La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Presidente Rodolfo Giampieri Fermo, 17/10/2014 IL FORUM DELLE CAMERE DI COMMERCIO DELL’ADRIATICO E DELLO IONIO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Presidente Rodolfo Giampieri Fermo, 17/10/2014 IL FORUM DELLE CAMERE DI COMMERCIO DELL’ADRIATICO E DELLO IONIO."— Transcript della presentazione:

1 Presidente Rodolfo Giampieri Fermo, 17/10/2014 IL FORUM DELLE CAMERE DI COMMERCIO DELL’ADRIATICO E DELLO IONIO

2 L’Associazione L’AIC Forum è nato nel 2001 da un’idea della Camera di Commercio di Ancona e della Camera dell’Economia di Spalato E’ una Associazione transnazionale senza scopo di lucro, con personalità giuridica di diritto italiano, alla quale aderiscono ad oggi 45 istituzioni tra Camere di Commercio e altri organismi con sede nei Paesi transfrontalieri di riferimento Il Forum è iscritto dal 2008 al Registro Regionale della Regione Marche della Cooperazione e della Solidarietà Internazionale 1

3 I soci del Network L’AIC Forum coinvolge Camere di Commercio e dell?Economia appartenenti agli otto Paesi della Macroregione Adriatico-Ionica: Albania, Bosnia ed Erzegovina, Croazia, Grecia, Italia, Montenegro e Slovenia. L’interscambio tra i Paesi dell’Area è pari a circa 26,7 miliardi di euro L’AIC Forum rappresenta circa 1 milione e imprese All’AIC Forum possono aderire anche altri enti ed organismi, pubblici e privati, dei paesi dell’area adriatico-ionica che ne condividono presupposti e attività Le Camere aderenti si suddividono in Soci Fondatori, Soci Ordinari e Soci Sostenitori 2

4 Camere di Commercio Associate Soci fondatori: Camera di Commercio di Ancona, Camera dell’Economia di Spalato Soci sostenitori: Assonautica, Camera dell’Economia della Serbia, Provincia di Ancona Soci ordinari: ITALIA: Camera di Commercio di Ascoli Piceno, Bari, Brindisi, Campobasso, Fermo, Ferrara, L’Aquila, Macerata, Matera, Pesaro, Pescara, Pordenone, Ravenna, Reggio Calabria, Rimini, Teramo, Trieste, Udine Unioncamere nazionale, Unioncamere Calabria, Unioncamere Marche, Unioncamere Veneto 3

5 Camere Associate Soci ordinari: ALBANIA: Camera di Commercio di Durazzo, Lezhe, Tirana BOSNIA ED ERZEGOVINA: Camera dell’Economia della Federazione della Bosnia ed Erzegovina CROAZIA: Camera dell’Economia di Dubrovnik, Fiume, Pola, Sebenico e Zara GRECIA: Camera di Commercio di Achaia, Aetoloakarnania, Corfù, Ileia, Ioannina, Preveza, Thesprotia e di Epiro MONTENEGRO: Camera dell’Economia del Montenegro 4

6 Obiettivi Promuovere la cooperazione territoriale e gli strumenti operativi per la crescita della Macroregione Adriatico Ionica Rafforzare le capacità partenariali al fine di garantire un’applicazione dei principi europei della politica europea di prossimità Consentire migliori possibilità di accesso ai diversi canali di finanziamento Sviluppare iniziative congiunte per lo sviluppo di rapporti economico- commerciali tra tutti gli operatori dell’area adriatico ionica 5

7 Metodologia L’AIC Forum opera attraverso sei Tavoli di Lavoro Tematici - Turismo - Imprenditoria Femminile - Trasporti - Agricoltura - Pesca e acquicoltura - Ambiente E’ attivo un Gruppo di Lavoro sulla Progettazione Europea per favorire in modo trasversale a tutti i Tavoli tematici la creazione di partenariati e la realizzazione di attività progettuali di cooperazione transnazionale e transfrontaliera Può candidarsi a bandi europei, nazionali e regionali come beneficiario in quanto dotato di personalità giuridica. 6

