La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Gesù alle anime elette Le anime che più feriscono il mio Cuore sono quelle anime che amo tanto e che tuttavia si riserbano sempre qualche cosa, e non si.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Gesù alle anime elette Le anime che più feriscono il mio Cuore sono quelle anime che amo tanto e che tuttavia si riserbano sempre qualche cosa, e non si."— Transcript della presentazione:

1 Gesù alle anime elette Le anime che più feriscono il mio Cuore sono quelle anime che amo tanto e che tuttavia si riserbano sempre qualche cosa, e non si danno interamente a Me. L’ostinazione di un’anima colpevole, ferisce profondamente il mio Cuore, ma la tenerezza di un’anima amante, non solo chiude la mia ferita, ma placa la Giustizia del Padre mio!

2 Il Mio Cuore è ripagato solo con ingratitudine e trascuratezza da parte delle anime che vivono nel mondo. Hanno tempo per ogni cosa; per venire da Me a prendere le grazie non hanno tempo…. Non trovo il completo abbandono al Mio amore. Tante riserve! Tanta diffidenza! Tanta cautela!

3 Sappi, figlia Mia, che quando nella santa Comunione vengo in un cuore umano, ho le mani piene di grazie di ogni genere e desidero donarle all’anima, ma le anime non Mi prestano nemmeno attenzione. Mi lasciano solo e si occupano d’altro. Oh, quanto è triste per Me che le anime non conoscano l’Amore! Si comportano con Me come con qualche cosa inerte.

4 Figlia Mia, scrivi che sono molto addolorato quando delle anime consacrate si accostano al Sacramento dell’amore soltanto per abitudine, soltanto per abitudine, come se non distinguessero la differenza di questo Cibo. la differenza di questo Cibo. Nei loro cuori non trovo né fede né amore. In tali anime vado con grande riluttanza; con grande riluttanza; sarebbe meglio che non Mi non Mi ricevessero.

5 Ecco quel Cuore, che ha tanto amato gli uomini, che non ha nulla risparmiato, sino ad esaurirsi e consumarsi per testimoniare ad essi il suo amore, e per ricompensa non riceve dalla maggior parte di essi che ingratitudine per le irriverenze e i sacrilegi, le freddezze e le dimenticanze che essi hanno per Me in questo sacramento di amore. Ma ciò che mi rattrista di più è che vi sono anche dei cuori consacrati che agiscono in questo modo.

6 LA PROMESSA DEL SACRO CUORE DI GESU’ Io ti prometto nell’eccessiva misericordia del mio Cuore, che il suo amore onnipotente accorderà a tutti coloro che si comunicheranno per nove primi venerdì del mese di seguito, la grazia della penitenza finale: non morranno nella mia disgrazia e senza ricevere i sacramenti, il mio Cuore sarà per essi, sicuro asilo in quell’ultimo momento. (la pratica di questa devozione al S. Cuore richiede di andare alla S. Messa tutti e nove mesi di seguito ogni primo venerdì, di accedere alla Ss.ma Eucaristia in grazia di Dio, vale a dire non avere peccati mortali sulla coscienza, altrimenti occorre confessarli, di offrire a Gesù questa S. Messa con spirito di amore e in riparazione per le freddezze, le ingratitudini, i sacrilegi, le irriverenze, le dimenticanze, con cui gli uomini ripagano tanto amore – se si interrompe di ricevere la Ss.ma Eucaristia e andare alla S. Messa in un mese occorre iniziare in un nuovo mese in cui si decide e ripartire per nove mesi. In seguito occorre continuare a mantenersi in grazia di Dio, nella vita spirituale, nella vita di preghiera, di accesso frequente ai sacramenti, nell’amore verso i fratelli)

7 Sappi che un’anima pura è umile; quando ti umilii e ti annienti davanti alla Mia Maestà, allora t’inseguo con le Mie grazie, faccio uso della Mia onnipotenza per innalzarti.

8 Alle anime che meditano devotamente sulla Mia Passione, concedo il maggior numero di grazie

9 Sappi inoltre che queste tenebre, di cui ti lamenti, le ho sperimentate prima Io per te nell’Orto degli Ulivi. La Mia anima è stata oppressa da una tristezza mortale e a te do una piccola parte di quelle sofferenze, e questo per l’amore particolare che ho verso di te e per l’alto grado di santità che ti destino in cielo. L’anima che soffre è la più vicina al Mio Cuore.

10 Se gli uomini mi rendessero un qualche ricambio di amore, stimerei come un nulla tutto ciò che ho fatto per loro e vorrei fare ancora di più se fosse possibile… Almeno tu, per quanto ti è possibile, cerca di supplire alle loro ingratitudini! (In questa circostanza Gesù chiede a S. Margherita Maria Alacoque l’ Ora Santa di riparazione, da farsi tutte le notti tra il giovedì e il venerdì, dalle undici a mezzanotte)

11 Uno solo è il prezzo col quale si riscattano le anime e questo prezzo è la sofferenza unita alla Mia sofferenza sulla croce

12 L’Amore pareggia l’abisso che c’è fra la Mia grandezza e la tua nullità

13 La perfezione consiste in questa stretta unione con Dio.

14 Molte anime credono che amare consista soltanto nel dire: Ti amo, mio Dio! No, l’amore è soave, agisce perché ama e fa tutto amando. Voglio che mi ami così, nella fatica e nel riposo, nella preghiera e nella gioia, nella pena e nell’umiliazione, provandomi continuamente questo amore con le opere, perché questo è amore! Se le anime lo comprendessero bene quanto progredirebbero in perfezione e consolerebbero il mio Cuore!


Scaricare ppt "Gesù alle anime elette Le anime che più feriscono il mio Cuore sono quelle anime che amo tanto e che tuttavia si riserbano sempre qualche cosa, e non si."

Presentazioni simili


Annunci Google