La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Istituto Comprensivo “Isabella Morra” Valsinni tel. e Fax 0835-818120 Sito web:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Istituto Comprensivo “Isabella Morra” Valsinni tel. e Fax 0835-818120 Sito web:"— Transcript della presentazione:

1 Istituto Comprensivo “Isabella Morra” Valsinni tel. e Fax Sito web: Dirigente Scolastico prof.ssa Maria Giovanna CHIORAZZO

2

3 “La scuola è luogo in cui il presente è elaborato nell’intreccio tra passato e futuro, tra memoria e progetto”. ( Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione 2012 ) “La scuola è luogo in cui il presente è elaborato nell’intreccio tra passato e futuro, tra memoria e progetto”. ( Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione 2012 )

4 “Prepara un progetto chiunque pensi ad azioni destinate a trasformare situazioni esistenti in situazioni desiderate” ( H. Simon) “Prepara un progetto chiunque pensi ad azioni destinate a trasformare situazioni esistenti in situazioni desiderate” ( H. Simon)

5 Premessa La scuola è il luogo dove il fanciullo può crescere, nella consapevolezza e nel rispetto delle regole, assumendosi responsabilità; è il luogo dove viene accolto e aiutato a costruirsi una personalità sicura, dove vengono valorizzate le sue capacità e attitudini, dove si conosce nella sua unicità e diversità rispetto agli altri individui, che compiono analogo percorso. Premessa La scuola è il luogo dove il fanciullo può crescere, nella consapevolezza e nel rispetto delle regole, assumendosi responsabilità; è il luogo dove viene accolto e aiutato a costruirsi una personalità sicura, dove vengono valorizzate le sue capacità e attitudini, dove si conosce nella sua unicità e diversità rispetto agli altri individui, che compiono analogo percorso.

6 Il Piano dell’Offerta Formativa, predisposto tenendo presenti gli Indirizzi generali educativi e didattici del Collegio Docenti e organizzativi – finanziari del Consiglio d’Istituto, rappresenta lo strumento mediante il quale il nostro Istituto intende: interpretare i bisogni fondamentali del territorio in cui opera, privilegiare la qualità nelle risposte. Trova fondamento nella disponibilità delle risorse umane, strumentali e finanziarie a disposizione dell’Istituto e nei risultati della riflessione da parte di tutti coloro che sono interessati al processo educativo. Il Piano dell’Offerta Formativa, predisposto tenendo presenti gli Indirizzi generali educativi e didattici del Collegio Docenti e organizzativi – finanziari del Consiglio d’Istituto, rappresenta lo strumento mediante il quale il nostro Istituto intende: interpretare i bisogni fondamentali del territorio in cui opera, privilegiare la qualità nelle risposte. Trova fondamento nella disponibilità delle risorse umane, strumentali e finanziarie a disposizione dell’Istituto e nei risultati della riflessione da parte di tutti coloro che sono interessati al processo educativo.

7 si basa sui seguenti principi fondamentali: uguaglianza: ciascun alunno verrà valorizzato nel pieno rispetto delle diversità individuali, sociali e culturali. Per nessun motivo il sesso, la religione, l’etnia, la lingua, le opinioni politiche, le condizioni psico-fisiche e socioeconomiche potranno essere motivo di discriminazione; imparzialità e regolarità: gli erogatori del servizio scolastico, agendo secondo criteri di obiettività ed equità, ne garantiscono l’imparzialità; accoglienza ed integrazione: la scuola si impegna a favorire l’accoglienza dei genitori e degli alunni nella struttura scolastica affinchè il diritto all’istruzione diventi effettivamente un diritto soggettivo di cui ogni alunno è portatore, così come costituzionalmente garantito e previsto anche da convenzioni internazionali.

