La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Analisi testo poetico / epica poesia Analisi significante Forma aspetto Analisi significante Forma aspetto Analisi significato Nuclei semantici/ tematici.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Analisi testo poetico / epica poesia Analisi significante Forma aspetto Analisi significante Forma aspetto Analisi significato Nuclei semantici/ tematici."— Transcript della presentazione:

1

2 Analisi testo poetico / epica

3 poesia Analisi significante Forma aspetto Analisi significante Forma aspetto Analisi significato Nuclei semantici/ tematici espressi nelle strofe e/o periodi

4 Analisi significante Il significante è l’aspetto la forma della poesia. Di esso si analizzano: Il verso: corrisponde a una riga Le sillabe che compongono il verso Le strofe, cioè i gruppi di versi Le rime Il significante è l’aspetto la forma della poesia. Di esso si analizzano: Il verso: corrisponde a una riga Le sillabe che compongono il verso Le strofe, cioè i gruppi di versi Le rime

5 Il verso e le sue sillabe: la divisione Le sillabe sono l’unità di misura di un verso. La divisione in sillabe segue le regole ortografiche già studiate Es : to – po ( 2 sillabe) dor – mi – re ( 3 sillabe) Le sillabe sono l’unità di misura di un verso. La divisione in sillabe segue le regole ortografiche già studiate Es : to – po ( 2 sillabe) dor – mi – re ( 3 sillabe)

6 Il verso e le sue sillabe Il verso cambia nome se cambia il numero delle sue sillabe: Bisillabo : 2 sillabe Trisillabo: 3 sillabe Quaternario, Quinario : 4, 5 sillabe Senario, Settenario: 6, 7 sillabe Ottonario, Novenario: 8, 9 sillabe Decasillabo, Endecasillabo: 10, 11 sillabe Dodecasillabo o doppio senario: 12 sillabe Il verso cambia nome se cambia il numero delle sue sillabe: Bisillabo : 2 sillabe Trisillabo: 3 sillabe Quaternario, Quinario : 4, 5 sillabe Senario, Settenario: 6, 7 sillabe Ottonario, Novenario: 8, 9 sillabe Decasillabo, Endecasillabo: 10, 11 sillabe Dodecasillabo o doppio senario: 12 sillabe

7 Divisione VERSO in sillabe alcune particolarità La sinalèfe unisce in una sola sillaba la vocale finale d’una parola e quella iniziale della parola successiva. Es:« tra /me /di/co, a /vo/ce al/ta. - In/ boc/ca al/ lu/po! »(G. Pascoli) La sinalèfe unisce in una sola sillaba la vocale finale d’una parola e quella iniziale della parola successiva. Es:« tra /me /di/co, a /vo/ce al/ta. - In/ boc/ca al/ lu/po! »(G. Pascoli)

8 Divisione in sillabe: lo IATO Fenomeno linguistico che consiste nel dividere in due sillabe due vocali che altrimenti farebbero parte della stessa sillaba. Es: IATO NO: IA / TO Sì : I / A / TO = 3 sillabe Fenomeno linguistico che consiste nel dividere in due sillabe due vocali che altrimenti farebbero parte della stessa sillaba. Es: IATO NO: IA / TO Sì : I / A / TO = 3 sillabe

9 Divisione in sillabe:la dialefe Contrario della sinalefe, non avviene la fusione delle vocali di parole diverse che si incontrano in un’unica sillaba ES: “che/ la/ di/rit/ta/ via/ e/ra/ smar/ri/ta” (Dante Alighieri) In questo caso via ed e di era rimangono separate. Contrario della sinalefe, non avviene la fusione delle vocali di parole diverse che si incontrano in un’unica sillaba ES: “che/ la/ di/rit/ta/ via/ e/ra/ smar/ri/ta” (Dante Alighieri) In questo caso via ed e di era rimangono separate.

10 Divisione in sillabe:la sineresi due vocali che normalmente formano uno IATO vengono unite in un’unica sillaba: “Ed/ er/ra/ l’ar/mo/nia/ per/ que/sta/ val/le” (Giacomo Leopardi, Il passero solitario) si ha la sineresi con parole come mio, tuo, tua, ecc. due vocali che normalmente formano uno IATO vengono unite in un’unica sillaba: “Ed/ er/ra/ l’ar/mo/nia/ per/ que/sta/ val/le” (Giacomo Leopardi, Il passero solitario) si ha la sineresi con parole come mio, tuo, tua, ecc.

