La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 IL SETTORE SPECIALIZZAZIONI DI BRACCIANO E' LIETO DI PRESENTARVI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 IL SETTORE SPECIALIZZAZIONI DI BRACCIANO E' LIETO DI PRESENTARVI."— Transcript della presentazione:

1 1 IL SETTORE SPECIALIZZAZIONI DI BRACCIANO E' LIETO DI PRESENTARVI

2 “lo Scout dev’essere passabile in un salotto e indispensabile in un naufragio” (B.P.)

3 SU COSA PUNTERA' LA NOSTRA CHIACCHIERATA: -COME NASCE IL FUOCO -I MEZZI ESTINGUENTI E IL LORO UTILIZZO -LO SCOUTING VS FUOCO -CHIAMATA D'EMERGENZA -ALCUNE NOZIONI DI PS

4 CHIMICA DEL FUOCO LA COMBUSTIONE E’ UNA REAZIONE CHIMICA “RAPIDA OSSIDAZIONE” CON FORTE SVILUPPO DI CALORE, LUCE, e FUMO LE SOSTANZE IN GIOCO SONO IL COMBUSTIBILE ED IL COMBURENTE CHE REAGISCONO IN PRESENZA DI UN INNESCO O FONTE DI ENERGIA. L’UNIONE DI QUESTE TRE COMPONENTI E’ DEFINITA:

5 5 IL TRIANGOLO DEL FUOCO DI KISLEY COMBUSTIBILE CARTA, LEGNO,BENZINA,PLASTICA,ECC INNESCO FIAMMIFERO SCINTILLA,... COMBURENTE OSSIGENO NELL’ARIA

6 6 Quindi... SE TOGLIAMO UNO DI QUESTI ELEMENTI,IL FUOCO HA VITA DIFFICILE.. MA COME POSSIAMO SOTTRARRE TEMPERATURA, COMBURENTE E COMBUSTIBILE???

7 7 RIDUZIONE DELLA TEMPERATURA RAFFREDDAMENTO

8 8 SOFFOCAMENTO ELIMINAZIONE DEL CONTATTO FRA COMBUSTIBILE E COMBURENTE

9 SOTTRAZIONE SOTTRARRE IL COMBUSTIBILE DAL PROCESSO DI COMBUSTIONE

10 ROMPERE LA CATENA BLOCCARE CHIMICAMENTE LA REAZIONE DI COMBUSTIONE

11 ORA CHE SAPPIAMO COME NASCE, CONOSCIAMO CHI LO PUO’ COMBATTERE AL SUO NASCERE… E RISPETTARE ALCUNE REGOLE PER LA NOSTRA IMMUNITA’

12 MA L'ACQUA SI PUO' USARE SU TUTTI I TIPI D'INCENDIO??????? VEDIAMO QUESTO FILMATO....

13 13 Inoltre non gettare mai acqua su apparecchi elettrici che hanno preso fuoco..

14 CLASSI DI FUOCO In accordo alla norma UNI EN in base alle caratteristiche dei materiali le classi vengono distinti in 5 classi: Classe A - Fuochi da materiali solidi quali: legname carboni, carta, tessuti, trucioli, pelli, gomma e derivati la cui combustione genera braci Classe B - Fuochi da liquidi infiammabili quali: benzine, alcoli, solventi, oli minerali, grassi, eteri Classe C - Fuochi da gas infiammabili quali: metano, G.P.L., idrogeno, acetilene, butano, propano, ecc. Classe D - Fuochi da metalli quali: alluminio, magnesio, sodio, potassio Classe F - Fuochi che interessano mezzi di cottura quali: olio da cucina e grassi vegetali o animali

15 Cosa utilizzare per spengere un incendio? Acqua, sabbia/terra, schiuma ad alta espansione per ambienti chiusi CO2 (poco efficace, non estingue le braci), polvere (non estingue le braci), estinguenti alogenati (non estinguono le braci) L'intervento principale contro tali incendi é quello di bloccare il flusso di gas CO2, polvere, estinguenti alogenati Schiuma, polvere chimica, CO2, estinguenti alogenati Polvere (danneggia), CO2, estinguenti alogenati Apparecchiature elettriche sotto tensione Fino a 1000 volt Schiumogeni

16 16 ESTINTORE polvere da Kg. 6 MATERIALI E MEZZI DI ESTINZIONE CHE DEVONO ESSERE PRESENTI NELLE NOSTRE ATTIVITA’ E SEDI SECCHIO DI SABBIA PALA BATTIFUOCO ACQUA

17 17 OSSERVANDO L'ETICHETTA DELL'ESTINTORE LEGGIAMO LA PROCEDURA DI UTILIZZO E I MATERIALI CHE PUO' SPEGNERE...