8 partecipazione e responsabilità: nella sua opera, la scuola ricerca la collaborazione dei genitori,essa sollecita ogni forma di partecipazione delle famiglie alla vita e alle scelte educative della scuola, attraverso gli istituti e le forme previste nell’ambito degli organi collegiali affinchè, si realizzi quella collegialità ed impegno comune che permetteranno di recuperare quella autorevolezza educativa di cui le giovani generazioni hanno bisogno; apertura al territorio: valorizza le molteplici risorse esistenti sul territorio, (enti locali, associazioni culturali e professionali, società sportive, gruppi di volontariato, ma anche organismi privati), allo scopo di realizzare un progetto educativo ricco ed articolato affinché l’offerta formativa della Scuola non si limiti alle sole attività curricolare ma assuma un più ampio ruolo di promozione culturale e sociale;

9 mette in campo le azioni seguenti: giocare al meglio la propria professionalità: i docenti assumono il compito di presentare attraverso le discipline riferimenti e modelli di comportamento che possano essere significativi per la vita reale dei ragazzi; riconoscere gli alunni come soggetti centrali del processo educativo: la comunicazione è bilaterale, la partecipazione attiva, il coinvolgimento diretto e il rispetto per le personalità in crescita sempre presente.

10 curare la relazione educativa: essa sarà improntata ai valori della convivenza democratica, della accoglienza e della solidarietà, del rispetto e della valorizzazione delle diversità nella diverse espressioni. In quanto comunità educante, la scuola genera una diffusa convivialità relazionale, intessuta di linguaggi affettivi ed emotivi. Essa è anche in grado di promuovere la condivisione di quei valori che fanno sentire i membri della società come parte di una comunità vera e propria. La scuola affianca al compito “dell’insegnare ad apprendere” quello “dell’insegnare ad essere”.

11 La finalità generale della scuola è lo sviluppo armonico e integrale della persona, all’interno dei principi della Costituzione italiana e della tradizione culturale europea. L’Istituto Comprensivo di Valsinni, tenendo presente i bisogni emersi, stabilisce come prioritarie le seguenti finalità: La finalità generale della scuola è lo sviluppo armonico e integrale della persona, all’interno dei principi della Costituzione italiana e della tradizione culturale europea. L’Istituto Comprensivo di Valsinni, tenendo presente i bisogni emersi, stabilisce come prioritarie le seguenti finalità: Finalità dell’Istituto Comprensivo

12 Educare all'autonomia di giudizio, al pensiero critico, al pensiero creativo, per una migliore realizzazione consapevole del proprio progetto di vita. Far acquisire le regole del vivere e del convivere, insegnando ad apprendere ma soprattutto ad essere. Favorire la costruzione nei giovani della capacità di organizzare i dati dell'esperienza e della realtà attraverso più linguaggi e più tecniche.

13 Sviluppare la competenza di fare scelte autonome e feconde confrontando la propria progettualità con i valori condivisi. Ampliare la competenza di partecipare con consapevolezza, come cittadini dell'europa e del mondo, alla costruzione di collettività ampie e composite. Potenziare la capacità di collaborare e lavorare con gli altri rispettandosi reciprocamente.

14 Aiutare a padroneggiare sempre più i saperi e i linguaggi culturali di base. Rendere consapevoli di problematiche ambientali e sociali le cui soluzioni richiedono un cambiamento nei nostri stili di vita. Sviluppare la competenza di utilizzare con dimestichezza e spirito critico le tecnologie della società dell'informazione.

15 La Scuola mira a raggiungere queste finalità attraverso la progettazione di situazioni formative che privilegiano un apprendimento attivo degli allievi, utilizzando forme di coinvolgimento, di responsabilizzazione e di motivazione degli alunni su argomenti, problemi, compiti di realtà significativi per ciascuno di loro. La programmazione si configura come un vero e proprio progetto, caratterizzato dalla praticità, realizzabilità, modificabilità e valutabilità. La Scuola mira a raggiungere queste finalità attraverso la progettazione di situazioni formative che privilegiano un apprendimento attivo degli allievi, utilizzando forme di coinvolgimento, di responsabilizzazione e di motivazione degli alunni su argomenti, problemi, compiti di realtà significativi per ciascuno di loro. La programmazione si configura come un vero e proprio progetto, caratterizzato dalla praticità, realizzabilità, modificabilità e valutabilità.