11 Divisione in sillabe:la dieresi La dieresi è il contrario della sineresi, dittongo viene diviso come fosse uno iato “E/ pre/go an/ch’io/ nel/ tuo/por/to/ qui/e/te” (Ugo Foscolo, In morte del fratello Giovanni) Graficamente una dieresi viene indicata ponendo due puntini sopra la vocale più debole. La dieresi è il contrario della sineresi, dittongo viene diviso come fosse uno iato “E/ pre/go an/ch’io/ nel/ tuo/por/to/ qui/e/te” (Ugo Foscolo, In morte del fratello Giovanni) Graficamente una dieresi viene indicata ponendo due puntini sopra la vocale più debole.

12 Le strofe Nuclei semantici = Unità di discorso/ contenuto, tema Corrispondono alle sequenze che abbiamo trovato nei testi in prosa …. ….. …. Nuclei semantici = Unità di discorso/ contenuto, tema Corrispondono alle sequenze che abbiamo trovato nei testi in prosa …. ….. ….

13 La strofa E’ facile individuare il numero di strofe che compongono una poesia dato che ogni strofa è separata dalla successiva da una riga bianca. Le strofe vengono nominate in base al numero di versi che le costituiscono: キ il distico ( strofa di due versi) キ la terzina (strofa di tre versi) キ la quartina (strofa di quattro versi) キ la sestina (strofa di sei versi) キ l'ottava (strofa di otto versi) E’ facile individuare il numero di strofe che compongono una poesia dato che ogni strofa è separata dalla successiva da una riga bianca. Le strofe vengono nominate in base al numero di versi che le costituiscono: キ il distico ( strofa di due versi) キ la terzina (strofa di tre versi) キ la quartina (strofa di quattro versi) キ la sestina (strofa di sei versi) キ l'ottava (strofa di otto versi)

14 Accento ritmico Il ritmo di una poesia è determinato dagli accenti delle singole parole. Non tutte le parole del verso sono accentate, ma solo alcune sillabe che vengono pronunciate con maggiore forza. Si determina, in questo modo, una successione ritmica di suoni che creano particolari effetti musicali e cadenze Il ritmo di una poesia è determinato dagli accenti delle singole parole. Non tutte le parole del verso sono accentate, ma solo alcune sillabe che vengono pronunciate con maggiore forza. Si determina, in questo modo, una successione ritmica di suoni che creano particolari effetti musicali e cadenze

15 Le rime Le rime sono l’esatta ripetizione di vocali e consonanti di due o più parole alla fine dei versi a partire dall’ultima vocale accentata. La rima può essere: Baciata: AA, BB, CC Alternata: AB, AB, AB Incrociata: ABBA, ABBA Incatenata: ABA, BCB, CDC.

16 Il significato Lo ricavo dalla parafrasi, che è: Ricostruzione sintattica, con sostituzione delle parole difficili o arcaiche Esplicitazione ( spiegazione delle figure retoriche) Riscrittura in prosa del testo poetico Lo ricavo dalla parafrasi, che è: Ricostruzione sintattica, con sostituzione delle parole difficili o arcaiche Esplicitazione ( spiegazione delle figure retoriche) Riscrittura in prosa del testo poetico

17 Parafrasi: Ricostruzione sintattica, con sostituzione delle parole difficili o arcaiche 1.Divido in periodi 2.Individuo i verbi 3.Trovo i rispettivi soggetti 4.Trovo i complementi oggetto 5.Completo la frase con gli altri elementi 1.Divido in periodi 2.Individuo i verbi 3.Trovo i rispettivi soggetti 4.Trovo i complementi oggetto 5.Completo la frase con gli altri elementi

18 Parafrasi: Esplicitazione ( spiegazione delle figure retoriche) effetti speciali con Figure retoriche : modi di dire che creano effetti speciali con Sostituzione di parole Sostituzione di parole Effetti sonori Effetti sonori Creazione di immagini Creazione di immagini effetti speciali con Figure retoriche : modi di dire che creano effetti speciali con Sostituzione di parole Sostituzione di parole Effetti sonori Effetti sonori Creazione di immagini Creazione di immagini

