La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La storia Eseguito da: Paolo Borrelli Rosaria Falzea Maria Sabarese Guido Smelzo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La storia Eseguito da: Paolo Borrelli Rosaria Falzea Maria Sabarese Guido Smelzo."— Transcript della presentazione:

1

2 La storia Eseguito da: Paolo Borrelli Rosaria Falzea Maria Sabarese Guido Smelzo

3 STORIA DI IBM Premessa Non è facile tentare di dare un'idea complessiva di un colosso mondiale che vanta quasi un secolo di storia! Però, se dalla storia dell'informatica e dei computer in generale, cancellassimo tutto ciò che riguarda IBM, non ci sarebbe storia da raccontare ed anche il famoso Bill Gates avrebbe dovuto trovarsi un altro mestiere.

4 Il numero di brevetti registrati a nome IBM è impressionante, visto che si contano a migliaia ogni anno e che ne detiene il record assoluto. Si tratta, dall'inizio della sua storia di oltre brevetti e nel 2002 ha festeggiato il nono anno consecutivo di maggior numero di brevetti conseguiti annualmente. STORIA DI IBM Premessa

5 Il ruolo di questa compagnia è stato fondamentale e lo è ancora oggi se pensiamo al sostegno dato ai principali centri di ricerca e sviluppo, sia universitari (MIT e Harvard, tanto per fare due esempi), che della stessa IBM, arrivata ad avere pochi anni addietro diverse migliaia di ricercatori alle sue dipendenze. STORIA DI IBM Premessa

6 Gli standard produttivi IBM sono sempre risultati di elevata qualità e questa caratteristica di professionalità e competenza costruttiva si può verificare ancora oggi, nelle attuali famiglie di prodotti, che comprendono grandi sistemi, minicomputer, server, personal computer, notebook, stampanti, memorie di massa, ecc. ecc. STORIA DI IBM Premessa

7 Come tutti i colossi, ovviamente anche IBM ha avuto i suoi bravi problemi e aspre critiche. Problemi di adattamento all'evolversi delle tecnologie e dei mercati. Siamo passati da una domanda di poche centinaia di computer all'anno alla richiesta di migliaia e migliaia d'impianti d'ogni genere e dimensione STORIA DI IBM Premessa

8 Ci sono stati problemi di monopolio, esattamente come ha vissuto e sta vivendo l'altra società fondamentale della storia informatica: la Microsoft. Ci sono state scelte strategiche non sempre vincenti. Ma tutto ciò è ancora una volta da mettere in conto STORIA DI IBM Premessa

9 Cercheremo di illustrare, in questa breve presentazione, le tappe fondamentali dell’evoluzione che questo colosso mondiale dell’informatica ha avuto nel corso degli anni STORIA DI IBM Premessa

10 L'ingresso del calcolatore nel mondo del lavoro può essere fatto risalire all'inizio del 1900 La tecnologia delle macchine di calcolo prodotte all'inizio del secolo era la tecnologia meccanografica. Esistevano infatti all'interno delle grosse organizzazioni i centri meccanografici che erano in realtà attrezzati con una varietà di macchine diverse, fra le quali: STORIA DI IBM Premessa

11  la perforatrice per tradurre documenti in schede perforate mediante un apposito codice chiamato codice di Hollerith, dal nome del ricercatore che inventò tale sistema di codifica verso la fine dell'800;  la verificatrice che controllava la qualità del lavoro fatto dalla perforatrice; STORIA DI IBM Premessa

12  la selezionatrice per ordinare le schede, per esempio in ordine alfabetico o numerico;  la calcolatrice per eseguire calcoli numerici sui dati letti dalla schede perforate e per perforare i risultati su altre schede;  la tabulatrice per stampare i risultati in chiaro STORIA DI IBM Premessa

13 1900 HERMAN HOLLERITH Herman HollerithHerman Hollerith presenta un alimentatore automatico di schede perforate, che servirà ad elaborare il censimento del 1900 molto più rapidamente. LA TABULATRICE DI HOLLERITH

14 1900 HERMAN HOLLERITH Ogni scheda rappresentava le risposte date da un certo individuo. Sulla scheda, "maschio" poteva essere rappresentato da una perforazione e "femmina" dalla mancanza di perforazione. Domande più complesse richiedevano gruppi di perforazioni o assenza di essi. Particolare curioso: le dimensioni delle schede erano identiche a quelle di una banconota da un dollaro

15 1911 – CTRC  La compagnia di Hollerith - Tabulating Machine Company - si fonde con altre due compagnie nella Computing Tabulating Recording Company che nel 1924 diventerà la "International Business Machine Corporation" - IBM  L’Azienda ha 1300 impiegati e ha sede a New York

16 1915 – CTRT Thomas J. Watson, Sr. Diventa presidente dell’azienda L'azienda assume il primo impiegato invalido, 59 anni prima dell’ introduzione della Legge di riabilitazione del 1973 Thomas J. Watson, Sr.

17 1915 – WATSON Durante i primi quattro anni della presidenza Watson, il fatturato è più che raddoppiato e raggiunge i 9 milioni di dollari, con un utile di 1 milione di dollari. Vengono installati stabilimenti in Europa, in America del sud, in Asia ed in Australia. Nel 1918 gli impiegati saranno già oltre 3000 Viene introdotto un programma di formazione per i venditori del gruppo

18 1920 – CTRC Nel 1920 nasce il primo registratore di cassa in grado di stampare numeri.Prima di esso, era necessario copiare a mano sui fogli di riscontro e altri documenti i totali letti dai contatori delle macchine. E' introdotto nel mercato appunto dalla CTRC, che diventerà poi IBM.

19 1924 – NASCE LA IBM Thomas J. Watson Senior Thomas J. Watson Senior ( ) ribattezza in 'IBM' la compagnia CTRC e rende popolare la scritta 'THINK' (Rifletti), slogan che aveva già coniato alla National Cash Register. Questa parola verrà scritta dappertutto nei documenti IBM e durerà per i successivi cinquant'anni.

20 1928-Tabulatore tipo 4 L‘IBM riprogetta la scheda perforata per ottenere 80 colonne, raddoppiando la capienza precedente. Il nuovo disegno brevettato, caratterizzato dai fori rettangolari e denominato "la scheda dell‘IBM," diventa così popolare che il nome stesso diventa sinonimo di schede perforate Viene introdotto il tabulatore tipo 4 dell‘IBM, la prima macchina diretta di sottrazione

21 1930 Grande depressione Durante la grande depressione del 1930, mentre il resto dell'economia degli STATI UNITI è andata in grande difficoltà l‘IBM è addirittura cresciuta. Vengono aumentati gli sforzi tecnici e viene assunto nuovo personale. Watson si prende cura dei suoi impiegati, ai quali viene fornita assicurazione sulla vita e le ferie retribuite.

22 1931 – Traduttore IBM  Viene introdotta nel mercato la macchina contabile IBM serie 400, la prima macchina in grado di stampare dati alfabetici.  Nello stesso anno viene lanciata la calcolatrice IBM serie 600, la prima in grado di effettuare la divisione e la moltiplicazione. Il sistema traduttore dell‘IBM, basato sul brevetto di Filene-Finlay, è installato per la prima volta alla lega delle nazioni a Ginevra.

23 1933 Le macchine da scrivere E’ introdotto Il tabulatore di stampa numerico del tipo 285 dell‘IBM – con una capacità di tabulazione di 150 schede al minuto. L‘IBM acquista le macchine da scrivere di Electromatic, inc., di Rochester, New York. Quest’ acquisizione ha permesso alla IBM non soltanto di entrare mondo delle macchine da scrivere, ma ha fornito all'azienda perizia tecnica supplementare da applicarsi ai relativi stampatori del tabulatore.

24 1933 Laboratorio di Endicott L’IBM ha completato uno dei laboratori più moderni di sviluppo e di ricerca nel mondo a Endicott, New York. Sulla porta di ingresso Watson sr fece intagliare un nuovo motto ‘’i cinque passi della conoscenza’’, leggi, ascolta, discuti, osserva, rifletti

25 1934 Laboratorio di Endicott Nel laboratorio di Endicott viene istituito il primo corso per professionisti indirizzato alle sole donne. Partecipa a questo corso anche Ruth M. Leach che nel 1943 diventerà la prima vicepresidente donna della storia IBM

26 1935 – Electromatic In quest’anno la IBM commercializza la sua prima macchina da scrivere elettrica l’Electromatic. Continuerà a produrre con successo macchine da scrivere fino al 1990 Nello stesso anno viene inaugurata una nuova sede a Milano

27 1937 – dipendenti  Il fatturato annuo della IBM raggiunge i 31 milioni di dollari con un utile netto di 8 milioni di dollari e un dividendo del 5%.  Per la prima volta viene superata la soglia dei dipendenti per la precisione 10834

28 1937 – IBM 805 Viene presentata la IBM Type 805 International Test Scoring Machine La macchina è progettata da Reynold Johnson (figura fondamentale per lo sviluppo della memoria a dischi magnetici) e usa la conducibilità dei contrassegni della matita per riconoscere le risposte corrette ed errate in un test. Nello stesso anno viene introdotta L’impaginatrice IBM 077 e l’Interpretatore alfabetico IBM 805

29 1938 – Nuova sede Viene inaugurato il nuovo quartier generale della IBM situato al 590 Madison Avenue di New York

30 1940-Gli anni della guerra Con lo scoppio della seconda guerra mondiale, le risorse della IBM sono state messe a disposizione del governo degli Stati Uniti. Gli sforzi dell’azienda si sono dovuti indirizzare anche a pezzi di prodotti bellici. Watson, tuttavia, decide di versare l’uno per cento dei profitti derivanti da questi prodotti a favore delle vedove e degli orfani delle vittime di guerra tra gli impiegati IBM Il fatturato dell’azienda sale tuttavia a 45 milioni di dollari e i dipendenti diventano

31 1942 Gli anni della guerra L‘IBM annuncia il modello 04 della macchina da scrivere elettrica Electromatic, caratterizzata dal concetto rivoluzionario di gioco proporzionale. Dal gioco non più uniforme ai caratteri graduati differenti, il tipo 04 ha ricreato l'apparenza di una pagina stampata, un effetto che è stato aumentato ulteriormente anche da un'innovazione del nastro della macchina da scrivere.

