La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Appunti di Risonanza Magnetica Anno 2011 Jacopo Negri Andrea Forneris Il primo viaggio nel mondo della risonanza magnetica deve essere una passeggiata.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Appunti di Risonanza Magnetica Anno 2011 Jacopo Negri Andrea Forneris Il primo viaggio nel mondo della risonanza magnetica deve essere una passeggiata."— Transcript della presentazione:

1 Appunti di Risonanza Magnetica Anno 2011 Jacopo Negri Andrea Forneris Il primo viaggio nel mondo della risonanza magnetica deve essere una passeggiata rilassante.

2 Introduzione La risonanza magnetica applicata alla medicina e’ una metodica di diagnostica per immagini ormai diffusa a livello nazionale. Per iniziare, ma soprattutto per sapere dove volgere costantemente lo sguardo, e’ fondamentale ricordare questi due termini: DIAGNOSTICA per IMMAGINI magari invertendoli, in modo da dare un senso all’atto pratico, cioe’ la produzione di immagini per arrivare ad una diagnosi. Questo è il concetto di base di tutta la diagnostica per immagini, ma in RM esiste sempre il grosso rischio di perdersi nella miriade di parametri e aspetti tecnici, dimenticando che la cosa più importante e’ sempre e solo la diagnosi finale che aiutera’ il paziente a trovare una soluzione al suo problema.

3 Purtroppo per chi non ha un esperienza lavorativa di lunga data fa molta fatica a districarsi tra le definizioni, i concetti, le formule, i valori da ricordare e le procedure di sicurezza, rischiando di gettare incondizionatamente tutti questi elementi preziosi in un unico pentolone per fare un minestrone che darà l’impressione di avere sempre lo stesso gusto. Quello che invece e’ importante e’ riuscire a mettere in evidenza gli “ingredienti” piu’ importanti (e assimilare le varie caratteristiche) che condizioneranno il sapore finale della ricetta che stiamo per iniziare a preparare.

4 Non daremo quindi riferimenti storici perche’ possono essere reperiti facilmente sui molti testi disponibili e perche’ non sono fondamentalmente utili ai fini pratici, poi vedremo alcuni concetti molto basilari e semplificati della fisica su cui si basa il funzionamento della RM, passeremo poi invece in dettaglio le famiglie di sequenze, le pesature, le tecniche di acquisizione, le caratteristiche dell’immagine RM, e i vari protocolli d’esame.

5 L’intero corso è stato preparato scritto e disegnato (purtroppo in modo mooooolto approssimativo) manualmente, cercando di utilizzare delle immagini concettuali che, si pensa, possano aiutare ad assimilare dei concetti complessi. Memorizzata l’immagine si avra’ sempre un punto di riferimento per richiamare il concetto.

6 Scopo del corso -Fornire i concetti minimi indispensabili per capire la fisica della Risonanza Magnetica -Preparare lo specialista ad avere una visione globale del flusso pazienti nel reparto RM -Fare il punto su ciascun esame RM specifico -Fornire informazioni sulla sicurezza, mezzi di contrasto e tecniche speciali.