16 L’Istituto comprensivo di Valsinni per l’anno scolastico 2013/2014 al fine di promuovere il processo di crescita dei propri allievi ha predisposto i seguenti percorsi di apprendimento

17 Una scuola per compagnia Accoglienza, regole e spazi condivisi. Sorprese di stagione Quante cose da esplorare: forme, colori, odori, sapori, suoni, rumori (sviluppo delle percezioni sensoriali). Io tu, noi in festa Sensazioni, emozioni, sentimenti, Natale. Riflette-si ( storia personale e familiare) Ed. ambientale, ed. stradale, primavera, Pasqua E' finito un altro anno Il mio gruppo Quante esperienze. Scuola dell’Infanzia

18 Primaria Programmazione educativo-didattica IndicatoreObiettivi di apprendimentoObiettivi specificiCompetenze da sviluppare

19 Scuola Secondaria di 1° grado Percorsi interdisciplinari Scuola secondaria di Colobraro Classe1 La conoscenza di sè: in famiglia, a casa, a scuola. Sviluppare la conoscenza di sé attraverso il confronto con gli altri e la realtà vissuta La conoscenza degli altri: gli amici Confrontarsi con i pari, riconoscendo nelle diversità il valore dello “stare insieme” per sviluppare la consapevolezza delle potenzialità di ciascuno. Pluriclasse2/3 Pace: solidarietà tra i popoli. L’alunno analizza la questione della guerra come fatto storico che si riscontra da sempre nella realtà umana come effetto dell’aggressività individuale e collettiva, che porta a prevaricazioni e violazione dei diritti umani e comprende la necessità di operare per la pace e la cooperazione, affinchè ci siano condizioni possibili di sviluppo e di collaborazione tra gli uomini.

20 Pace: solidarietà tra i popoli Classe prima La costruzione di un mondo più giusto, premessa indispensabile per rendere possibile una pace vera e duratura, passa attraverso la solidarietà tra i popoli. Classe seconda Promuovere la cultura della Pace attraverso esperienze di tolleranza, reciprocità, democrazia, legalità, difesa dei diritti umani e dell’ambiente. Classe terza L’alunno analizza la questione della guerra come fatto storico che si riscontra da sempre nella realtà umana come effetto dell’aggressività individuale e collettiva, che porta a prevaricazioni e violazione dei diritti umani e comprende la necessità di operare per la pace e la cooperazione, affinchè ci siano condizioni possibili di sviluppo e di collaborazione tra gli uomini. Scuola secondaria di Valsinni

21 Scuola secondaria di San Giorgio Lucano Classe1 Il testo e le sue tipologie testuali comunicative. Riconoscere la struttura di un testo nei suoi elementi principali. Riconoscere vari tipi di testo e le loro caratteristiche. Ogni testo ha un suo contenuto. Conoscere, individuare, analizzare e produrre le varie tipologie testuali. Individuare le informazioni principali. Sottolineare il lessico specialistico. Pluriclasse2/3 Pace: solidarietà tra i popoli. Educare al rispetto, al dialogo, alla tolleranza. Prendere consapevolezza degli eventi del passato e delle loro conseguenze. Essere consapevoli che la pace si costruisce giorno per giorno, a partire da semplici gesti. Contribuire alla formazione di una coscienza critica.

