La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Gli strumenti finanziari e agevolativi a sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese CCIAA di Trento, 15 dicembre 2004.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Gli strumenti finanziari e agevolativi a sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese CCIAA di Trento, 15 dicembre 2004."— Transcript della presentazione:

1 Gli strumenti finanziari e agevolativi a sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese CCIAA di Trento, 15 dicembre 2004

2 Investimenti totali Sede Staff Pordenone - Padova 26 Professionisti Ha realizzato: N. operazioni impegnate 352 per un importo impegnato di euro 139,3 Mln/€ euro 626 Mln/€ FINEST I NUMERI al 30/06/04

3 ALBANIA ARMENIA AZERBAIJAN BIELORUSSIA BOSNIA - ERZEGOVINA BULGARIA REP. CECA CROAZIA ESTONIA FEDERAZIONE RUSSA GEORGIA KAZAKHSTAN KIRGHIZSISTAN LETTONIA LITUANIA FYROM-MACEDONIA MOLDAVIA POLONIA ROMANIA REP. FEDERALE YUGOSLAVA REP. SLOVACCA SLOVENIA TAJIKISTAN TURKMENISTAN UCRAINA UNGHERIA UZBEKISTAN POSSIAMO INTERVENIRE IN

4 PARTECIPAZIONI PARTECIPAZIONI FINANZIAMENTI FINANZIAMENTI CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI INTERVENTO MISTO LA NOSTRA OPERATIVITA’

5 Partecipazione al capitale di imprese estere ( LN 19/91) Partecipazione al capitale di imprese estere ( LN 19/91) Finalità ed obiettivi Promuoverela partecipazione di imprese del Nord Est in società o imprese all’estero nei Paesi di competenza (Paesi dell’Europa Centro Orientale e del Centro e Nord Asia) Promuovere la partecipazione di imprese del Nord Est in società o imprese all’estero nei Paesi di competenza (Paesi dell’Europa Centro Orientale e del Centro e Nord Asia) Finalità ed obiettivi Promuoverela partecipazione di imprese del Nord Est in società o imprese all’estero nei Paesi di competenza (Paesi dell’Europa Centro Orientale e del Centro e Nord Asia) Promuovere la partecipazione di imprese del Nord Est in società o imprese all’estero nei Paesi di competenza (Paesi dell’Europa Centro Orientale e del Centro e Nord Asia) Modalità di intervento Partecipazione della FINEST fino al 25% - 49% del capitale sociale della società estera per una durata massima di 8 – 15 anni. E’ contemplato anche l’intervento congiunto con SIMEST elevando la quota al 40% del capitale sociale. L’acquisizione di quote di capitale di rischio può riguardare aziende di nuova costituzione o già costituite e deve avvenire dopo la delibera di partecipazione della FINEST. Modalità di intervento Partecipazione della FINEST fino al 25% - 49% del capitale sociale della società estera per una durata massima di 8 – 15 anni. E’ contemplato anche l’intervento congiunto con SIMEST elevando la quota al 40% del capitale sociale. L’acquisizione di quote di capitale di rischio può riguardare aziende di nuova costituzione o già costituite e deve avvenire dopo la delibera di partecipazione della FINEST.

6 Tipologia dell’Agevolazione Contributo agli interessi a fronte di un finanziamento concesso all’impresa italiana da una banca autorizzata a operare in Italia Tipologia dell’Agevolazione Contributo agli interessi a fronte di un finanziamento concesso all’impresa italiana da una banca autorizzata a operare in Italia Agevolazioni per gli investimenti ( Legge 100/90, Art. 4) Agevolazioni per gli investimenti ( Legge 100/90, Art. 4) Soggetti Beneficiari Imprese aventi stabile e prevalente organizzazione nel Nord Est Italia che acquisiscono quote di capitale di rischio in società o imprese all’estero in paesi diversi da quelli dell’UE, partecipate dalla FINEST Soggetti Beneficiari Imprese aventi stabile e prevalente organizzazione nel Nord Est Italia che acquisiscono quote di capitale di rischio in società o imprese all’estero in paesi diversi da quelli dell’UE, partecipate dalla FINEST Contributi agli Interessi Sono corrisposti direttamente alle imprese, pari al 50% del tasso di riferimento per il settore industriale Contributi agli Interessi Sono corrisposti direttamente alle imprese, pari al 50% del tasso di riferimento per il settore industriale Durata del finanziamento Max 8 anni, incluso un periodo di pre ammortamento di durata massima di 36 mesi Durata del finanziamento Max 8 anni, incluso un periodo di pre ammortamento di durata massima di 36 mesi