18 18 NOTA IMPORTANTE NELL'ETICHETTA ESTINTORE

19 SONO ABBLIGATORIE ALCUNE AZIONI PER VERIFICARE E RENDERE EFFICACI GLI ESTINTORI PRESENTI NELLE NOSTRE SEDI O CAMPI…

20 20 EFFICIENZA ESTINTORI SORVEGLIANZASORVEGLIANZA CONTROLLOSEMESTRALEDITTACONTROLLOSEMESTRALEDITTA REVISIONEDITTAREVISIONEDITTA COLLAUDODITTACOLLAUDODITTA

21 ESTINTORI FASI DELLA MANUTENZIONE (Norma UNI / CNVVF 9994) SORVEGLIANZA Controllo costante, assenza di anomalie Corretta indicazione di eventuali manometri Compilazione del cartellino di manutenzione CONTROLLO Verifica almeno semestrale dell’efficienza mediante accertamenti della tenuta tramite pesate o misura della pressione interna REVISIONE PERIODICA Verifica completa Esame interno e controllo funzionale di tutte le parti Tarature e/o sostituzione dei dispositivi di sicurezza Ricarica e/o sostituzione della ricarica PERIODI PER LA REVISIONE Polvere 36 mesi Acqua o schiuma 18 mesi Anidride carbonica 60 mesi Halon 72 mesi COLLAUDO Verifica del serbatoio o della bombola Ogni 6 anni prova idraulica a pressione CARTELLINO DI MANUTENZIONE Numero di matricola Estremi dell’installatore Massa lorda Carica effettiva Tipo di operazione effettuata Data e firma

22 22 SORVEGLIANZA -CHE L’ESTINTORE SI TROVI AL SUO POSTO -SIA BEN VISIBILE -NON MANOMESSO -INTEGRITA’ STRUTTURA DI SUPPORTO -INTEGRITA’ MANIGLIA DI TRASPORTO -CARTELLINO COMPILATO -SE PROVVISTO DI MANOMETRO CONTROLLO LANCETTA NEL CAMPO VERDE -SE PROVVISTO DI MANOMETRO CONTROLLO LANCETTA NEL CAMPO VERDE

23 23 CONTROLLODITTA TUTTE LE OPERAZIONI DELLA SORVEGLIANZA VERIFICA DELLA CARICA VERIFICA PROPELLENTE FREQUENZA ALMENO SEMESTRALE TUTTE LE OPERAZIONI DELLA SORVEGLIANZA VERIFICA DELLA CARICA VERIFICA PROPELLENTE FREQUENZA ALMENO SEMESTRALE

24 24 L’estintore deve essere visibile, segnalato e a un’ altezza non superiore al metro e mezzo E NON DEVE ESSERE SPOSTATO DALLA SUA POSIZIONE. 1,50 m

25 VEDIAMO COME SI USANO IN MANIERA CORRETTA ALCUNI MEZZI DI ESTINZIONE NEL CASO DI UN “PRICIPIO DI INCENDIO”

26 26 1° REGOLA 1° REGOLA POSIZIONARSI A 3 METRI IN POSIZIONE DI SICUREZZA & VENTO ALLE SPALLE

27 27 2° REGOLA : levare la spina di sicurezza,fare un colpo di prova e poi dirigere il getto di polvere alla base delle fiamme..