8 Attività di progettazione Partecipa, in via diretta (come capofila o partner), a progetti co-finanziati con fondi europei, nazionali e regionali. Favorisce il coinvolgimento dei suoi soci a progetti europei attraverso il Gruppo di Lavoro sulla Progettazione Europea, che favorisce la costituzione di partenariati coinvolgendo anche le singole Camere associate. Alcuni progetti significativi gestiti nel corso degli ultimi anni: - Progetto: Innovative skills and competences for entrepreneurs in order to promote a new sustainable tourism in the Adriatic and Ionian Area (programma di finanziamento dell’IAI - Cooperazione Regionale) - Progetto VeroTouR (programma di finanziamento della Commissione Europea sui Prodotti Turistici Tematici transnazionali) - Progetto MedDiet (programma di finanziamento ENPI CBCMED – per la Cooperazione Transnazionale nel Mediterraneo) 7

9 Le reti partenariali Il Forum incentiva e alimenta costanti rapporti istituzionali sia nel bacino territoriale di riferimento che oltre i confini geografici dell’Area, in particolare attraverso: Collaborazioni basate sulla dimensione territoriale adriatico-ionica: tali collaborazioni sono inserite nel prestigioso quadro del Segretariato Permanente per l’Iniziativa Adriatico Ionica con sede ad Ancona e si riferiscono al Forum delle Città dell’Adriatico e dello Ionio e alla Rete Uniadrion Collaborazioni oltre i confini geografici dell’area adriatico-ionica: ASCAME (rete delle Camere di Commercio del Mediterraneo) e Ince (Iniziativa Centro Europea) Collaborazioni in una dimensione europea: EUROCHAMBRES (rappresentanza europea del sistema camerale) Insuleur (rete delle Camere di Commercio insulari) e NEcsTouR (rete europea delle Regioni per un turismo sostenibile) 8

10 Contributo alla nascita della Macroregione Adriatico-Ionica: dichiarazioni di intenti 1) Dichiarazione di Brindisi (2012): sviluppare iniziative utili al positivo e celere riconoscimento della Macroregione Adriatico-Ionica da parte dell’UE sviluppare e mettere in rete le esperienze e le potenzialità presenti nel tessuto economico-produttivo come risorse strategiche fondamentali in una nuova ottica di governance territoriale ampia e condivisa promuovere progettualità nei settori che sono prossimi ai compiti istituzionali degli enti camerali 2) Dichiarazione di Intenti per un Segretariato Adriatico Ionico Integrato (2013): impegnarsi ad attuare un modello organizzativo integrato che consiste in una cooperazione rafforzata tra i Fora Adriatico Ionici della società civile ed il Segretariato Permanente dell’IAI, aventi tutti sede in Ancona con il comune obiettivo di portare la propria voce in tutte le istituzioni europee e presso i governi dei Paesi IAI e di gestire progetti di rilevanza adriatico-ionica su bandi europei o di altro genere 9

11 Contributo alla nascita della Macroregione Adriatico Ionica: strategie dell’AIC Forum 1)Definire posizione comune del sistema camerale rispetto ai temi prioritari rientranti nel Piano di Azione della Macroregione Adriatico Ionica su ciascun pilastro tematico. 2)Delineare nuove progettualità di sistema in coerenza con tale posizione comune ed intercettare finanziamenti europei o di altra derivazione che ne consentano l’implementazione 3)Trasferire a livello europeo i fabbisogni del sistema camerale della Macroregione attraverso un’azione di lobbying sempre più incisiva anche grazie alla rete Eurochambres a cui il Forum AIC ha aderito. 4)Utilizzare i Tavoli di lavoro tematici come strumenti operativi per la promozione di iniziative concrete e progettualità innovative su settori specifici a livello macroregionale. 10

12 Contributo del Forum AIC al processo di consultazione EUSAIR Si è svolta in tutti gli 8 paesi coinvolti nella Strategia europea per la regione Adriatico-Ionica (EUSAIR) una consultazione sia a livello regionale che nazionale che ha portato alla pubblicazione della Comunicazione della Commissione Europea (n.357 del 17/06/2014) riferita alla Strategia EUSAIR e del relativo Piano di Azione che sarà approvata nel Consiglio Europeao del prossimo 24 ottobre. La consultazione si è basata su uno specifico documento predisposto dalla Commissione Europea il “Discussion Paper” dell’Agosto 2013, all’interno del quale sono stati individuati 4 “Pilastri” coincidenti con i temi di maggiore interesse per quest’area. 12