19 20/11/ Le figure retoriche Sei bella come il sole Sei il sole della mia vita Sei la più bella del mondo Sei una sirena serena Sei, asino che sei! Sei ne la terra fredda, sei ne la terra negra

20 20/11/ A quali figure retoriche corrispondono? Sei bella come il sole Sei il sole della mia vita Sei la più bella del mondo Sei una sirena serena Sei, asino che sei! Sei ne la terra fredda, sei ne la terra negra SIMILITUDINE METAFORA IPERBOLE ALLITTERAZIONE RIPETIZIONE ANAFORA

21 20/11/ Le figure retoriche possono essere: Di suono Di significato Sintattiche Di suono Di significato Sintattiche

22 20/11/ a) LE FIGURE DI SUONO Allitterazione: ripetizione di uno stesso suono es. Sereno è, sereno sarà, se non sarà sereno si rasserenerà Assonanza: Il vento soffia e nevica la frasca Quando partisti come son rimasta (Pascoli) Consonanza: Com’è tutta la vita e il suo travaglio in questo seguitare una muraglia che ha in cima cocci aguzzi di bottiglia (Montale) Allitterazione: ripetizione di uno stesso suono es. Sereno è, sereno sarà, se non sarà sereno si rasserenerà Assonanza: Il vento soffia e nevica la frasca Quando partisti come son rimasta (Pascoli) Consonanza: Com’è tutta la vita e il suo travaglio in questo seguitare una muraglia che ha in cima cocci aguzzi di bottiglia (Montale)

23 20/11/ …(suono)… Onomatopea:parole che imitano suoni naturali lo sciabordare delle lavandare con tonfi spessi e lunghe cantilene (Pascoli) Un bubbolìo lontano (Pascoli) Mentre si levano tremuli scricchi di cicale dai calvi picchi (Montale) Onomatopea:parole che imitano suoni naturali lo sciabordare delle lavandare con tonfi spessi e lunghe cantilene (Pascoli) Un bubbolìo lontano (Pascoli) Mentre si levano tremuli scricchi di cicale dai calvi picchi (Montale)

24 20/11/ Le figure retoriche di significato Similitudine: Come sul capo al naufrago l’onda s’avvolve e pesa (Manzoni) Metafora: E’ il mio cuore il paese più straziato (Ungaretti)

25 …(significato)… Ossimoro: il tacito tumulto (Pascoli) Ellissi: e alto in cielo scheletri di faggi (appaiono) come sospesi e sogni di rovine (Pascoli)

26 Metonimia: Il contenitore per il contenuto Sotto l’ali dormono i nidi (Pascoli) La materia per l’oggetto Il gran Nettuno vide i legni di Enea (Virgilio) La causa per l’effetto Io son contento che a sì dolce plettro s’inchini la potenza del mio scettro (Poliziano) …(significato)…

27 L’astratto per il concreto Fiorenza… si stava in pace sobria e pudica (Dante) Il concreto per l’astratto A chi piace la chierca, a chi la spada (Dante) Metonimia: …(significato)…

28 Sineddoche: Una parte per il tutto E se da lunge i miei tetti saluto (Foscolo) Sparve via dalle sue ciglia (Poliziano) La specie per il genere La fiera (invece del leone) lo assalì (Dante) O animal (invece di uomo) grazioso e benigno (Dante) …(significato)…

29 Sinestesia: Fresche le mie parole ne la sera ti sien (D’Annunzio) Pietra prosciugata, disarmata (Ungaretti) Pigolìo di stelle (Pascoli) …(significato)…

30 LE FIGURE RETORICHE sintattiche o Anafora ( ripetizione di una o più parole) o Ellissi ( eliminazione di elementi sintattici) o Enumerazione ( elenco di nomi uniti per asindeto) o Climax ( successione di termini in ordine crescente o decrescente) o Anastrofe ( inversione dell’ordine di una frase)


Scaricare ppt "Analisi testo poetico / epica poesia Analisi significante Forma aspetto Analisi significante Forma aspetto Analisi significato Nuclei semantici/ tematici."

Presentazioni simili


Annunci Google