La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ISTITUTO COMPRENSIVO “V. De Simone” di Scuola dell’Infanzia, Primaria, Secondaria di 1° grado Via Crema, 96 - 94010 VILLAROSA (ENNA) PROGETTO PON D-1-FSE-2011-777.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ISTITUTO COMPRENSIVO “V. De Simone” di Scuola dell’Infanzia, Primaria, Secondaria di 1° grado Via Crema, 96 - 94010 VILLAROSA (ENNA) PROGETTO PON D-1-FSE-2011-777."— Transcript della presentazione:

1 ISTITUTO COMPRENSIVO “V. De Simone” di Scuola dell’Infanzia, Primaria, Secondaria di 1° grado Via Crema, VILLAROSA (ENNA) PROGETTO PON D-1-FSE Modulo di formazione docenti Santo Filippo Vinci noteinformatiche.jimdo.com

2 Cos’è una LIM? Lavagna Interattiva Multimediale - scrivere - gestire immagini - riprodurre file video - consultare risorse web 1991, Gran Bretagna Impiego a scopo formativo: - apprendimento multimediale - partecipazione interattiva - convoglia l’attenzione - salva i percorsi didattici - attività collaborative e laboratoriali - interrogazioni e presentazione elaborati - vicino al linguaggio delle nuove generazioni

3 Come si presenta? Il kit di base: videoproiettore PC LIM

4 Come si presenta? Le modalità di proiezione: RetroproiezioneProiezione frontale Vantaggi: Dimensioni lavagna illimitate Svantaggi: Effetto cono d’ombra (proiezione dall’alto) Vantaggi: Nessun cono d’ombra (massima qualità) Svantaggi: Costo elevato Ingombro (peso/volume) elevato

5 Modalità di proiezione Per la restituzione dell’immagine del computer collegato alla LIM vengono utilizzate diverse modalità. La retroproiezione: il proiettore è posto dietro la superficie interattiva che deve rispondere ad adeguate caratteristiche di trasparenza. In questa configurazione la LIM incorpora l’apparato di proiezione in una struttura simile a un televisore di grandi dimensioni. La proiezione frontale: viene utilizzato un normale videoproiettore collegato al pc.

6 Come si presenta? La superficie: Modalità PennarelloModalità Touchscreen Il sistema è in grado di rilevare il contatto delle dita con lo schermo, ad es. attraverso l’interruzione di fasci di luce (infrarossi) orizzontali e verticali Penna elettronica / mouse scrivere, correggere, evidenziare, … lanciare applicazioni, trascinare icone, … pannello bianco interattivo

7 Dita o penna? Modalità touchscreen in ogni sua azione l’insegnante impegna, in modo forte, la propria gestualità: selezionando icone, evidenziando oggetti di interesse, aprendo finestre. Il sistema è infatti in grado di rilevare il contatto con lo schermo e di ricavarne l’esatta posizione. Queste LIM non sono molte (Hitachi e Smart) alcune supportano anche il “multi touch”, il tocco simultaneo di due dita per ingrandire, ruotare o spostare gli oggetti Modalità pennarello in linea di continuità con prassi e/o abitudini consolidate, è la modalità più utilizzata. Il pennarello permette di disegnare, con vari tipi di colore e spessore, forme linea, figure geometriche, testo a mano libera, annotazioni, consente; consente la correzione o l’evidenziazione di elementi già inseriti sullo schermo. la penna è usata con una duplice funzione: come penna elettronica da un lato e dall’altro, come mouse per interagire col computer.

8 Come si presenta? Il setting: Disposizione dei banchi:Collocazione ottimale: - posizionamento/installazione a muro - spazio adeguato davanti - montaggio proiettore dall’alto - collocazione PC sulla cattedra A ferro di cavallo, per favorire l’interazione col gruppo, coi compagni e l’insegnante

