La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sviluppo e squilibri sociali Rischi e sfide della nuova economia della esclusione e della diseguaglianza ARES novembre 2013.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sviluppo e squilibri sociali Rischi e sfide della nuova economia della esclusione e della diseguaglianza ARES novembre 2013."— Transcript della presentazione:

1 Sviluppo e squilibri sociali Rischi e sfide della nuova economia della esclusione e della diseguaglianza ARES novembre 2013

2 Il modello di crescita degli ultimi 20 anni si é basato su due grandi leve di stimolo del ciclo: Trasferimento tra generazioni degli oneri e dei rischi Consumo, Debito, Deregolamentazione del mercato dei capitali, Sovrastrutture Finanziarie transnazionali Riorganizzazione internazionale del lavoro e competizione tra modelli sociali Globalizzazione e Delocalizzazione L’eredità difficile

3 Oggi questo modello é in crisi. Con rischi di implosione sociale e disastro economico

4

5 1. Come ritornare a normalità dopo aver accumulato una montagna di debito L’eredità difficile – finanziaria ed economica L’eredità difficile – finanziaria ed economica

6

7 Un problema globale 4.4 volte il GDP Un problema globale 4.4 volte il GDP

8 Ovunque lo stato ha dovuto assumure il rischio ‘sistemico’ Ovunque lo stato ha dovuto assumure il rischio ‘sistemico’ per evitare il default E’ diventato principale emittente di nuovo debito e principale acquirente di debito Da dramma privato a vincolo pubblico

9

10 In USA 12 miliardi di debito pubblico

11 Pericolosi paralleli

12 In Europa regole ? In Europa regole ?

13 Le banche centrali assumuno il rischio Le banche centrali assumuno il rischio

14 Inoltre per sostenere il sistema nuove forme di doping finanziario pubblico … Tassi negativi e Stampa di moneta. Da dramma privato a vincolo pubblico

15

16

17

18 Minori risorse per il futuro e vincoli finanziari enormi per il rientro del debito Disincentivo al risparmio Instabilità finanziaria latente L’eredità difficile - finanziaria

19 Con il vincolo finanziario, sovracapacità e bassa crescita Crisi del modello di commercio internazionale e Rischi di guerra commerciale L’eredità difficile - economica

20 Bassa Crescita

21 Sovracapacità produttiva globale

22 Re - localizzazione

23

24 2. Esclusione e instabilità sociale. L’eredità difficile:indifferenza sociale

25 il lavoro come variabile dipendente disponibile Il costo sociale della esclusione non viene ‘fatturato’ alle imprese, anzi, il carico fiscale sfavorisce il lavoro…. … nonostante i salari diminuiscano in termini reali L’eredità difficile:indifferenza sociale

26 Meta’ della forza lavoro Usa nel manifatturiero

27 Il peso dei salari diminuisce… soprattutto per le imprese private

28 Mentre i profitti…

29 Fare piu’ profitti non vuol dire impiegare di piu’.

30 Il fenomeno è globale

31 Meno lavoro, precario e esclusione

32 Meno occupati

33 Molti sottooccupati Molti sottoccupati

34 Anche in europa

35 Chi esce dal mondo del lavoro Rientra con molta piu’ difficoltà

36

37 In Italia

38 75% dei nuovi contratti sono temporanei

39 Soprattutto i giovani Soprattutto i giovani

40

41

42 3. Eccessiva polarizazione della ricchezza L’eredità difficile: polarizazione ed esclusione L’eredità difficile: polarizazione ed esclusione

43

44

45

46

47

48 In generale..

49 3. I nuovi poveri nei paesi industrializzati L’eredità difficile: polarizzazione ed esclusione L’eredità difficile: polarizzazione ed esclusione

50 Da 3 milioni a 45 milioni nel 2012 Le richieste di cibo Le richieste di cibo

51 20 milioni di nuove richieste in 5 anni 20 milioni di nuove richieste in 5 anni

52 europa

53 Rapporto Caritas 2013 “Poveri di diritti’ : gli italiani in situazione di povertà relativa, cioè con meno di 992 euro al mese : gli italiani in situazione di povertà assoluta : le pensioni Inps inferiori a 500 euro al mese 336 euro: retribuzione media lavoratore precario Negli ultini quattro anni, cioè da quando è scoppiata la crisi, le mense sociali cattoliche hanno visto un aumento di ospiti pari all’89%. In aumento ci sono cittadini italiani, coniugati con figli e con un'abitazione regolare.

54

55 L’eredità difficile: impreparazione alla nuova demografia e fragilità sociale L’eredità difficile: impreparazione alla nuova demografia e fragilità sociale Aumenta la popolazione Anziana… Aumenta la popolazione Anziana… Bassa natalità e aumento delle aspettative di vita Bassa natalità e aumento delle aspettative di vita

56 In Europa

57 L’immigrazione non é sufficiente al riequilibrio L’immigrazione non é sufficiente al riequilibrio

58 Oltre il 50% di over 50

59 Eta’ media per paesi

60 Diminuisce la Popolazione attiva… Diminuisce la Popolazione attiva… Aumenta il grado di dipendenza…(rischio sociale) Aumenta il grado di dipendenza…(rischio sociale) L’eredità difficile: impreparazione alla nuova demografia e fragilità sociale L’eredità difficile: impreparazione alla nuova demografia e fragilità sociale

61

62 In Europa

63 Aumenteranno i pensionati mentre Diminuisce la popolazione attiva Aumenteranno i pensionati mentre Diminuisce la popolazione attiva

64 Raddoppia il grado di dipendenza

65 Soprattutto in Italia…

66 Con l’invecchiamento… Aumenta la spesa sociale in modo piu’ che proporzionale Aumenta la spesa sociale in modo piu’ che proporzionale L’eredità difficile: impreparazione alla nuova demografia e fragilità sociale L’eredità difficile: impreparazione alla nuova demografia e fragilità sociale

