperto il Forum illustrando ai numerosi intervenuti le eccellenze della Regione in campo industriale, turistico ed enogastronomico e le possibili interazioni e sinergie tra gli stessi, che ne fanno una delle più importanti d’Italia. Il Presidente della Camera di Commercio ha incontrato gli assessori Cirio e Giordano, ai quali ha garantito il pieno sostegno dell’Ente Italiano per tutte le azioni di promozione del territorio a sostegno dello sviluppo economico e delle iniziative imprenditoriali L’ evento si è poi concluso in serata in un esclusivo locale della capitale ucraina, dove sono stati offerti agli invitati una degustazione di vino Barolo e assaggi di riso con tartufo, specialità enogastronomiche della Regione. Erano presenti il Dott.Domeniconi, responsabile della rappresentanza commerciale dell’Ambasciata Italiana in Ucraina e l’Onorevole Togni, della Camera dei Deputati, che ha incontrato il Presidente Carnevale, affermando la piena collaborazione e intesa tra le due istituzioni italiane. Sempre nell'ottica dell'ingresso della Regione piemontese nel mercato ucraino, è previsto il 7 ottobre un incontro della Direzione della Camera di Commercio Italiana Per l'Ucraina, con i dirigenti del CEIP e della Camera di Commercio di Torino. MISSIONI CCIPU

11 COMMUNTECH __________________ Dal 8 al 11 novembre 2011 la Camera di Commercio Italiana per l’Ucraina sarà presente con un proprio stand alla IX Fiera Internazionale Specializzata "CommunTech'2011» che si terrà presso il Centro Espositivo Internazionale di Kiev. Gli organizzatori di questi eventi sono il Мinistero per lo Sviluppo Regionale, delle Infrastrutture e dell'edilizia dell'Ucraina e l’ "International Exhibition Centre" Ltd. E’ l’evento più importante in Ucraina dedicato alle attrezzature tecniche e ai servizi delle autonomie locali e delle Pubbliche Amministrazioni. Lo scorso anno la manifestazione ha visto la partecipazione di 134 aziende leader provenienti da 12 paesi che hanno presentato gli ultimi ritrovati tecnologici e attrezzature all’avanguardia nel campo del riscaldamento e della manutenzione delle strutture abitative, sul funzionamento del trasporto pubblico e privato, realizzazione di opere stradali, creazione e gestione di spazi verdi, dei servizi igienico-sanitari e della gestione dei rifiuti domestici L’obiettivo principale dell’evento è quello di incentivare l’introduzione di tecnologie aggiornate e sviluppare nuove soluzioni all’avanguardia finalizzate alla risoluzione dei problemi del settore. Oggi in Ucraina si presta particolare attenzione agli aspetti della riforma del settore edile e delle utilities, all'attuazione della politica statale nel settore delle infrastrutture, allo sviluppo del mercato immobiliare e dei rispettivi servizi nonché al miglioramento della loro qualità. I funzionari della Camera saranno a disposizione di tutti gli espositori e visitatori italiani per fornire loro qualsiasi supporto informativo sui servizi dell’Ente. FIERE

12 ENERGY EFFICIENCY ______________________________ Dall’8 all’11 di Novembre in concomitanza con il Communtech si terrà la fiera “Energy Efficiency 2011”, la più importante dell’ ucraina nel settore delle energie alternative e del risparmio energetico, organizzata dall’ Agenzia di Stato per l'efficienza energetica e il risparmio energetico dell'Ucraina, e dall’ International Exhibition Centre Ltd. Scopo dell’evento è di mostrare gli ultimi ritrovati tecnologici nel campo dell’efficienza energetica, delle energie e carburanti alternativi. Questi problemi sono particolarmente importanti e sentiti dalla società e la ricerca di fonti energetiche alternative e un settore fortemente in sviluppo. L’edizione del 2010 ha visto la partecipazione di 174 aziende ucraine e straniere che hanno esposto gli ultimi ritrovati nel campo delle energie eoliche, solari e geotermiche sia nel campo civile che in quello industriale. I visitatori avranno la possibilità di vedere le più innovative tecnologie, attrezzature e materiali per la produzione di biogas, riciclaggio di rifiuti, energia fotovoltaica, materiali termoisolanti e sistemi di diagnostica di impianti, e potranno aggiornarsi e trovare le migliori soluzioni ai loro problemi consultandosi con gli esperti del settore. La Camera di Commercio Italiana per l’Ucraina sarà presente con uno stand dove con propri funzionari darà la possibilità ai partecipanti ed espositori italiani di poter ricevere tutte le informazioni necessarie per internazionalizzare il proprio business in Ucraina. FIERE

