La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

RECOMMEND Regions using ECO-ManageMENt for eco-innovation Development Buone Pratiche di Eco-gestione ed Eco-innovazione Ancona 21 Novembre 2012.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "RECOMMEND Regions using ECO-ManageMENt for eco-innovation Development Buone Pratiche di Eco-gestione ed Eco-innovazione Ancona 21 Novembre 2012."— Transcript della presentazione:

1 RECOMMEND Regions using ECO-ManageMENt for eco-innovation Development Buone Pratiche di Eco-gestione ed Eco-innovazione Ancona 21 Novembre 2012

2 I partner di progetto hanno raccolto 15 casi studio quali esempi di buone pratiche sulla corretta eco-gestione ed eco-innovazione nelle regioni europee. L’obiettivo dello della raccolta di buone pratiche è quello di comparare diversi strumenti e mappare gli aspetti di trasferibilità La versione completa del documento è scaricabile dal sito del progetto all’indirizzo:

3 Programmi di finanziamento (8) Programmi di Accreditamento/Certificazione (3) Cluster Eco-innovativi (2) Accordo volontario(1) Programma operativo aperto (1)

4 Programmi di finanziamento (8)

5 1. Investment Scheme, Estonia Strumento: Finanziamento Obiettivo: Supportare la conversione degli edifici esistenti in edifici ad alta efficienza energetica, attraverso l’adozione di nuove tecnologie e di misure per l’efficientamento energetico. Finanziamento per lavori di rinnovo e per l’acquisto di apparecchiature a risparmio energetico, Min € 1000, Max € Agenzia: KredEx Target Group: Proprietari di immobili, associazioni di condomini, associazioni di costruttori, associazioni di proprietari. Settore: efficientamento energetico, costruzione sostenibile. Aspetti di trasferibilità: assistenza alla ricostruzione ed alla ristrutturazione; supporto all’efficientamento energetico degli edifici ed all’utilizzo delle energie rinnovabili

6 2. GreenConServe Innovation Vouchers, Norvegia Strumento: Voucher Obiettivo: Trasformare il settore dell’edilizia in un’industria più eco- sostenibile ad alto valore aggiunto attraverso l’erogazione di piccoli finanziamenti di supporto ai processi di innovazione. Agenzia: Innovation Norway Target Group: Compagnie di servizi definite come PMI. Settore: Servizi al settore dell’edilizia sostenibile. Aspetti di trasferibilità: I voucher possono finanziare sia consulenze tecniche, sia esperti nel settore dello sviluppo di impresa. I voucher finanziano solo il 50% del costo totale del progetto, la quota restante è coperta dalla stessa impresa che promuove il progetto. Ogni voucher ha il valore di € e ha due livelli: fino a € 7500 per consulenze tecniche e l’altra metà per acquistare competenza nello sviluppo aziendale - imprenditoriale. Può essere utilizzato fino ad un massimo di 20 giorni di assistenza da parte di esperti

7 3. Innovation Vouchers, Repubblica Ceca Strumento: Voucher Obiettivo: agire come strumento finanziario di supporto alla cooperazione tra industria e mondo della ricerca. Supportare la cooperazione tra l’industria e la R&S univarsitaria, acquistando competenze esterne (max. € 6000). Agenzia: Regioni Target Group: imprenditori del territorio Settori: Energia, acqua, rifiuti, ecc. Aspetti di trasferibilità: Gli imprenditori che producono servizi innovativi possono farsi rimborsare fino al 75% dei costi eleggibili sostenuti per la contrattazione di ricercatori esterni. L’esternalizzazione della ricerca permette di migliorare il potenziale innovativo. L’amministrazione si esplica su tre livelli: l’autorità regionale (il bando), l’ente di R&S (competenza) e i consigli regionali (punti di contatto e di monitoraggio)