32 1944 – MARK I Viene ultimato il Mark I sotto la guida di H.H. Aiken dell'Università di Harvard e con la collaborazione dei tecnici IBM. Si tratta di un calcolatore elettromeccanico (a relè) interamente automatico e universale, che viene salutato come la realizzazione del 'sogno di Babbage'.Babbage E’ la prima macchina per eseguire automaticamente i calcoli lunghi. Di lunghezza più di 50 piedi, otto piedi d'altezza e pesante quasi cinque tonnellate, utilizza i relè elettromeccanici per effettuare la somma, la moltiplicazione e la divisione.

33 1944 – MARK I

34 1946 Macchina a ideogrammi L‘IBM introduce una macchina da scrivere i cinese elettrica, che permette ad un utente con esperienza di scrivere ad un tasso di parole cinesi in un minuto. La macchina utilizza un cilindro sul quale sono incisi simboli e ideogrammi cinesi.

35 1946 – Moltiplicatrice 603 Nello stesso anno la IBM sviluppa la macchina moltiplicatrice 603. E' il primo calcolatore elettronico commerciale a valvole prodotto in serie ed è in grado di eseguire le moltiplicazioni volte più velocemente delle precedenti macchine elettromeccaniche

36 1946 Produzione di massa C'è nell'aria il boom dell'ENIAC e per la prima volta IBM si sente superata da un progetto che non aveva intuito né previsto. Una delle risposte IBM al successo dell'ENIAC fu appunto la produzione in massa (dove per "massa" s'intende una ventina di esemplari!) del calcolatore 603, che opera ad una velocità di schede all'ora, mentre le macchine elettromeccaniche della concorrenza viaggiavano a 600 schede/ora.

37 1948 Origini del progetto SSEC Ma questo calcolatore non soddisfece ugualmente né Eckert né Thomas Watson Sr., che erano allibiti dal fatto che qualcuno avesse potuto produrre qualcosa senza che loro lo sapessero e lo sponsorizzassero. Così venne messo insieme un gruppo di persone per scrivere le specifiche per una macchina gigantesca, il SSEC. L'unità aritmetica fu disegnata in base alle valvole standard 25L6 usate nelle radio.

38 1948 Origini del progetto SSEC Il progetto del SSEC andò avanti giorno e notte, sette giorni alla settimana nel laboratorio IBM di Endicott. Congiuntamente all'elettronica fu progettato un gruppo completo di unità periferiche: lettori di schede ad alta velocità, perforatori di nastro, perforatori di schede, console, unità di memoria e un pannello di comando da fare invidia a quello dell'ENIAC. Ed ecco infine il risultato:

39 1948 – SSEC

40 E’ caratterizzato valvole elettroniche e relè elettromeccanici. La rivoluzione concettuale di Von Neumann, basata sull'idea del «programma memorizzato» per i computer,si realizza appunto con il SSEC (Selective sequence electronic calculator), primo computer che utilizza un programma in memoria. Per la prima volta un computer si rivela in grado di fare tutto, dai banali calcoli commerciali alla progettazione di turbine.Verrà utilizzato vent’anni dopo per calcolare le orbite lunari della capsula Apollo

41 la storia dal 1950 al 1967

42 1950  La IBM risolve i problemi legati all’usura dei nastri magnetici mediante l’utilizzo delle colonne sotto vuoto.  Infatti le prime unità di nastri magnetici impiegate all'epoca presentano un grosso problema: i frequenti comandi di avvio/arresto del nastro alla fine lo danneggiano o lo inceppano. Facendo passare il nastro all'interno di una colonna sotto vuoto, non vi è resistenza dell'aria e quindi il nastro non si danneggia.

43 1952  Thomas Watson Jr. diventa presidente della IBM. E' questo l’anno in cui la IBM decide di aggiungere i calcolatori alla sua linea di prodotti commerciali.

44 modello 701  La prima linea di produzione di computer disegnata da Nathaniel Rochester, riguarderà il modello 701 conosciuto anche come "Defense Calculator“.  La IBM annuncia questo nuovo calcolatore progettato per il calcolo scientifico, di cui il primo esemplare verrà installato per la Difesa USA a Los Alamos (utilizzato per il progetto della bomba termonucleare statunitense).

45 modello 701

46 Tale calcolatore è stato fondamentale in quanto è stato il primo:  dotato di una memoria elettronica interna a nastri e tamburi magnetici in cui venivano memorizzati i programmi  ad effettuare 16 mila addizioni o 2200 moltiplicazioni  Ad essere usato da università e centri di ricerca per calcoli scientifici di grande mole  ad essere stato prodotto in tempi record, infatti, ci sono voluti meno di due anni dal primo progetto “su carta”

47 1953… A questo punto però il mercato stava abituandosi ai nuovi calcolatori elettronici e incominciava a chiedere anche macchine meno gigantesche, in grado non solo di risolvere i complessi problemi della strategia militare, ma anche calcoli economici e di gestione aziendale.

48 modello 650  IBM lancia il nuovo modello IBM/650 Con questa macchina si affermò la nascita del primo minicomputer.

49 modello 650  Rappresenta un computer più lento e meno mastodontico del precedente, ma è comunque in grado, di effettuare le quattro operazioni aritmetiche ad una velocità elevata e precisamente: addizioni o sottrazioni al minuto, moltiplicazioni, divisioni e sino a analisi.  Pur essendo programmabile solo in linguaggio macchina, l’IBM/650 disponeva di una vasta biblioteca di programmi che lo rendevano realmente general purpose (di uso generale).

50 modello 650  In esso si distinguono: a) una unità centrale aritmetica e logica a tamburo magnetico; b) una unità di alimentazione, controllo, codificazione e decodificazione; c)una unità di lettura dei dati e una di perforazione per la scrittura dei risultati.  Ogni operazione di immissione e di emissione, di codificazione e di decodificazione, di trasferimento, di elaborazione e di analisi subisce un autocontrollo per l'esattezza dei dati.

51 modello 650 Il tamburo magnetico può contenere cifre decimali, che possono formare parole di 10 caratteri oltre il segno. In qualsiasi momento ogni parola contenuta sul tamburo magnetico può essere ricercata ed individuata. Il tamburo si muove con la velocità di giri al minuto; il tempo medio di accesso ad una istruzione qualsiasi è di 2,4 millisecondi. Il programma da eseguire viene registrato (memorizzato) mediante apposite istruzioni sul tamburo magnetico, per cui, in questo calcolatore elettronico, non vengono adoperati pannelli di comando. la memoria a tamburo magnetico dell'IBM/650

52 modello 650  Tale calcolatore possiede una " consolle ", o tavolo di comando a tastiera, mediante la quale è possibile introdurre determinate istruzioni o dati nella collocazione voluta (detta comunemente " indirizzo ") ed anche controllare quanto è stato precedentemente registrato nella memoria di ogni organo intermedio di elaborazione.  La console dell'IBM 650 era caratterizzata dall’avere numerose lampadine, che rappresentavano un interessante metodo per la lettura dei valori. la console dell'IBM/650

53 modello 650 Pubblicità dell’IBM/360

54 1954 – Nascita del Fortran  John W. Backus, un capo progetto della IBM, imposta il linguaggio di programmazione scientifica: FORTRAN (FORmula TRANslation) per il sistema IBM 704 (che viene lanciato sul mercato un anno dopo).  Backus e il suo gruppo di lavoro si sentono abbastanza preparati dalle loro precedenti ricerche per pubblicare il: “Preliminary Report, Specifications for the IBM Mathematical FORmula TRANslating System, FORTRAN.” John W. Backus

55 1955 – Il Fortran  Assieme ad altri tecnici IBM, Backus visita i clienti che hanno ordinato il 704 per presentare loro questo nuovo linguaggio e ottenere critiche e suggerimenti in merito alle sue funzioni. In quel modo Backus anticipò la fine del suo compilatore in 6 mesi, contro i due anni delle previsioni.  Il compilatore consisteva di righe di codice macchina, memorizzate su nastro magnetico. Venne fornita una copia del programma a ciascun cliente del 704, assieme ad un manuale di 51 pagine.  La prima versione del programma era chiaramente difettosa, ma successivamente vennero rimossi tutti i bug che conteneva.

56 1955 – Il Fortran  Ingegneri e scienziati sceglieranno definitivamente la strada di Backus per la programmazione dei computer, abbandonando il metodo di modificare il cablaggio interno delle macchine per cambiarne il programma da eseguire. Un altro passo da giganti verso il futuro!!!  Gli scienziati in questo modo possono lavorare indipendentemente dai programmatori, inserendo direttamente i loro programmi nel computer.  Bisognerà però attendere fino al 1956 per vedere apparire il primo vero manuale del FORTRAN.

57 1955 – modello 704  La IBM annuncia il modello IBM/704, un nuovo calcolatore con memoria a nuclei magnetici, con aritmetica floating-point e un sacco di nuove istruzioni per il calcolo scientifico.

58 1955 – modello 704  Tale sistema è controllato da un programma registrato sulle memorie interne ed è costituito da una serie di istruzioni ad un indirizzo.  L'elevatissima velocità di calcolo del 704 si concreta in due milioni e mezzo di operazioni al minuto. Per tentare un confronto basterà dire che il lavoro compiuto in un'ora dal potente calcolatore impegnerebbe un matematico (che lavorasse 40 ore alla settimana, senza errori e con l'aiuto di una calcolatrice meccanica) per ben 180 anni.

