La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

TEleRIScaldamento Conferenza stampa Bellinzona, 31 marzo 2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "TEleRIScaldamento Conferenza stampa Bellinzona, 31 marzo 2011."— Transcript della presentazione:

1 TEleRIScaldamento Conferenza stampa Bellinzona, 31 marzo 2011

2 Chi siamo Portare il calore nel Bellinzonese recuperando, valorizzando l’energia prodotta dalla combustione dei rifiuti dell’ICTR, Impianto cantonale di termovalorizzazione dei rifiuti di Giubiasco: questo è l’obiettivo di Teris, società che nasce dalla collaborazione tra ACR, Azienda cantonale dei rifiuti, AET, Azienda elettrica ticinese e il Comune di Giubiasco.

3 Come funziona? Il teleriscaldamento è un sistema di riscaldamento urbano costituito da una rete di tubazioni, isolate ed interrate, per la distribuzione del calore - sottoforma di acqua calda - prodotto da un unico impianto centrale, con destinazione residenziale, commerciale, ospedaliera, artigianale o industriale. Il cuore energetico della rete progettata per il Bellinzonese è l’ICTR, che grazie al recupero e al riutilizzo dell’energia liberata dalla combustione dei rifiuti, produrrà simultaneamente elettricità e calore mediante un sistema termoelettrico combinato (cogenerazione).

4 La rete

5 La rete 2 Rete Lunghezza totale [km] Consumo utenze [MWh/a] Potenza utenze [MW] Rete nord: Bellinzona, Giubiasco, Sementina Temp. mandata: ca. 105°C Temp. ritorno: ca. 55°C 1533’ MW Rete sud: Sant’Antonino Temp. mandata: ca.105°C/65°C Temp. ritorno: ca. 55°C/45°C 514’ MW 5 MW bassa temperatura Totale 2047’50032

6 Dati tecnici 3 scambiatori di calore (tot. 24 MW) nel locale turbina ICTR 3 scambiatori di calore a bassa temperatura (tot. 5 MW) nella stazione di pompaggio Più del 90% del fabbisogno di calore è coperto dagli scambiatori di calore presso ICTR, il rimanente 10% grazie all’ausilio di caldaie esterne Caldaie di back-up In caso di malfunzionamento della centrale o di una manutenzione di tutte le linee di combustione dei rifiuti, è garantita una sicurezza d’approvvigionamento del 80%

7 Per l‘ambiente Il teleriscaldamento permette di eliminare ca. 500 impianti di combustione a olio di medie/grosse dimensioni (pari a ca. 2’500 abitazioni monofamiliari). Verrebbe così risparmiata la combustione di 4‘750'000 l di gasolio annui Diminuzione delle emissioni di CO2, PM10 e NOx: –meno 12’700 t CO2/anno –meno t PM10/anno –meno 7.99 t NOx/ anno

8 Costi e tempistiche Investimento: ca. 50 mio. CHF, ripartito su 7 anni Finanziamento: – Sussidi 10 mio CHF – Capitale azionario 10 mio CHF – Fondazione Centesimo Clima – Certificati CO2 – Prestiti bancari Inizio lavori: 2011 Primi allacciamenti: Primavera 2012

9 Assistenza e consulenza Ing. Andrea Fabiano Teleriscaldamento del Bellinzonese Strada dell’Argine, 5 CH Giubiasco


Scaricare ppt "TEleRIScaldamento Conferenza stampa Bellinzona, 31 marzo 2011."

Presentazioni simili


Annunci Google