La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

0 Roma, 14 maggio 2004 FORUM P.A Servizi per la Pubblica Amministrazione Locale Catasto e tributi: “ Conoscenza del Territorio ed Equità Fiscale “ Ing.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "0 Roma, 14 maggio 2004 FORUM P.A Servizi per la Pubblica Amministrazione Locale Catasto e tributi: “ Conoscenza del Territorio ed Equità Fiscale “ Ing."— Transcript della presentazione:

1 0 Roma, 14 maggio 2004 FORUM P.A Servizi per la Pubblica Amministrazione Locale Catasto e tributi: “ Conoscenza del Territorio ed Equità Fiscale “ Ing. Carlo Falcinelli Responsabile Progetti Sviluppo Mercati PAL Webred – Gruppo Telecom Italia - Finsiel

2 1 Esperienza, Modelli e Progetti “ Qual’è il percorso che ha portato allo sviluppo del Progetto ” Servizi Servizi ASP applicativi gestionali erogati da un Centro Servizi con accesso sicuro dei Comuni attraverso browser WEB DatoFonte Riconsiderare il Dato e la sua Fonte informativa, nell’eccezione di Rappresentazione del Territorio “Rappresentazione del Territorio”, per rivisitare i servizi ICT della P.A.L. Servizi Servizi all’Ente Organizzazione del Centro Servizi per sostenere l’Ente nell’interazione territoriale e lo sviluppo associativo dei Comuni Progetti di circolarità e sussidiarietà Servizi Servizi per il territorio Rimodulazione del Centro Servizi per estendere l’incidenza dell’attività comunale al controllo ed allo sviluppo del territorio, nonché attivare i processi di federalismo, trasparenza e cooperazione amministrativa Anno 1999Anno 2001Anno 2003

3 2 Le esigenze di comprensione dei Comuni piccoli  Analizzare problemi operativi ed amministrativi dell’Organizzazione  Verificare i ritorni ottenibili da un nuovo modo di operare, superando l’abitudine consolidata di considerare solo i problemi cui si va incontro in un cambiamento  Conoscere le opportunità operative (interazione con il territorio e tra P.A.) ed organizzative (economie di scala) legate ai fenomeni associativi tra Enti in funzione della condivisione e della cooperazione  Analizzare i diversi vantaggi ottenibili dai processi di trasformazione della P.A. e dai trasferimenti delle competenze in atto, percependo la sommatoria delle funzioni come integrazione ed arricchimento organico del proprio lavoro e del proprio sistema di conoscenza  Riscontrare come una revisione della gestione del territorio assicuri all’Ente una conoscenza dei fenomeni locali e conseguentemente una capacità di intervento negli investimenti e nel sostegno al territorio, efficace e vincente dal punto di vista politico ed economico “ Quali considerazioni sono maturate in fase di analisi iniziale del Progetto”  i problemi interni derivanti da un cambiamento di ruolo  i ritorni ottenibili dai cambiamenti  Le opportunità operative e economiche nell’ambito dell’associazionismo tra Enti  le motivazioni di un nuovo modo di essere P.A. per il territorio Poter analizzare i Problemi Poter analizzare i Problemi Comprendere i vantaggi Comprendere i vantaggi Percepire tempi certi di indirizzo al cambiamento Percepire tempi certi di indirizzo al cambiamento

4 3 Progetto pilota “Catasto e tributi” Requisiti di Progetto  Modello ASP su Centro Servizi  Riuso delle soluzioni di Gruppo  NON invasivo del S.I. Comunale  Indipendenza dai formati dati disponibili presso le Fonti  Aderenza e supporto al modello di cooperazione applicativa  Prevedere una componente di consulenza specialistica organizzativa e tecnica Obiettivo del Pilota Attraverso  Integrazione delle B.D. del COMUNE  Correlazione dei dati comunali con quelli provenienti da altre Fonti (PAC e Territorio)  Aggiornamento continuo dei dati attraverso la cooperazione con le Fonti  Gestione dati del CATASTO  Sviluppo strumenti di analisi semplice e complessa sui dati aggregati e correlati  Predisposizione all’accesso ai dati da parte del cittadino Trasparenza e Privacy (D.lgs. 675/97 e 196/03) Realizzazione di un Pilota in grado di dimostrare la fattibilità del Progetto “ Come si caratterizza l’esperienza presentata”

5 4 Servizi resi disponibili -Bollettini di pagamento preimpostati -Sviluppo del contenzioso tributario -Pratiche amministrative -Consultazione dei Piani urbanistici e di riclassamento comunale -Richiesta con rilascio di planimetrie e cartografie amministrative -Cartella annuale dei pagamenti comunali -Fascicolo ICI degli immobili e dei terreni -Fascicolo dei contratti di conduzione per Oggetto -Accesso ai dati dell’Ente (D.lgs.196/03) -Segnalazione errori e inconsistenza negli archivi comunali -Incrocio Dati Oggetto con dati del Territorio e segnalazione anomalie amministrative -Produzione di planimetrie e cartografie accessibile dagli uffici -Calcolo tributi sulla rilevazione dello stato -Analisi storica dei dati di territorio -Gestione Catasto censuario e cartografico -Fascicolo del fabbricato (Patrimonio) -Rappresentazione integrata cartografica -Fascicolo ICI degli immobili e dei terreni -Statistiche e analisi generali Servizi al Cittadino / Professionista che il Comune può implementare Servizi a disposizione del Comune “ Quali servizi definire per il Sistema dei Comuni“ Sistema di servizi tecnici e professionali modulare sulla base dell’Organizzazione del cliente

6 5 Il modello del Pilota, il network dei Soggetti Ente Locale/ aggregazione di EELL Uffici comunali Anagrafe Tributi Att. produttive Licenze edilizie Territorio Centro Servizi per il Territorio Banca Dati Territoriale Modello su base locale per la gestione di consorzi/ aggregazioni di EELL, principio adottato anche dal sistema dei Centri Servizi Territoriali Sistemi Informativi  Agenzia Territorio  Sistema della Montagna  Camere di Commercio  Archivi territorio Regione/Provincia  Catasti utenze  Archivi Concessionari  Altre DB locali  Altre DB nazionali Acquisizione periodica di viste Cooperazione federata accesso per indici Predisposizione di piattaforme gestionali locali di Soggetti esterni e cooperazione applicativa Framework servizi Pilota “ Qual è lo scenario operativo del Progetto“ Front-End della P.A.

