La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA PATOLOGIA TRAUMATICA DEL TEMPORALE A. Falco Raucci.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA PATOLOGIA TRAUMATICA DEL TEMPORALE A. Falco Raucci."— Transcript della presentazione:

1 LA PATOLOGIA TRAUMATICA DEL TEMPORALE A. Falco Raucci

2 Epidemiologia  20% di tutte le fratture del cranio  Tipologia del trauma Incidenti stradali 31% Incidenti stradali 31% Assalti fisici (colluttazioni) Assalti fisici (colluttazioni) Cadute Cadute Ferite da arma da fuoco Ferite da arma da fuoco  Sesso M:F 3:1 M:F 3:1  Età 70% in II,III,IV decade 70% in II,III,IV decade  Età pediatrica Distribuzione bimodale Distribuzione bimodale 2-3 anni = cadute 2-3 anni = cadute 15 anni = incidenti stradali 15 anni = incidenti stradali

3 Fisiopatologia  Strutture a rischio Nervi cranici VII, IX, X, XI Nervi cranici VII, IX, X, XI Coclea Coclea Labirinto posteriore Labirinto posteriore Catena ossiculare Catena ossiculare Membrana timpanica Membrana timpanica Arteria carotide interna Arteria carotide interna Vena giugulare interna Vena giugulare interna  Fratture aperte (60%) Otorragia, erniazione di tessuto cerebrale, liquorrea Otorragia, erniazione di tessuto cerebrale, liquorrea

4 Valutazione del pz. politraumatizzato  Parametri vitali Pervietà vie aeree Pervietà vie aeree Circolazione Circolazione  Stato neurologico Stato di coscienza Stato di coscienza Immobilizzazione rachide cervicale Immobilizzazione rachide cervicale Documentatione del movimento della facciaDocumentatione del movimento della faccia e delle estremità e delle estremità  Bilancio NCH PrioritarioPrioritario Compromissione delle principali funzioni encefalicheCompromissione delle principali funzioni encefaliche

5 Valutazione ORL  Esame otoneurologico Ny spontaneo e vertigine Ny spontaneo e vertigine Ipoacusia Ipoacusia Acufeni Acufeni Funzione dei nn. Cranici Funzione dei nn. Cranici  Esame clinico dell’orecchio esterno Deformità ossea Deformità ossea Ematoma Ematoma Lacerazioni Lacerazioni Emorragie Emorragie Otoliquorrea Otoliquorrea

6 Segno di Battle  Ecchimosi dovuta alla lesione dell’arteria auricolare posteriore

7 Otoscopia  Emotimpano  Lacerazione del CUE  Perforazione M.T.  Dislocaz. ossiculare

8 Imaging  Evidenza precoce di frattura per l’uso routinario della TC nel traumatizzato cranico  HRCT nel caso di sospetta frattura del temporale  HRCT in presenza di: Paralisi del facciale Liquorrea Distruzione del CUE Sospette lesioni vascolari TC ad alta risoluzione con algoritmo per osso in proiezioni assiali e coronali con spessori di taglio di 1mm

9 Classificazione ULRICH 1926 FRATTURE LONGITUDINALI FRATTURE TRASVERSE GORAYEB, YEAKLEY 1992 FRATTURE OBLIQUE 74.7% FRATTURE LONGITUDINALI FRATTURE TRASVERSE FRATTURE COMBINATE FRATTURE APICE PETROSO

10 Fratture Longitudinali  70-90% delle fratture del temporale  Linea di frattura parallela all’asse maggiore della piramide petrosa Parte dalla squama del temporale o del parietele Parte dalla squama del temporale o del parietele Attraversa la parete postero- superiore del CUE Attraversa la parete postero- superiore del CUE Attraversa il pavimento della FCM Attraversa il pavimento della FCM Può raggiungere l’area peritubarica, l’area perigenicolata, il canale carotico Può raggiungere l’area peritubarica, l’area perigenicolata, il canale carotico  Impatto laterale in regione temporoparietale

11 Fratture Longitudinali: Complicanze  Paralisi del VII 20% (area perigenicolata) 20% (area perigenicolata)  Ipoacusia trasmissiva Lacerazione m.t. Lacerazione m.t. Interruzione/dislocazione catena ossiculare Interruzione/dislocazione catena ossiculare Emotimpano Emotimpano  Ipoacusia neurosensoriale Trauma concussivo Trauma concussivo  Oto-Rino liquorrea

