La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

2°Circolo Didattico “S. Domenico Savio” Capurso Curricolo verticale Ins. Referente Adriana Rivoir.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "2°Circolo Didattico “S. Domenico Savio” Capurso Curricolo verticale Ins. Referente Adriana Rivoir."— Transcript della presentazione:

1 2°Circolo Didattico “S. Domenico Savio” Capurso Curricolo verticale Ins. Referente Adriana Rivoir

2  L’alunno intuisce l’esistenza del problema rifiuti;  Riflette e pone domande riguardo il problema dei rifiuti;  Osserva, formula ipotesi e le verifica durante le esperienze legate al tema rifiuti;  Verbalizza un’esperienza inerente alla tematica;  Legge e commenta immagini;  Comunica ipotesi, opinioni, risultati;  Partecipa alla pianificazione di un’ esperienza in successione temporale;  Rappresenta graficamente e simbolicamente un’ esperienza;  Rispetta le regole di un gioco e di un lavoro in comune;  Drammatizza racconti sulla tematica rifiuti;  Esplora l’ ambiente usando i cinque sensi;  Assume un atteggiamento solidale;  Ordina, raggruppa, confronta quantità;  Conosce il ciclo di alcuni materiali;  Comprende la differenza tra materiali biodegradabili e non;  Comprende l’ utilità della raccolta differenziata;  Conosce regole fondamentali per contribuire alla conservazione dell’ ambiente;  Utilizza un linguaggio adeguato alle esperienze ed agli apprendimenti;  Usa in modo creativo i materiali di recupero.

3  Ascolta, legge e comprende semplici testi sulla tematica rifiuti;  Ricava informazioni sulla tematica dai testi di vario tipo (scritti, iconici,audiovisivi, ecc …) e le riferisce in forma corretta dal punto di vista linguistico, utilizzando alcuni termini specifici;  Scopre le proprietà dei materiali per una prima classificazione dei rifiuti;  Produce brevi testi (collettivi e/o individuali) nonché immagini, in forma personale e creativa, utilizzando tecniche, strumenti e materiali diversi;  Acquisisce i primi atteggiamenti e i primi comportamenti di cura e rispetto verso l’ambiente.

4 SCUOLA DELL’ INFANZIA Il sé e l’altro Rispettare e valorizzare il mondo che ci circonda; Partecipare attivamente ad un progetto comune; Riflettere sui propri comportamenti; Assumere comportamenti adeguati nei confronti dell’ ambiente modificando abitudini quotidiane; Condividere le esperienze con i coetanei; Avviarsi alla formazione di una coscienza ecologica; Assumere un atteggiamento solidale nei confronti degli altri; Cittadinanza e Costituzione Conoscere alcuni comportamenti basilari riferiti alla sostenibilità ambientale con particolare riguardo alla raccolta differenziata dei rifiuti Acquisire gradualmente la capacità di lavorare con gli altri, nel rispetto delle regole di convivenza impegnandosi a “fare la propria parte” ; SCUOLA PRIMARIA

5 SCUOLA DELL’ INFANZIA Linguaggi, creatività, espressione Sperimentare vari materiali grafico – pittorici; Usare tecniche diverse, per rappresentare la realtà e le esperienze; Progettare e costruire insiemi; Acquisire la capacità di rappresentazione grafica e collettiva; Utilizzare strumenti e materiali in modo funzionale e creativo; Utilizzare il computer e software didattici per eseguire giochi di associazione logica e coloritura; Esplorare la realtà sonora; Costruire semplici strumenti musicali con materiali di risulta; Usare materiali di recupero in modo creativo. SCUOLA PRIMARIA Musica, arte e immagine Eseguire corrette rappresentazioni iconografiche delle situazioni osservate, servendosi di tecniche e materiali diversi; Riutilizzare materiale di risulta per la realizzazione di oggetti creativi; Riutilizzare materiale di risulta per la realizzazione di semplici strumenti musicali;