22 Al fine di arricchire il curricolo e di offrire una più qualificata offerta formativa, la nostra Scuola predispone anche attività educative trasversali e di ampliamento dell’offerta quali: Educazione alla solidarietà Attività per la raccolta fonti pro Theleton Educazione ambientale Progetto Sorella Natura Il progetto intende promuovere una cultura che ponga in maniera corretta il rapporto Uomo – Creato, per avviare a soluzione i gravi problemi ambientali che caratterizzano il pianeta alle soglie del terzo millennio, impone la messa in atto di una forte e concreta azione di educazione etico - ambientale che, per la Fondazione SORELLA NATURA, si pone nella prospettiva della Saggia Ecologia, derivante dall’insegnamento di S. Francesco d’Assisi. Educazione alla solidarietà Attività per la raccolta fonti pro Theleton Educazione ambientale Progetto Sorella Natura Il progetto intende promuovere una cultura che ponga in maniera corretta il rapporto Uomo – Creato, per avviare a soluzione i gravi problemi ambientali che caratterizzano il pianeta alle soglie del terzo millennio, impone la messa in atto di una forte e concreta azione di educazione etico - ambientale che, per la Fondazione SORELLA NATURA, si pone nella prospettiva della Saggia Ecologia, derivante dall’insegnamento di S. Francesco d’Assisi.

23 Educazione alla legalità Incontri con le forze dell’ordine Con il contributo del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri,– organizzazione e partecipazione ad incontri/dibattito, per sensibilizzare i giovani su temi che ne rappresentano gli elementi fondamentali. Progetto Articolo 9 della Costituzione Promosso dalla Direzione Ordinamenti del Ministero dell’Istruzione insieme con Fondazione Benetton e Ministero dei Beni culturali- Direzione per la valorizzazione. Si pone l’obiettivo di valorizzare il patrimonio culturale della memoria storica, in occasione dei cento anni dalla Prima guerra mondiale. Sempre con la volontà di potenziare l’insegnamento di “Cittadinanza e Costituzione” all’interno delle scuole e di fornire strumenti pratici di cittadinanza attiva. Educazione alla legalità Incontri con le forze dell’ordine Con il contributo del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri,– organizzazione e partecipazione ad incontri/dibattito, per sensibilizzare i giovani su temi che ne rappresentano gli elementi fondamentali. Progetto Articolo 9 della Costituzione Promosso dalla Direzione Ordinamenti del Ministero dell’Istruzione insieme con Fondazione Benetton e Ministero dei Beni culturali- Direzione per la valorizzazione. Si pone l’obiettivo di valorizzare il patrimonio culturale della memoria storica, in occasione dei cento anni dalla Prima guerra mondiale. Sempre con la volontà di potenziare l’insegnamento di “Cittadinanza e Costituzione” all’interno delle scuole e di fornire strumenti pratici di cittadinanza attiva.

24 Giornata della memoria per ricordare le vittime della shoah Campagna informativa Prevenzione e contrasto all’uso delle droghe, di alcool e dei fattori favorenti l’avvio al consumo. Solennità civili e religiose ; Vivere insieme alla comunità alcuni eventi civile e liturgici significativi. Calendario USR- UNICEF. Partecipazione ad eventi teatrali; Partecipazione a concorsi e a iniziative proposti da Associazioni e/o Enti: Giornata della memoria per ricordare le vittime della shoah Campagna informativa Prevenzione e contrasto all’uso delle droghe, di alcool e dei fattori favorenti l’avvio al consumo. Solennità civili e religiose ; Vivere insieme alla comunità alcuni eventi civile e liturgici significativi. Calendario USR- UNICEF. Partecipazione ad eventi teatrali; Partecipazione a concorsi e a iniziative proposti da Associazioni e/o Enti:

25 Giochi matematici Il progetto si pone la finalità di offrire agli alunni l’immagine di una matematica creativa, divertente e capace di suscitare nuovi stimoli e nuovi entusiasmi anche nei confronti dell’attività curriculare. Le Olimpiadi di Problem solving Il progetto vuole avviare, incrementare, potenziare la visione informatica come metodo concettuale di formalizzazione e risoluzione di problemi. Giochi matematici Il progetto si pone la finalità di offrire agli alunni l’immagine di una matematica creativa, divertente e capace di suscitare nuovi stimoli e nuovi entusiasmi anche nei confronti dell’attività curriculare. Le Olimpiadi di Problem solving Il progetto vuole avviare, incrementare, potenziare la visione informatica come metodo concettuale di formalizzazione e risoluzione di problemi.