13 HORECA __________________________________ Dall’ 8 al 10 di Novembre, l’ Ente camerale sarà a Kiev e parteciperà attraverso un proprio stand ad «HoReCa 2011», fiera ucraina di rilevanza internazionale, punto di riferimento per gli operatori del mercato dell’ospitalità, della ristorazione e del catering. Il «Made in Italy» verrà altresì rappresentato dalla partecipazione di aziende componenti il consorzio «HoReCa» realtà associativa italiana, che raggruppa circa 20 produttori operanti nel settore Hotel-Restaurant e Catering. Il consorzio nasce dall’esigenza di dare una risposta attuale e necessaria in un mercato fortemente concorrenziale, dove la stessa partecipazione risulta un elemento fondamentale. Presentarsi come un’entità omogenea permette ad ogni singolo consorziato di emergere nel suo settore di riferimento, sfruttando i vantaggi dati dell’associazionismo, rappresentati dalla possibilità di poter integrare le attività del consorzio stesso con quelle dell’esercente del canale «HoReCa», ottenendo migliori condizioni contrattuali. Il Consorzio opera alla luce dei principi della trasparenza e della competitività e da essi trae forza e vitalità, seguendo i propri Soci con professionalità e dinamismo e creando una forza contrattuale indiscutibile. Associarsi significa quindi creare sinergie allo scopo di divenire più grandi e potenti verso la controparte ed adeguarsi così alle esigenze del mercato. HORECA sta diventando sempre più una realtà razionale e selettiva, che nel futuro prenderà sempre più piena coscienza del rapporto QUALITA' PREZZO. HORECA

14 BACHECA AFFARI SETTORE LEGNO Gruppo di aziende specializzate nella lavorazione del legno e produzione di arredamenti, ricercano aziende in Italia con cui collaborare SETTORE LEGNO Gruppo di aziende specializzate nella lavorazione del legno e produzione di arredamenti, ricercano aziende in Italia con cui collaborare ALIMENTARE Ben 5 caseifici si rivolgono ai nostri uffici per trovare partners in Italia per produzione di formaggi con tecnologia italiana, in particolare, ovviamente, mozzarella. ALIMENTARE Ben 5 caseifici si rivolgono ai nostri uffici per trovare partners in Italia per produzione di formaggi con tecnologia italiana, in particolare, ovviamente, mozzarella. AUTOMOTIVE Societa’ uraina cerca partners dall’Italia per l’avviamento dell’attivita di assemblaggio autoveicoli personali e commerciali. AUTOMOTIVE Societa’ uraina cerca partners dall’Italia per l’avviamento dell’attivita di assemblaggio autoveicoli personali e commerciali. SETTORE METALLO Gruppo di aziende specializzate nella lavorazione del ferro e produzione di manufatti ferrosi (carpenteria pesante e leggera) ricerca aziende partners in Italia. SETTORE METALLO Gruppo di aziende specializzate nella lavorazione del ferro e produzione di manufatti ferrosi (carpenteria pesante e leggera) ricerca aziende partners in Italia. PALLET CERTIFICATI Produzione pallet certificati e non, pedane e bancali su misura di qualunque tipologia, sia in legno che in plastica. PALLET CERTIFICATI Produzione pallet certificati e non, pedane e bancali su misura di qualunque tipologia, sia in legno che in plastica. PRODOTTI PER PULIZIA I prodotti per la pulizia industriale, e comunità sono al momento tra quelli più ricercati. Richiesti da industrie, hotel e ospedali, e comunità in genere. PRODOTTI PER PULIZIA I prodotti per la pulizia industriale, e comunità sono al momento tra quelli più ricercati. Richiesti da industrie, hotel e ospedali, e comunità in genere. PRODUZIONE STAMPI Il costo basso della produzione di stampi porta quest’azienda a ricercare clientela nel nostro paese. Interessata principalmente ad aziende nel settore automotive. PRODUZIONE STAMPI Il costo basso della produzione di stampi porta quest’azienda a ricercare clientela nel nostro paese. Interessata principalmente ad aziende nel settore automotive. BIOMASSE Noto produttore in Ucraina cerca gli acquirenti in Italia per legno d’ardere, pellets, altri prodotti lavorazione legno. BIOMASSE Noto produttore in Ucraina cerca gli acquirenti in Italia per legno d’ardere, pellets, altri prodotti lavorazione legno. ECOLOGIA Societa’ privata settore trattamento dei rifiuti cerca partner o fornitore delle attrezzature per costruire la nuova discarica pubblica zona Crimea. ECOLOGIA Societa’ privata settore trattamento dei rifiuti cerca partner o fornitore delle attrezzature per costruire la nuova discarica pubblica zona Crimea.

