La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Altre* tecniche in valutazione VERSIONE MAGGIO 2014 PROVVISORIO * ‘Altre’ rispetto alle tecniche di gruppo cui è dedicata una serie.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Altre* tecniche in valutazione VERSIONE MAGGIO 2014 PROVVISORIO * ‘Altre’ rispetto alle tecniche di gruppo cui è dedicata una serie."— Transcript della presentazione:

1 Altre* tecniche in valutazione VERSIONE MAGGIO 2014 PROVVISORIO * ‘Altre’ rispetto alle tecniche di gruppo cui è dedicata una serie specifica.

2 _______________________ La metodologia di “sviluppo dal basso” ha portato i soggetti pubblici e privati, che qui sottoscrivono, a una riconsiderazione della questione locale e a decidere di innovare il proprio atteggiamento con riferimento a: - il “sistema ambiente” considerato come risorsa economica di base e contesto di nuove opportunità, cui applicare lavoro e capitali nel rispetto delle regole di una equilibrata interazioneuomo-natura; - i principi della collaborazione, della concentrazione e della cooperazione, visti come forme di rapporti sociali utili e rafforzare l’identità comune del territorio e valorizzarne economicamente le risorse umane, storiche e naturali; - la diffusione di consorzi per i servizi, materiali e immateriali, e di organismi associativi e senza scopo di lucro, funzionali a promuovere nuovi saperi professionali, tecnologici, organizzativi; - la diffusione di una leadership di coalizione da selezionare sulla capacità di sintetizzare punti di vista diversi e sulla volontà di attivare, anche nel Cilento, quegli strumenti propri alle “società complesse” che consentono la progettazione e la gestione dei processi di sviluppo. ______________________ A 1 D 1 I K M 1 M LJ Valutazione tassonomica Esempio 1 – Patto territoriale: Analisi documento

3 Valutazione tassonomica Esempio 1 – Mappa concettuale relativa all’albero degli obiettivi

4 1/ Criticità organizzativ e di I grado Raggruppament i logici generali Criticità organizzative di III grado Criticità organizzative di II grado indicazioni al ricovero 3 inquadram. diagnostico terapia chirurgica 53 Linea guida Ictus cerebrale Legenda: Linee logiche (capitoli del testo)‏ # Raccom. di Grado C (o N.C.)‏ # Raccomandazioni di Grado B # # Raccomandazioni di Grado A Connessioni tipo “Se… allora” Elementi ‘critici’ (da valutare) ti Valutazione tassonomica Esempio 2 – Linee guida sanitarie

5

6

7 Swot relazionale Esempio – Programma di cooperazione (2004)

8 N.G.T. Esempio – Correlazione fra fondi strutturali (2003)

9

10 Obiettivi generali Obiettivo specifico Risultati attesi Attività Condizioni Precondizioni Il Quadro logico – Ruolo delle ‘condizioni’

11 Ob. generali Ob. specificiOb. generali Risult. attesiOb. specificiOb. generali Mezzi/AzioniRisult. attesiOb. specificiOb. generali Mezzi/AzioniRisult. attesiOb. specificiOb. generali Mezzi/AzioniRisult. attesiOb. specifici Mezzi/AzioniRisult. attesi Mezzi/Azioni Politiche ProgrammiAssi Misure Attività Progetti

12 EFFETTO Scarsità di cibo CAUSA I LIV. Dimin. prod. agric. in collina Dimin. prod. agric. in collina CAUSA I LIV. Diminuzione Produz. riso Diminuzione Produz. riso CAUSA II LIV. Erosione terreno Erosione terreno CAUSA II LIV. Distruzione raccolti Distruzione raccolti CAUSA II LIV. Cattivo sistema irriguo Cattivo sistema irriguo CAUSA II LIV. Irregolare fornitura input Irregolare fornitura input OBIETTIVO GEN. Miglioram. situaz. aliment. Miglioram. situaz. aliment. OB. SPECIFICO Aumento. prod agric. in collina Aumento. prod agric. in collina OB.SPECIFICO Aumento Produz. riso Aumento Produz. riso RISULTATO Diminuzione eros. terreno Diminuzione eros. terreno RISULTATO Dimuz. distruzione raccolti Dimuz. distruzione raccolti RISULTATO Miglioramento sistema irriguo Miglioramento sistema irriguo RISULTATO Regolare fornitura input Regolare fornitura input Diagramma dei problemiDiagramma degli obiettivi Il Quadro logico Diagramma dei problemi e diagramma degli obiettivi

13 Programma Elevare il livello di sviluppo prioritari: Assi (Competitività delle Imprese) Misure: (Servizi tecnologici alle imprese) Azioni: (Centri tecnologici) Obiettivi in termini di Realizzazioni Risultati Impatto (Intermedio) Impatto (globale) Nuovi Centri tecnologici, +... Migliori servizi tecnologici per le imprese, +... Aumentare la competitività delle imprese, +... Nuovi network tecnologici, +... Aumentare la competitività delle imprese Migliori servizi tecnologici per le imprese Nuovi network tecnologici Nuovi Centri tecnologici Fonte: adattamento da EC Structural Funds, Evaluating socio-economic programmes, European Commission, Bruxelles 1999, vol. I, pag. 93 Gerarchia degli obiettivi nella logica dei Fondi strutturali

14 Mappa concettuale di Novak

15 Mappa concettuale Logica del programma XXX

16 Mappa concettuale Determinanti della “qualità” del Dip. Prevenzione Asl Perugia (2005)


Scaricare ppt "Altre* tecniche in valutazione VERSIONE MAGGIO 2014 PROVVISORIO * ‘Altre’ rispetto alle tecniche di gruppo cui è dedicata una serie."

Presentazioni simili


Annunci Google