59 1956 – sistemi RAMAC – sistemi RAMAC 305  L'IBM introduce e inizia le installazioni dei sistemi RAMAC 305 (RAMAC = Random Access Method Of Accounting And Control).  Sarà questo il primo passo per trasferire i dati (records) dal supporto delle vecchie e ingombranti schede perforate, alle unità a dischi magnetici.  Il passaggio è rivoluzionario, in quanto consente di eseguire operazioni di aggiunta, aggiornamento o cancellazione di record semplicemente riscrivendoli sul disco.

60 1956 – sistemi RAMAC – sistemi RAMAC 305  Le schede, oltre ad essere ingombranti e pesanti, non consentivano accesso diretto ai dati, erano vincolate alle 80 colonne, non erano modificabili e - non per ultimo!- costavano parecchi soldi.  Il RAMAC 305, però, non sarà la macchina che darà la spinta al passaggio da elaborazioni a schede a sistemi a dischi magnetici. Questa macchina ha un costo elevato, è particolarmente fragile e quindi soggetta a lunghi fermi di manutenzione e non è facile da programmare, richiedendo per l'impostazione di un lavoro, sia il caricamento di un programma ancora su schede che l'impostazione di una serie di pannelli a spine estraibili.

61 1956 – sistemi RAMAC – sistemi RAMAC 305 Nella foto da sinistra: stampante, lettore schede, unità di calcolo, unità dischi, console e macchina da scrivere.

62 1956 – sistemi RAMAC – sistemi RAMAC 305  Si tratta dei primi elaboratori commerciali che dispongono di una unità a dischi fissi per la memorizzazione di dati al posto dei tamburi magnetici o delle unità nastro. Essa consisteva in una pila di 50 dischi da 24", con una capacità totale di 5 o 10 milioni di caratteri (5Mb o 10Mb), che era un'enormità per quei tempi!  Il sistema fa ampio uso di valvole elettroniche, poste in cestelli facilmente estraibili.

63 1956 – sistemi RAMAC – sistemi RAMAC 305  La velocità di rotazione dei dischi era di giri al minuto. L'unità poteva avere uno o due bracci d'accesso (il secondo era optional). Ogni braccio aveva una sola testina di lettura/scrittura. Durante un'operazione di ricerca di dati su disco, il braccio meccanico (comandato ad aria compressa!) si doveva prima spostare verticalmente per raggiungere uno dei 50 dischi e poi orizzontalmente per andare alla pista voluta.  I dati sono letti o scritti alla velocità di car/sec. I tempi d'accesso vanno da 100 a 800 millisecondi.  Nel caso di rottura di una testina ci volevano alcuni giorni per la riparazione.

64 1956 – sistemi RAMAC – sistemi RAMAC 305  Il RAMAC dà prova della sua enorme capacità di memoria, risolvendo complicate operazioni di magazzino e di contabilità, riguardanti anche vaste imprese.  Determina i saldi di magazzino, mette in evidenza i materiali, che devono essere reintegrati, applica i prezzi, calcola i valori, determina i limiti del credito, controlla i saldi precedenti e stampa fatture complete e situazioni varie secondo le necessità dell'azienda.  Tutte queste operazioni vengono eseguite automaticamente in meno di trenta secondi.  Una interessante esemplificazione delle capacità del RAMAC IBM fu fatta nel padiglione degli Stati Uniti all'Esposizione Mondiale di Bruxelles, dove questo calcolatore fu definito il " libro elettronico di storia ", poiché raccoglieva nella sua memoria gli avvenimenti più importanti della storia mondiale dall'anno 4 a.C. sino a quell’epoca.

65 1957  Il FORTRAN-1 è formalmente pubblicato. Questo prodotto, che è il primo di qualsiasi linguaggio di alto livello, è stato sviluppato da John Backus col suo gruppo di specialisti IBM. Il FORTRAN usa una notazione che è molto simile a quella usata nell'algebra. Per questo motivo il FORTRAN diventerà assai popolare tra gli scienziati e i tecnici.

66 1959 – modello 709  L'ultimo grande computer scientifico IBM di prima generazione, ancora a valvole elettroniche, venne prodotto in quest'anno e si tratta dell‘IBM 709.

67 1959 – modello 709  E' la prima macchina che dispone di un data channel per I/O.  L'unità centrale può essere aperta come un libro, facilitando l'accesso al cablaggio interno.  Il sistema completo è composto da sette diverse unità che comprendono la memoria, il canale dati, l'alimentatore, il lettore di schede, la stampante e svariate unità nastro magnetico.

68 1959 – modello 7090  La IBM consegna i primi 4 modelli del primo computer completamente transistorizzato all'Aeronautica degli Stati Uniti. Si tratta del sistema IBM 7090.

69 1959 – modello 7090  All'inizio degli anni '60 le traiettorie di volo dei missili Saturno della NASA saranno calcolate un'impressionante numero di volte dai sistemi IBM  La macchina può eseguire calcoli al secondo. E questo parametro creerà una unità di misura standard nell'industria: il numero di calcoli floating point al secondo (FLOPS). la console del sistema IBM 7090

70 1959 – modelli 1401 e 1620  Mentre molte aziende procedono nello sviluppo di supercomputer, IBM annuncia la disponibilità di due piccole macchine, l'IBM 1401 per le aziende e l'IBM 1620 per gli scienziati.

71 1959 – modello 1401  L‘IBM 1401 diventa subito la macchina più popolare, sia per la gestione dei dati aziendali, che per piccole università e colleges.

72 1959 – modello 1401  L'IBM 1401 è programmabile con diversi linguaggi, tra cui: - SPS (Symbolic Programming System) - RPG(Report Program Generator) - FARGO (Fourteen-oh-one Automatic Report Generating Operation)  In soli 6 anni verranno venduti sistemi Console IBM/1401

73 1959 – modello 1401  Completamente transistorizzato e autocontrollato, il sistema 1401 è dotato di caratteristiche - quali le memorie a nuclei magnetici e le velocissime unità di immissione dei dati - che in precedenza era possibile ritrovare solo nei sistemi elettronici di grande potenza.  Il 1401 è costituito di tre unità: una per l'elaborazione ( operazioni al minuto); una per la lettura (800 schede al minuto) e la perforazione (250 schede al minuto); una per la stampa (600 righe al minuto). Complessivamente queste unità occupano una superficie di 2,50 metri quadrati.  Tra le numerose novità costruite, che caratterizzano il sistema 1401, la più sorprendente è la " catena di stampa ", che consente la preparazione di documenti alla velocità di righe all'ora. I caratteri di stampa sono, infatti, riportati su una catena chiusa (simile ad una catena di bicicletta) che ruota rapidamente ed in continuità.

74 1959 – modello 1620  L‘IBM 1620 rappresenterà per molti studenti il primo approccio al computer.

75 1959 – modello 1620  Particolarmente progettato per la soluzione di problemi tecnico-scientifici, il sistema IBM 1620 base occupa lo spazio di una normale scrivania ed è facilmente trasportabile.  Per la sua capacità di memoria (fino a posizioni a nuclei magnetici), la velocità operativa e le modernissime tecniche di programmazione, il 1620 divenne uno dei più potenti calcolatori elettronici di basso costo.  Questo nuovo strumento mette il calcolo elettronico alla portata degli utenti.

76 1959 – modello 1620  Il nuovo sistema è composto di un'unità di calcolo, di una unità per la perforazione e la lettura di schede o di nastri magnetici e dischi magnetici (tipo RAMAC).  Il 1620 è completamente transistorizzato e può eseguire oltre calcoli al minuto, relativi, ad esempio, alla progettazione di ponti e autostrade, al tracciato di oleodotti ed alla analisi di miscelazione del prodotto, alla progettazione di lenti, alla determinazione delle esigenze di energia per le aziende di pubblica utilità, ai problemi della fisica nucleare.

77 1959 – macchine UR  In Italia inizia la diffusione nelle aziende di centri meccanografici per elaborare i dati commerciali.  Molti impianti sono composti esclusivamente da macchine IBM elettromeccaniche (dette anche Unit Record), cioè un insieme di macchine specializzate a svolgere un compito specifico sulle schede perforate.  I centri meccanografici apriranno la strada all'informatica anche in Italia, lungo l'arco di tempo che va dalla fine degli anni '50 agli anni '60. Le macchine IBM Unit Record entreranno anche in aziende di dimensioni medio-piccole, quelle che non si possono permettere il noleggio dei mainframe, per intenderci. In questi primi anni nascono anche la nuove professioni di operatore, programmatore e capo centro CED.

78 1959 – macchine UR PANORAMICA DI MACCHINE U.R. DI UN CENTRO MECCANOGRAFICO IBM A SCHEDE PERFORATE IBM perforatrice di schede 024 scheda non ancora perforata e con prestampato scheda marcabile a mano, per essere poi tradotta automaticamente in perforazioni

79 1959 – macchine UR IBM selezionatrice 082 IBM inseritrice 077 IBM multiperforatrice 514 IBM tabulatrice 407

80 1959…  L'IBM opera prevalentemente tramite la sua prima sede in Milano (via Tolmezzo), sede ancora oggi dedicata ai Forum di presentazione ed ai corsi per i clienti.  Attorno ai centri meccanografici fiorisce una crescente attività commerciale per la fornitura di schede (in prevalenza prodotte e vendute dalla stessa IBM), di pannelli e spine per le varie macchine, di nastri inchiostrati, nonchè di carta in striscia continua utilizzata per la stampa dei famosi "tabulati" e poco dopo arriveranno anche i floppy disk.

