La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

RECOMMEND Regions using ECO-ManageMENt for eco- innovation Development Presentazione del Progetto Ascoli Piceno 16 Ottobre 2012.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "RECOMMEND Regions using ECO-ManageMENt for eco- innovation Development Presentazione del Progetto Ascoli Piceno 16 Ottobre 2012."— Transcript della presentazione:

1 RECOMMEND Regions using ECO-ManageMENt for eco- innovation Development Presentazione del Progetto Ascoli Piceno 16 Ottobre 2012

2 RECOMMEND è un progetto finanziato dal programma comunitario INTERREG IVC Il periodo di esecuzione va dal 1° gennaio 2012 al 31 dicembre 2014 (36 mesi) È co-finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) con € ,68 Il budget totale del progetto è di € , Informazioni generali

3 Obiettivi del progetto Migliorare le politiche regionali di sostenibilità ambientale attraverso la valorizzazione dei sistemi e dei processi di gestione eco-efficienti innovativi Rafforzare l’impegno regionale a sostenere l’uso efficiente di sistemi di eco-gestione come leva strategica per l’innovazione dei processi produttivi locali

4 Condividere i piani regionali di eco-gestione ed eco- innovazione a livello transnazionale Aumentare l’attenzione delle Piccole e Medie Imprese nei confronti della sostenibilità ambientale Migliorare la coerenza fra le azioni svolte nell’ambito di eco-gestione ed eco-innovazione nei diversi paesi europei Obiettivi del progetto

5 Risultati del progetto 8 Piani di Implementazione Regionali (PIR) Il PIR è uno strumento di politica regionale atto alla promozione dell’eco-gestione e/o dell’eco-innovazione nel proprio territorio. Ogni Piano comprende attività di sensibilizzazione nei confronti di stakeholder, sia regionali che nazionali, per la sua attuazione. I Partner di progetto si impegnano ad elaborare e diffondere raccomandazioni politiche a sostegno dei PIR nelle regioni europee

6 Risultati del progetto Attività di comunicazione e disseminazione Elaborazione di comunicati stampa e pubblicazione di articoli sulla stampa/media locale e nazionale. Produzione di materiale informativo per la disseminazione delle attività e dei risultati raggiunti dal progetto (es. brochures, cartelline, ecc.) Contributo ai contenuti del sito ufficiale del progetto ed alle newsletter periodiche. Organizzazione di eventi promozionali e di disseminazione

7 Partenariato Dipartimento Economico Ambientale del Governo Regionale Lower Austria (capofila) Provincia di Ascoli Piceno – Italia Regione di Kujawsko-Pomorskie – Polonia Agenzia per l’Efficienza Energetica Sofia – Bulgaria Ekoport di Kladno – Repubblica Ceca Agenzia per il supporto all’innovazione d’impresa del Sud Bohemia – Repubblica Ceca Agenzia regionale dell’Energia di Tartu – Estonia Centro per lo Sviluppo Economico e Ambientale (UK CEED) – Inghilterra Opportunity Peterborough – Inghilterra UBBSLA – Unione delle Autorità Locali Bulgare del Mar Nero – Bulgaria Agenzia Locale per l’Energia Spodnje Podravje – Slovenia

8 FASE 1 – Analisi dei modelli regionali esistenti di eco-gestione ed eco-innovazione e scambio di buone prassi (Gen 2012-Mag 2012) Scambio di informazioni tra i partner al fine di condividere conoscenze sui diversi modelli di eco-gestione presenti nei paesi coinvolti Informazione della situazione esistente nei territori regionali e condivisione dei risultati durante incontri tematici tra i partner Identificazione e discussione delle buone prassi esistenti a livello internazionale in materia di eco-gestione e sostenibilità ambientale

9 FASE 2 – Identificazione di strumenti e metodologie innovative (Giu 2012-Nov2012) Ulteriore analisi e discussione delle buone prassi identificate Individuazione di metodologie e di strumenti innovativi in grado di contribuire alla crescita e allo sviluppo sostenibile dei territori coinvolti Attività localizzate: incontri di concertazione, Gap-analisi, incontri tematici, ecc

10 FASE 3 – Sviluppo di nuovi strumenti per la promozione di sistemi di eco-gestione (Nov 2012-Giu 2013) Istituzione di gruppi di lavoro transnazionali tematici composti da partner ed esperti esterni Sviluppo di metodi e strumenti atti a promuovere l’uso di sistemi di eco-gestione come leva strategica per l’innovazione dei sistemi produttivi locali

11 FASE 4 – Implementazione di azioni pilota a livello regionale (Giu 2013-Apr 2014) Implementazione di tre azioni pilota al fine di sperimentare e testare i nuovi metodi e gli strumenti sviluppati: –Azione pilota del governo regionale della Bassa Austria –Azione pilota di TREA (Estonia) –Azione pilota di EKOPORT (Repubblica Ceca ) Organizzazione di missioni sul campo e visite studio da parte dei partner

12 FASE 5 – Elaborazione dei Piani di Implementazione Regionali (PIR) (Ott 2012-Ago 2014) Elaborazione dei Piani di Implementazione Regionali sulla base dei risultati ottenuti sia dalle attività di sviluppo realizzate durante le fasi precedenti sia dalle azioni pilota implementate Utilizzo dei Piani di Implementazione Regionali per attività di sensibilizzazione territoriale al fine di garantire un mainstreaming efficace all’interno dei territori regionali dei partner coinvolti

13 Approccio transnazionale: Gruppi di lavoro e Working summits (WS) - meeting di lavoro WS 1 – “Presentazione e discussione delle buone pratiche”, organizzatore: EKOPORT, luogo: Ceske Budejovice Repubblica Ceca ( ). WS 2 – “Definizione dei gruppi di lavoro”, organizzatore: UK CEED e Opportunity Peterborough, luogo: Peterborough, Regno Unito ( ). WS 3 – “Formulazione delle Azioni Pilota”, organizzatore: TREA, luogo: Tartu Estonia (giugno 2013). WS 4 – “Valutazione delle Azioni Pilota”, organizzatore: Kujawsko- Pomorskie, luogo: Torun, Polonia (aprile 2014)

14 Scopo delle discussioni tematiche con gli stakeholder condividere e sviluppare idee in materia di strutture istituzionali, misure di sostegno e sistemi di finanziamento per l'eco- gestione e l’eco-innovazione Presentazione del progetto e dei primi risultati; Discussione sulle buone pratiche in materia di eco-gestione ed eco-innovazione trasferibili sul territorio; Inclusione degli stakeholder rilevanti; Identificazione degli stakeholder interessati a partecipare allo sviluppo del Piano di Implementazione Regionale; Individuazione delle attività di progetto da implementare sul territorio regionale

15 Sito Web del Progetto

16 Grazie per la vostra attenzione Claudio Carlone


Scaricare ppt "RECOMMEND Regions using ECO-ManageMENt for eco- innovation Development Presentazione del Progetto Ascoli Piceno 16 Ottobre 2012."

Presentazioni simili


Annunci Google