26 Giochi della gioventù; Il progetto ideato dal CONI intende proporre agli alunni della scuola secondaria di primo grado un nuovo percorso formativo che ampli ed integri le proposte di attività sportive oggi a disposizione della scuola, proponendo occasioni di partecipazione per tutti i ragazzi di ogni classe, avvicinandoli alla pratica sportiva in modo divertente, coinvolgente e motivante. Centro sportivo studentesco Il Centro sportivo costituisce la sede privilegiata per interventi educativi finalizzati a promuovere la prevenzione salutare dei ragazzi, in stretta collaborazione con il CONI, le famiglie e le istituzioni del territorio; intende promuovere la partecipazione degli alunni alla pratica delle attività sportive con la convinzione che impegnarsi in uno sport può dare un contributo importante alla formazione della persona e del cittadino. Giochi della gioventù; Il progetto ideato dal CONI intende proporre agli alunni della scuola secondaria di primo grado un nuovo percorso formativo che ampli ed integri le proposte di attività sportive oggi a disposizione della scuola, proponendo occasioni di partecipazione per tutti i ragazzi di ogni classe, avvicinandoli alla pratica sportiva in modo divertente, coinvolgente e motivante. Centro sportivo studentesco Il Centro sportivo costituisce la sede privilegiata per interventi educativi finalizzati a promuovere la prevenzione salutare dei ragazzi, in stretta collaborazione con il CONI, le famiglie e le istituzioni del territorio; intende promuovere la partecipazione degli alunni alla pratica delle attività sportive con la convinzione che impegnarsi in uno sport può dare un contributo importante alla formazione della persona e del cittadino.

27 Progetto Dama IL GIOCO della DAMA, per sviluppare, attraverso l’attività ludica, il pensiero logico, la capacità previsionale e di riflessione, il rispetto delle regole, per migliorare la relazione sociale e superare atteggiamenti di insicurezza caratteriale Fasi previste: – torneo d’Istituto, interscuole, fase Provinciale e Regionale; – fase Interregionale; fase Nazionale. Visite guidate e viaggi di integrazione culturale. Le visite guidate e i viaggi di istruzione sono intesi come momenti di conoscenza dell’ambiente naturale e geografico del nostro Paese, delle rappresentazioni storico-artistiche, e come occasione di socializzazione in realtà extrascolastiche. Progetto Dama IL GIOCO della DAMA, per sviluppare, attraverso l’attività ludica, il pensiero logico, la capacità previsionale e di riflessione, il rispetto delle regole, per migliorare la relazione sociale e superare atteggiamenti di insicurezza caratteriale Fasi previste: – torneo d’Istituto, interscuole, fase Provinciale e Regionale; – fase Interregionale; fase Nazionale. Visite guidate e viaggi di integrazione culturale. Le visite guidate e i viaggi di istruzione sono intesi come momenti di conoscenza dell’ambiente naturale e geografico del nostro Paese, delle rappresentazioni storico-artistiche, e come occasione di socializzazione in realtà extrascolastiche.

28 2.0 “Azione per la modifica dell’ambiente di apprendimento per l’individuazione e l’applicazione di nuovi approcci didattici” classe 5^ Scuola Primaria di San Giorgio Lucano e pluriclasse 2/3 Scuola Secondaria di Colobraro. 2.0 “Azione per la modifica dell’ambiente di apprendimento per l’individuazione e l’applicazione di nuovi approcci didattici” classe 5^ Scuola Primaria di San Giorgio Lucano e pluriclasse 2/3 Scuola Secondaria di Colobraro.

