La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

B P A B ilancio P rofessionale e A utosviluppo ISPER © ISPER 2000-2014.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "B P A B ilancio P rofessionale e A utosviluppo ISPER © ISPER 2000-2014."— Transcript della presentazione:

1 B P A B ilancio P rofessionale e A utosviluppo ISPER © ISPER

2 B ILANCIO P ROFESSIONALE E A UTOSVILUPPO © ISPER ISPER

3 IL CONTESTO © ISPER ISPER  Per le aziende le Persone valgono non tanto per la posizione che occupano, ma per il valore delle competenze che sanno esprimere  Per le Persone con potenziale l’appartenenza all’azienda non è tanto determinata dall’aspetto retributivo, ma dalle opportunità offerte per mantenere e sviluppare le proprie competenze  Il contratto psicologico  è sempre meno lavoro retribuzione  è sempre più prestazione opportunità di sviluppo competenze

4 LA RISPOSTA B P A © ISPER ISPER BILANCIO P ROFESSIONALE E A UTOSVILUPPO  B P A = STRUMENTO PENSATO PER LO SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE  B P A = STRUMENTO CENTRATO SULLE PERSONE E NON SULL’AZIENDA  B P A = PERCORSO DI CONSAPEVOLEZZA E DECISIONE SULL’AUTOSVILUPPO PROFESSIONALE CON SUPPORTI STRUTTURATI

5 IL MODELLO B P A PROGETTO PROFESSIONALE OPPORTUNITÀ MOTIVAZIONI COMPETENZE POTENZIALE RUOLO TARGET RUOLO ATTUALE © ISPER ISPER

6 LA FILOSOFIA B P A Le Risorse Umane presenti in Azienda hanno progetti di vita personali, e più specificamente professionali, che per esprimere il loro valore, anche in termini organizzativi, devono in un qualche modo essere valorizzati ed orientati rispetto alle esigenze e priorità aziendali © ISPER ISPER Clic del mouse o invio per proseguire

7 LA FILOSOFIA B P A  C’è coincidenza di motivazioni e di interessi dei Collaboratori e delle Aziende attente, in funzione del potenziale di ciascuno: –ogni Persona tende naturalmente ad arricchirsi professionalmente e culturalmente, ad ottenere risultati concreti e a dare un contributo alle Organizzazioni in cui opera –ogni Azienda desidera Risorse Umane motivate, efficienti, responsabili ed autonome  Ogni Persona tende naturalmente a verificarsi e a svilupparsi, ad ottenere risultati se ha la possibilità e gli strumenti idonei per riflettere su se stesso e sulla situazione in cui opera © ISPER ISPER Clic del mouse o invio per proseguire

8 IL MIO BILANCIO PROFESSIONALE LE MIE RISORSE IL MIO FUTURO IL MIO PIANO DI AUTOSVILUPPO © ISPER ISPER

9 ISPER PRIMA TAPPA IL MIO BILANCIO PROFESSIONALE

10 TAPPA 1: il mio Bilancio Professionale Tappa finalizzata alla oggettivazione delle competenze e delle esperienze in termini di apprendimenti:  non solo attuare una ricostruzione delle sole abilità tecniche, ma individuare l’insieme di abilità che costituiscono una base affidabile e solida per la gestione di compiti, situazioni, ruoli in un particolare momento di sviluppo professionale  l’approccio, probabilmente più utile, si rifà al paradigma costruzionista, secondo il quale è impossibile una lettura della competenza di un soggetto al di fuori della relazione individuo-ambiente ed in particolare delle situazioni che ha dovuto fronteggiare © ISPER ISPER Clic del mouse o invio per proseguire

11 TAPPA 1: il mio Bilancio Professionale Passi da percorrere  ESPERIENZE E RIFLESSIONI –principali posizioni lavorative e ruoli extralavorativi ricoperti, a quale età, principali apprendimenti e saper fare acquisiti –sintesi dello sviluppo nel tempo –sintesi dei punti forti da valorizzare e dei punti critici da gestire  IL MIO RUOLO PROFESSIONALE –contenuti situazionali del ruolo attuale –la mia visione, la visione dei miei referenti autorevoli –sintesi aspetti tecnici, abilità di comportamento organizzativo, capacità personali, sintesi complessiva  ESPERIENZE DI SUCCESSO  IL MIO CONTRIBUTO –idee/innovazioni, miglioramenti organizzativi.... © ISPER ISPER Clic del mouse o invio per proseguire

