La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli essere DSA non gli ha impedito di diventare un genio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli essere DSA non gli ha impedito di diventare un genio."— Transcript della presentazione:

1 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli essere DSA non gli ha impedito di diventare un genio

2 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli ALCUNE CONSIDERAZIONI SUI DSA

3 Perché tutti questi studenti dsa????

4 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli Maggiore attenzione? Metodologie didattiche della scuola elementare che non favoriscono la compensazione? Tutti proseguono gli studi?

5 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli CI SONO MOLTI STUDENTI CHE HANNO DIFFICOLTA’ NELL’APPRENDIMENTO SI IMPEGNA TANTO MA IL PROFITTO E’ INSUFFICIENTE CI SONO SEMPRE STATI!!!!! SONO QUELLI CHE…

6 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli COME HA SEMPRE RISPOSTO LA SCUOLA? SENZA DIAGNOSI SCRUTINI: FAREMMO BENE A FERMARLO DOBBIAMO RICONOSCERE CHE SI E’ SEMPRE IMPEGNATO QUALCHE 5 PASSA AL 6, UN PAIO DI DEBITI E VIENE PROMOSSO L’ANNO SUCCESSIVO, IL NUOVO CdiC MA COME HA FATTO AD ARRIVARE IN SECONDA? IN TERZA? IN QUARTA? IN QUINTA? ESISTE UN PROBLEMA CHE NON RIGUARDA SOLO I DSA

7 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli SAPERE QUAL E’ IL PROBLEMA PUO’ AIUTARE NON CAPISCO COME MAI RAGAZZI CHE SEBRANO INTELLIGENTI COME TUTTI GLI ALTRI, NON RIESCANO A CORREGGERE ALCUNI ERRORI BANALI…SEMBRA CHE CI SIA QUALCOSA CHE BLOCCHI ALCUNE FUNZIONI DEL CERVELLO. STRANO CHE NESSUNO PSICOLOGO STUDI QUESTI RAGAZZI PER CERCARE DI CAPIRE COSA C’E’ CHE NON VA. ORA LA RISPOSTA I NEUROPSICOLOGI L’HANNO TROVATA Disturbi Specifici Apprendimento Distratto Svogliato Asino

8 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli SPESSO RESTA UN PROBLEMA DEGLI STUDENTI E DEI LORO GENITORI RIPETIZIONI PRIVATE SMETTONO DI STUDIARE SI ISCRIVONO AI CFP SMETTONO DI ANDARE A SCUOLA

9 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli LE CLASSI COMUNITA’ DI VALUTAZIONE COMUNITA’ DI APPRENDIMENTO

10 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli LA SCUOLA QUANTO HA PRESO QUANTO HA APPRESO

11 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli LA DIAGNOSI DI DSA DOVREBBE AIUTARE INVECE NON STUDIA PIU’ COME PRIMA ADESSO DOVREMO PROMUOVERLO E NON E’ GIUSTO I GENITORI VOGLIONO LE VERIFICHE HANNO LA PRETESA CHE IL FIGLIO VENGA PROMOSSO

12 SPESSO LA SCUOLA SI ATTIVA REALMENTE SOLO DOPO CHE I GENITORI PARLANO DI RICORSO!!!! CHIEDONO L’APPLICAZIONE DI DIRITTI NEGATI

13 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli UNA DELLE PRIME COSE CHE LA SCUOLA FA QUANDO LEGGE LA DIAGNOSI E’ QUELLA DI LEGGERE IL QI NON E’ UN PROBLEMA DI QI !!!!!! E’ UN PROBLEMA DI AUTOMATISMI Dobbiamo cercare strategie per aiutare gli studenti a baypassare il disturbo

14 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli “Parole e linguaggi non sembrano avere alcun ruolo nel mio meccanismo di pensiero. Il mio pensiero consiste in immagini”

15 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli NESSUNO PARLA DI 6 POLITICO SCONTI 0 SUI CONTENUTI MA PARI OPPORTUNITA’

16 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli COME? STRUMENTI COMPENSATIVI E DISPENSATIVI