28 NEL CASO DI LIQUIDI INFIAMMABILI EVITARE ASSOLUTAMENTE UN GETTO PIENO SUL LIQUIDO

29 COME AGIRE IN PIU' PERSONE...

30 In caso il principio di incendio non sia stato domato allontaniamoci IN UNA ZONA SICURA ed evitiamo altri tentativi pensando invece di avvertire I VIGILI DEL FUOCO

31 IL PIU’ COMUNE ESTINTORE A POLVERE

32 32 OCCHIO AL MANOMETRO DELL’ESTINTORE A POLVERE IL CO2 DEVE ESSERE PESATO IL CO2 DEVE ESSERE PESATO

33 33 FUNZIONAMENTO ESTINTORE A CO2

34 34 NELL'UTILIZZO DI ESTINTORI AD ANIDRIDE CARBONICA :Importante è impugnare le parti in gomma e la leva di apertura onde evitare scottature da congelamento! inoltre mantenere una distanza di sicurezza dalle apparecchiature elettriche (3METRI)

35 ROSSO Segnali di divieto e attrezzature antincendio GIALLO Segnali di pericolo AZZURRO Segnali di obbligo o prescrizione VERDE Segnali di salvataggio SEGNALETICA DI SICUREZZA

36 -LUOGO IN CUI SI E' SVILUPPATO L'INCENDIO - COSA STA' BRUCIANDO -DA QUANTO TEMPO SI E' SVILUPPATO -SE CI SONO PERSONE INTRAPPOLATE NEL ROGO E FERITI -VIE DI ACCESSO NON UTILIZZABILI 36 NELLA CHIAMATA SPIEGHIAMO DOVE STA’ AVVENENDO L’INCENDIO E DA QUANDO E’ COMINCIATO... CON CALMA E CHIAREZZA IMPORTANTE CALMA E ESATTEZZA DEI DATI LE INFORMAZIONI DA DARE NELLA CHIAMATA:

37 37 SE SIETE IN MONTAGNA O IN UN PARCO NAZIONALE,CHIAMATE IMMEDIATAMENTE:

38 38 Nel caso in cui ci sono feriti avvisate anche il:

39 SE UNA PERSONA PRENDE FUOCO??? NON USARE GLI ESTINTORI SULLE PERSONE

40 -ROTOLATELO A TERRA -AVVOLGETELO CON UNA COPERTA -AVVOLGETELO CON UNA COPERTA ANTIFIAMMA

41 SUBITO AL PRONTO SOCCORSO -NON LEVATEGLI I VESTITI -NON TOCCATE LE EVENTUALI BOLLE SULLA PELLE -SE POSSIBILE CON PANNI PULITI BAGNATI RAFFREDDARLO O FARGLI UNA DOCCIA -USARE SE SONO PRESENTI BENDE O POMATE PER USTIONI COSA FARE DOPO CHE AVETE SOCCORSO UNA PERSONA IN FIAMME

42 42 ORA CHE SAPETE COME SI USA CORRETAMENTE UN ESTINTORE E LA NATURA DEL FUOCO POTETE EVITARE QUESTO:

43 ATTENZIONI PER UNA CORRETTA

44 44 Lo scouting cosa mi mette a disposizione per prevenire e intervenire? Fazzolettone Cinta Alpestoch Pioneristica Osservazione Cultura del fuoco di bivacco Sicurezza nelle cucine da campo Nodi...anche la nostra uniforme(maglione..ecc..)

45 45 Il nostro fazzolettone quante buone azioni fa'????

46 46 SCOPRIAMO I PERICOLI Sabbia & estintore Censura

47 47 Manutenzione degli apparati elettrici Nella tua sede sono così??? Nella tua sede sono così???

48 SONO LE BUONE ABITUDINI E UNA MENTALITA’ RIVOLTA ALLA PREVENZIONE CHE RENDE AVVENTUROSE E SICURE LE NOSTRE ATTIVITA’ E I POSTI CHE VIVIAMO…

49 49 Perchè fate questo corso?? L’impegno dell’AGESCI, non è solo relativo alle attività di emergenza, ma si compone principalmente di attività di formazione ed educazione permanente, nello spirito dello scoutismo (divenire buoni cittadini).

50 50 Domande????

51 51 GRAZIE DI AVER PARTECIPAT0 E BUONA CACCIA LA PATTUGLIA ANTINCENDIO LA PATTUGLIA ANTINCENDIO

52 52 GRAZIE DI AVER PARTECIPAT0 E BUONA CACCIA LA PATTUGLIA ANTINCENDIO LA PATTUGLIA ANTINCENDIO


Scaricare ppt "1 IL SETTORE SPECIALIZZAZIONI DI BRACCIANO E' LIETO DI PRESENTARVI."

Presentazioni simili


Annunci Google