13 L’AIC Forum, in qualità di stakeholder, ha contributo alla consultazione attraverso i diversi strumenti della consultazione: Eventi, workshops e tavoli di confronto organizzati dai regional e/o national contact point; Studi e analisi; Questionari ed interviste anche on line Tre i livelli di consultazione: a) Una diretta dal basso a livello regionale b) Una di coordinamento a livello nazionale/ministeriale c) Una diretta dall’alto promossa dalla Commissione Europea E’ in questo contesto che anche il sistema camerale è stato chiamato a fornire il proprio contributo e ad esprimere in modo ufficiale una posizione. 13

14 Il coinvolgimento del sistema camerale In tal senso merita di essere citato il lavoro svolto insieme all’Unioncamere nazionale italiano e a tutte le Camere italiane associate riunitisi appositamente in Ancona lo scorso 8 Novembre per la stesura di un documento unico di riferimento per il sistema camerale da proporre alle Regioni e al Ministero Affari Esteri italiano. Il documento prodotto il 13/12/2013, termine ultimo della consultazione EUSAIR, raggruppa una sintesi delle posizioni assunte del sistema camerale italiano con quelle emerse all’interno dei Tavoli di lavoro tematici del Forum AIC nel corso degli ultimi incontri. Si è resa necessaria una forte azione di coordinamento di tutto il sistema camerale, affinché ogni singola Camera di Commercio oltre a farsi portatrice delle esigenze del mondo imprenditoriale del proprio territorio, sia altresì consapevole di come certi fabbisogni e criticità del sistema economico di ciascuna regione siano condivisibili proprio in un’ottica Macroregionale. 14

15 I contributi del sistema camerale attraverso le singole Camere di Commercio: chiamate ad esprimersi nell’ambito regionale di propria competenza; attraverso l’Unioncamere nazionale (valutando l’opportunità di avvalersi anche delle proprie Società consortili “in house”, come ad esempio Uniontrasporti, ISNART, Unionfiliere, ecc.): nell’ambito ad esempio della consultazione attivata tra i referenti dell’Accordo di partenariato , considerando che i nuovi regolamenti richiedono di tenere conto, sia nell’Accordo di partenariato, che nei programmi operativi, proprio delle Strategie macroregionali; attraverso il Forum AIC: mettendo a disposizione il know-how acquisito nel corso degli anni grazie ai propri Tavoli di Lavoro tematici, nelle diverse sedi in cui la stessa Associazione sarà interpellata, anche agendo in sinergia con le Camere interessate nei confronti di ciascuna Regione coordinatrice dei 4 pilastri (Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna e Puglia). 15

16 Quali i fabbisogni e le opportunità per il sistema economico marchigiano dalla Macroregione….(1/3) 16

17 (…..segue 2/3) Politiche per le PMI suddivise in: 1) Promuovere azioni e iniziative per rafforzare filiere economiche: -pilastro 1: filiera agroalimentare sostenibile e filiera della nautica sostenibile -pilastro 3: filiera dell’edilizia, dell’abitare sostenibile e della meccanica sostenibile -pilastro 4: filiera delle imprese innovative, culturali e creative 2) Aumentare l’attrattività turistica dei territori della Macroregione: -pilastro 4: rafforzare la visibilità e la competitività a livello internazionale dell’Area Adriatico Ionica come unica destinazione turistica (marchio Adrion) 3) Favorire l’internazionalizzazione: -tale ambito si può considerare trasversale a tutti i pilastri 17

18 (……segue 3/3) Fattori di contesto: 1)Migliorare l’efficienza e la trasparenza dei mercati: pilastro 1 2)Rilanciare la coesione economica favorendo l’efficienza gestionale nelle infrastrutture e nella logistica: pilastro 2 3)Favorire l’accesso al credito: il tema interessa tutti i 4 pilastri 4) Promuovere politiche per uno sviluppo sostenibile nelle città e nei territori: pilastro 2 e 3 18