7 Agevolazioni per gli investimenti ( Legge 100/90, Art. 4 ) Agevolazioni per gli investimenti ( Legge 100/90, Art. 4 ) L’agevolazione copre sino al 90% del controvalore in Euro della quota di partecipazione italiana al capitale sociale dell’impresa estera entro il limite del 51% di quest’ultimo. Pertanto qualora la quota di partecipazione italiana superi complessivamente il 51% del capitale sociale della società estera l’importo agevolabile del finanziamento è limitato al 90% del 51% del capitale Importo Massimo Agevolabile del Finanziamento: 90% della quota di partecipazione italiana (se la partecipazione è  51% del capitale dell’impresa estera) 45,9% del capitale sociale dell’impresa estera (cioè il 90% su una partecipazione del 51%) se la partecipazione è > del 51% del capitale dell’impresa estera Importo Massimo Agevolabile del Finanziamento: 90% della quota di partecipazione italiana (se la partecipazione è  51% del capitale dell’impresa estera) 45,9% del capitale sociale dell’impresa estera (cioè il 90% su una partecipazione del 51%) se la partecipazione è > del 51% del capitale dell’impresa estera

8 Finanziamento investimento ( LN 19/91) Finanziamento investimento ( LN 19/91) Finalità ed obiettivi Finanziare quota parte del fabbisogno finanziario del progetto di investimento all’estero nei casi in cui l’indebitamento bancario locale non risulti essere competitivo con quello domestico Finalità ed obiettivi Finanziare quota parte del fabbisogno finanziario del progetto di investimento all’estero nei casi in cui l’indebitamento bancario locale non risulti essere competitivo con quello domestico Modalità di intervento Erogazione finanziamento da parte di FINEST sino ad un massimo del 25% per una durata massima di 8 anni: -dell’investimento totale nell’impresa o società estera; -Dell’impegno finanziario derivante da un accordo di collaborazione con partner estero (JV contrattuali). Modalità di intervento Erogazione finanziamento da parte di FINEST sino ad un massimo del 25% per una durata massima di 8 anni: -dell’investimento totale nell’impresa o società estera; -Dell’impegno finanziario derivante da un accordo di collaborazione con partner estero (JV contrattuali).

9 Finanziamenti Investimento estero Impresa Italiana FINEST Partner Locale FINEST Capitale Proprio Banche estere Linea di credito Banca Italiana AGEVOLAZIONE STRUTTURAZIONE INVESTIMENTO

10 Nuova Operatività: DELIBERA CIPE N°54/03 FONDI DI VENTURE CAPITAL MAP SPRINT Nuova Operatività: DELIBERA CIPE N°54/03 FONDI DI VENTURE CAPITAL MAP SPRINT

11 Deroghe limite ordinario di PARTECIPAZIONE 25% 1)Per favorire l’internazionalizzazione di PMI entro il limite massimo di EUR per singolo intervento; 2)Per favorire investimenti italiani in Paesi di interesse strategico per l’Italia (Croazia, Federazione Russa, Serbia Montenegro, Ucraina); 3)Per favorire la partecipazione di imprese italiane ai processi di privatizzazione. In questo caso la deroga ha carattere transitorio in quanto FINEST ha l’obbligo di dismettere l’eccedenza di partecipazione rispetto al 25% non appena i tempi tecnici dell’operazione lo consentano. In questo caso la deroga ha carattere transitorio in quanto FINEST ha l’obbligo di dismettere l’eccedenza di partecipazione rispetto al 25% non appena i tempi tecnici dell’operazione lo consentano. 1)Per favorire l’internazionalizzazione di PMI entro il limite massimo di EUR per singolo intervento; 2)Per favorire investimenti italiani in Paesi di interesse strategico per l’Italia (Croazia, Federazione Russa, Serbia Montenegro, Ucraina); 3)Per favorire la partecipazione di imprese italiane ai processi di privatizzazione. In questo caso la deroga ha carattere transitorio in quanto FINEST ha l’obbligo di dismettere l’eccedenza di partecipazione rispetto al 25% non appena i tempi tecnici dell’operazione lo consentano. In questo caso la deroga ha carattere transitorio in quanto FINEST ha l’obbligo di dismettere l’eccedenza di partecipazione rispetto al 25% non appena i tempi tecnici dell’operazione lo consentano.

