La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

MARKETING Prof. Gianfranco Brusa

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "MARKETING Prof. Gianfranco Brusa"— Transcript della presentazione:

1

2 MARKETING Prof. Gianfranco Brusa

3 cos’è il marketing ? marketing letteralmente, marketing indica il processo “va verso il mercato” con cui si “va verso il mercato” marketing letteralmente, marketing indica il processo “va verso il mercato” con cui si “va verso il mercato” “a valle” il termine enfatizza le attività “a valle” del processo di commercializzazione “a valle” il termine enfatizza le attività “a valle” del processo di commercializzazione attività oggi, si pone attenzione anche alle attività strategie di commercializzazione e alle strategie di commercializzazione attività oggi, si pone attenzione anche alle attività strategie di commercializzazione e alle strategie di commercializzazione

4 cos’è il valore ? È la somma di tutti i vantaggi che un soggetto ritiene di poter ottenere rispetto alle sue aspettative (e a ciò che offre la concorrenza), cioè rispetto a un’offerta ideale che può comprendere: il prodotto, il servizio, la relazione, l’assistenza, la sostituzione. Dal valore e dal livello di soddisfazione attesi, dipende il costo che il potenziale cliente si rende disponibile a pagare. È la somma di tutti i vantaggi che un soggetto ritiene di poter ottenere rispetto alle sue aspettative (e a ciò che offre la concorrenza), cioè rispetto a un’offerta ideale che può comprendere: il prodotto, il servizio, la relazione, l’assistenza, la sostituzione. Dal valore e dal livello di soddisfazione attesi, dipende il costo che il potenziale cliente si rende disponibile a pagare.

5 letture consigliate (aspetti generali): > G. PELLICELLI Il Marketing - UTET, Torino, 1999 > G. COZZI - G. FERRERO Marketing. Principi, metodi, tendenze evolutive - G. Giappichelli Ed., Torino, 1996 evolutive - G. Giappichelli Ed., Torino, 1996 > G. GUATRI - S. VICARI - R. FIOCCA Marketing - McGraw-Hill, Milano, 2000 Milano, 2000 > P. KOTLER - G. ARMSTRONG - J. SAUNDERS - V. WONG Principi di marketing - ISEDI, Milano, 2001 Principi di marketing - ISEDI, Milano, 2001 > U. COLLESEI Marketing - Cedam, Padova, 2000 > R. GRANDINETTI Concetti e strumenti di marketing - Etas, 2002 letture consigliate (aspetti applicativi): > AA.VV. Casi di marketing - G. Giappichelli Ed., Torino, 2002 > P.G. RE - B. BERTOLDI - Esercitazioni di marketing - Guerini Ed., Milano, 1997 Milano, 1997 > F. MOSCA Casi ed esperienze di marketing - G. Giappichelli Ed., Torino, 2000 Torino, 2000

6

7 approccio ad alcuni concetti micro-economici funzionali alle tematiche del marketing management

8 scambio e forme di mercato

9 l’equilibrio fra DOMANDA e OFFERTA PP qnqn OODD punto di equilibrio P0P0P0P0 P0P0P0P0 q0q0q0q0 q0q0q0q0 P 0 e q 0 sono soddisfacenti sia per i produttori che per i consumatori P 0 e q 0 sono soddisfacenti sia per i produttori che per i consumatori l’equilibrio varierà, da caso a caso, al variare delle curve della D e della O e al variare della forma di mercato (concorrenza perfetta → monopolio) l’equilibrio varierà, da caso a caso, al variare delle curve della D e della O e al variare della forma di mercato (concorrenza perfetta → monopolio)

10 alcune premesse al tema dell’equilibrio fra DOMANDA e OFFERTA ilcomportamento delleIMPRESE è influenzato da... ilcomportamento delleIMPRESE è influenzato da... PREZZI che prevalgono sul mercatoPREZZI che prevalgono sul mercatoCOSTI dei fattori di produzioneCOSTI dei fattori di produzione ilcomportamento diCONSUMATORI è influenzato da... ilcomportamento diCONSUMATORI è influenzato da... PREZZI che prevalgono sul mercatoPREZZI che prevalgono sul mercatoREDDITOREDDITO quali sono le forze che determinano la formazione dei prezzi e le loro variazioni nel tempo ? quali sono le forze che determinano la formazione dei prezzi e le loro variazioni nel tempo ? 2 osservazioni…. PREZZO il PREZZO è rapporto di scambio un rapporto di scambio (indica la proporzione in cui 2 beni si scambiano fra loro) PREZZO il PREZZO è rapporto di scambio un rapporto di scambio (indica la proporzione in cui 2 beni si scambiano fra loro) MONETA la MONETA costituisce l’intermediario generale degli scambi MONETA la MONETA costituisce l’intermediario generale degli scambi

11 l’equilibrio fra DOMANDA e OFFERTA: la determinazione del prezzo PP qnqn DD la curva della D indica prezzi massimi i prezzi massimi che i consumatori consumatori sono disposti a pagare per acquistare i beni la curva della D indica prezzi massimi i prezzi massimi che i consumatori consumatori sono disposti a pagare per acquistare i beni area dei prezzi possibili per i consumatori area dei prezzi possibili per i consumatori