8 4. Intelligent, Resource-Efficient Production Technologies (EffTech), Finlandia Strumento: Finanziamento - 7,5 milioni di euro all’anno Obiettivo: Sviluppare la produzione di tecnologie energetiche e di efficientamento energetico per la sostenibilità dell’industria forestale attraverso il finanziamento ed il supporto ai consorzi di progetti di ricerca, mediante la presentazione di progetti innovativi (finanziamento della R&S, creazione di infrastrutture per la R%S, creazione di network). Agenzia: Forestcluster Target Group: industria forestale, fornitori di macchinari e di prodotti chimici, Istituti di educazione superiore, Istituti di Ricerca. Settore: industria forestale, produzione industriale, efficientamento delle risorse. Aspetti di trasferibilità: Contributo al finanziamento della Ricerca & Sviluppo, creazione di infrastrutture e network. I membri del cluster che vogliono ricevere il finanziamento devono sviluppare un piano di lavoro che spieghi come verranno raggiunti gli obiettivi del programma e quale sarà il contributo operativo di ogni membro. Per ricevere il finanziamento i membri del cluster devono presentare un progetto in cui si dimostri come saranno raggiunti gli obiettivi di programma. Tre work-packages: materie grezze; modelli e misure; metodo/processo e trasformazione

9 5. National Innovation Fund, Bulgaria Strumento: finanziamento Obiettivo: promuovere l’implementazione di progetti di ricerca scientifica e stimolare la ricerca orientata all’industria creando le condizioni per l’attrazione dei capitali privati. Agenzia: Agenzia Bulgara per la promozione delle piccole e medie imprese Target Group: soprattutto PMI ed Università Settore: non specifico Aspetti di trasferibilità: Il finanziamento del Fondo è assegnato sulla base della qualità della proposta; i criteri di valutazione comprendono la sostenibilità ed il grado di beneficio apportato alla società (in termini di risparmio energetico, riduzione delle emissioni, efficientamento energetico, ecc.). Supporto finanziario (26,6 milioni di euro all’anno) per progetti di PMI innovative e promozione dell’attuazione di progetti scientifici e di ricerca applicata. Il finanziamento copre fino al 50% dei costi nei progetti di ricerca e fino al 25% nei progetti di sviluppo (con un massimo di € 255,623 per R&S ) e fino al 50% degli studi di fattibilità (max € 25,562)

10 6. Ökomanagement Niederösterreich, Austria Strumento: Voucher - € all’anno Obiettivo: finanziare la consulenza, ad organizzazioni pubbliche e private, per lo sviluppo e l’implementazione di misure eco-compatibili. Supportare le PMI nell’adozione dei sistemi di gestione ambientale. Agenzia: Governo regionale della Bassa Austria, Dipartimento economico ambientale Target Group: PMI, grandi imprese, comuni, centri di educazione. Sector: tutti i settori Aspetti di trasferibilità: lo schema è semplice e snello: tutte le compagnie che ricevono un voucher hanno accesso a sistemi di gestione ambientale e devono implementare da una a tre misure. Le compagnie più virtuose devono implementare la normativa EMAS o ISO Il finanziamento viene pagato solo dopo che le misure ambientali adottate sono state registrate tramite il Ökomanagement database e comunque dopo l’avvenuto controllo di implementazione. Per semplificare al massimo la procedura burocratica, sono state create tre classi di beneficiari, a seconda del massimo di finanziamento che una ditta può ricevere (max 50% dei costi): Pionieri: PMI e piccoli comuni ricevono 2 giorni di consulenza progettuale finanziata (max. € 1020) Profi: imprese di media grandezza, imprese turistiche, centri di formazione e comuni municipalities ricevono 4 giorni di consulenza progettuale finanziata (max. € 1700). Campioni: Grandi aziende, grandi comuni, ospedali, 8 giorni di consulenza (max. € 3060)