81 1960 – PL/1  La IBM annuncia il linguaggio PL/1, che è una combinazione di ALGOL, FORTRAN e COBOL. Il nuovo linguaggio sarà utilizzato per grosse applicazioni su mainframe.

82 1961 – modello 7030  Il computer IBM/7030 (detto Stretch) viene lanciato in quest’anno dall’IBM. IBM 7030 “stretch” Console IBM 7030

83 1961 – modello 7030  Questo modello utilizza soluzioni all'avanguardia come: 1) prefetch delle istruzioni 2) gestione degli errori e delle interruzioni 3) parole di 64 bit divise in byte 4) utilizza inoltre innovativi transistor ad alta velocità.  Il suo tipico utilizzo era in ricerche scientifiche su larga scala, come progettazione di reattori nucleari, problemi idrodinamici e di fisica nucleare.  IBM tentò di sfruttare commercialmente il 7030 ma il suo alto prezzo di vendita ($ ) ne impedì la diffusione.  Le sue caratteristiche furono però riversate nello sviluppo delle successive linee di elaboratori, come la fortunatissima serie IBM/360.

84 1962 – APL  La IBM sponsorizza il linguaggio APL, (A Programming Language) sviluppato da Ken Iverson alla Harvard University (USA).  D'ispirazione matematica, il suo scopo principale è quello di servire per l'esecuzione di algoritmi matematici,usandone la notazione naturale.  La sua caratteristica particolare è di utilizzare altri codici, oltre ai simboli ASCII, tra cui i simboli greci (per la notazione matematica, appunto).  E' un linguaggio dinamico e interattivo, orientato alle schiere (array).  In APL tutte le espressioni sono valutate da destra verso sinistra.

85 1964 – System/360  L'IBM annuncia il System/360 IBM system/360

86 1964 – System/360  Il System/360 IBM, progettato da Fred Brooks e Gene Amdahl segnò una svolta nel mondo dell'informatica per vari motivi, uno dei quali fu che IBM fu la prima azienda a puntare sulla miniaturizzazione, introducendo un esclusivo sistema detto SLT (Solid Logic Technology). Con questo sistema i transistor e gli altri componenti miniaturizzati venivano montati su piccole piastrine di ceramica, con diminuzio- ne dell'ingombro e del calore generato e aumento dell'affidabilità e della velocità di calcolo. Una tecnologia quindi molto simile a quella dei circuiti integrati (ai quali peraltro IBM si convertì dopo pochissimo tempo) che consentì di far rientrare appieno questo elaboratore nella terza generazione di calcolatori (tanto più che lo slogan IBM dell'epoca fu: "The third generation begins", inizia la terza generazione).

87 1964 – System/360  Ma le innovazioni introdotte dal System/360 non finiscono qui: data la sua potenza di calcolo, di memoria e l'estrema flessibilità, fu il primo che fuse esigenze scientifiche e commerciali in un unico apparecchio.  Il system/360 si diffuse rapidamente nel settore manifatturiero e commerciale, grazie al suo potente software di time-sharing e ai video-terminali in grado di sfruttarlo adeguatamente.  Inoltre il sistema VM (virtual machine), creando l'illusione del pieno controllo della macchina, anche se altri utenti la stanno usando, ampliò le frontiere delle applicazioni: si capì che oltre a fare calcoli e statistiche il computer poteva fare,interattivamente, molto di più.

88 1964 – System/360  Il 360 è ricordato anche per la sua compatibilità: grazie ad un percorso di migrazione, permetteva alle aziende di preservare gli investimenti in software, oltre a fornire ai nuovi clienti un insieme di software raffinato e molto più vasto di quello disponibile sulle macchine precedenti. Sul versante periferiche, il 360 offriva a listino ben 144 prodotti: dischi, nastri, apparecchi di comunicazione e tutta una schiera di nuovi dispositivi di ingresso/uscita.

89 1964 – System/360  Il successo del 360, malgrado l'investimento iniziale di 5 bilioni di dollari, esplose clamorosamente e i profitti IBM salirono alle stelle già dal 1965, causando nel 1966 un'ondata di accuse di violazione delle norme antitrust da parte delle altre ditte del settore informatico, irritate dal fatto che IBM vendesse del proprio software insieme agli elaboratori.  Il problema si risolse rapidamente quando, nel 1969, IBM cominciò a vendere il software separatamente.  Lo strapotere IBM continuò fin verso metà degli anni '70, con l'ingresso sul mercato dei mainframe compatibili, prodotti da altre ditte.  Rimane il fatto che, dopo la presentazione del 360, le "novità" presero un ritmo completamente diverso e l'informatica, diventata adulta, iniziò quella galoppata che l'avrebbe portata nel giro di pochi anni a essere una delle principali componenti economiche del nostro pianeta.

90 1964 – CAD  Tramite un progetto in comune tra IBM e General Motors, viene sviluppato il CAD (Computer Aided Design), ovvero si apre la strada per la progettazione tecnica e il disegno attraverso l'utilizzo dei computer.

91 1965  Il primo cavo a fibra ottica viene impiegato in un lettore di schede IBM.

92 1967 – Floppy Disk  La IBM costruisce il primo Floppy disk che si presentava come dispositivo monofaccia, a sola lettura, con un diametro di 8 pollici.  David Noble della IBM inizia a sviluppare la prima memoria su disco flessibile (floppy) per registrarvi il programma iniziale di controllo dei computer.  L'Initial Control Program Load (IPL) serve per avviare l'attività del computer e due anni più tardi questo "strano oggetto" sarà utilizzato proprio sui sistemi IBM System/370.  Il termine "IPL" resterà in uso anche su tutti gli elaboratori successivi della IBM, per indicare la procedura di avvio o riavvio di un elaboratore in contrapposizione al termine "Boot" usato per altri computer.

93 1967 – System 360/91  IBM rilascia il primo 360/91, una macchina che introduce il concetto di "pipeline", per incrementare le prestazioni del computer anche del 33%, inventato da Robert Tomasulo. IBM system

94 1967 – System 360/91  La pipeline è nel computer l'equivalente di una catena di montaggio, cioè il metodo col quale il computer può eseguire i vari passi di un'istruzione (ovvero: prelevare, decodificare, eseguire e fornire il risultato, ciascuno stadio eseguito in un solo passo).  La IBM sui suoi 360 usa una cache memory super veloce. Questa memoria ha mostrato infatti d'essere fino a 12 volte più veloce della standard magnetic core memory, con tempo medio d'accesso di 80 nano secondi; veramente moltissimo per quel periodo!

95 la storia dal 1970 al 1990

96 1970  L’IBM annuncia una nuova famiglia di mainframe, gli IBM System/370  Rappresenta il primo computer general- purpose che utilizza circuiti monolitici sia per la memoria che per le funzioni logiche

97 1970 – 1970 – IBM System/370  L'evoluzione dei mainframe (grandi sistemi) IBM continua ininterrotta, fornendo sistemi di elaborazione dati ad aziende di tutto il mondo  La famiglia dei 370 si distingue per la gestione della memoria virtuale, fatto decisamente inedito  Sviluppata in Inghilterra nel 1962 IBM System/370 CPU, dispack e console

98 1970 – 1970 – IBM System/370  Per molti anni a venire ci saranno tecnici al di fuori del mondo IBM che denigreranno la bassa capacità di memoria di alcuni sistemi IBM rispetto ad altre marche, non conoscendo le funzioni straordinarie della gestione della memoria virtuale  Problema: per poter funzionare, un programma, deve essere caricato nella memoria centrale del computer. Se la memoria è troppo poca il programma non gira  Soluzione: nei sistemi mainframe e mini IBM il problema viene risolto con la memoria virtuale, che consente una gestione totalmente automatica di carico/scarico di parti di programma, non richieste in un determinato momento, da disco a memoria centrale

99 1970 – 1970 – IBM System/370  Un altra funzione molto importante è il virtual storage, che consente di caricare in memoria parti di dati di cui il sistema prevede il prossimo utilizzo  In questo modo la macchina non deve chiedere frequentemente i dati che le servono, perché questi si trovano già disponibili nella memoria centrale  In sostanza il sistema vede memoria centrale e memorie di massa come un tutt'uno

100 1970 Database relazionali  La teoria sui Database Relazionali viene introdotta da Ted Codd  Con questo modello diventa possibile lavorare con dati rappresentati come in un modulo da riempire, senza dover chiedere al computer dove memorizzarli e dove reperirli per rileggerli

101 1970  L’azienda annuncia l’entrata nel photocopy business  L’introduzione del System/7, basato su un sensore per la gestione di applicazioni da laboratorio  Viene annunciata una nuova famiglia di elaboratori, studiati per le piccole e medie aziende, IBM S/3  Usa input a schede perforate di un nuovo tipo a 96 colonne e più piccole

102 1970 – IBM S/3  Il lettore usa fibre ottiche per la lettura delle piccole perforazioni ma possono operare con unità nastro e con unità a dischi removibili  La famiglia dei sistemi S/3 non ebbe vita lunga e fu presto soppiantata da nuovi sistemi che risolvevano il problema della multiutenza online  Non era più concepibile che i dati di input dovessero essere preparati offline ciò comportava una serie di controlli e rifacimenti e i dati conservati su disco non erano interrogabili, ma solo stampabili

103 1971 Viene realizzato un sistema IBM- built per la riscossione dei biglietti, per il BART, il sistema Bay Area Rapid Transit di San Francisco La prima applicazione della speech recognition permette agli ingegneri di “parlare” e ricevere delle risposte “parlate” da un computer capace di riconoscere circa 5,000 parole Viene sviluppato un terminale sperimentale per la stampa di risposte in Braille per i non vedenti

104 1971 Annuncia l’IBM System/370 Model 195, il più potente computer della linea di prodotti IBM

105 1971 – System/370 Model 195 Utilizzava un insieme di istruzioni espanso includendo l’architettura avanzata della versione System/360 Utilizzava circuiti monolitici Era disponibile con 4 principali taglie di memoria. Da $190,000 per un sistema di un milione di caratteri (1MB) a $270,000 per un sistema con 4 milioni di caratteri (4MB) in base alla configurazione scelta Entro la fine dell’anno più di consegne di IBM System/370 vengono fatte in tutto il mondo.