17 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli Chi è valutato miope si dota di lenti chi è valutato DSA si dota di strumenti compensativi e strumenti dispensativi

18 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli

19 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli

20 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli A DARE UN SENSO A COSA SERVONO? ESPLICITARE LE REGOLE A PICCOLI MESSAGGI DI SUCCESSO

21 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli Strumenti compensativi tabella dei mesi, tabella dell'alfabeto e dei vari caratteri tavola pitagorica tabella delle misure, tabelle delle formule, calcolatrice registratore, cartine geografiche e storiche, tabelle della memoria di ogni tipo computers con programmi di videoscrittura con correttore ortografico e sintesi vocale,commisurati al singolo caso cassette registrate (dagli insegnanti, dagli alunni, e/o allegate ai testi)

22 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli Strumenti dispensativi Dispensa dalla lettura ad alta voce, scrittura veloce sotto dettatura, uso del vocabolario, studio mnemonico delle tabelline. Dispensa, ove necessario, dallo studio della lingua straniera in forma scritta. Programmazione di tempi più lunghi per prove scritte e per lo studio a casa. Organizzazione di interrogazioni programmate. Valutazione delle prove scritte e orali con modalità che tengano conto del contenuto e non della forma.

23 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli Correlazione fra DSA e interventi compensativi e dispensativi 1.lentezza ed errori nella lettura possono causare difficoltà nella comprensione del testo

24 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli -evitare sempre l’uso del corsivo -evitare di far leggere a voce alta -incentivare a casa e in classe l’utilizzo di computer con sintesi vocale, di cassette con testi registrati, di dizionari digitalizzati - sintetizzare i concetti con l’uso di mappe concettuali, eventualmente anche favorendo l’uso di software specifici dotati di sintesi vocale (es. KM ) in grado di leggere anche le lingue straniere -leggere le consegne degli esercizi e/o fornire durante le verifiche prove su supporto digitalizzato -nelle verifiche ridurre il numero degli esercizi senza modificare gli obiettivi -privilegiare le verifiche orali in tutte le materie tradizionalmente orali consentendo l’uso di mappe durante le interrogazioni

25 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli 2. difficoltà nei processi di automatizzazione della letto scrittura, ciò e rende difficile o impossibile eseguire contemporaneamente due procedimenti ( ascoltare e scrivere, ascoltare e seguire un testo).

26 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli - evitare di far prendere appunti, ricopiare testi o spressioni matematiche,ecc. - in caso di necessità di integrazione dei libri di testo, fornire appunti su supporto digitalizzato o cartaceo stampato (preferibilmente arial o comic sans 12-14) - consentire l’uso del registratore - evitare la scrittura sotto dettatura - modificare opportunamente le “ prove di ascolto” delle lingue straniere.

27 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli 3.difficoltà nel ricordare le categorizzazioni, i nomi dei tempi verbali, delle strutture grammaticali italiane e straniere, dei complementi

28 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli -favorire l’uso di schemi -privilegiare l’utilizzo corretto delle forme grammaticali sulle acquisizioni teoriche delle stesse - utilizzare per le verifiche domande a scelta multipla

29 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli 4.Discalculia, difficoltà nel memorizzare tabelline, formule, sequenze e procedure, nel recuperare rapidamente nella memoria nozioni già acquisite e comprese cui consegue difficoltà e lentezza nell’esposizione durante le interrogazioni

30 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli · Incentivare l’utilizzo di mappe e schemi durante l’interrogazione, anche eventualmente su supporto digitalizzato (previsto anche nel colloquio per l’esame di Stato) per facilitare il recupero delle informazioni e migliorare l’espressione verbale che tende ad essere scarna. · Evitare di richiedere lo studio mnemonico e nozionistico in genere, tenere presente che vi è una notevole difficoltà nel ricordare nomi, termini tecnici e definizioni · Consentire l’uso di calcolatrice, tavole, tabelle e formulari delle varie discipline scientifiche durante le verifiche, mappe nelle interrogazioni. · Utilizzare prove a scelta multipla

31 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli 5. Difficoltà nell’espressione della lingua scritta · Favorire l’uso di schemi testuali

32 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli 6. Disortografia e disgrafia Favorire l’utilizzo di programmi di videoscrittura con correttore ortografico per l’italiano e le lingue straniere.