29 Happy English Avvicinare i bambini alla scoperta di una lingua comunitaria, costituendo un anello di continuità tra scuola dell’infanzia e scuola primaria. Amo….leggere Promuovere un atteggiamento positivo nei confronti della lettura. Laboratorio teatrale TuttInscena Promuovere l’integrazione di tutti gli alunni delle classi interessate della scuola primaria, attraverso un laboratorio di teatro espressivo-creativo, dove ogni bambino riscopre il piacere di apprendere, attraverso il gioco della finzione scenica. Happy English Avvicinare i bambini alla scoperta di una lingua comunitaria, costituendo un anello di continuità tra scuola dell’infanzia e scuola primaria. Amo….leggere Promuovere un atteggiamento positivo nei confronti della lettura. Laboratorio teatrale TuttInscena Promuovere l’integrazione di tutti gli alunni delle classi interessate della scuola primaria, attraverso un laboratorio di teatro espressivo-creativo, dove ogni bambino riscopre il piacere di apprendere, attraverso il gioco della finzione scenica.

30 Arte manualità e riciclaggio Sviluppare atteggiamenti di curiosità, interesse, rispetto verso ogni forma della realtà ambientale, sociale, culturale. Il teatro a misura di bambino / Acquisire fiducia nelle proprie capacità di espressione e comunicazione. Canta il Sinni Offrire la possibilità di conoscere le proprie capacità e di impiegare, in modo proficuo e divertente, il proprio tempo libero. Arte manualità e riciclaggio Sviluppare atteggiamenti di curiosità, interesse, rispetto verso ogni forma della realtà ambientale, sociale, culturale. Il teatro a misura di bambino / Acquisire fiducia nelle proprie capacità di espressione e comunicazione. Canta il Sinni Offrire la possibilità di conoscere le proprie capacità e di impiegare, in modo proficuo e divertente, il proprio tempo libero.

31 Laboratorio recupero e potenziamento Sostenere gli alunni più in difficoltà nel percorso per l’acquisizione degli obiettivi standard disciplinari e trasversali ed offrire agli alunni, con più ampie conoscenze ed abilità, la possibilità di consolidare e potenziare le competenze. Alberi Padri Riscoprire e valorizzare le radici della propria cultura contadina: base e fondamento della civiltà moderna. La salute vien mangiando Offrire significative esperienze formative atte a determinare stili di vita e modelli comportamentali alimentari corretti nell’ottica di un’educazione alla salute che duri tutta la vita. Laboratorio recupero e potenziamento Sostenere gli alunni più in difficoltà nel percorso per l’acquisizione degli obiettivi standard disciplinari e trasversali ed offrire agli alunni, con più ampie conoscenze ed abilità, la possibilità di consolidare e potenziare le competenze. Alberi Padri Riscoprire e valorizzare le radici della propria cultura contadina: base e fondamento della civiltà moderna. La salute vien mangiando Offrire significative esperienze formative atte a determinare stili di vita e modelli comportamentali alimentari corretti nell’ottica di un’educazione alla salute che duri tutta la vita.

32 Biblioteca scolastica Promuovere il piacere della lettura di testi di vario genere letterario, per arricchire il bagaglio socio-culturale e linguistico-espressivo degli alunni della nostra scuola. Un’opportunità in più! Progetto di utilizzo delle ore per attività di rinforzo e consolidamento rivolto alle pluriclassi Lavorare per gruppi omogenei di alunni con attività di rinforzo, recupero e potenziamento. Biblioteca scolastica Promuovere il piacere della lettura di testi di vario genere letterario, per arricchire il bagaglio socio-culturale e linguistico-espressivo degli alunni della nostra scuola. Un’opportunità in più! Progetto di utilizzo delle ore per attività di rinforzo e consolidamento rivolto alle pluriclassi Lavorare per gruppi omogenei di alunni con attività di rinforzo, recupero e potenziamento. Realizzazione a cura della Funzione Strumentale POF Prof.ssa Filomena OLIVIERI


Scaricare ppt "Istituto Comprensivo “Isabella Morra” Valsinni tel. e Fax 0835-818120 Sito web:"

Presentazioni simili


Annunci Google