9 Il settings C’è una prima regola : utilizzare la lavagna digitale direttamente in classe. collocazione ottimale  il posizionamento/installazione della lavagna a muro, accanto alla cattedra e lontana dalla luce del sole, ad un’altezza adeguata per consentirne l’utilizzo anche da parte degli studenti;  uno spazio adeguato davanti alla lavagna per poter compiere con scioltezza i movimenti e le azioni sulla sua superficie;  il montaggio del proiettore, mediante staffa, a parete sopra la LIM,  la collocazione del pc sulla cattedra o comunque vicino alla lavagna, per consentire, eventualmente, di intervenire agevolmente sulla tastiera da parte di chi è alla lavagna. La disposizione dei banchi Le funzionalità della lavagna interattiva in aula sono pensate per favorire l’interazione col gruppo, coi compagni e l’insegnante. Dato che la lavagna è uno strumento destinato alla visualizzazione e al lavoro di gruppo, il setting migliore nell’aula è dato dalla disposizione dei banchi a ferro di cavallo, in maniera da facilitare la partecipazione alle attività della LIM, da collocare in tal caso al centro della parete.

10 Come si presenta? Le tecnologie: Analogico-resistiva: Elettromagnetica: - elevata risoluzione - effettuare annotazioni con precisione - elevata velocità di traccia - superficie resistente e duratura A triangolazione (ottiche/infrarossi e laser): -ottima velocità di risposta (in modalità touchscreen) -possibilità di funzionare anche senza proiettore -robustezza superiore alle altre due tipologie -discreta qualità di risoluzione e sensibilità al tocco - buona velocità di risposta in modalità interattiva - ottimo grado di risoluzione e sensibilità al tocco - basso grado di robustezza

11 Resistiva La lavagna interattiva è rivestita da diversi strati di membrana "flessibile" e "conduttiva". Il substrato base, normalmente in vetro, è ricoperto da uno strato di materiale conduttivo sul quale poggia la prima membrana e una seconda membrana, ricoperta del medesimo materiale conduttivo ed alimentato. Quando la membrana superiore viene premuta, si flette e causa il contatto degli strati conduttivi con il substrato base. Il segnale deirvante da questo contatto elettrico viene inviato al computer che lo decodifica in termini di coordinate X e Y così determina esattamente la posizione del tocco sulla superficie della lavagna. SMART Smarttech.com

12 Elettromagnetica Una penna speciale digitale contiene un "transponder" (un chip localizzatore simile ad un GPS) che emette un segnale elettrico qundo entra in contatto con la griglia digitalizzata della lavagna interattiva. Il computer decodifica il seganale come coordinate X e Y che esprimono la la posizione della penna sullla lavagna. L'interazione funziona solo con la penna in dotazione ed associata alla lavagna. Le varianti : Attiva: la penna contiene un transponder alimentato da una pila in modo da avere un segnale bi-direzionale (più veloce) Passiva: la penna contiene una "bobina" che chiude il circuito elettrico a contatto con la lavagna elettrizzata (più lento) einstruction.com INTERWRITE

13 A triangolazione la lavagna interattiva è una superficie inerte sulla quale "viaggiono" una serie di onde acustiche superficiali, raggi infrarossi o laser a bassa potenza. La propagazione avviene tramite un'emettitore posto su un lato della lavagna interattiva ed un ricevitore dall'altro lato in modo da creare una matrice "attiva" che copre l'intera superficie. Quando una penna speciale digitale, che contiene un "transponder" (un chip localizzatore simile ad un GPS) e che emette un segnale, interferisce con la matrice "attiva" la sua posizione viene triangolata ed inviata al computer in termini di coordinate X e Y in modo da determinare la posizione precisa della penna. HITACHI Hitachisoft.de/en

14 Tecnologie a confronto ElettromagneticaResistivaTriangolazione Velocità di risposta in modalità "touchscreen" interattivo Ottimo (Attiva), Buono (Passiva) BuonoOttimo Risoluzione, linearità e sensibilità al tocco BuonoOttimoBuono Robustezza (impatti violenti, atti vandalici, graffi, solventi) BuonoNoOttimo Penna speciale necessariaSiNoSi Visibilità con proiettore (luminosità)Ottimo Ottimo (Polarizzato), Buono (Standard) Ottimo Funzionamento lavagna tradizionaleLimitatoNoSi