33 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli 7. Difficoltà nella lingua straniera Privilegiare la forma orale, utilizzare prove a scelta multipla

34 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli 8. Facile stancabilità e lunghezza dei tempi di recupero

35 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli · Fissare interrogazioni e compiti programmati evitando di spostare le date. · Evitare la sovrapposizione di compiti e interrogazioni delle varie materie evitando possibilmente di richiedere prestazioni nelle ultime ore. · Elasticità nella richiesta di esecuzione dei compiti a casa per i quali è necessario istituire un produttivo rapporto scuola/famiglia/tutor.

36 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli 9. Presenza di deficit di attenzione IN QUESTO CASO NON SERVE DARE PIÙ TEMPO, MA DIVIDERE LA PROVA IN DUE TEMPI.

37 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli LETTURA FONOLOGICA Lapido munato bacuto miotra notole ecchiu lapiro quodre amizio gamapi falaso tigomo nivaba barloma giagna dagumi buglia strova defito fromopu irrole scorpi pilcone tifola beniro enchea vostia fucido avelli vicepo chiore digato

38 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli LETTURA LESSICALE Socdno una riccrea dlel’Unvrsetiià di Carbmdgie l’oidrne dlele lertete all’iternno di una praloa non ha imprtzaona a ptato che la pimra e l’ulimta saino nllea gusita psoizoine. Anhce se le ltteere snoo msese a csao una peonrsa può leggere l’inetra fasre sneza poblremi. Ciò è dovuto al ftato che il nstoro celverlo non lgege ongi sigonla leterta ma tiene in cosinaderzione la prolaa nel suo inesime. Icnrebidile he?

39 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli Cellula eucariote

40 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli Cellula procariote

41 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli

42 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli citosina (C) guanina (G) adenina (A) Il DNA (acido desossiribonucleico):  contiene tutte le istruzioni per trasmettere i caratteri ereditari;  è una molecola a doppia elica molto lunga e spiralizzata  è formato da un gran numero di nucleotidi. I nucleotidi del DNA sono costituiti dall'unione di  1 zucchero (desossiribosio) a 5 atomi di carbonio +  un gruppo di fosfato + una base azotate: pirimidine purine timina (T) Struttura e funzione del DNA

43 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli FAMIGLIE ENTEROBACTERIACEAE CARATTERISTIC HE DELLA FAMIGLIA  invadono l’intestino dei mammiferi  parassiti (+/-); commensali (+/0); mutualisti (+/+)  bacilli gram-;  F zuccheri e F citrati; ossidasi (-); riducono NO - 3 (+)  mobili ed immobili; acapsulati; asporigeni aerobi ed anaerobi facoltativi  produttori di indolo-acetico ed ureasi PATOLOGIE  infezioni extra-intestinali: ceppi normalmente simbionti migrano in altri organi)  infezioni intestinali: non invasive (rimangono nel lume intestinale) invasive (penetrano nelle cellule intestinali e si riproducono attivamente, mutazioni tessuti)  infezioni sistemiche: interessano tutti gli organi, si diffondono tramite la via ematica e linfatica SPECIE E. COLISALMONELLASHIGELLA SINTOMATOLOG IA Disturbi gastroenterici (vomito, diarrea, febre) Disturbi gastroenterici, tifo, paratifo Disturbi gastroenterici INCUBAZIONE 1-8 ore12-24 ore / 7-14 giorni24 ore  DIAGNOSI coprocultura TERAPIA antibiotici VEICOLO DI CONTAMINAZOP NE Acqua, alimentiAcqua, carne, frutti di mare, uova Acqua, latte, pollo, pesce PREVENZIONE DI CONTAMINAZIO NE  Osservanza delle norme igieniche da parte degli operatori durante la manipolazione degli alimenti  vaccino  trattamento di pastorizzazione (68 – 75°C per 15 minuti)