106 1971 – Nuove periferiche il 3410 magnetic tape subsystem il 3670 brokerage communications system il 2730, un terminale utilizzato per validare le transazioni e per effettuare il checking credit nei punti vendita il "Selectric" II Typewriter il Communicating Mag Card "Selectric" Typewriter Un nuovo servizio IBM di carte di credito permette la codifica di dati con un grado abbastanza alto di sicurezza

107 1972 L’IBM annuncia: il System/370 Modelli 125, 158 e 168 il Mag Card "Executive" Typewriter l’IBM Copier II il 2991 Blood Cell Processor sviluppato da Alan L.Jones Membro del Glendale Development Laboratory di New York, si dedica a vari progetti: il Blood Cell Separator Il Blood Cell Processor Co-autore del progetto chiamato GRAPHPAK Device attachment Computer packaging

108 1972 Gli esperimenti del team IBM sull’orbita lunare ricevono il NASA award per i rilevanti contributi alla scienza lunare nella missione dell’Apollo 15 Le unità IBM Skylab vengono reclutate dalla NASA per le missioni nel 1973 Anche le missioni Apollo 16 and Apollo 17, verranno supportate dal personale e dai prodotti IBM

109 1973 – L’unità Winchester Viene introdotta l’unità disco IBM 3340, anche chiamata Winchester, dal nome di un progetto interno Dotata di una tecnologia avanzata che duplicava le informazioni della densità sulla superficie del disco, tale unità era rappresentata da una testina più piccola e più leggera progettata per “galleggiare” su una pellicola sottilissima La Winchester technology verrà adottata dalle industrie e sarà utilizzata per i prossimi due decenni

110 1974 – System Network Architecture Protocollo di networking Costituito da un insieme uniforme di regole e procedure per la comunicazione di computer che rendono del tutto trasparente all’utente la complessità delle comunicazioni in reti locali e non Introdotto per fornire un framework per unire la moltitudine di prodotti IBM non compatibili per il processing distribuito Diventerà il sistema per il data processing più utilizzato fino all’approvazione di altre architetture standard negli anni novanta Rappresenta la prima architettura di comunicazione ad utilizzare un modello stratificato e diventerà la base del modello OSI

111 1974 – SNA Rete gerarchica che consiste di un insieme di macchine chiamate nodi. Esistono 4 tipi: Tipo 1 (terminali) Tipo 2(controller e macchine che gestiscono i terminali) Tipe 4 (processori front-end e macchine che scaricano la CPU principale) Tipo 5 (l’host principale) Ogni nodo possiede una Network Addressable Unit (NAU) che abilita un processo ad utilizzare la rete fornendogli un indirizzo. Un processo può raggiungere ed essere raggiunto da altri NAU Un NAU può essere: una LU (Logical Unit) una PU (Physical Unit) una SSCP (System Services Control Point)

112 Gli altri progetti La IBM stipula un contratto con la NASA per lo sviluppo di un sistema per il processing della telemetria online, il TELOPS che accetta dati provenienti dai satelliti, li processa e li memorizza La compagnia riceve, inoltre, un contratto dalla U.S. Navy per lo sviluppo del LAMPS (Light Airborne Multipurpose System)

113 1975  IBM 5100 Portable Computer, la prima realizzazione di un Personal Computer da parte di IBM  Prezzo originale: tra i $9.000 e i $  Annunciato il 9 settembre 1975  Peso: 50 lb – 23 kg  Memoria da 16KB a 64KB Sistema op. Basic e/o APL  Monitor 16 linee x 64 caratteri – Tape interno da 204kb

114 IBM 5100 Portable Computer  Il 5100 non conquistò il mercato a causa del suo elevato prezzo  Più tardi uscì il modello 5110 e solo nel 1980 il pc 5150 che venne poi chiamato "PC IBM" e che conquistò il mercato mondiale, stabilendo di fatto uno standard che resterà per molti anni a venire  Il 5110 fu anche copiato dopo molti anni dalla Hewlett-Packard come modello HP85  Corredato da manuali e audio cassette

115 Fractal Geometry Il ricercatore Benoit Mandelbrot concepisce la fractal geometry Le forme di montagne, alberi, nuvole sono estremamente complicate se descritte con la geometria Euclidea. Grazie ai fractal, è possibile disporre di una geometria che descrive le forme degli oggetti irregolari Generalmente, i fractal sono orme la cui frammentazione non tende né a svanire né ad aumentare, piuttosto tende a rimanere la stessa quando si esegue uno zoom nella struttura (con un telescopio o un microscopio) Queste strutture hanno una “self-similarity” in tutte le scale I’ve been fortunate to see fractal geometry, which I originated in 1975, permeate many fields, including economics, biology, mathematics, art, physics, and engineering. Even the entertainment industry used fractal modeling to form a new planet in the movie, Star Trek II: The Wrath of Khan

116 1976 – Le stampanti  L’IBM sviluppa le prime stampanti a getto d'inchiostro (ink-jet) Tale tecnologia velocizza la stampa di una grande quantità di documenti, specialmente per la fatturazione La stampante IBM 3800 è il primo prodotto che combina la tecnologia laser con la “electrophotography”

117 1976 System32  L’IBM introduce sul mercato il System/32, mono-utente, destinato alle piccole aziende  Costituito da un piccolo schermo da 6 righe per 40 caratteri  È programmabile in RPG (un linguaggio proprietario IBM, nato all'epoca dei 1401)RPG  Uno dei primi minicomputer apparsi sulla scena  Dispone di un disco fisso da 10MB

118 I vantaggi del System 32  In Italia questi sistemi avranno un notevole successo (circa macchine vendute, quindi altrettante aziende informatizzate per la prima volta)  Il successo è dovuto al basso costo, l'affidabilità, il modesto ingombro (tutto in uno, stampante compresa!) e la facilità d'uso e di programmazione  L'interesse spingerà molte aziende a richiedere software gestionale sviluppato sulla base delle loro esigenze  Queste aziende abbandoneranno poco per volta la loro dipendenza dai centri servizi esterni, che erano in grado di soddisfare solamente elaborazioni batch standardizzate ed a bassa frequenza d'esecuzione  L'introduzione dei sistemi S/32, e poi gli S/34, in Italia porterà al declino molti centri servizi

119  Il sistema non utilizza più schede perforate e l'unico modo per fornire dati è tramite un floppy da 8" oppure da tastiera  Oltre alla macchina, l’IBM proporrà un software gestionale generalizzato, che farà da base di sviluppo per molte nuove software house  Il linguaggio RPG è alla base del successo di questa nuova famiglia di minicomputer  Da quest'anno parte la nuova evoluzione di sistemi IBM per piccole e medie imprese: dal S/32 si passerà quasi subito ai sistemi S/34 ed S/38, quindi alla famosissima serie dei sistemi S/36 ed infine alla altrettanto famosa famiglia dei sistemi AS/400, evoluti oggi in iSeries I vantaggi del System 32

120 La nuova evoluzione di sistemi IBM  Tutte queste famiglie saranno notevolmente diverse tra loro ma avranno un grandissimo pregio: consentiranno sia agli sviluppatori che alle aziende clienti di salvaguardare gli investimenti informatici, grazie alla ininterrotta facilità di migrazione da una famiglia all'altra, alla notevole compatibilità delle macchine periferiche ed all'uso sempre più soddisfacente del linguaggio di programmazione ideale per le problematiche di gestione aziendale, l'RPG

121 RPG  Sviluppato come “strumento di utilità”  RPG sta per Report Program Generator, cioè programma generatore di stampe  Racchiudeva in sé delle potenzialità notevolissime, che neppure l’IBM ha saputo apprezzare per molti anni  Le prime versioni erano piuttosto lacunose nella gestione delle periferiche, il problema veniva risolto con piccole subroutine in Assembler, che si potevano evocare dall'interno del programma RPG

122 1977 – Il DES IBM propone il Data Encryption Standard (DES), un algoritmo per la cifratura e la decifratura Accettato come uno standard dal National Bureau degli Standard nel novembre 1976, viene pubblicato come standard Questo algoritmo fornisce un alto livello di sicurezza per i dati trasmessi su linee di comunicazione costruendo uno stream di caratteri non leggibili Tale algoritmo è presente nell’unità di cifratura IBM 3845 e dispone di 70 milioni di miliardi di chiavi

123 Altri prodotti Il processore IBM 3033, ad alta capacità per gli utenti Il Deposit Processing System 3895 per le banche Il 2350, un sistema a display grafico per abbassare i tempi di progettazione di un prodotto Il Cryptographic Subsystem programming per la salvaguardia delle informazioni memorizzate in un pc L’ Office System/6 Information Processors, Il 6240 Mag Card Typewriter Il 2997 Blood Cell Separator Il team dei ricercatori scientifici produce celle solari sperimentali di arseniuro di gallio per migliorare l’efficienza delle celle solari Il System/34, un sistema low-cost per il data processing dotato di workstation multiple, progettato per utenti con e senza esperienza nel settore

124 System/34  Le novità:  l'RPG II in grado di gestire formati video strutturati in modo da agevolare al massimo l'inserimento  il controllo e la visualizzazione dei dati  uno schermo video da 80 caratteri per 25 righe  la capacità di lanciare lavori in una coda di batch, che consentiva agli operatori di passare ad altro, mentre l'unità centrale provvedeva alle più lunghe, ma autonome, elaborazioni cicliche  il sistema operativo SSP (uno dei più solidi e ben concepiti per l'uso a cui era destinato)

125 System/34  Era una macchina più che solida  Il suo peso era pari alla mezza tonnellata e disponeva di dischi da 27MB con involucro in ghisa  Tutto l'insieme dei suoi circuiti dava un grande senso di solidità e affidabilità  Le velocità d'elaborazione erano buone e il controllo e protezione dei record in fase di aggiornamento garantiva la totale affidabilità dei dati, argomenti contro i quali difficilmente la concorrenza riusciva a spuntarla  Entrò in migliaia di aziende di piccolo e medio livello, consentendo finalmente l'accesso ai dati ad un numero anche elevato di utenti, in perfetta sicurezza e controllo delle autorizzazioni d'accesso

126 System/34  Nasce il green screen, al quale l'IBM si affezionerà talmente tanto da mantenerlo immutato per i successivi 25 anni!