7 6 l’Indice di correlazione per la gestione territoriale DataBase Alfanumerico CatastoDB Integrato del Comune DB ….. Utenze servizi Motore di indicizzazione degli archivi cod. tpc DB degli Indice di correlazione cod. catastale Rappresentazione grafica Sistema di controllo completezza chiavi di correlazione e corrispondenza loro presenza all’interno dell’Indice Database Cartografico DB …….. Rn Puntatore codice Fiscale soggetto Indicizzatore indiretto chiave X:Y “ Come arrivare al modello UDDI per la disponibilità dell’informazione“ L’esposizione di riferimenti standard per l’accesso ai contenuti da parte dei soggetti titolati per legge

8 7 Interazione con Polo territoriale Il ciclo di servizio del Centro Servizi Fonti dati COMUNE Anagrafe Attività Produttive Tributi ICI - RSU Viario comunale Territorio Acquisire i dati dalle fonti del S.I. Comunale Creazione del DB integrato (BDIT) e Correlazione con le altre Fonti Produzione delle informazioni e delle segnalazioni di anomalie relative all’incrocio dei dati correlati COMUNE Camere Commercio Catasto Altre Oggetto Soggetto Oggetti riferiti Soggetti interessati Modello di accesso ai dati Servizi sulla Qualità del Dato Servizi sull’integrazione e la gestione del Dato Servizi sulla fruizione del Dato “ Qual è il processo di lavoro previsto” Supporti informatici per  funzioni catastali alfanumeriche e cartografiche  Gestione Conservatoria  Interazione con professionisti Gestione CATASTO locale 4 Patrimonio

9 8 La piattaforma del Progetto Pilota SIAN PILOTA Catasto-Comuni Esperienze nuove Introdotte dal Progetto Esperienze comuni con il SIAN - Ministero Politiche Agricole Apertura totale e predisposizione verso Accesso Banche dati Agricoltura e Foreste (catasto incendi colture agricole, aziende agricole, ….) Ambiente (vincoli, frane, …) Beni Culturali Ampliamento verso gli altri uffici dei Comuni (Lavori Pubblici, manutenzione strade, Verde, Servizi Sociali, ecc…) Servizi di front verso Cittadini e Imprese (accesso L.196/03 e servizi interattivi) Ampliamento per essere utilizzato da altri Enti (Consorzi di Bonifica, Parchi regionali, Riserve di caccia, gestione patrimonio immobiliare “Fascicolo fabbricato”, ecc…) Predisposizione verso piattaforme di erogazione servizi multicanale (Smartphone, PDA, Telefoni PDA o GPS integrato, ecc…) Supporto all’attività dei concessionari e interazione con Agenzia delle Entrate per supporto alla gestione contradittorio con cittadino e recupero coattivo Best Practice in Europa nei Sistemi Territoriali per Agricoltura Piattaforma RDBMS di riferimento ORACLE – Spatial Information Management Finsiel partecipa all' Oracle Partner Network “ Quali le piattaforme applicative principali di riferimento del Progetto” Esperienze di Gruppo per gli Enti Locali Servizi PAL

10 9 Quali sono gli aspetti nuovi di interesse in corso di analisi “ Quali prospettive per il Sistema di servizi” Sistema Informativo interno del Comune Cooperazione applicativa ed Amministrativa verso la P.A.  Consolidamento dell’informazione locale attraverso la correlazione verso i contenuti a disposizione, ampliando l’interazione con gli Uffici del Comune  Utilizzo del Sistema Informativo territoriale per supportare il controllo di gestione, attraverso il monitoraggio dei fenomeni economici e sociali, degli investimenti derivanti dalla programmazione triennale e dell’elenco delle opere ed il monitoraggio del patrimonio e degli interventi su di esso  Rendere disponibili in modo semplice l’accesso alle proprie informazioni da parte dei cittadini (D.lgs.196/03) Sistema di mappatura degli interventi pubblici territoriali in grado di interagire con gli organi Centrali di controllo (L.109/94), progetto SINAP della AVLP “Sistema Nazionale delle Opere Pubbliche on-line” Controllo degli investimenti Pubblici, in grado di cooperare con i Sistemi Centrali di monitoraggio (L.144/99 art.1 e L.289/02) CIPE e Tesorerie (Progetto SIOPE della Banca d’Italia)  Estensione degli indici di correlazione con adozione, tra le “chiavi” del Territorio, del Codice Unico di Progetto (CUP-CIPE) e del Codice Unico dell’Intervento (CUI dell’Autorità dei Lavori Pubblici). L’obiettivo generale da traguardare :

11 10 Termine della presentazione Grazie per l’attenzione Ing. Carlo Falcinelli Via XX Settembre 150/a Perugia


Scaricare ppt "0 Roma, 14 maggio 2004 FORUM P.A Servizi per la Pubblica Amministrazione Locale Catasto e tributi: “ Conoscenza del Territorio ed Equità Fiscale “ Ing."

Presentazioni simili


Annunci Google