6 SCUOLA DELL’ INFANZIA SCUOLA PRIMARIA La conoscenza del mondo Osservare e descrivere la realtà circostante; Osservare e formulare ipotesi; Intuire il concetto di rifiuto; Intuire il rapporto tra corretto smaltimento dei rifiuti e la salvaguardia dell’ ambiente; Conoscere il ciclo di vetro, plastica, carta; Conoscere la differenza fra materiali biodegradabili e non; Conoscere le possibilità di riciclo di alcuni materiali (vetro, plastica, carta); Compiere classificazioni; Ordinare elementi in sequenza; Individuare rapporti di causa – effetto; Formare insiemi in base a criteri e attributi dati; Comprendere l’ importanza di comportamenti corretti per salvaguardare l’ ambiente. Storia, geografia, scienze, tecnologia, matematica  Comprendere che la riduzione dei rifiuti è indispensabile per salvaguardare la vita sulla terra;  Acquisire le informazioni più elementari riguardanti il fenomeno dell’ inquinamento da rifiuti;  Utilizzare gli organi di senso per esplorare materiali e ricavarne informazioni;  Classificare gli oggetti e i materiali di cui sono fatti.

7 SCUOLA DELL’ INFANZIASCUOLA PRIMARIA Il corpo e il movimento  Sviluppare il piacere del gioco  Incrementare la coordinazione motoria e l’equilibrio posturale;  Giocare utilizzando tutti i sensi;  Eseguire movimenti ed andature per rappresentare situazioni legate al problema dei rifiuti;  Muoversi seguendo ritmi e brani musicali;  Rappresentare azioni, oggetti, persone nello spazio;  Ripetere azioni in sequenza;  Compiere correttamente percorsi complessi. Corpo movimento e sport  Riconoscere, differenziare e verbalizzare percezioni sensoriali ;  Utilizzare il corpo e il movimento per rappresentare situazioni comunicative reali e fantastiche.

8 SCUOLA DELL’ INFANZIASCUOLA PRIMARIA I discorsi e le parole  Ascoltare e comprendere i testi narrativi;  Raccontare le proprie esperienze;  Verbalizzate le conoscenze acquisite;  Arricchire il lessico e le competenze linguistiche del descrivere, raccontare, fornire spiegazioni;  Ricostruire le sequenze di un racconto;  Inventare storie,rime, filastrocche;  Riconoscere la differenza tra disegno e scrittura;  Percepire la corrispondenza fra parola e oggetto;  Ricopiare scritte e brevi parole;  Ricercare parole inerenti alla tematica dei rifiuti e dell’ ambiente. Italiano – Inglese  Riferire/descrivere dati, informazioni, ed esperienze personali e/o collettive;  Ascoltare e osservare per comprendere/ confrontare/scoprire consegne, informazioni,  Testi, analogie e differenze;  Scrivere per riprodurre, rappresentare, descrivere parole, frasi e brevi testi;  Leggere per comprendere, riconoscere, informarsi, attraverso nomi, didascalie e semplici testi informativi o descrittivi.

9 cc ccccos Cosa c’è nei cassonetti? Impariamo a riconoscere i rifiuti. Dire … fare … creare … Impariamo a riciclare. Differenzio e riciclo Ora so cosa fare!

10 COSA C’ È NEI CASSONETTI? Impariamo a conoscere i rifiuti - Cosa sono i rifiuti? - L’ umido - La plastica - Il vetro - L’ indifferenziata - Sono proprio da buttare? - Dove finiscono i rifiuti? - Le discariche, gli inceneritori - I rifiuti e l’ inquinamento ambientale. DIFFERENZIO E RICICLO - La raccolta differenziata - La carta – come si fa e come si ricicla - La plastica – come si fa e come si ricicla - Il vetro – come si fa e come si ricicla - Uso e riuso. DIRE … FARE … CREARE … MPARIAMO A RICICLARE - Le parole dei “rifiuti” - C’era una volta …(inventiamo una storia) - Con un po’ di fantasia, il rifiuto trasformo in …