7 Sommario Ore 08.10Basi Fisiche RM (LEZIONE FRONTALE) Ore 08.20Nozioni sulle apparecchiature RM (LEZIONE FRONTALE) Ore 08.30Ponderazioni T1, T2 e Densità Protonica (LEZIONE FRONTALE) Ore 08.40Sequenze RM: suddivisione generale, parametri, caratteristiche (LEZIONE FRONTALE) Ore 09.00Saturazione del grasso: differenti tecniche con relativi vantaggi e svantaggi (LEZIONE FRONTALE) Ore 09.10Tecniche di acquisizione 2D, 3D, monoslice, radiali (LEZIONE FRONTALE) Ore 09.20L’immagine digitale e le sue principali caratteristiche (LEZIONE FRONTALE) Ore 09.30Discussione Ore 10.00PAUSA CAFFE Ore 10.15Introduzione al flusso di lavoro nel reparto RM (LEZIONE FRONTALE) Ore 10.20La sicurezza in RM (LEZIONE FRONTALE) Ore 10.30Questionario Preliminare e preparazione del paziente (LEZIONE FRONTALE) Ore 10.50Concetti generali e convenzioni utilizzate negli esami RM Ore 11.00RM Ginocchio – Inquadramento clinico – Installazione paziente – Posizionamento sequenze – Patologie più frequenti – Scelta del protocollo d’esame *i dettagli saranno identici per tutti gli altri esami successivi (LEZ FRONTALE) Ore 11.10RM Spalla (LEZIONE FRONTALE) Ore 11.20RM Caviglia e Piede (LEZIONE FRONTALE) Ore 11.30RM Mano Polso (LEZIONE FRONTALE) Ore 11.40Discussione Ore 12.00RM Anca e Bacino (LEZIONE FRONTALE) Ore 12.10RM Gomito (LEZIONE FRONTALE) Ore 12.20La Claustrofobia in Risonanza Magnetica (LEZIONE FRONTALE) Ore 12.40I mezzi di Contrasto utilizzati in Risonanza Magnetica (LEZIONE FRONTALE) Ore 12.50Discussione (eventuale recupero ritardo) Ore 13.00PRANZO Ore 14.00RM Encefalo – Ipofisi – Orbite - CAI (LEZIONE FRONTALE) Ore 14.20RM Colonna (LEZIONE FRONTALE) Ore 14.30Tecniche speciali Mielo-RM, Colangio-RM (LEZIONE FRONTALE) Ore 14.35RM Addome (LEZIONE FRONTALE) Ore 14.45RM Mammelle (LEZIONE FRONTALE) Ore 14.55RM Collo (LEZIONE FRONTALE) Ore 15.00RM Torace (LEZIONE FRONTALE) Ore 15.10RM Pelvi femminile, Prostata, Perineo (LEZIONE FRONTALE) Ore 15.20Tecniche Angiografiche (LEZIONE FRONTALE) Ore 15.30Discussione finale e saluti

8 Tasselli fondamentali SICUREZZA IMMAGINI SEQUENZE Protocolli d’esame Fisica

9 dimostrazione del fenomeno RM (Bloch e Purcell) sviluppo della trasformata di Fourier (Ernst) differenze di segnale dai tessuti sani e patologici (Damadian) e gradienti di campo (Lauterburg) prima immagine di topo (Mallard) prima immagine di parte anatomica umana in vivo (mansfield) prima RM installata (della Siemens) Alcune date

10 Bibliografia e riferimenti MR_fat_suppression_abdomen_Horger_Flash_Apr08.pdf entier/article.phtml?id=rc%2forg%2fsfrnet%2fhtm%2fArticle%2f2010%2fhtm

11 Subito senza neanche scaldarsi…….

12 Caratteristiche Liquidi= Ipo Osso corticale= nero Osso spongioso=grasso Grasso= Iper Muscoli= Iso SB>SG Legamenti e menischi= ipo+++ Arterie= nere Vene= ipo/iper (dipende dalla velocita’) T1 Da ricordare

13 T2 Da ricordare Caratteristiche Liquidi= Iper Osso corticale= nero Osso spongioso=grasso Grasso= Iper(TSE) Muscoli= Ipo SB

14 Caratteristiche Liquidi= Iper Osso corticale= nero Osso spongioso=grasso Grasso= Ipo++ Muscoli= Iso SB<

15 Caratteristiche Liquidi= Ipo+++ Osso corticale= nero Osso spongioso=grasso Grasso= Iper Muscoli= Iso SB<

16 Legenda Titolo Testo normale Testo importante Note Esempi e paragoni


Scaricare ppt "Appunti di Risonanza Magnetica Anno 2011 Jacopo Negri Andrea Forneris Il primo viaggio nel mondo della risonanza magnetica deve essere una passeggiata."

Presentazioni simili


Annunci Google