La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Prof. Vincenzo Cremone Le radici cristiane dell’Europa (1ª parte) I segni concreti originati dalle radici cristiane.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Prof. Vincenzo Cremone Le radici cristiane dell’Europa (1ª parte) I segni concreti originati dalle radici cristiane."— Transcript della presentazione:

1 Prof. Vincenzo Cremone Le radici cristiane dell’Europa (1ª parte) I segni concreti originati dalle radici cristiane

2 Prof. Vincenzo Cremone IL RUOLO DEL CRISTIANESIMO NELLA SOCIETÀ DELL’IMPERO ROMANO

3 Prof. Vincenzo Cremone NOVITÀ Proclamazione dell’unità e trinità di Dio Proclamazione dell’unità e trinità di Dio Gesù Cristo è uomo e Dio Gesù Cristo è uomo e Dio risurrezione dei morti risurrezione dei morti amore e fratellanza universale amore e fratellanza universale valorizzazione dell’uomo come individuo ed esaltazione della sua interiorità valorizzazione dell’uomo come individuo ed esaltazione della sua interiorità senso di appartenenza ad una comunità, la Chiesa senso di appartenenza ad una comunità, la Chiesa valore della sofferenza valore della sofferenza

4 Prof. Vincenzo Cremone LE COMPONENTI SOCIALI (tra il I e II sec.) contadini contadini manovali manovali artigiani artigiani negozianti negozianti liberi professionisti liberi professionisti commercianti commercianti schiavi schiavi uomini di cultura uomini di cultura uomini appartenenti alla corte imperiale (più tardi) uomini appartenenti alla corte imperiale (più tardi)

5 Prof. Vincenzo Cremone CONTESTO STORICO In un’epoca in cui l’individuo stava diventando il passivo strumento di uno Stato onnipotente e universale, sarebbe difficile esagerare l’importanza dell’ideale cristiano, che fu come la rocca suprema della libertà dello spirito. Fu esso che, più d’ogni altro fattore, assicurò il finale trionfo della Chiesa, poiché chiarì a tutti il fatto che il Cristianesimo era l’unica potenza rimasta al mondo che il meccanismo gigante del nuovo Stato servile non poteva assorbire. (C. DAWSON, La formazione dell’unità europea, Torino, 1939, pag. 29).

6 Prof. Vincenzo Cremone LA CHIESA “COSTANTINIANA” (Editto di Milano 313 d. C.)

7 Prof. Vincenzo Cremone CONSEGUENZE Lo stato interviene nella vita della Chiesa e ne attende un sostegno ideologico. Lo stato interviene nella vita della Chiesa e ne attende un sostegno ideologico. L’imperatore tenta di regolare i conflitti dottrinali che turbano l’ordine pubblico e prende l’iniziativa di convocare i concili. L’imperatore tenta di regolare i conflitti dottrinali che turbano l’ordine pubblico e prende l’iniziativa di convocare i concili. Nello stesso tempo, la Chiesa ottiene dallo Stato vantaggi finanziari, materiali e giuridici (donazione di basiliche e palazzi per uso religioso, costruzione di bei luoghi di culto, donazioni ai vescovi, privilegi giuridici al clero). Nello stesso tempo, la Chiesa ottiene dallo Stato vantaggi finanziari, materiali e giuridici (donazione di basiliche e palazzi per uso religioso, costruzione di bei luoghi di culto, donazioni ai vescovi, privilegi giuridici al clero). Essa conta sull’imperatore per lottare contro le eresie e il paganesimo. Essa conta sull’imperatore per lottare contro le eresie e il paganesimo.

8 Prof. Vincenzo Cremone Reazioni AMBROGIO ( ) vescovo di Milano, seppe opporsi alle prevaricazioni del potere politico. AMBROGIO ( ) vescovo di Milano, seppe opporsi alle prevaricazioni del potere politico. AGOSTINO ( ) vescovo di Ippona, a poco a poco, stanco delle violenze dei donatisti, passa dalla persuasione alla “buona costrizione” e infine alla pressione organizzata dal potere. AGOSTINO ( ) vescovo di Ippona, a poco a poco, stanco delle violenze dei donatisti, passa dalla persuasione alla “buona costrizione” e infine alla pressione organizzata dal potere.

9 Prof. Vincenzo Cremone LA TRASFORMAZIONE DELLA SOCIETÀ ATTRAVERSO IL VANGELO Introduzione delle feste cristiane e della domenica (dal 325). Introduzione delle feste cristiane e della domenica (dal 325). Influenza cristiana nella legislazione familiare. Influenza cristiana nella legislazione familiare. Ostacoli al divorzio (senza sopprimerlo). Ostacoli al divorzio (senza sopprimerlo). Divieto di smembrare le famiglie degli schiavi (ma la schiavitù rimane anche se resa più umana). Divieto di smembrare le famiglie degli schiavi (ma la schiavitù rimane anche se resa più umana). Più umanità nelle prigioni. Più umanità nelle prigioni. Creazioni d’istituzioni caritative: assistenza ai poveri con le elemosine, costruzione d’ospedali e d’ospizi. Creazioni d’istituzioni caritative: assistenza ai poveri con le elemosine, costruzione d’ospedali e d’ospizi.

10 Prof. Vincenzo Cremone FINE DELL’IMPERO ROMANO D’OCCIDENTE Con l’avvento delle invasioni barbariche, la Chiesa resta, spesso, la sola istituzione organizzata. Molti vescovi suppliscono all’amministrazione imperiale carente. Bisogna rassegnarsi a convivere con questi barbari. D’altra parte, alcuni tra loro hanno una grande ammirazione per il mondo romano e si circondano di funzionari imperiali. La conversione di Clodoveo, re dei Franchi, alla Chiesa cattolica (sua moglie Clotilde era cattolica) ha grandi conseguenze. I Franchi beneficeranno del favore degli antichi Gallo-Romani.

11 Prof. Vincenzo Cremone FINE 1ª parte


Scaricare ppt "Prof. Vincenzo Cremone Le radici cristiane dell’Europa (1ª parte) I segni concreti originati dalle radici cristiane."

Presentazioni simili


Annunci Google