12 Fratture Trasverse  10-30% delle fratture dell’osso temporale  Rima di frattura perpendicolare all’asse longitud. della rocca Parte dal forame magno Parte dal forame magno Attraversa trasversalmente la piramide petrosa Attraversa trasversalmente la piramide petrosa Attraversa la capsula otica anteriormente (coclea,CUI) o posteriormente (canali semicircolari, vestibolo) Attraversa la capsula otica anteriormente (coclea,CUI) o posteriormente (canali semicircolari, vestibolo) Termina nel pavimento della FCM Termina nel pavimento della FCM  Impatto occipitale o frontale

13 Fratture trasverse: Complicanze  Paralisi del VII 50% 50%  Ipoacusia Neurosensoriale Neurosensoriale  Liquorrea Dalla FCP attraverso il labirinto fratturato Dalla FCP attraverso il labirinto fratturato

14 Fratture oblique  Differente orientamento della rima di frattura sulla superficie esterna dell’osso temporale  Attraversano il CUE in un piano orizzontale  Si estendono obliquamente al pavimento della FCM attraversando la fessura petro- timpanica Frattura laterale alla capsula otica Frattura laterale alla capsula otica Può raggiungere l’apice petroso Può raggiungere l’apice petroso

15 VIDEO 1

16 Complicanze  Ipoacusia  Vertigine  Oto-Rino liquorrea  Paralisi del VII  Altre manifestazioni cliniche Colesteatoma Colesteatoma Complicanze vascolari Complicanze vascolari Paralisi del V e VI Paralisi del V e VI Ernie cerebrali Ernie cerebrali

17 Ipoacusia trasmissiva  60% delle fratture longitudinali  % non definibile nelle fratture trasverse  Emotimpano 50-90%  Lacerazione M.T.  Discontinuità ossiculare 20%: Articolazione incudo- stapediale (82%) Dislocazione incudine (57%) Frattura delle crura della staffa (30%)

18 Ipoacusia trasmissiva Trattamento  Risoluzione spontanea 80% riassorbimento emotimpano riassorbimento emotimpano Cicatrizzazione spontanea di lacerazione m. t. Cicatrizzazione spontanea di lacerazione m. t.  Miringoplastica  Timpanotomia esplorativa ed ev. Ossiculoplastica Ipoacusia trsmissiva >30dB persistente 2 mesi dopo l’incidente Ipoacusia trsmissiva >30dB persistente 2 mesi dopo l’incidente

19 Ipoacusia neurosensoriale  4-20% delle fratture longitudinali Concussione cocleare Concussione cocleare  % delle fratture trasverse  Ipoacusia mista dislocazione incudine dislocazione incudine  Meccanismo Distruzione del labirinto membranoso Interruzione o trauma del n. cocleare Interruzione dell’apporto ematico al n. cocleare Emorragia intracocleare Fistola perilinfatica Ipoacusia fluttuante Ipoacusia progressiva

20 Ipoacusia neurosensoriale Trattamento  Chirurgia Trattamento delle fistole perilinfatiche Trattamento delle fistole perilinfatiche Impianto cocleare Impianto cocleare  Riabilitazione Protesi acustiche Protesi acustiche

21 Vertigine  Difficile valutazione Coma Coma Grave commozione cerebrale Grave commozione cerebrale  Incidenza variabile 24-78%  Fratture longitudinali Commozione labirintica Commozione labirintica VPPB VPPB  Fratture trasverse Lesioni dell’organo vestibolare Lesioni dell’organo vestibolare Idrope da ostruzione dell’acquedotto v. Idrope da ostruzione dell’acquedotto v.