127 1978  IBM annuncia il piccolo sistema Datamaster system/23, disegnato da ingegneri IBM  David J. Bradley scrisse il sistema operativo, ricordato per avere inventato la sequenza di tasti Ctrl+Alt+Del per resettare i pc  Era costituito da due unità floppy per i dati, uno schermo video ed una tastiera integrati

128 1978 – System/23  È la dimostrazione degli sforzi dell'IBM di ristringere il formato e il costo di computazione  Fonde l'elaborazione di testi e l'elaborazione dei dati in una macchina per dare alle piccole imprese i benefici grandi dell’elaborazione dell'informazione  Non ebbe molto successo ma servì a raccogliere esperienze utili a progettare un vero personal computer nei due anni a venire

129 1978 – System S/38  Una macchina rivoluzionaria che abbatte il limite imposto dalla memoria, creando un continuo unico tra memoria e disco  Introduce il concetto di oggetti incapsulati e presenta un sistema operativo, il Control Program Facility che risulterà essere avanti di dieci anni rispetto a tutti gli altri, rappresentando una macchina virtuale  Non avrà molto successo

130 1979 Per superare le barriere culturali e fisiche l’IBM introduce il 3270 Kanji Display Terminal Il System/34 con le caratteristiche ideografiche elabora più di caratteri Giapponesi e Cinesi Viene lanciata sul mercato anche l’unità Audio Typing per dattilografi con danni alla vista Viene introdotto il primo disk drive caratterizzato da una testina di tipo thin-film inductive (IBM 3370)

131 1979 Viene sviluppato l’Universal Product Code (UPC), un metodo per l’inclusione dei prezzi e le informazioni di identificazione dei singoli item La tecnologia della scansione olografica nella cassa del supermercato dell‘IBM, introdotta nel 1979, rappresenta uno dei primi usi commerciali dell’olografia Il supporto dell’IBM al concetto dell’UPC vuole essere un aiuto affinché possa essere accettato anche dalle altre industrie Ideato da George Laurer

132 George Laurer Dopo la laurea nell’Università del Maryland nel 1951, entra nel team IBM come junior engineer, dove passa 15 anni come engineering manager Nel 1969, ritorna al suo “primo amore” il lato tecnico dell’engineering, diventando senior engineering manager Due anni dopo viene assegnato ad un progetto monumentale per lo sviluppo di un codice per l’identificazione dei prodotti commissionato dal Uniform Grocery Product Code Council Grazie al contributo di Laurer l’UPC Council ha rafforzato il codice. Venne aggiunta la tredicesima cifra per l’identificazione della nazione, una cifra per i prezzi dei prodotti domestici ed un’altra per il mercato Europeo Si ritira dalla IBM nel 1987

133 1980  John Cocke lavora al progetto IBM 801 per lo sviluppo di un minicomputer con la non ancora battezzata architettura RISC  Acronimo di Reduced Instruction Set Computer, un tipo di microprocessore che riconosce un numero limitato di istruzioni per le funzioni più frequentemente utilizzate

134 1981  12 agosto 1981: il primo PC IBM  Decreta l’affermazione del computer desktop e stabilisce uno standard al quale tutti i produttori faranno riferimento d'ora in poi  Per questo motivo Time magazine sceglie il "personal computer" come il Man of the Year del 1982  Viene fornito con il sistema operativo sviluppato da Microsoft, l'MS DOS Prezzo iniziale $1.565, il più economico computer IBM

135 1982 IBM commercializza i primi due sistemi robotici industriali il 7565 e 7535 Troveranno applicazione nell’industria aerospaziale ed elettronica Possono essere programmabili con il linguaggio AML, (A Manufactoring Language) sviluppato dalla IBM, all’epoca il più avanzato linguaggio di programmazione per sistemi robotici Viene annunciato il 3084, il computer top di linea della compagnia con quattro unità centrali di elaborazione con una capacità di 64MB

136 1983  Annuncia il sistema/36, un computer dedicato al business con un elaboratore di testi e un generatore di grafici con funzioni per la gestione del business  Mette in risalto la facilità di uso perché il sistema era progettato per essere installato senza il servizio di assistenza IBM con l’ausilio di schermate di help  Diventa rapidamente il sistema più diffuso nell’industria  Un team di ricerca sviluppa il sistema chiamato Scanning Tunneling Microscopy, che produce per la prima volta immagini tridimensionali delle superfici atomiche di silicio, oro, nichel e altri materiali

137 1983  Viene annunciato il successore del primo PC IBM, il PC XT (Extended Tecnology), con più memoria, lettore di floppy a doppio lato, con un sistema a disco rigido ad alta capacità e con scheda grafica CGA  Viene introdotto un sistema a nastro magnetico  Introduce l’antenato dell’attuale ATM (bancomat) dedicato al personal banking – 4370 Personal Banking Machine

138 1984  Viene annunciata la fabbricazione di un chip con una memoria 1Megabit (128kbyte)  In agosto inizia la produzione del processore Intel a 16 bit, che viene inserito nel PC IBM AT  Viene sviluppato un protocollo per il networking peer-to- peer destinato a soppiantare SNA: APPN  Consente l’instradamento dinamico di messaggi verso postazioni remote utilizzando un meccanismo per la priorità dei pacchetti dati  Non ha la stessa capacità di flusso dati del SNA 3270 ma risolve molte situazioni critiche del traffico dati  I Sistemi Cisco e Bay Networks riescono ad interfacciare prodotti che funzionavano con SNA convertendoli al sistema APPN

139 1985 IBM introduce la Token-ring architecture Utilizzata per la condivisione di computer, stampanti, file ed altri device In breve tempo diventa uno standard utilizzato nelle LAN industriali Un team di ricercatori IBM lavora con gli scienziati del New York University's Courant Institute of Mathematical Science per la progettazione del RP3, una macchina sperimentale costituita da 512 processori in parallelo. Viene istituità una business unit chiamata IBM Educational Systems per lo sviluppo di sistemi e servizi orientati all’insegnamento

140 1985 – I principali risultati Stampante a basso costo per PC, IBM Color Jetprinter Computer industriali IBM 7531 and 7532, e l’IBM 9003 System/88, un sistema fault tolerant destinato a dare servizi online che non devono essere interrotti VM Programming in Logic, un tool utilizzato per la ricerca e lo sviluppo dell’intelligenza artificiale Modem IBM 3833 and 3834 Cromografo a gas IBM 9630 utilizzato in campo farmaceutico Contratto con la NASA per la progettazione del sistema di gestione dati di una stazione spaziale orbitante La U.S. Federal Aviation Administration (FAA) assegna alla IBM un contratto di $197 milioni per il miglioramento del sistema di supporto ai centri di gestione del traffico aereo negli USA Un programma di 5 anni per l’alfabetizzazione dei bambini sudafricani. In 250 scuole del sud Africa vengono costruiti dei laboratori "Writing to Read“

141 1986 IBM Fellows Gerd K. Binnig e Heinrich Rohrer dell’IBM Zurich Research Laboratory vincono il Nobel Prize in fisica per il loro lavoro nello scanning tunneling microscopy Drs. Binnig e Rohrer vengono riconosciuti per lo sviluppo di una tecnica microscopica che permetterà agli scienziati di avere immagini di superfici dettagliate in cui è possibile individuare i singoli atomi I ricercatori IBM dimostrano un sistema sperimentale costruito su un computer AT capace di trascrivere un discorso in caratteri in un documento

142 1987 I ricercatori IBM dimostrano la possibilità di leggere le informazioni dallo schermo con l’aiuto di un mouse Viene introdotto il Personal System/2 (PS/2) – A supporto di questa nuova famiglia di sistemi, IBM introduce a nuovo sistema operativo - Operating System/2 (OS/2) – che permette l’accesso a più applicazioni e la comunicazione concorrente Un team di ricercatori IBM sviluppa una suite di tool antivirus. Costituendo, contemporaneamente l’High Integrity Computing Laboratory (HICL) per la scoperta di virus

143 1988 – AS/400  Viene annunciata una nuova famiglia di computer, facili da usare e disegnati per piccole e medie aziende: gli IBM Application System/400 – AS/400  Comprende 6 modelli di processori, una capacità di crescita di 24 volte della memoria di 48 volte quella dei dischi e di 10 volte in termini di prestazioni, misurate come elaborazione di transazioni commerciali all'ora  Le prestazioni nei confronti del System/38 sono raddoppiate e pari a 5 volte quelle dei System/36  Eredita le caratteristiche rivoluzionarie dei sistemi S/38, presentando un' architettura di macchina virtuale, con indirizzamento unico tra memoria centrale e memoria di massa (dischi)

144 1988 – AS/400  Il sistema risulta ottimizzato per elaborare transazioni, presenta un sistema operativo omogeneo e completo  Il software è indipendente dalle evoluzioni hardware, offre (compreso nel prezzo) un database relazionale che è integrato ai più bassi livelli di macchina  Opera con tecnologia Object Oriented (siamo nel 1988!)  Ampiamente scalabile, lavora in multiprocessing  Progettato garantendo la massima sicurezza e riservatezza e non è attaccabile da virus informatici, a causa della sua struttura interna

145 1989  All'inizio dell'anno viene annunciato l'AS/400 B70, che consente maggiore espansione di memoria e spazio su dischi, nonché di collegare un maggior numero di terminali  Vengono annunciate anche espansioni ai sistemi più piccoli (B10 e B20) e verso fine anno viene rilasciata una nuova versione del sistema operativo, che può operare fino a 20 volte più velocemente del precedente rilascio e semplifica la migrazione del software applicativo dai sistemi della serie 3x IBM diventa la prima compagnia al mondo a vendere il processore per microprocessori più veloce chiamato i486 microprocessor

146 la storia dal 1990 ad oggi

147 1990  Con grande enfasi commerciale, la più grande campagna degli ultimi 25 anni, viene presentata la famiglia S/390 composta da 18 modelli basati su microprocessore Enterprise System/9000 che variano da ambienti per l’ufficio ai più potenti computers finora prodotti.  In California, utilizzando un STM (scanning tunnelling microscope) gli scienziati IBM scoprono il modo di muovere e posizionare singoli atomi su una superficie metallica. Il risultato è la prima parola “atomica”: IBM.