11 7. REMake Green Innovation Vouchers, Germania Strumento: Voucher, € all’anno Obiettivo: facilitare l’accesso ai finanziamenti pubblici per le PMI del settore manifatturiero che desiderano migliorare la loro eco-compatibilità. Agenzia: demea Target Group: PMI (meno di 250 impiegati e fatturato inferiore a 50 milioni di Euro) Sector: riciclo di materiale, efficientamento delle risorse Aspetti di trasferibilità: i voucher finanziano le PMI nell’impiego di esperti del settore che prima eseguano una valutazione sull’utilizzo delle risorse e sulla produzione di rifiuti e poi supervisionino l’introduzione di nuove tecnologie e di nuovi servizi (trasferimento di conoscenze tecnologiche). Due possibilità di finanziamento: o il 67% dei costi di consulenza fino ad un massimo di € , oppure il 50% dei costi, fino a €

12 8. Welsh Recycled Content Grant Scheme, Regno Unito Strumento: Finanziamento, € all’anno Obiettivo: assistere le PMI del settore manifatturiero nell’utilizzo di materiale riciclato per la produzione ed il packaging Agenzia: Wrap Cymru Target Group: PMI Settore: riciclo di materiale, efficientamento delle risorse. Aspetti di trasferibilità: Lo strumento fornisce supporto nell’adozione di tecnologie che possono facilitare l’utilizzo di materiale riciclato nelle aziende manifatturiere dell’intero Galles. Lo strumento intende offrire supporto nell’adozione di tecnologie che aiutino il Galles a raggiungere l’obiettivo del 70% di riciclaggio entro il Il finanziamento copre fino al 30% dei costi (massimo £ )

13 Programmi di Accreditamento/Certificazione (3)

14 1. Investors in the Environment, Regno Unito Strumento: Schema di Accreditamento Obiettivo: assistere le imprese in un processo verso il risparmio economico e nella riduzione del loro impatto ambientale, certificato attraverso un sistema di accreditamento ambientale (trasferimento di know-how, comunicazioni regolari per monitorare il livello raggiunto nell’accreditamento, ecc.). Esistono tre livelli di accreditamento: bronzo, argento e verde. Agenzia: Peterborough Environment City Trust Target Group: qualsiasi impresa Settore: qualsiasi settore Aspetti di trasferibilità: sviluppo di un sistema che colma un gap del mercato di accreditamento poiché l’applicazione della normativa ISO è spesso troppo costosa e difficile per le PMI. Questo schema è applicabile da qualsiasi impresa ed ha il proprio Sistema di Gestione Ambientale. Inoltre, lo schema supporta la promozione di imprese eco-compatibili attraverso l’organizzazione di eventi di networking ed attraverso la copertura mediatica. Il finanziamento varia da £150 a £800, a seconda del livello di accreditamento che si desidera ottenere e a seconda del numero di impiegati

15 2. SBToolCZ, Repubblica Ceca Strumento: Certificazione Obiettivo: valutare la qualità degli edifici secondo i criteri dell’edilizia sostenibile Agenzia: Facoltà di Ingegneria Civile del Politecnico Ceco Target Group: ingegneri, architetti, sviluppatori, investitori, specialisti del settore immobiliare, Enti pubblici. Settore: efficientamento energetico, materiali edili, consumo di acqua, riciclo, energie rinnovabili. Aspetti di trasferibilità: La certificazione è un potente strumento di marketing capace di ispirare soluzioni innovative. Gli scopi di tali soluzioni sono: l’eliminazione degli impatti negativi sull’ambiente, il supporto all’efficientamento energetico e l’aumento della domanda di edilizia sostenibile. I costi per ottenere la Certificazione vanno da 200 a 2000 Euro; tra il 2010 e il 2011 solo due edifici erano stati certificati, ma ci si augura che più di 30 saranno certificati entro la fine del

16 3. ITACA Protocol, Italia Strumento: Certificazione/protocollo Obiettivo: Valutare la qualità energetica ed ambientale di un edificio in maniera da incoraggiare costruzioni sostenibili, eco-compatibili e ad alto efficientamento energetico. Agenzia: ITACA (Istituto per la Trasparenza l’Aggiornamento e la Certificazione degli Appalti) Target Group: proprietari di immobili, attori pubblici e privati coinvolti nell’edilizia sostenibile. Settore: edilizia sostenibile ed efficientamento energetico. Aspetti di trasferibilità: Il protocollo è stato creato in riposta alla normativa italiana per l’adozione di buone pratiche sulla riduzione dell’emissione di gas serra e per il parallelo incentivo all’adozione di soluzioni tecnologiche per la riduzione del consumo energetico. Il protocollo è stato esplicitamente concepito per il trasferimento regionale

