La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Kevin Tagliacarne 2D iti Dimenticare quanto fui felice (Emily Dickinson)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Kevin Tagliacarne 2D iti Dimenticare quanto fui felice (Emily Dickinson)"— Transcript della presentazione:

1 Kevin Tagliacarne 2D iti Dimenticare quanto fui felice (Emily Dickinson)

2 Emily Dickinson Emily Elizabeth Dickinson (Amherst, 10 Dicembre 1830–Amherst, 15 Maggio 1886) è stata una poetessa statunitense. È considerata tra i maggiori lirici del XIX secolo. Il linguaggio di Emily Dickinson era semplice e brillante. Non ebbe molti riconoscimenti durante la sua vita, perché i più prediligevano un linguaggio maggiormente ricercato e le sue opere non risultavano conformi a tale gusto dell'epoca. Il suo amore per la natura traspare da tutte le sue poesie. Altro tema ricorrente è la morte.

3 Dimenticare quanto fui felice Dimenticare quanto fui felice per ricordare quanto triste sono, se potessi, sarebbe la mia pena facile da portare. Ma il ricordo dei fiori fa il novembre difficile, ed io che mi sentivo quasi fiera, la via smarrisco come una bambina, e io muoio di gelo. Se potessi scegliere, dimenticare quanto ero felice e ricordare quanto sono triste adesso, come pena sarebbe facile da sopportare. Ma il ricordo dei fiori rende novembre difficile ed io che mi sentivo quasi sicura, mi perdo come se fossi una bambina e tremo come se fossi al gelo. TestoParafrasi

4 Dimenticare quanto fui felice Emily Dickinson Di/men/ti/ca/re quan/to/ fu/i fe/li/ce per ri/cor/da/re quan/to tri/ste so/no, se po/tes/si, sa/reb/be la mi/a pe/na fa/ci/le da por/ta/re. Ma il ri/cor/do dei fio/ri fa il no/vem/bre dif/fi/ci/le, ed i/o che mi sen/ti/vo qua/si fie/ra, la vi/a smar/ri/sco/no co/me u/na bam/bi/na, e i/o muo/io di ge/lo. Dimenticare quanto fui felice per ricordare quanto triste sono, se potessi, sarebbe la mia pena facile da portare. Ma il ricordo dei fiori fa il novembre difficile, ed io che mi sentivo quasi fiera, la via smarrisco come una bambina, e io muoio di gelo. Testo Analisi formale

5 Dimenticare quanto fui felice- Emily Dickinson Tipo di versi: 2 endecasillabi Tipo di strofe: 2 quartine Ritmo: lento Campi semantici: stati d’animo (felice, triste,sentirsi fieri) Figure retoriche: enjambement (novembre/difficile);(come/una bambina); (sentivo/quasi fiera). similitudine: (come una bambina); metafora (io muoio di gelo) Dimenticare quanto fui felice per ricordare quanto triste sono, se potessi, sarebbe la mia pena facile da portare. Ma il ricordo dei fiori fa il novembre difficile, ed io che mi sentivo quasi fiera, la via smarrisco come una bambina, e io muoio di gelo. Testo Analisi formale

6 Dimenticare quanto fui felice- Emily Dickinson La poesia strutturata in 2 quartine, ha un ritmo lento. Sono presenti campi semantici; stati d’animo: felicità,tristezza, sentirsi fiera. Nella 1°quartina il poeta descrive la difficoltà di sopportare i momenti più tristi e difficili se li paragoniamo a quelli in cui siamo stati felici. Nella 2°quartina prevale un’immagine di grande tristezza che il poeta assimila a novembre, mese che porta il gelo. Il tutto confrontato con la felicità (i fiori) che facevano sentire il poeta fiero. Dimenticare quanto fui felice per ricordare quanto triste sono, se potessi, sarebbe la mia pena facile da portare. Ma il ricordo dei fiori fa il novembre difficile, ed io che mi sentivo quasi fiera, la via smarrisco come una bambina, e io muoio di gelo. TestoAnalisi del contenuto

7 Significato denotativo

8 Significato connotativo


Scaricare ppt "Kevin Tagliacarne 2D iti Dimenticare quanto fui felice (Emily Dickinson)"

Presentazioni simili


Annunci Google