La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

© by FIPAV - Centro Qualificazione Nazionale CORSO ALLIEVO ALLENATORE PRIMO LIVELLO GIOVANILE MODULO 3 METODOLOGIA 3 “Principi metodologici nell’organizzazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "© by FIPAV - Centro Qualificazione Nazionale CORSO ALLIEVO ALLENATORE PRIMO LIVELLO GIOVANILE MODULO 3 METODOLOGIA 3 “Principi metodologici nell’organizzazione."— Transcript della presentazione:

1 © by FIPAV - Centro Qualificazione Nazionale CORSO ALLIEVO ALLENATORE PRIMO LIVELLO GIOVANILE MODULO 3 METODOLOGIA 3 “Principi metodologici nell’organizzazione dell’attività giovanile – Principi della programmazione tecnica per le fasce d’età giovanile”

2 © by FIPAV - Centro Qualificazione Nazionale Obiettivo generale del modulo Dal concetto generale di pianificazione delle attività è possibile identificare il significato degli obiettivi (obiettivi e breve, medio e lungo termine, obiettivi generali e specifici, obiettivi in ambito tecnico, socio – relazionale e promozionale, obiettivi da perseguire nelle varie fasce d’età giovanili, nei diversi contesti in cui opera l’allievo allenatore, nei diversi contesti sociali in cui si colloca il Club)

3 © by FIPAV - Centro Qualificazione Nazionale Presupposti della pianificazione Gli obiettivi della pianificazione Strategie di pianificazione Prevenzione delle problematiche Valutazione dei risultati e aggiustamento delle proposte operative SIGNIFICATO GENERALE DEL CONCETTO DI PIANIFICAZIONE

4 © by FIPAV - Centro Qualificazione Nazionale La programmazione annuale e la programmazione pluriennale Perché si parla di programmazione pluriennale in ambito giovanile Relazione tra fascia d’età e priorità in termini programmatici La categoria under 14: la didattica La categoria under 16: il processo di identificazione del ruolo e la specializzazione La categoria under 18: l’allenamento specialistico e l’allenamento situazionale LA PIANIFICAZIONE TECNICA IN AMBITO FORMATIVO

5 © by FIPAV - Centro Qualificazione Nazionale Obiettivi Modelli di riferimento e criteri di scelta Principi metodologici nell’identificazione degli errori Principi metodologici nella correzione degli errori Il “protocollo tecnico didattico” L’unità didattica LA PROGRAMMAZIONE NELLA CATEGORIA UNDER 14

6 © by FIPAV - Centro Qualificazione Nazionale Obiettivi La ricerca delle attitudini al ruolo Il riconoscimento delle attitudini Il percorso di specializzazione LA PROGRAMMAZIONE NELLA CATEGORIA UNDER 16

7 © by FIPAV - Centro Qualificazione Nazionale Obiettivi Dall’attitudine al ruolo all’allenamento esclusivo sulle problematiche del ruolo Concetto di allenamento situazionale Elementi tecnici che richiede l’allenamento situazionale Allenamento situazionale ed esercizio di sintesi Allenamento situazionale ed esercizio globale LA PROGRAMMAZIONE NELLA CATEGORIA UNDER 18

8 © by FIPAV - Centro Qualificazione Nazionale Ruolo dell’allenatore Ruolo privilegiato Ruolo centrale Immagine di riferimento L’allenatore educatore dell’ambiente sociale Attività complementari programmate e svolte dall’allenatore LA PIANIFICAZIONE IN AMBITO SOCIO – RELAZIONALE

9 © by FIPAV - Centro Qualificazione Nazionale La promozionalità sul territorio Criteri identificativi che contraddistinguono il territorio Principi nella costruzione di una strategia promozionale Criteri di valutazione della strategia promozionale Dalla strategia promozionale alla strategia di fidelizzazione LA PIANIFICAZIONE IN AMBITO PROMOZIONALE

10 © by FIPAV - Centro Qualificazione Nazionale DOMANDE E CONSIDERAZIONI ?


Scaricare ppt "© by FIPAV - Centro Qualificazione Nazionale CORSO ALLIEVO ALLENATORE PRIMO LIVELLO GIOVANILE MODULO 3 METODOLOGIA 3 “Principi metodologici nell’organizzazione."

Presentazioni simili


Annunci Google