44 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli Grandezze fisiche GRANDEZZA FISICANOME UNITA DI MISURASIMBOLO UNITA DI MISURA LunghezzaMetrom MassaKilogrammoKg TempoSecondos TemperaturaKelvinK AreaMetro quadratom2m2 VolumeMetro cubom3m3 ForzaNewtonN Energia lavoro caloreJouleJ VelocitàMetri al secondom/s PotenzaWattW frequenzaHertzHz ResistenzaOhm

45 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli LA DIVISIBILITÀ Divisibilità e divisori Un numero è divisibile per SeEsempi 5La cifra delle unità è 0 o 530 e 25 sono divisibili per 5, 44 non lo è 2La cifra delle unità è 0 o 2 o 4 o 6 o 8 10 e 16 sono divisibili per 2, 21 non lo è 3La somma delle sue cifre è 3 o 6 o 930 (3+0=3) e 27 (2+7=9) sono divisibili per 3, 44 (4+4=8) non lo è 10, 100, 1000, …Sono 0 l’ultima cifra, le ultime due, le ultime tre, … 2300 è divisibile per non lo è Due numeri sono divisibili se nel dividendo compaiono tutti i fattori primi del divisore elevati a esponente uguale o maggiore 60 = 2 2 X 3 X 5 È divisibile per 30 = 2 X 3X 5 M.C.D Massimo Comune Divisore Il M.C.D. di più numeri è il più grande tra i divisori comuni a tutti i numeri È uguale al prodotto dei fattori comuni con il minimo esponente presi in considerazione una sola volta = 2 4 X 3 30 = 2 X 3 X 5 M.C.D. (48 ; 30) = 2 X 3 = 6 m.c.m. minimo comune multiplo Il m.c.m. di più numeri è il più piccolo tra i multipli comuni a tutti i numeri. È uguale al prodotto dei fattori comuni e non comuni con il massimo esponente = 2 4 X 3 30 = 2 X 3 X 5 M.C.D. (48 ; 30) = 2 4 X 3 X 5 = 240

46 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli

47 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli proporzioni : = : atm bar 1 faseimposto : atm bar X = atm bar. 2 fase risolvo bar : = X

48 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli conversioni 760 tor o mm hg =1 atm=1,013 bar1 bar=10 5 Pa (= Pa) 1 cal=4,18 J 1 cal:4,18 J=X cal4,18 J3 J : 1 cal = 4,18 J X cal 3 J

49 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli

50 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli α ARCHI ASSOCIATI cos α sin α

51 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli α 90°- α sin (90°-α)= cos α sin α cos α cos(90°-α)= sin α

52 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli α 90°+ α sin (90°-α)= cos α sin α cos α cos(90°-α)= sin α sin (90°+α)= cos α cos(90°+α)= - sin α

53 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli α 180°- α sin (180°-α)= sin α sin α cos α cos(180°-α)= - cos α

54 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli α 180°+ α sin α cos α sin (180°+α)= - sin α cos(180°+α)= - cos α A4 Reazioni vincolari dispensa radicali

55 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli ossidoriduzioni pilaelettrolisi ossidantesi riduceN° ox+ e - CaRid+- riducentesi ossidaN°ox- e - e - AnOx-+

56 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli

57 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli xx2x2 x3x3 x4x4 x5x5 x6x6 x7x7 x8x8 x9x9 x

58 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli le unità di misura K migliaia h centinaia da decine u unità, d decimi c centesimi m millesimi Mm miriametro Km chilometro hm ettometr o dam decametro m metr o dm decimetr o cm centimetro mm millimetr o

59 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli

60 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli TUTTO IL PERCORSO PRECEDENTE PERDE VALORE SE LA VALUTAZIONE E’ PUNITIVA, AL RIBASSO, NON RINFORZANTE.