22 Vertigine Trattamento  Trapia medica 85% dei casi  Neurectomia vestibolare Vertigine periferica invalidante Vertigine periferica invalidante Vie di approccio: Retrosigmoidea Retrosigmoidea Translabirintica Translabirintica

23 Otoliquorrea/Rinoliquorrea  17% delle fratture del temporale  Frature longitudinali Pavimento FCM Pavimento FCM  Fratture trasverse Dalla FCP attraverso la capsula otica Dalla FCP attraverso la capsula otica  Oto-Rinoliquorrea tardiva Ernia meningo-encefalica Ernia meningo-encefalica Ematoma ostruente Ematoma ostruente

24 Otoliquorrea/Rinoliquorrea Trattamento Atteggiamento conservativo 7-10 gg. Rid. produzione liquor inibitori anidrasi carbonica Rid. volume liquor rachicentesi evaquative Trattamento chirurgio -stato dell’udito -meningocele/encefalocele -posizione fistola Approccio transmastoideo Piccole lesioni osteodurali del tegmen antri Approccio sovrapetroso FCM Copertura della deiscenza ossea con cartilagine e fascia Obliterazione della mastoide ed orecchio medio

25 Colesteatoma  Complicanza tardiva  Meccanismo patogenetico Intrappolamento epiteliale nella rima di frattura Intrappolamento epiteliale nella rima di frattura Penetrazione della cute attraverso la rima di frattura Penetrazione della cute attraverso la rima di frattura Impianto traumatico dello strato epiteliale del timpano nell’orecchio medio Impianto traumatico dello strato epiteliale del timpano nell’orecchio medio Intrappolamento epiteliale mediale a stenosi post- traumatica del CUE Intrappolamento epiteliale mediale a stenosi post- traumatica del CUE

26 Complicanze rare  Lesione della carotide interna Legatura o embolizzazione Legatura o embolizzazione  Trombosi del seno sigmoide  Paralisi del VI Lesione canale di Dorello Lesione canale di Dorello Risoluzione spontanea Risoluzione spontanea  Paralisi del V  Fistole A-V tra carotide interna e seno cavernoso e seno cavernoso  Ernie cerebrali  Pneumoencefalo

27 Paralisi del VII  20% fratture longitudinali  50% fratture trasverse  Sede Area perigenicolata 93% Area perigenicolata 93% 2° ginocchio e porzione mastoidea 7% 2° ginocchio e porzione mastoidea 7%  Tipo di lesione Compressione da schegge ossee Compressione da schegge ossee Sezione completa del nervo Sezione completa del nervo Ematoma intraneurale Ematoma intraneurale

28 Paralisi del VII Valutazione  Fattori prognostici Tipo di esordio Tipo di esordio ImmediatoImmediato TardivoTardivo Non agevole identificazione di un esatto periodo d’insorgenzaNon agevole identificazione di un esatto periodo d’insorgenza Entità del deficit motorio Entità del deficit motorio Paralisi completeParalisi complete Paralisi incompleteParalisi incomplete

29 Paralisi del VII Trattamento  Trattamento conservativo Paralisi ad insorgenza tardiva Paralisi ad insorgenza tardiva Ematoma intra e/o perineuraleEmatoma intra e/o perineurale >95% HB I – II senza intervento>95% HB I – II senza intervento Paralisi incomplete Paralisi incomplete Follow up strettoFollow up stretto Alta % di risoluzione spontaneaAlta % di risoluzione spontanea Degenerazione nervosa <90% alla ENoG Degenerazione nervosa <90% alla ENoG

30 Paralisi del VII Trattamento chirurgico  Imaging Evidenza radiologica di lesione del Falloppio Evidenza radiologica di lesione del Falloppio  Elettrodiagnosi ENoG: >90% degenerazione nervosa entro I primi 6-10 gg.ENoG: >90% degenerazione nervosa entro I primi 6-10 gg. EMG: assenza di potenziali volontari dopo 10-14gg.EMG: assenza di potenziali volontari dopo 10-14gg. MST: differenza di stimolazione di 3.5 mAMST: differenza di stimolazione di 3.5 mA Paralisi complete: maggori problemi di indicazioni terapeutica

31 VIDEO 2

32 27 pz 19 pz 8 pz 8 pz 3 pz 16 pz

33 8 Operati (27)  3 Pz. Via Transmastoidea 3 I°- II° Extralabirintica Extralabirintica  2 Pz. Via combinata 2 I°- II° (FCM + TM) (FCM + TM)  3Pz. Via Transcocleare 2 III° (+ innesto) 1 V° (+ innesto) 1 V°

34 1 pz 5 pz 21 pz


Scaricare ppt "LA PATOLOGIA TRAUMATICA DEL TEMPORALE A. Falco Raucci."

Presentazioni simili


Annunci Google