15 DA CCIPU PROGRAMMI Come ogni attività umana organizzata e che vede la presenza di due o più persone, anche quella della Camera di Commercio Italiana Per l’Ucraina deve programmare la propria vita lavorativa. Anzi. Oggi a maggior ragione. Avendo l’ICE oramai i giorni contati, la mole di lavoro per l’Ente si è notevolmente accresciuto. E questo richiede un potenziamento di organico. Sono in corso in questi giorni molti colloqui con personale qualificato al fine di implementare il potenziale umano al fine di realizzare una serie di progetti di cui si stanno ponendo le basi in questi giorni. Questi ultimi riguarderanno iniziative nel campo artistico- culturale con mostre di pittura sul territorio ucraino. Si sta lavorando per creare una collaborazione con l’Università di L’viv per la realizzazione di seminari e conferenze su tematiche economico- imprenditoriali, che vedranno la partecipazione di studenti e docenti universitari. Questi sono solo due esempi. Il lavoro è tanto, ma anche la determinazione da parte di tutti di fare bene. Il nuovo dipartimento Stampa & P.R Il Dott. Massimo Volanti è il nuovo responsabile del Dipartimento Stampa e Pubbliche Relazioni della Camera di Commercio Italiana Per l’Ucraina. Obiettivo del Dipartimento sarà quello di comunicare attraverso riviste periodiche ed articoli quotidiani l’attività ed i programmi dell’Ente. Sono in cantiere alcuni progetti editoriali che vedranno la luce il prossimo anno e che avranno come destinatari gli operatori italiani di particolari settori economici. Tali pubblicazioni forniranno loro interessanti informazioni sulle opportunità di investimento in territorio ucraino per il loro business. La sempre maggiore importanza che riveste il ruolo dei media rende il compito del Dipartimento estremamente delicato e strategico, ma sarà anche un efficace strumento per fare conoscere le iniziative, i programmi ed i risultati della Camera di Commercio Italiana Per l’Ucraina.

16 DA CCIPU Sta per cominciare la selezione delle aziende a cui sarà proposto l’ingresso nella nuova sezione consortile “Food and Drink Made in Italy”. Viste le molte le aziende potenzialmente coinvolte per la quantità di prodotti del settore merceologico, la Camera sta preparando un progetto estremamente dettagliato per dare al possibilità agli interessati di avere tutte le informazioni necessarie al fine di valutare le opportunità che tale iniziativa offre loro. Il progetto coinvolgerà aziende di medie dimensioni, che potranno usufruire di un programma di promozione e vendita collettivo, portandole ad inserirsi in un mercato molto importante con investimenti bassissimi. Obiettivo: portare in Ucraina il vero made in Italy Le aziende produttrici nei settori: Latticini e derivati Prodotti da forno Caffè Paste e riso Sottovetro Insaccati Conservati Pasticceria e cioccolato Vini e bevande in genere E altro… Possono rivolgersi alle sedi di Torino o Lviv per maggiori informazioni

17 DA CCIPU Le sedi territoriali di CCIPU Le 6 sedi territoriali in Ucraina, coordinate dalla Direzione Generale di Lviv, riescono a coprire tutto il territorio e rappresentano un valido supporto per le aziende italiane. Si specifica che le sedi sono presidiate da funzionari della Camera di Commercio Italiana Per l’Ucraina. Direzione GeneraleTorinoDott. Marcello Fasolo Sede di TorinoNord-OvestDott. Daniele Di Biase Sede di MilanoNordDott. Giampaolo Rossi

18 DA CCIPU Il Processo di internazionalizzazione coinvolge tutto il sistema imprenditoriale italiano. Nessuno può pensare di rimanerne fuori e chi non sarà pronto a confrontarsi con i mercati stranieri sarà inevitabilmente messo da parte. Vendere, acquistare e produrre, i tre ardui compiti di ogni impresa. Gli occhi dell’imprenditore devono allenarsi a guardare più lontano, e con più ampio raggio. Chiunque sia interessato a valutare cosa può offrire il mercato ucraino, potrà rivolgersi alle nostre sedi territoriali o direttamente alla Direzione Generale di Torino Direzione Generale Italiana DirettoreDott. Marcello Fasolo Segreteria Dott. Daniele Di Biase Via Agostino da Montefeltro, Torino (TO) - Italy Telefono Telefax Webwww.ccipu.orgwww.ccipu.org


Scaricare ppt "NEWSLETTER della Camera di Commercio Italiana Per l’Ucraina."

Presentazioni simili


Annunci Google