61 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli Non calcolare gli errori di calcolo Non calcolare gli errori di trascrizione Non correggere e non calcolare gli errori ortografici Non calcolare il tempo impiegato Tener conto del punto di partenza e dei risultati conseguiti Premiare i progressi e gli sforzi

62 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli Errori frequenti Verifiche scritte in modo chiaro e con caratteri più grandi “Non vuol dire foglio A3” Verifiche piu’ corte “Non vuol dire barrare esercizi” Verifiche più corte e con strumenti “Non vuol dire “ti ho già aiutato”

63 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli La nostra storia… Comincia in prima elementare con i soliti discorsi ai vari colloqui: “non si impegna, non vuole lavorare, bisogna che si eserciti a leggere, è pigro…”. Insomma frasi già fatte e sentite. Il primo colloquio è quello che ci ha fatto più male perché lui aveva grandi aspettative invece sono svanite…Per ben tre anni. Oggi mio figlio fa la terza elementare, tantissime lotte fatte con le insegnanti per poi sentirci dire che non credono ancora oggi alla diagnosi fatta alla fine della seconda, con tantissima amarezza abbiamo capito che le insegnanti forse non ammettono lo sbaglio che hanno fatto in questi anni, siamo stati noi genitori a renderci conto delle difficoltà

64 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli e portarlo a fare i primi test, la diagnosi è stata fatta, dislessico a macchia d’olio, per questa ragione abbiamo deciso con amarezza di cambiare scuola perché lui dice che lo considerano uno scemo e le maestre non lo capiscono!!! Tante riunioni fatte, tante… per poi non cambiare niente. I metodi dispensativi? E quelli compensativi? Le tabelle?? Interrogazioni programmate??? Tutte chiacchiere… finite in una bolla di sapone, sì per un piccolo periodo messe in pratica per poi finire nel dimenticatoio. Una mamma e un papà ormai stanchi di questa istruzione ingiusta. (Cati 94)

65 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli "...Ma io sono diverso o sono diversi gli altri? Mi chiamo Davide. Al ritorno dal primo giorno di scuola butto via la cartella e dico che non ne voglio più sapere. Il mio ostacolo è la lettura: quando leggo, le sillabe che sono dietro le metto davanti, cambio le parole, ma nonostante tutto capisco il significato del testo. Ogni scusa è buona per evitare quell’ingarbugliare che poco somiglia alla lettura. Un giorno una psichiatra infantile pronuncia la parola dislessia. Non voglio dire a nessuno che sono dislessico, nessuno sa che cosa sia la dislessia. Dalla prima elementare alla prima superiore, ogni mattina, prima di andare a scuola, accuso dolori e coliche addominali: a nulla valgono le medicine calmanti e le visite dal gastroenterologo. Rimango bocciato, ed ecco la svolta.

66 Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli Trovo una classe di ragazzi che capiscono il problema, mi aiutano, mi proteggono e mi consolano quando gli insegnanti di inglese e di francese mi prendono in giro per i ripetuti errori nello scritto. Per gli insegnanti io sono un diverso, così quando faccio un compito bene significa che l’ho copiato o non è farina del mio sacco. Ma sono io diverso, o gli altri sono diversi da me? Ancora oggi a ripensarci sento come un dolore a pelle. La dislessia è così grave? No! Si può affrontare e risolverla. Odio chi la ignora: odio chi non capisce quale confusione mentale può esservi in un dislessico nel gestire certi quiz per la patente o un tema scolastico. Oggi ho 21 anni, frequento il secondo anno della facoltà di Scienze dell’Educazione, sono stato esonerato dalle tasse per merito perché ho la media del 29. Ora sono io a scegliere i miei tempi: poche parole, molto pensiero, riflessione; e mai e poi mai sentirsi schiacciati..."

67 Essere giusti significa dare a tutti ciò di cui hanno bisogno Per essere giusti li dobbiamo trattare in modo diverso


Scaricare ppt "Idro-Vobarnolaboratorio “DSA” Damiola - Bertelli essere DSA non gli ha impedito di diventare un genio."

Presentazioni simili


Annunci Google