11 o Ascolto di racconti; o Osservazione diretta; o Discussioni guidate: un rifiuto è … (accertamento della Matrice Cognitiva); o Poesie, canti, filastrocche; o Giochi individuali e di gruppo; o Giochi con le parole … dei rifiuti; o Attività per il riciclaggio di alcuni materiali (ricicliamo la carta, la plastica ecc …); o Lettura di immagini; o Rappresentazioni grafico – pittoriche delle esperienze; o Giochi psicomotori; o Attività ritmico – musicali; o Drammatizzazioni; o Attività costruttive; o Giochi di classificazione e seriazione; o Uscite didattiche; o Semina e coltivazione di piantine.

12 Situazione motivante: Racconto animazione: “Le avventure del Draghetto Mangiarifiuti” Ricerca e azione: Percorsi esplorativi per maturare capacità di pensiero e di interpretazione, utilizzando diverse forme di linguaggio Valorizzazione del gioco: Strumento di sviluppo emotivo, cognitivo, motorio Didattica laboratoriale: esperienze dirette per imparare … facendo

13 Materiale cartaceo ( carta da pacco, da scenario, da taglio, carta crespa, lucida, scamosciata, velina, carta spugna, cartone colorato, cartone ondulato, cellophane, cartoncino bristol) carta da macero, risme cartoncino colorato. Nastro adesivo, biadesivo, nastro telato, ferma campioni, fogli di acetato, colori per acetato, sughero brillantini, tela juta, occhi adesivi, aste di legno, filo di nylon, filo di ferro, compensato, fogli di spugna, polistirolo. Colori per il vetro, per ceramica, per stessuto, colori a pastello, pennarelli a spirito, pastelli a cera, gessetti, tempera pronta, tempera acrilica, tempera perlata, colla da parati, colle speciali, cola a caldo, vinavil, pennelli di varie dimensioni. Vasi, vasconi, terreno, rastrelli, zappe, palette, vanghe, innaffiatoi, vaschette di polistirolo, di semi, bulbi, piantine, impianto di irrigazione. Pistole termo collanti, perforatrici, spillatrici, forbici, taglierini, spillatrici per legno, C.D. musicali, DVD, computer, scanner, stampanti, videocamera, macchina fotografica digitale, lettore DVD, stereo, microfoni, videoproiettore. Materiale di recupero: tessuti, giornali, calzini vecchi, bottiglie di plastica, lattine di varie dimensioni, corde, gomitoli di lana, vasetti e bottiglie di vetro, cartoni, bottoni, contenitori in tetrapak, C.D. usati, ed altri materiali.

14 NOVEMBRE - MAGGIO C – E SCUOLA DELL’ INFANZIA “COLLODI” B – D SCUOLA DELL’ INFANZIA “ M. T. di CALCUTTA” 1 A – 1 B – 1 C SCUOLA PRIMARIA “S. D. SAVIO”

15 OSSERVAZIONI SISTEMATICHE E NONELABORATI DEI BAMBINIMOSTRA FINALE PROIEZIONE SLIDES: “C’ ERA UNA VOLTA UN … RIFIUTO”

16 SCUOLA DELL’ INFANZIA BELLIZZI ANNAMARIA ESPOSITO RITA GIULIANI ANNUNZIATA IACOBELLIS ROSANNA LEO CLAUDIA MARACINO ADELAIDE MISCEO ANGELA RIVOIR ADRIANA SCAGLIARINI CINZIA SCUOLA PRIMARIA CIRACI PAOLA PELLEGRINI MARIA PERRETTA MARIA PISANELLO M. ANTONIETTA


Scaricare ppt "2°Circolo Didattico “S. Domenico Savio” Capurso Curricolo verticale Ins. Referente Adriana Rivoir."

Presentazioni simili


Annunci Google