12 l’equilibrio fra DOMANDA e OFFERTA : la determinazione del prezzo PP qnqn OO la curva della O indica prezzi minimi i prezzi minimi che imprenditori gli imprenditori sono disposti ad accettare per produrre i beni la curva della O indica prezzi minimi i prezzi minimi che imprenditori gli imprenditori sono disposti ad accettare per produrre i beni area dei prezzi possibili per gli imprenditori area dei prezzi possibili per gli imprenditori

13 l’equilibrio fra DOMANDA e OFFERTA : la determinazione del prezzo PP qnqn OODD area dei prezzi possibili per gli imprenditori e per i consumatori area dei prezzi possibili per gli imprenditori e per i consumatori per determinare in quale punto dell’area si collocherà il prezzo dobbiamo considerare il potere contrattuale degliscambisti per determinare in quale punto dell’area si collocherà il prezzo dobbiamo considerare il potere contrattuale degliscambisti il potere contrattuale è una delle principali determinanti della forma di mercato il potere contrattuale è una delle principali determinanti della forma di mercato

14 la determinazione del prezzo in un mercato di concorrenza perfetta concorrenza perfetta in un mercato di concorrenza perfetta gli scambisti (consumatori e imprenditori) sono molto numerosi e rappresentano una quota piccolissima di mercato: il loro potere contrattuale è irrilevante altre caratteristiche le quantità trattate dagli scambisti sono molto piccole rispetto al volume globale degli scambi il n° degli scambisti varia al mutare del tempo e delle condizioni di mercato (libertà di entrata e di uscita) il prodotto trattato sul mercato èomogeneo

15 la determinazione del prezzo in un mercato di concorrenza perfetta PP qnqn OODD punto di equilibrio P0P0P0P0 P0P0P0P0 q0q0q0q0 q0q0q0q0 P1 P1 P1 P1 P1 P1 P1 P1 q1q1q1q1 q1q1q1q1 q’ 1

16 la determinazione del prezzo in un mercato di concorrenza perfetta PP qnqn D D D’ P0P0P0P0 P0P0P0P0 q0q0q0q0 q0q0q0q0 O O P1 P1 P1 P1 P1 P1 P1 P1 q1q1q1q1 q1q1q1q1 P’ 1 nuovo punto di equilibrio variazioni del prezzo influenzate dalle variazioni della DOMANDA variazioni del prezzo influenzate dalle variazioni della DOMANDA

17 la determinazione del prezzo in un mercato di concorrenza perfetta PP qnqn OODD P0P0P0P0 P0P0P0P0 q0q0q0q0 q0q0q0q0 O’O’ AB eccesso di D P1 P1 P1 P1 P1 P1 P1 P1 q1q1q1q1 q1q1q1q1 P’ 1 nuovo punto di equilibrio variazioni del prezzo influenzate dalle variazioni dell’OFFERTA variazioni del prezzo influenzate dalle variazioni dell’OFFERTA

18 la determinazione del prezzo in un mercato di monopolio monopolio in un mercato di monopolio esiste un’unica impresa: il suo potere contrattuale è rilevante altre caratteristiche l’impresa, essendo in grado di controllare la qn di beni immessi sul mercato, può, entro certi limiti, stabilire il prezzo del bene l’impresa, essendo l’unico offerente, deve soddisfare tutta la domanda dimercato il mercato è disposto ad assorbire la sua produzione a prezzi che diminuiscono all’aumentare della qn immessa sul mercato

19 la determinazione del prezzo in un mercato di monopolio PP qnqn D D costo medio P0P0P0P0 P0P0P0P0 q0q0q0q0 q0q0q0q0 C0C0C0C0 C0C0C0C0 A A B B profitto medio = prezzo - costo m. profitto totale (in corrispondenza di P 0 ) profitto totale (in corrispondenza di P 0 ) P1P1P1P1 P1P1P1P1 C1C1C1C1 C1C1C1C1 q1q1q1q1 q1q1q1q1 P2P2P2P2 P2P2P2P2 q2q2q2q2 q2q2q2q2 profitto totale = 0 la scelta del prezzo (P) verrà effettuata in funzione dell’area maggiore la scelta del prezzo (P) verrà effettuata in funzione dell’area maggiore

20 la determinazione del prezzo in un mercato di monopolio: analisi marginale

21 la determinazione del prezzo in un mercato di monopolio: analisi marginale massimizzazionedelprofitto ricavo m. = costo m. massimizzazionedelprofitto

22 la determinazione del prezzo in un mercato di monopolio: funzioni continue PP qnqn ricavo marginale costo marginale D D costo medio ,5 30 profitto medio profitto medio ( ,5 = 22,5) profitto totale (area maggiore)

23 le forme di MERCATO n° dei compratori unopochimolti n° dei venditori uno pochi molti monopoliobilateralemonopolio oligopolio monopsonioconcorrenzaperfetta tipico del mercato del lavoro il prezzo è condizionato da chi ha maggior potere contrattuale presenza di grandi imprese ed esistenza di economie di scala il prezzo è condizionato da campagne pubblicitarie e promozioni vendite l’unico acquirente condiziona la domanda e il prezzo


Scaricare ppt "MARKETING Prof. Gianfranco Brusa"

Presentazioni simili


Annunci Google