12 © ISPER ISPER

13 ISPER

14 ISPER

15 ISPER

16 ISPER SECONDA TAPPA LE MIE RISORSE

17 TAPPA 2: le mie Risorse Si tratta di rendere più strutturata e validata, anche attraverso l’ausilio di specifici questionari, la percezione del proprio potenziale e delle risorse sulle quali poter contare Dal momento che lo sviluppo è sempre un cammino verso qualcosa di più e di diverso, occorre:  individuare i punti deboli da tenere presenti e in un qualche modo da gestire  ma soprattutto mettere in luce i punti forti poiché è su questi che si può fare perno per vedere il futuro sotto una luce favorevole ed essere all’altezza delle varie situazioni © ISPER ISPER Clic del mouse o invio per proseguire

18 TAPPA 2: le mie Risorse Passi da percorrere  VOCABOLI NEI QUALI MI RICONOSCO DI PIÙ –lista dei 7 vocaboli  AUTOPERCEZIONE –questionario strutturato a scelta forzata e ricostruzione del profilo personale  IL MIO POTENZIALE DI SVILUPPO –punti forti con buone potenzialità da valorizzare –punti deboli da gestire –Investimenti formativi prioritari © ISPER ISPER Clic del mouse o invio per proseguire

19 © ISPER ISPER

20 ISPER

21 ISPER

22 ISPER TERZA TAPPA IL MIO FUTURO

23 TAPPA 3: il mio Futuro L’energia investita ed il rendimento delle iniziative sono in gran parte collegate al grado di motivazione che viene da noi attivato  Le direzioni e gli investimenti collegati allo sviluppo professionale non sono mai scelte e iniziative neutre: mettono sempre in discussione l’immagine che abbiamo di noi stessi. Sono un avvicinamento o un allontanamento dal nostro progetto di vita  Ricercare chiarezza rispetto ai propri bisogni individuali e alle proprie gerarchie di motivi e di scopi, individuare il livello di potenzialità di crescita nel ruolo attuale, cogliere il senso delle diverse opportunità e sollecitazioni ambientali, rappresentano alcuni passaggi per comprendere la dinamica dell’azione e delle scelte individuali © ISPER ISPER Clic del mouse o invio per proseguire

24 TAPPA 3: il mio Futuro Passi da percorrere  INTERESSI E MOTIVAZIONI PREVALENTI –questionario strutturato sulle motivazioni  COSA MI PIACE DELL’ATTUALE RUOLO –valutazione della motivazione nel ruolo attuale e degli spazi di crescita ancora presenti © ISPER ISPER Clic del mouse o invio per proseguire

25 © ISPER ISPER

26 ISPER

27 ISPER QUARTA TAPPA IL MIO PIANO DI AUTOSVILUPPO

28 TAPPA 4: il mio Piano di Autosviluppo L’insieme delle risorse prende valenza nella misura in cui il soggetto le identifica e ne riconosce le implicazioni pratiche ed una utilità rispetto ai problemi e agli scopi che sta fronteggiando o perseguendo in quella fase professionale Il miglioramento o l’apprendimento di nuove competenze deve essere sempre finalizzato ad obiettivi specifici, declinati in traguardi raggiungibili ed operativamente verificabili © ISPER ISPER Clic del mouse o invio per proseguire

29 TAPPA 4: il mio Piano di Autosviluppo Passi da percorrere  COSTRUIRE L’AUTOSVILUPPO NEL RUOLO ATTUALE –1° obiettivo, azioni, stazioni di controllo –2° obiettivo, azioni, stazioni di controllo –3° obiettivo, azioni, stazioni di controllo –aggiornamento, apprendimento, formazione  COSTRUIRE L’AUTOSVILUPPO PER I RUOLI FUTURI –ruoli target –probabili opportunità nel contesto lavorativo –scelta del ruolo target –1° obiettivo, azioni, stazioni di controllo –2° obiettivo, azioni, stazioni di controllo –aggiornamento, apprendimento, formazione © ISPER ISPER Clic del mouse o invio per proseguire

30 © ISPER ISPER

31 ISPER

32 ISPER

33 ISPER QUINTA TAPPA RAGGIUNGERE E MONITORARE GLI OBIETTIVI CON L’EMPOWERMENT

34 © ISPER ISPER TAPPA 5: Empowerment

35 ISPER B uon P ercorso A ugura ISPER © ISPER


Scaricare ppt "B P A B ilancio P rofessionale e A utosviluppo ISPER © ISPER 2000-2014."

Presentazioni simili


Annunci Google