12 Deroghe limite ordinario di DURATA della partecipazione: A seguito di delibera CIPE il limite ordinario di presenza di FINEST in imprese estere (8 anni) può essere superato nei seguenti casi: A seguito di delibera CIPE il limite ordinario di presenza di FINEST in imprese estere (8 anni) può essere superato nei seguenti casi: -Intervento congiunto con istituzioni finanziarie internazionali (BERS, BEI, IFC) a favore di società estere cui partecipano imprese italiane. Il periodo di partecipazione FINEST sarà omogeneo a quello di tali istituzioni; -Iniziative di sviluppo di parchi e distretti industriali/commerciali all’estero promossi o partecipati da imprese italiane (durata massima sino a 12 anni); -Interventi in società estere che realizzino opere infrastrutturali di carattere strategico i cui termini di avviamento richiedano un periodo di tempo maggiore purché entro il termine massimo di 15 anni A seguito di delibera CIPE il limite ordinario di presenza di FINEST in imprese estere (8 anni) può essere superato nei seguenti casi: A seguito di delibera CIPE il limite ordinario di presenza di FINEST in imprese estere (8 anni) può essere superato nei seguenti casi: -Intervento congiunto con istituzioni finanziarie internazionali (BERS, BEI, IFC) a favore di società estere cui partecipano imprese italiane. Il periodo di partecipazione FINEST sarà omogeneo a quello di tali istituzioni; -Iniziative di sviluppo di parchi e distretti industriali/commerciali all’estero promossi o partecipati da imprese italiane (durata massima sino a 12 anni); -Interventi in società estere che realizzino opere infrastrutturali di carattere strategico i cui termini di avviamento richiedano un periodo di tempo maggiore purché entro il termine massimo di 15 anni

13 Deroghe limiti ordinari d’azione nel caso di Fondi specifici: A seguito di delibera CIPE il limite ordinario di partecipazione FINEST in imprese estere (25% del capitale sociale) e di permanenza nell’investimento (8 anni) possono essere superati nei seguenti casi: -Non si applica il limite del 25% di partecipazione nel caso in cui FINEST utilizzi fondi affidati in gestione da terzi (regioni, province, enti territoriali). In questo caso il limite massimo della partecipazione pubblica non può eccedere il 49% del capitale sociale. -Non si applica l’obbligo di cessione, il vincolo di durata e la percentuale di partecipazione qualora FINEST partecipi in società italiane ed estere aventi finalità strumentali (rafforzamento internazionalizzazione del sistema Italia), come ad esempio partecipazione in società di factoring, leasing, banche estere….. A seguito di delibera CIPE il limite ordinario di partecipazione FINEST in imprese estere (25% del capitale sociale) e di permanenza nell’investimento (8 anni) possono essere superati nei seguenti casi: -Non si applica il limite del 25% di partecipazione nel caso in cui FINEST utilizzi fondi affidati in gestione da terzi (regioni, province, enti territoriali). In questo caso il limite massimo della partecipazione pubblica non può eccedere il 49% del capitale sociale. -Non si applica l’obbligo di cessione, il vincolo di durata e la percentuale di partecipazione qualora FINEST partecipi in società italiane ed estere aventi finalità strumentali (rafforzamento internazionalizzazione del sistema Italia), come ad esempio partecipazione in società di factoring, leasing, banche estere…..

