La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Politica e religione tra Rinascimento e Barocco. In America, i Conquistadores, invadono i territori dei popoli Maya, Aztechi e Inca che entrano a far.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Politica e religione tra Rinascimento e Barocco. In America, i Conquistadores, invadono i territori dei popoli Maya, Aztechi e Inca che entrano a far."— Transcript della presentazione:

1 Politica e religione tra Rinascimento e Barocco

2 In America, i Conquistadores, invadono i territori dei popoli Maya, Aztechi e Inca che entrano a far parte dei territori spagnoli.Conquistadores,MayaAztechiInca L’impero Turco-Ottomano, a seguito delle conquiste di Solimano il Magnifico, espande i suoi dominiSolimano il Magnifico In India, la dinastia Islamica degli imperatori Moghul, unifica l’itera India.Moghul In Cina, la dinastia Ming da grande impulso al paese sviluppando l’economia e i traffici commerciali.Ming In America, i Conquistadores, invadono i territori dei popoli Maya, Aztechi e Inca che entrano a far parte dei territori spagnoli.Conquistadores,MayaAztechiInca L’impero Turco-Ottomano, a seguito delle conquiste di Solimano il Magnifico, espande i suoi dominiSolimano il Magnifico In India, la dinastia Islamica degli imperatori Moghul, unifica l’itera India.Moghul In Cina, la dinastia Ming da grande impulso al paese sviluppando l’economia e i traffici commerciali.Ming Nel Mondo Il dominio più vasto è quello della Spagna Inizia l’ascesa delle monarchie inglesi e francesi Il dominio più vasto è quello della Spagna Inizia l’ascesa delle monarchie inglesi e francesi In Europa La penisola Italiana è frazionata in piccoli stati regionali È coinvolta nelle guerre che contrappongono Francia e Spagna La penisola Italiana è frazionata in piccoli stati regionali È coinvolta nelle guerre che contrappongono Francia e Spagna In Italia Quando mi vedi, fai “click” per animare le descrizioni

3 1494 Discesa di Carlo VIII in Italia 1517 Lutero pubblica la sua Tesi 1525 Battaglia di Pavia 1534 Atto di supremazia di Enrico VIII 1545 Inizio del Concilio di Trento 1559 Pace di Cateau - Cambrésis 1563 Chiusura del Concilio di Trento 1571 Battaglia di Lepanto 1598 Editto di Nantes Per approfondire gli argomenti, fai “click” sulle parole evidenziate

4 Questi gestivano: Gli affari di stato L’amministrazione della giustizia L’organizzazione di un esercito permanente La riscossione delle tasse Questa veniva messa in pratica dai funzionari La sua autorità si esercita attraverso la burocrazia Il sovrano rappresenta il vero centro del potere politico

5 Quali? La nobiltà Il clero Nelle società del tempo, due grandi ordini o ceti sociali, continuavano ad esercitare una forte influenza Perché? Nonostante molti sovrani erano riusciti ad imporre l’obbedienza di molti signori feudatari, questi detenevano spesso un potere precario

6 Nobiltà di sangue Nobiltà di toga Nobiltà di sangue Nobiltà di toga La nobiltà Alto clero Basso clero Alto clero Basso clero Il clero

7 Si definivano nobili di sangue (o di spada) quelli che si tramandavano il loro stato sociale per antiche origini guerriere La nobiltà di sangue Si definivano nobili di toga, quelli ai quali il sovrano attribuiva, per particolari meriti, importanti incarichi pubblici La nobiltà di toga

8 Era costituito per lo più da prelati di alto lignaggio (vescovi, cardinali). Spesso venivano da famiglie nobili. L’alto Clero Era costituito da parroci, curati, religiosi. Il basso Clero

9 Sovrano Costituiva il centro del potere politico e prendeva decisioni. Sovrano Costituiva il centro del potere politico e prendeva decisioni. Nobiltà Attuava le decisioni del sovrano ed era incaricata di far funzionare la burocrazia Nobiltà Attuava le decisioni del sovrano ed era incaricata di far funzionare la burocrazia Alto clero Cooperava affinché il popolo seguisse i dettami del sovrano e influiva notevolmente sulle decisioni politiche Alto clero Cooperava affinché il popolo seguisse i dettami del sovrano e influiva notevolmente sulle decisioni politiche

10

11

12 Mentre gli stati europei costituivano delle solide monarchie economicamente forti grazie anche ai territori colonizzati, l’Italia risultava frammentata in tante piccole parti e molto debole ed instabile, politicamente ed economicamente; questa fragilità comportò, a partire dal 1494, una serie di guerre volte al dominio dell’Italia da parte degli stati europei più forti. La prima di queste guerre, fu quella intrapresa da Carlo VIII, re di Francia, per Rivendicare il diritto al trono di Napoli

13

14 Per l'Italia le conseguenze furono catastrofiche Ora l'Europa intera sapeva che l'Italia era una terra incredibilmente ricca e facilmente conquistabile L'Italia si trasformò in un campo di battaglia per decenni e perse la propria indipendenza.

15

16

17 Dopo la sconfitta dell’esercito francese, la Spagna, che nel 1519 vede l’ascesa la trono di Carlo I (Carlo V), oramai possedeva territori coloniali impressionanti e vide nell’Italia l’ultimo tassello alle sue conquiste che gli avrebbe permesso il dominio incontrastato su tutto il mediterraneo ed un porto sicuro per espandere ulteriormente i suoi territori nelle zone occupate dai Mussulmani.Carlo V La Spagna L’impero francese, voleva riconquistare l’Italia, per ambizioni di grandezza e per contrapporsi alla Spagna con dei territori che gli avrebbero permesso un tenore di supremazia nel panorama politico europeo e non più stretta nella morsa dei paesi ad essa confinanti di proprietà della Spagna. La Francia

18

19 La pace di Cateau-Cambrésis (2/3 aprile 1559), fu un trattato di pace che definì gli accordi che posero fine alle guerre d'Italia e al conflitto tra gli Asburgo e la Francia. Essa definì gli equilibri europei per tutto il secolo successivo, spostando il baricentro sull'Atlantico e ufficializzando la debolezza politica italiana, mentre riconosceva protagoniste della scena europea la Spagna e la Francia. Sancì inoltre l'inizio del predominio spagnolo in Italia. La Pace di Cateau - Cambrésis Alla Spagna rimasero i territori precedenti: Borgogna, Milano, Napoli, Sicilia, Sardegna. Gran parte degli Stati italiani passano sotto l'influenza spagnola. Il sogno imperiale viene cancellato dallo stesso Carlo V, che aveva già diviso l'impero in due parti: l'occidente a Filippo II, l'oriente a Ferdinando I. Territori che rimasero alla Spagna Nonostante la sconfitta, alla Francia vengono riconosciute alcune conquiste precedenti, ossia i territori di Metz, Toul e Verdun. Territori che rimasero alla Francia


Scaricare ppt "Politica e religione tra Rinascimento e Barocco. In America, i Conquistadores, invadono i territori dei popoli Maya, Aztechi e Inca che entrano a far."

Presentazioni simili


Annunci Google