19 L’impegno del Forum oggi e in futuro In seguito alla consultazione della Commissione Europea avvenuta ad Atene il 6-7 febbraio 2014, il Forum si è concentrato sull’identificazione di azioni operative attraverso i Tavoli di Lavoro tematici, coerenti con i 4 Pilastri EUSAIR, riuniti durante la XIV Edizione del Forum (10-12 giugno 2014 Corfu – Grecia) che è stata interamente dedicata alla Macroregione Adriatico Ionica e al ruolo delle Camere di Commercio nei nuovi scenari economici. Tavolo sull’Imprenditoria Femminile: Ambito tematico delle Priorità trasversali EUSAIR: “Ricerca, innovazione e sviluppo delle PMI/Capacity Building” Tavolo sulla Pesca e Acquicoltura: Ambito tematico del 1° Pilastro EUSAIR: “Guidare la crescita innovativa marittima e marina” Tavolo sui Trasporti: Ambito tematico del 2° Pilastro EUSAIR: “Connettere la regione” Tavoli su Turismo/Ambiente: Ambito tematico del 4° Pilastro EUSAIR: “Turismo sostenibile” Tavolo sull’Agricoltura: dedicato al Progetto MEDDIET sulla Dieta Mediterranea, un tema che si ritiene possa essere uno dei temi chiave della Macroregione 19

20 Forum AIC nel Piano di Azione della Strategia EUSAIR Nel Piano di Azione della Strategia EUSAIR, pubblicato dalla Commissione Europea il 17 giugno 2014 il Forum AIC viene citato più volte: […] La sostenibilità del turismo deve essere fortemente legata alle prospettive commerciali e di business. A questo proposito, il Forum dell'Adriatico e dello Ionio Camere di Commercio (AIC Forum) è il collegamento delle camere di commercio della maggior parte dei paesi partecipanti a questa Strategia. Le barriere amministrative e burocratiche devono essere rimosse e le opportunità commerciali facilitate e sfruttate. Con una speciale Tavola Rotonda tematica sul turismo, una Tavola Rotonda sulla Progettazione Europea e la Corte Internazionale dell'Adriatico e dello Ionio, il Forum AIC mira a influenzare le politiche a favore delle PMI in modo da aumentare l’attrattiva macroregionale in termini di turismo.[…] (pag. 52 Capitolo 4. Sustainable tourism)

21 Contributo del Forum al Programma di Cooperazione Transnazionale Adriatico-Ionico Partecipazione al questionario per la definizione degli assi di intervento del nuovo Programma di Cooperazione Transnazionale Adrion - Partecipazione al Workshop tematico dedicato agli stakeholder del Programma tenutasi ad Ancona lo scorso 3 settembre 2014

22 Il Forum parteciper à alla Conferenza di lancio della Strategia per la Macroregione Adriatico Ionica di Bruxelles il 18 novembre 2014, in seguito all ’ imminente approvazione della Strategia da parte del Consiglio europeo (24 ottobre 2014) Già in agenda, oltre alla plenaria del Forum 2015, approfondimenti tematici legati alle Edizioni annuali itineranti ed ai Tavoli tematici, attivit à progettuali co-finanziate dalla Commissione Europea, da Ministeri o Regioni, percorsi formativi professionalizzanti, seminari e workshops, volti a favorire lo sviluppo economico ed occupazionale, nonché il più ampio processo di integrazione europea dei Paesi coinvolti. Prossime iniziative e prospettive future (1/2)

23 Si è tenuta a Zagabria lo scorso 10 ottobre una riunione con la Camera dell’Economia nazionale della Croazia e i Presidenti delle Camere conteali croate socie, per presentare i programmi di sviluppo dell’Associazione e coordinare le strategie future del Forum. L’Unioncamere croata entrerà nella compagine del Forum AIC. Fin da ora è in programma l’organizzazione di un convegno a Zagabria per il prossimo gennaio sulla Macroregione Adriatico Ionica rivolto alle imprese e alla cittadinanza croata. L’ingresso della Camera dell’Economia croata evidenzia ancora di più il riconoscimento del Forum come uno dei maggiori stakeholder fondamentale della Strategia EUSAIR e soggetto di riferimento anche per la futura fase di implementazione della stessa. Prossime iniziative e prospettive future (2/2)

24 GRAZIE PER L’ATTENZIONE ; 249 Rodolfo Giampieri, Presidente AIC Forum


Scaricare ppt "Presidente Rodolfo Giampieri Fermo, 17/10/2014 IL FORUM DELLE CAMERE DI COMMERCIO DELL’ADRIATICO E DELLO IONIO."

Presentazioni simili


Annunci Google