148 1990  Nasce la nuova famiglia RISC System/6000.  Per il mercato casalingo nasce il Personal System/1 (PS/1) facile da usare ed abbastanza potente per utilizzarlo come semplice postazione d’ufficio. 512 Kb (max 2,5 Mb) Mhz IBM Dos 4.01 su ROM HD 30 Mb VGA 640x colori

149 1990  Viene realizzato un transistor capace di lavorare alla frequenza di oltre 75 miliardi di cicli al secondo (il doppio del massimo del periodo).  La capacità delle periferiche di tipo ottico viene drasticamente aumentata grazie alla realizzazione del “laser a luce blu”laser a luce blu

150 1990  L’alleanza con Microsoft è finita. L’OS/2 si divide con essi.  La versione di Microsoft diverrà Windows NT (1993)  Comincia la produzione di OS/2 targato IBM.

151 1991  E’ tempo di aumentare la capacità degli hard-disks: 1Gb. Grazie all’uso di testine magnetoresistive. Adesso comincia la corsa alle grosse capacità!magnetoresistive

152 1991  Un nuovo S.O. Per la famiglia S/390: Advanced Interactive Executive/Enterprise System Architecture (AIX/ESA), basato su Unix e sugli standards OSF/1.  L’IBM 9075 PCradio...con la rete wireless i80C186 & MS-DOS 640K di RAM 640x200 Grazie al PCradio, l’emergenza dell’uragano Andrew è stata affrontata in modo magistrale!

153 1991 IIl fornitore tecnologico del parco di divertimenti Euro Disney a Parigi. PPer entrare nel mondo dell’Office, del networking e del software development, vengono siglati accordi con LLotus NNovell BBorland

154 1991  Prima versione di OS/2 IBM... ma dentro c’è ancora tanto Microsoft.

155 1992  Vincitore di più di 300 premi per design e qualità la nuova serie di notebooks: il ThinkPad.  Nuovi modelli Enterprise System/9000 con processori a raffreddamento ad acqua  La versione 3.2 di AIX  Il primo chip di memoria da Il 6/11/2003 esce il n° Il primo ThinkPad, il modello 700C presentato nel 1992, era dotato di un processore con 25 MHz di frequenza, 4 MB di memoria ram e un disco di 120 MB. Oggi i ThinkPad R40 hanno processori con 6.300% in più di frequenza, oltre a capacità di memoria del % in più e il % in più di capacità disco. I numeri di ThinkPad: IBM ThinkPad è stata la prima linea di notebook con sistema di puntamento TrackPoint, presentato nel 1992 con il ThinkPad 700C IBM ThinkPad 560, lanciato nel 1996, è il primo esempio di portatile leggero e senza compromessi. In Italia è stato insignito del premio SMAU Industrial Design IBM ThinkPad 770, del 1997, è il primo portatile a integrare un DVD-ROM I modelli IBM ThinkPad iSeries dell'anno 2000 sono i primi a integrare una soluzione wireless LAN certificata WiFi IBM è stato il primo produttore a integrare un chip per la sicurezza in un PC, con la linea IBM ThinkPad T Series presentata nel 2001 IBM è stato il primo produttore a rendere possibile l'uso di una sola immagine software per i notebook e desktop di una stessa azienda, con l'introduzione dell'IBM ImageUltra nel 2001 sui ThinkPad della serie A IBM è stato il primo produttore a offrire una soluzione di back-up dei dati e di recovery attraverso un singolo tasto dedicato. 2 MB

156 1992  Viene rilasciato Screen Reader/2. Un software per non vedenti. Permette l’accesso ai nuovi ambienti grafici.  Nasce OS/ Il primo, vero, S.O. a 32 bit per il PC.

157 1992  Arriva il primo hard-disk 3.5’’ da ben 2 Gb!Per poter avere 4 Gb...l’hard- disk diventa da 5.25’’  Ai giochi olimpici di Atene, ben 4000 PS/2 forniscono tutti i dati della manifestazione  N. Joseph Woodland, inventa il bar- code e George Bush lo premia con la Medaglia Nazionale della Tecnologia!  La Ram diventa a 32 Mb!

158 1993  Arrivano i Scalable POWERparallel Systems. Supercomputer RISC/6000, paralleli grazie all’unione di più processori, piuttosto che alla realizzazione di un unico super computer  Il ThinkPad Prende il volo!  Viene adottato anche il Motorola PowerPC 601 per la realizzazioni di workstation RS/6000. Il POWER2 per i mainframes Gli annunci IBM in questi anni non danno tregua! I commerciali non fanno in tempo a convincere e consegnare una macchina al cliente, che viene annunciato un modello più potente e meno costoso! Questo fenomeno di crescita vertiginosa nuoce alla fiducia sugli investimenti e molti clienti si sentono in un certo senso "traditi" nell'acquisto di una macchina il cui valore ovviamente decade troppo rapidamente in seguito all'introduzione nel mercato di nuovi modelli. Malgrado ciò, comunque, le caratteristiche eccezionali di questi sistemi sono ormai sotto gli occhi di tutti. Macchine che vengono installate, accese, rese funzionanti e che poi ci si dimentica di spegnere per anni interi! Mai un riavvio, crash ridotti al minimo, un software di grandissima qualità e decisamente specializzato nel coprire le esigenze di elaborazione delle aziende piccole e medie. Quando si voleva una soluzione mission critical sempre efficiente e con elevate prestazioni, il ricorso a sistemi IBM consolidati e in continua evoluzione tecnologica, diventa un passo quasi obbligatorio. RS/6000

159 1994  Per il CERN viene realizzato il più potente supercomputer parallelo, 136 miliardi di operazioni al secondo  L’IBM si espande in Europa, Asia ed Africa  Viene venduta alla Coca-Cola il sistema AS/400 n°

160 1994  Nasce il primo PowerPC a 64 bit  Il primo software per PC per il riconoscimento vocale, l’IBM personal dictation system. Riconosce parole al ritmo di al minuto.

161 1995  Viene acquisita anche la Lotus.  Viene completato il più lungo... calcolo al computer:dopo 2 anni di ininterrotto lavoro, 448 computers IBM hanno effettuato 1 milione di miliardi di miliardi di calcoli. Dimostrando l’esistenza di una particella subatomica.

162 1995  Tutti vogliono l’IBM:  Mercedez-Ben  La DreamWorks Digital Studio  La commissione Europea  Bill Clinton premia Praveen Chaudhari, Jerome J. Cuomo e Richard J. Gambino con la medaglia della tecnologia per lo sviluppo di un nuovo materiale magnetico, la base per i dischi riscrivibile

163 1995  Gli scienziati IBM realizzano un nuovo microscopio ottico capace di vedere ben 500 volte più piccolo del migliore microscopio. La risoluzione è di 1 nm  Viene realizzato il primo prototipo di fibra ottica  Negli ultimi 10 anni, l’IBM è stato il più grande sottoscrittore sociale. Oltre 1.2 miliardi di dollari in associazioni no-profit, per la scienza, per la scuola e la ricerca

164 1996  Il DB2 diventa DB2 Universal Database per la capacità di gestire ogni tipo di dato: testo, audio, video, immagini e dati complessi.  Il dipartimento dell’energia Americana sceglie IBM per la costruzione del supercalcolatore più veloce del mondo: 3 trilioni di calcoli al secondo. RS/6000 SP simulerà esplosioni nucleari

165 1996 PPer il quarto anno consecutivo supera i propri records in numero di brevetti realizzati IIn pieno boom della rete internet e del Web, l’IBM ‘inventa’ la piccola ‘e’  e-commerce -business -mail -ccetera

166 1996  Per la protezione del diritto d’autore su Internet, viene realizzato Criptolopes, basato sia su chiavi pubbliche e private che su impronte digitali. Progenitore dei certificati digitali  Con MasterCard realizza un sistema per l’uso sicuro, su internet, delle carte di credito

167 1996  Ai giochi Olimpici di Atlanta l’IBM sfoggia il più grande sistema integrato di IT mai visto.  30 sedi interconnesse  7000 pc  250 LAN’s  500 linee dati  2000 computer wireless  80 servers AS/400  4 System/390 mainframe  1 supercomputer SP/2 come server WWW e per le previsioni del tempo  3 terabytes di transazioni

168 1997  Grande scontro uomo-macchina in una partita a scacchi!  Deep Blu: supercomputer parallelo RS/6000 a 30 nodi. 480 processori progettati per gli scacchi. Calcola 200 milioni di posizioni al secondo!  6 incontri  3 Maggio:  4 Maggio:  6 Maggio:  7 Maggio:  10 Maggio:  11 Maggio: Garry Kasparov vs. Deep Blue 3-11 Maggio 1997 Kasparov Deep Blue Patta Deep Blue

169 1997  Nasce Netfinity, una linea di servers basati su WindowsNT. Dagli entry- level a macchine multiprocessori simmetrici ad alte prestazione  Nascono le Intellistations, una nuova linea di workstations.