14 Partecipazione al capitale di imprese estere -FINEST è autorizzata a PARTECIPARE AD AUMENTI DI CAPITALE DI SOCIETÀ DI DIRITTO ITALIANO interamente destinati a realizzare l’acquisizione di partecipazioni di imprese o società all’estero, nei seguenti casi: 1)quando l’aumento di capitale è destinato a capitalizzazione di società di scopo per la partecipazione a gare internazionali finalizzate alla acquisizione e/o alla gestione di società estere; 2)Nel caso di aumenti del capitale sociale effettuati da piccole e medie imprese che siano interamente destinati a realizzare l’acquisizione di partecipazioni di imprese o società all’estero. -FINEST è autorizzata a PARTECIPARE AD AUMENTI DI CAPITALE DI SOCIETÀ DI DIRITTO ITALIANO interamente destinati a realizzare l’acquisizione di partecipazioni di imprese o società all’estero, nei seguenti casi: 1)quando l’aumento di capitale è destinato a capitalizzazione di società di scopo per la partecipazione a gare internazionali finalizzate alla acquisizione e/o alla gestione di società estere; 2)Nel caso di aumenti del capitale sociale effettuati da piccole e medie imprese che siano interamente destinati a realizzare l’acquisizione di partecipazioni di imprese o società all’estero.

15 I NUOVI FONDI DI VENTURE CAPITAL A DISPOSIZIONE DELLE IMPRESE ITALIANE I NUOVI FONDI DI VENTURE CAPITAL A DISPOSIZIONE DELLE IMPRESE ITALIANE

16 FINALITA’ DEI FONDI DI VENTURE CAPITAL Favorire l’attività di internazionalizzazione delle imprese italiane in particolari aree del mondo quali: i Balcani, l’ex Federazione Jugoslava, l’Africa ed il Medio Oriente, la Cina, la Federazione Russa e l’Ucraina con risorse pubbliche ad hoc. Mediante tale nuovi fondi diviene infatti possibile aggiungere alla normale quota di partecipazione di SIMEST e/o FINEST un’ulteriore quota di capitale a valere sulle disponibilità dei suddetti Fondi, sino ad un massimo di intervento pubblico pari al 49% del capitale sociale dell’impresa estera. Favorire l’attività di internazionalizzazione delle imprese italiane in particolari aree del mondo quali: i Balcani, l’ex Federazione Jugoslava, l’Africa ed il Medio Oriente, la Cina, la Federazione Russa e l’Ucraina con risorse pubbliche ad hoc. Mediante tale nuovi fondi diviene infatti possibile aggiungere alla normale quota di partecipazione di SIMEST e/o FINEST un’ulteriore quota di capitale a valere sulle disponibilità dei suddetti Fondi, sino ad un massimo di intervento pubblico pari al 49% del capitale sociale dell’impresa estera.

17 AREE GEOGRAFICHE FONDO JUGOSLAVIA FONDO BALCANI FONDO MEDITERRANEO FONDO CINA FONDO RUSSIA E UCRAINA Albania, BIH, Macedonia, Serbia-Montenegro Albania, BIH, Bulgaria, Croazia, Macedonia, Romania, Serbia- Montenegro Marocco, Tunisia, Algeria, Egitto, Israele, Libano, Siria, Territori Palestinesi, Turchia, Iraq e Paesi confinanti, Paesi dell’Africa Repubblica Popolare Cinese Federazione Russa e Ucraina (esteso anche a Armenia, Georgia, Moldavia, Azerbaijan)

18 DESTINATARI FONDO JUGOSLAVIA FONDO BALCANI FONDO MEDITERRANEO FONDO CINA FONDO RUSSIA E UCRAINA Tutte le Imprese italiane (una parte Fondo è destinata alle PMI) Tutte le Imprese italiane Tutte le Imprese italiane (una parte del Fondo è destinata alle PMI, alle imprese Italia Meridionale, alle imprese in aree depresse ob. 2) Tutte le Imprese italiane (una parte del Fondo è destinata alle PMI) Tutte le Imprese italiane

19 STANZIAMENTI FONDO JUGOSLAVIA FONDO BALCANI FONDO MEDITERRANEO FONDO CINA FONDO RUSSIA E UCRAINA EUR ,98 di cui EUR per tutte le imprese ed EUR ,98 per PMI EUR ,32 (SIMEST) EUR ,00 (FINEST) EUR ,40 di cui EUR ,96 per imprese Mezzogiorno o aree svantaggiate; EUR ,44 per tutte le imprese EUR di cui EUR per PMI, EUR per tutte le imprese EUR per tutte le imprese