67 Costo procapite e totale per la salute in USA Costo procapite e totale per la salute in USA

68 Spesa sanitaria EU (%GDP) Spesa sanitaria EU (%GDP)

69 Spesa pensionistica

70 Totale incremento previsto spesa per longevità Totale incremento previsto spesa per longevità

71 Stima errata (3 anni) di longevità: Costo addizionale stimato 2010/2050: - 50% GDP paesi sviluppati - 25% paesi in via di sviluppo. Difficoltà di previsione dei costi

72 Crisi sociale annunciata? Sono sostenibili nel modello attuale rientro finanziario debito Promesse di spesa sociale Riequilibrio Maggiore spesa per welfare? Sono sostenibili nel modello attuale rientro finanziario debito Promesse di spesa sociale Riequilibrio Maggiore spesa per welfare?

73 No

74

75

76 Il Rischio di inadeguatezza è Sempre piu’ chiaro… Il Rischio di inadeguatezza è Sempre piu’ chiaro…

77 Crisi sociale annunciata? Trasferimento di problemi tra generazioni…. In modo crescente Trasferimento di problemi tra generazioni…. In modo crescente

78 L’Europa si e’ seduta… Investe meno nel futuro Perde competività Investe meno nel futuro Perde competività

79

80

81 Per l’Italia e’ ancora peggio… Non cresce

82

83

84 Per l’Italia e’ ancora peggio… Ha sfavorito il lavoro piu’ di altri… Ha sfavorito il lavoro piu’ di altri…

85

86

87 Evoluzione recente

88 Ammortizzatori ‘strutturali’ Ammortizzatori ‘strutturali’

89 Per l’Italia e’ ancora peggio… Non ha investito in ricerca e istruzione Ha reso difficile fare impresa Ha perso riconoscibilità (brand) Non ha investito in ricerca e istruzione Ha reso difficile fare impresa Ha perso riconoscibilità (brand)

90

91

92 Al 73mo posto per la facilità di fare imprese

93 Troppi adempimenti Il rapporto Paying Taxes, redatto da Banca Mondiale in collaborazione con PWC, sia nell'edizione 2011 che in quella 2012 ha riscontrato che le imprese italiane (non solo quelle medio piccole) impiegano 285 ore l'anno a causa della burocrazia Un risultato che ci pone al 127° posto nel mondo, dietro Antigua e Serbia.

94 Emorragia di brand italiani

95 Per l’Italia e’ ancora peggio… Il livello di competività globale é diminuito notevolmente In tutte le regioni Persino nel turismo Il livello di competività globale é diminuito notevolmente In tutte le regioni Persino nel turismo

96

97

98 Per l’Italia e’ ancora peggio… Finanziamo sempre piu’ la Costruzione europea Non abbiamo usato i fondi Strutturali… Le imprese lavorano con il Pubblico senza certezze Finanziamo sempre piu’ la Costruzione europea Non abbiamo usato i fondi Strutturali… Le imprese lavorano con il Pubblico senza certezze

99

100 34 miliardi di risorse non utilizzate

101

102 Un modello diverso Crescita e inclusione Investimenti e politica industriale welfare come opportunità Prima del collasso….

103 Prima del collasso….crescita e inclusione Politiche favorevoli al lavoro Costo sociale della esclusione Politica dell’immigrazione

104 Immigrazione: Un fenomeno da governare ineludibile Immigrazione: Un fenomeno da governare ineludibile

105 Fattore di riequilibrio

106 Prima del collasso….crescita e inclusione Procedure semplificate per l’impresa Procedure semplificate per l’impresa Certezze giuridiche Liberare risorse

107 Fondi pensione Assicurazioni Fondazioni Enti e Imprese pubbliche Enti e Imprese pubbliche Orientare Verso Investimenti Reali Orientare Verso Investimenti Reali Orientare Verso Il sistema Italia Orientare Verso Il sistema Italia

108

109 Nell’interesse del sottoscrittore e del paese?

110 Nell’interesse del sottoscrittore e del paese? Rendimento in Euro 2012/13 BTP 7/10 anniBund 7/10 anniTreasury 7/10 anni

111 Prima del collasso….investimenti e politica industriale Prima del collasso….investimenti e politica industriale Soluzioni non ortodosse Indirizzi chiari di politica industriale Eccellenza nel Welfare come risorsa

112 Trasformare in opportunità il Welfare… Trasformare in opportunità il Welfare… Prima del collasso….investimenti e politica industriale Prima del collasso….investimenti e politica industriale

113 significa Affrontare meglio i problemi interni Preparare il business del domani. significa Affrontare meglio i problemi interni Preparare il business del domani. Prima del collasso….investimenti e politica industriale Prima del collasso….investimenti e politica industriale

114 Le dinamiche sono simili Le dinamiche sono simili

115 Le dinamiche sono simili Le dinamiche sono simili

116 La popolazione anziana nei paesi Emergenti sarà 4 volte quella Dei paesi Sviluppati La popolazione anziana nei paesi Emergenti sarà 4 volte quella Dei paesi Sviluppati

117 E l’età media salirà piu’ velocemente

118 Per la tenuta del sistema e per i giovani.. Occorre semplificare, liberare risorse, individuare priorità, fare sistema e industria Occorre semplificare, liberare risorse, individuare priorità, fare sistema e industria Investire sul futuro e osare… In conclusione…

119


Scaricare ppt "Sviluppo e squilibri sociali Rischi e sfide della nuova economia della esclusione e della diseguaglianza ARES novembre 2013."

Presentazioni simili


Annunci Google