17 Cluster Eco-innovativi (2)

18 1. Copenhagen Cleantech Cluster, Danimarca Strumento: Cluster Obiettivo: attrarre investimenti stranieri, rafforzare i rapporti e le connessioni tra i membri del cluster; promuovere la consapevolezza cha la competitività dell’industria dipenda dalla capacità di saper innovare. Agenzia: Copenhagen Capacity Target Group: Istituti di Ricerca, Università, Istituti di credito, imprese, incubatori d’impresa. Settore: energie rinnovabili, efficienza energetica, eco-design, raccolta e riciclo rifiuti. Aspetti di trasferibilità: utilizzo della ricerca per la condivisione dell’innovazione; accesso al lavoro qualificato. I servizi offerti ai membri del cluster includono: azioni di networking internazionale, attrezzature per test e dimostrazioni, promozione del concetto ‘One Stop Shop Knowledge Centre’ in materia di tecnologia pulita. Il Budget per il periodo è di 20,17 milioni di Euro

19 2. EnviroCluster – Regno Unito Strumento: Cluster Obiettivo: supportare le imprese e le organizzazioni nello sviluppo di nuovi prodotti e servizi ad impatto ambientale positivo o che aiutino la gestione ambientale. Agenzia: UK Centro per lo Sviluppo Economico & Ambientale Target Group: Imprese, Autorità locali ed Istituti di istruzione superiore ubicati nel territorio (Inghilterra orientale). Settore: energia, materiali e design, prevenzione dell’inquinamento, rifiuti e riciclo, acqua e gestione delle acque di scarico, tecnologia intelligente, ICT, servizi ambientali. Aspetti di trasferibilità: supporto all’innovazione ed all’incubazione di impresa; promozione e sviluppo delle capacità; investimenti interni; condivisione di conoscenza e di opportunità, supporto ai membri per l’ingresso in nuovi mercati. Il cluster è composto da circa 350 elementi tra aziende, autorità pubbliche, investitori e istituti accademici che sostengono l’eco-innovazione. Budget annuale: €

20 Accordo volontario(1)

21 1. Long Term Agreements, Olanda Strumento: Accordo volontario Obiettivo: stimolare l’eco-innovazione ed incoraggiare l’eco-gestione tra le imprese e le organizzazioni industriali, attraverso accordi volontari e mantenendo la competitività nel settore. Agenzia: Agentschap NL Target Group: medie imprese Settore: efficientamento energetico, riduzione anidride carbonica Aspetti di trasferibilità: Varietà di misure di supporto offerte dallo strumento: supporto finanziario per consulenze in materia di audit energetici, formazione, assistenza tecnica ai metodi di monitoraggio, brochure e gap analisi. Varietà di incentivi finanziari, inclusa la riduzione fiscale

22 Open scheme-operational programme (1)

23 1. Regional Operational Programme, Polonia Strumento: Vari Obiettivo: supportare le imprese nell’adattamento della legislazione in materia di protezione ambientale. Le azioni sono soprattutto intese a limitare gli effetti negativi sull’ambiente,a ridurre la produzione di rifiuti ed a ridurre il consumo energetico. Agenzia: Autorità di Gestione del Programma Operativo Regionale di Kujawsko Target Group: PMI Settore: non specifico Aspetti di trasferibilità: le azioni includono l’applicazione di nuove soluzioni tecniche-organizzative nella produzione di beni e servizi. Budget di € per il periodo , assegnato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale

24 Grazie per la vostra attenzione Claudio Carlone


Scaricare ppt "RECOMMEND Regions using ECO-ManageMENt for eco-innovation Development Buone Pratiche di Eco-gestione ed Eco-innovazione Ancona 21 Novembre 2012."

Presentazioni simili


Annunci Google