170 1997  Nasce il primo hard-disk da 2.5” da ben 5Gb, il Travelstar 5GS...e tra poco ci sarà quello da 8Gb.  Grazie all’uso di testine GMR (giant magneto resistive) vengono annunciati dischi ottici da 16.8 Gb.  Tre scienziati IBM entrano nella hall of fame degli inventori.  Richard L. Garwin vince il premio Enrico Fermi per aver contribuito alla sicurezza nazionale e alla ricerca nella fisica nucleare e particellare.

171 1997  Dopo 30 anni di esperimenti, prende luce il CMOS 7S. Grazie al rame al posto dell’alluminio nella costruzione dei chips, si ottiene un miglioramento del 40% nella potenza dei microprocessori e memorie. CMOS 7S  Forse non c’è vita su Marte... Ma qualcosa di intelligente è stato lì! 4 Lugio 1997, un IBM RS/6000, atterra su Marte con la missione della NASA Pathfinder. Prima guida la sonda e poi il veicolo Sojourner sulla superficie... È ancora lì!

172 1997  L’agenzia americana per la protezione dell’ambiente, premia l’IBM per il suo notevole contributo nella protezione del buco dell’ozono!  L’IBM ha completamente eliminato l’uso di 5500 tonnellate di CFC e 1300 tonnellate di methyl chloroform dai suoi prodotti e dai suoi processi industriali

173 1998  Il vice presidente Al Gore annuncia ASCI Blue Pacific. Il computer più veloce al mondo. Quello che un uomo, con una calcolatice scientifica, può fare in anni, Blue Pacific lo fa in un secondo. Accelerated Strategic Computing Initiative

174 1998  Per le previsioni del tempo americane, il National Weather Service, si procura un IBM RS/6000 … 10 volte più potente di Deep Blue Deep Blue  Nuove macchine:  IBM S/390 - Generation 5 (G5)  AS/400e server 170  AS/400e server 150  PC 300GL (celeron)  Aptiva E76 (primo portatile con PII)  Aptiva E86  ThinkPad i Series 1 AS/400 venduto ogni 12 minuti di ogni giorno

175 1998  Con 2658 brevetti nell’anno, IBM è la prima azienda a superare la barriera di  1000 brevetti più del secondo classificato  40% in più rispetto al 1997  Ormai ha oltre brevetti nel mondo, negli USA.  Per la realizzazione di Internet2, IBM finanzia, con 3.5 milioni di dollari, 7 società di ricerca

176 1999  Un investimento di 100 milioni di dollari è quello che IBM stanzia per la realizzazione di “Blue Gene”. Sarà 500 volte più potente del più potenteBlue Gene  Sempre più potenza, anche per il National Center for Atmospheric Research, che adotta Blackforest, un RS/6000 che è 5 volte più grande e 20 volte più potente di quello che ha giocato a scacchi

177 1999  Il PC Intellistation E Pro, è il primo computer prodotto, interamente, riciclando plastica.  Shark, è il nome in codice di una nuova generazione di disk storage systems, il più scalabile al mondo, da 420 Gb a 11Tb.  Ed in fatto di hard-disks  Ultrastar 36ZX  Ultrastar 18LZK, con soli 4.9 ms di seek-time  Deskstar 37GP, il più capiente HD per PC  Travelstar 25GS, il più capiente HD per portatile  Travelstar 12GN  Ultrastar 72ZX

178 1999  Ancora regina dei brevetti  Grazie ad i suoi calcolatori, l’IBM stabilisce il record mondiale in fatto di ordinamento.  1 trilione di bytes di dati ordinati in soli 17 sec. contro i 50 precedenti.

179 2000  Viene introdotta la nuova linea di servers eServer.  zSerie, il più affidabile, transazionale e mission- critical  pSeries, il più potente e tecnologicamente avanzato server UNIX  iSeries, ad alte prestazione, per il mid-market  xSeries, il più economico server, basato su Intel, con l’affidabilità dei mainframes

180 2000  Si torna a giocare...  Alle olimpiadi di Sudney:  Oltre 13 milioni di righe di codice vengono realizzate per gestire l’evento  con il supporto di oltre 6000 dipendenti  più di 7500 PCs IBM vengono utilizzati  540 Netfinity server  50 RS/6000 PC  3 RS/6000 SP  3 S/390 Sysplex Paralleli  il sito internet realizzato gestisce 11.3 miliardi di connessioni (1700% in più rispetto all’edizione precedente)

181 2000  Il PC si fa piccolo con i NetVista A20 e A40!A20A40  sono fino al 75% più piccoli di un tradiizonale PC, hanno un design ricercato e nell'ugual tempo funzionale, contengono tutto ciò di cui ha bisogno l'utente  Composta da sette diversi modelli, la linea NetVista, parte da un prezzo di dollari, offre monitor da 15 pollici di tipo flat, hard disk da 10 fino a 20 GB, floppy, CD-ROM o DVD.  Per la settima volta, viene vinto il premio “National Medal of Technology” per l’innovazione tecnologica... nel mondo!

182 2000  Dopo il blue... Debutta ASCI White. Il più potente supercomputer... al mondo! Grazie all’uso di microprocessori al rame.  8192 processori paralleli  12 Teraflops (12 mila miliardi di operazioni al secondo)  6 Terabytes di memoria (quasi 6000 Gb)  110 milioni di dollari  Gande come un campo da tennis

183 2001  Viene scelta per la realizzazione del Grid, una serie di clusters interconnessi. Capace di processare 13.6 trilioni di operazioni al secondo. Il sistema permette a migliaia di scienziati di lavorare insieme  Dedicato, principalmente, allo studio del cosmo  Collega il Large Hadron Collider, accelleratore di particelle, con centinaia di laboratori nel mondo  Dovrà gestire, secondo il CNR, “un diluvio di dati senza precedenti”, miliadi di gigabayte l’anno  Un file system universale, in grado di accedere ai dati in maniera più diretta e voloce di quanto succede con Internet, riducendo server, applicazioni e protocolli intermedi "Lo stesso spirito che ha animato il CERN al momento dell'invenzione del World Wide Web, nel 1990, viene ora applicato allo sviluppo di una nuova applicazione per Internet, il Grid computing, che spingerà ai suoi limiti estremi l'attuale tecnologia", si legge su di un comunicato del CERN.

184 2001  Una nuova tecnologia, nanotech, è allo studio, Millepiede. Sarà in grado di offrire una densità di memorizzazione oltre venti volte quelle di un hard-disk…ed alla base ci sono le schede perforate.  25 DVD in un francobollo!  Mille miliardi di bit per pollice quadrato, oltre 20 volte quella del migliore hard-disk  Piccoli buchi, richiudibili, del diametro di mezzo miliardesimo di pollici

185 2002  IBM annuncia una nuova famiglia di AS/400, gli 8xx e i nuovi 250/270, che vanno a sostituire i precedenti sistemi 150, 170 e quelli di fascia bassa della serie 7xx.

186 2002  Nasce Websphere, un contenitore di svariate soluzioni software per applicazioni evolute in ambiente iSeries. All'interno di Websphere, poi, viene annunciato Webfacing, un prodotto che consente molto facilmente di tradurre le applicazioni di solo testo dell'AS/400 in applicazioni grafiche, anche web-based.Websphere

187 2002  La NEC conquista il primato mondiale dei supercomputer con l’Earth Simulator!  Risulta il doppio più potente di ASCI White di IBM  640 nodi di 8 CPU vettoriali, 5120 processori  16 GB di RAM per nodo  Teraflop  Servirà per ricreare un pianeta terra virtuale su cui verranno svolte innumerevoli simulazioni, principalmente climatiche, con l’aiuto dei satelliti.

188 2003  Con T-Rex, l’IBM è pronta dimostrare che i “dinosauri informatici” sono ancora lontani dall’estinzione!  9000 mips  13 miliardi di transazioni al giorno  4 anni di lavoro, 1200 ingegneri coinvolti, 1 miliardo di investimenti  64 CPU grandi come un floppy disk. 3,2 miliardi di transistors

189 2003  Mram (Magnetic random access) è il nuovo sistema per dotare i cellulari di migliaia di ore di autonomia, e non solo  Vengono utilizzate le cariche magnetiche al posto di quelle elettriche per immagazzinare i dati.  Non sono volatili e quindi non richiedendo più un costante flusso di energia  Stanziati decine di milioni di dollari  E’ una lotta tra IBM, Intel, Amd, Micron

190 2004  Grazie a Blue Gene, l’IBM torna in testa nella classifica dei Top 500.  Con i suoi processori, Teraflop … è più piccolo di ben 100 volte l’Earth Simulator, grazie all’uso di un’architettura a celle.  Entra in un campo di bocce

191 2006?  L’IBM, nel corso della sua storia ha dimostrato di avere una vera passione per la ricerca, lo sviluppo e la realizzazione di sogni.IBM  Grazie all’impegno, agli investimenti ed al lavoro di migliaia di menti, l’IBM ha regalato al mondo intero le tecnologie più moderne ed innovative.  Siamo sicuri che l’impegno dell’IBM continuerà nel futuro, dandoci la possibilità di scoprire nuovi orizzonti tecnologici.


Scaricare ppt "La storia Eseguito da: Paolo Borrelli Rosaria Falzea Maria Sabarese Guido Smelzo."

Presentazioni simili


Annunci Google