20 IN DETTAGLIO

21 L’AMMONTARE DELL’INTERVENTO: -non può essere superiore al doppio della partecipazione SIMEST e/o FINEST (tale limite non si applica al Fondo Jugoslavia che prevede un quota massima pari al 24% del capitale sociale della società estera); -non può essere superiore al totale investimento previsto in quota all’impresa italiana; -solo per il Fondo Balcani sono previsti anche dei limiti quantitativi predeterminati pari ad EUR in ogni caso il cumulo quota SIMEST/FINEST e quota Fondo non può eccedere il limite del 49% del capitale sociale della società estera. L’AMMONTARE DELL’INTERVENTO: -non può essere superiore al doppio della partecipazione SIMEST e/o FINEST (tale limite non si applica al Fondo Jugoslavia che prevede un quota massima pari al 24% del capitale sociale della società estera); -non può essere superiore al totale investimento previsto in quota all’impresa italiana; -solo per il Fondo Balcani sono previsti anche dei limiti quantitativi predeterminati pari ad EUR in ogni caso il cumulo quota SIMEST/FINEST e quota Fondo non può eccedere il limite del 49% del capitale sociale della società estera. LIMITI DI INTERVENTO FONDI

22 DURATA Le partecipazioni relative all’intervento dei Fondi devono essere cedute entro il termine massimo di 8 anni e comunque non oltre i termini previsti nei contratti relativi all’intervento di SIMEST o di FINEST. PREZZO DI CESSIONE viene determinato con riferimento al maggior valore fra: -patrimonio netto rettificato secondo i principi IAS; -costo della partecipazione in Euro; -quotazione di borsa (ove esistente). Nessuna garanzia reale o personale può essere richiesta a fronte dell’obbligo di riacquisto. DURATA Le partecipazioni relative all’intervento dei Fondi devono essere cedute entro il termine massimo di 8 anni e comunque non oltre i termini previsti nei contratti relativi all’intervento di SIMEST o di FINEST. PREZZO DI CESSIONE viene determinato con riferimento al maggior valore fra: -patrimonio netto rettificato secondo i principi IAS; -costo della partecipazione in Euro; -quotazione di borsa (ove esistente). Nessuna garanzia reale o personale può essere richiesta a fronte dell’obbligo di riacquisto. CONDIZIONI INTERVENTO FONDI

23 La richiesta di intervento deve essere presentata alla SIMEST e/o FINEST per i rispettivi fondi. L’istruttoria per l’intervento del Fondo si concretizza nella predisposizione di un dossier di presentazione al Comitato di Indirizzo e Rendicontazione presso il MAP che: -stabilisce i criteri generali per l’utilizzo dei Fondi (Scooring progetto/partner); -delibera i singoli interventi fissandone le condizioni. La richiesta di intervento deve essere presentata alla SIMEST e/o FINEST per i rispettivi fondi. L’istruttoria per l’intervento del Fondo si concretizza nella predisposizione di un dossier di presentazione al Comitato di Indirizzo e Rendicontazione presso il MAP che: -stabilisce i criteri generali per l’utilizzo dei Fondi (Scooring progetto/partner); -delibera i singoli interventi fissandone le condizioni. PROCEDURA

24 FABBISOGNO INVESTIMENTO Euro 67% CAPITALE SOCIALE Euro 33% FINANZIAMENTI Euro SOCIO SERBO (5%) ALFA (55%) FINEST (20%) FINEST (25% investimento) ALTRI FINANZ (8% investimento) CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI A FRONTE FINANZIAMENTO BANCARIO PARI AD EUR F.do SERBIA (20%)

25 Operatività SPRINT c/o FINEST SIMEST SACE istruttoria SIMEST SACE delibera finanziamento/assicurazione contratto finanziamento/assicurazione erogazione finanziamento/assicurazione attività commerciale esame affidabilità dell’impresa strutturazione domanda di Finanziamento/assicurazione Impresa del Nord Est