15 Come si usa? Installare la lavagna: Collegamento:Posizionamento: - LIM a muro/piedistallo, accanto alla cattedra, lontano dal sole, altezza adeguata - proiettore a parete / in alto (per evitare cono d’ombra) - PC sulla cattedra, vicino LIM Accensione Calibrazione Avvio del software - cavo seriale/USB (LIM  PC) - cavo VGA (PC  proiettore) - cavi di alimentazione

16 Driver e connessioni  la LIM deve essere collegata a un personal computer che elabora l’input ricevuto per rilevare la posizione dello stilo sullo schermo.  Lo scambio dei dati avviene di norma utilizzando una interfaccia di tipo USB o seriale o, in modalità wireless, una scheda bluetooth.  La LIM viene riconosciuta dal sistema operativo come una periferica Human Interface Device (HID) configurabile utilizzando i driver che vengono forniti unitamente ad essa.HID Per collegare il portatile alla LIM si usa un cavo USB. ora dobbiamo collegare il portatile al proiettore: Si usa un cavo VGA

17 Come si usa? Scrivere: Scrivere testo a mano libera:Digitare testo: con tastierino virtuale (Onscreen Keyboard) Riconoscimento testo inserito a mano libera Mediante apposite penne e pennarelli in vari colori, formati, dimensioni, trasparenze, rilievi, …

18 Come si usa? Gestire immagini: Inserire forme e figure geometriche: Inserire immagini: - aggiungere immagine presa da una “galleria di immagini” - aprire pagina con immagine - ricerca mediante parole chiave Catturare un’immagine: Tramite pennarello e barra degli strumenti: linea, rettangolo, ellisse il linguaggio visivo riveste un ruolo di primaria importanza L’intera schermata o parte di essa

19 Come si usa? Usare file video e risorse web: Mostrare video e risorse audio: Usare risorse web: Collegamento con fili o wireless Realizzare percorsi ipermediali - avviare browser - salvare collegamenti di interesse - aggiungere etichette ai collegamenti Registrare e salvare la lezione interattiva: … opportunamente integrati nella lezione … risorse costruite dagli alunni stile di apprendimento a cui i nuovi media stanno abituando le nuove generazioni Registratore virtuale di immagini e suoni

20 Come si usa? Tenere videoconferenze: LIM + sistema di videoconferenza = uso collaborativo a distanza Condivisione a distanza della superficie della lavagna Ambiente di apprendimento “esteso” con interazione docenti/alunni Lezioni a distanza in scuole isolate geograficamente (aree svantaggiate)

21 Gli Accessori Tavoletta interattiva: Lato docente: muoversi liberamente Lato alunno: interagire con la lezione Collegamento Bluetooth

22 TAVOLETTE INTERATTIVE Permettono di interagire a distanza usando un “simulacro” portatile di lavagna. Interagiscono attraverso tecnologia bluetooth

23 MONITOR INTERATTIVI È un monitor su cui è possibile interagire con lo un apposito stilo. Sono una sorta di lavagne da tavolo, collegabili contemporaneamente o alternativamente ad una lavagna.

24 Gli Accessori Telecomando interattivo: Tastierino come cellulare Interagire con la lezione: digitare testo (SMS), rispondere ai quiz, … Tecnologia a Radio Frequenza (RF)

25 Gli Accessori Risponditore: Consente di identificarsi, rispondere a questionari e salvare i dati in un “registro elettronico” per una immediata valutazione (feedback) Tecnologia a Infrarossi/Wireless

26 RISPONDITORI Permettono di interagire con alcune funzioni del software consentendo test e questionari. Interagiscono attraverso: - tecnologia bluetooth - radiofrequenze o infrarossi

27 Gli Accessori Penna/Pennarello digitale: Il più usato “Ergonomia” nota Multicolore e Multiforma Mouse/Touchscreen

28 Gli Accessori Supporti per l’installazione: Staffe per montaggio a parete/soffitto Piedistallo da tavolo/pavimento


Scaricare ppt "ISTITUTO COMPRENSIVO “V. De Simone” di Scuola dell’Infanzia, Primaria, Secondaria di 1° grado Via Crema, 96 - 94010 VILLAROSA (ENNA) PROGETTO PON D-1-FSE-2011-777."

Presentazioni simili


Annunci Google