26 ATTIVITA’ DI INVESTIMENTO SVILUPPO COMMERCIALE AGEVOLAZIONE FINANZIARIA ESPORTAZIONE BENI STRUMENTALI Fasi di sviluppo dell’azienda all’estero Direttrici di intervento Area Investimenti

27 ESPLORARE NUOVI MERCATI CREANDO NUOVE OPPORTUNITA’ DI PENETRAZIONE COMMERCIALE INCREMENTARE OPERATIVITA’ ESTERA MEDIANTE LA CONCESSIONE DI DILAZIONI DI PAGAMENTO SMOBILIZZO PRO SOLUTO O PRO SOLVENDO DEI PRORI CREDITI (EXPORT FINANCE) Fasi di sviluppo dell’azienda all’estero Direttrici di intervento Area Assicurazione

28 LIAISON OFFICE BELGRADO

29 OPERATIVITA’ LIAISON OFFICE BELGRADO Creazione di un apposito desk di primo aiuto alle imprese della Regione FVG che intendono intraprendere un processo di internazionalizzazione in Serbia Montenegro. Il desk vuole essere un punto di riferimento per le imprese ed essere uno strumento di coordinamento in loco delle varie istituzioni a supporto dell’imprenditore. L’obiettivo è quello di presentare al Paese Serbia Montenegro un sistema regione efficiente e coordinato Creazione di un apposito desk di primo aiuto alle imprese della Regione FVG che intendono intraprendere un processo di internazionalizzazione in Serbia Montenegro. Il desk vuole essere un punto di riferimento per le imprese ed essere uno strumento di coordinamento in loco delle varie istituzioni a supporto dell’imprenditore. L’obiettivo è quello di presentare al Paese Serbia Montenegro un sistema regione efficiente e coordinato

30 SERVIZI OFFERTI Assistenza investimenti: il Liaison Office fornisce la necessaria assistenza alle imprese italiane per creare od ampliare una società mista o ad intero capitale italiano, affiancando agli interventi di partecipazione al capitale le agevolazioni finanziarie per studi di fattibilità, assistenza tecnica, programmi di penetrazione commerciale, credito all’esportazione. Assistenza assicurazione credito all’esportazione : il Liaison Office fornisce la necessaria assistenza alle imprese per assicurare il rischio commerciale/politico sia nel BT che nel LT a fronte di operazioni di esportazione nella forma del credito fornitore e/o acquirente. Assistenza investimenti: il Liaison Office fornisce la necessaria assistenza alle imprese italiane per creare od ampliare una società mista o ad intero capitale italiano, affiancando agli interventi di partecipazione al capitale le agevolazioni finanziarie per studi di fattibilità, assistenza tecnica, programmi di penetrazione commerciale, credito all’esportazione. Assistenza assicurazione credito all’esportazione : il Liaison Office fornisce la necessaria assistenza alle imprese per assicurare il rischio commerciale/politico sia nel BT che nel LT a fronte di operazioni di esportazione nella forma del credito fornitore e/o acquirente.

31 SERVIZI OFFERTI Assistenza legale e societaria in loco: il Liaison Office fornisce servizi di assistenza amministrativa, societaria e fiscale come ad esempio: costituzione società, tenuta contabilità, dichiarazioni fiscali, redazione bilanci d’esercizio, budgeting e reporting. Assistenza nel recrueting e business matching : il Liaison Office è in grado di offrire informazioni commerciali, effettuare ricerche di mercato, servizi di promozione aziendale, organizzazione workshop, working groups in collaborazione con la locale sede ICE Assistenza legale e societaria in loco: il Liaison Office fornisce servizi di assistenza amministrativa, societaria e fiscale come ad esempio: costituzione società, tenuta contabilità, dichiarazioni fiscali, redazione bilanci d’esercizio, budgeting e reporting. Assistenza nel recrueting e business matching : il Liaison Office è in grado di offrire informazioni commerciali, effettuare ricerche di mercato, servizi di promozione aziendale, organizzazione workshop, working groups in collaborazione con la locale sede ICE


Scaricare ppt "Gli strumenti finanziari e agevolativi a sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese CCIAA di Trento, 15 dicembre 2004."

Presentazioni simili


Annunci Google