La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Un Patto per i nostri fiumi: dalla politica dell’emergenza alla prevenzione Venezia Mestre, 19 Novembre 2014 Maria Gabriella Alfano Il contratto di fiume.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Un Patto per i nostri fiumi: dalla politica dell’emergenza alla prevenzione Venezia Mestre, 19 Novembre 2014 Maria Gabriella Alfano Il contratto di fiume."— Transcript della presentazione:

1 Un Patto per i nostri fiumi: dalla politica dell’emergenza alla prevenzione Venezia Mestre, 19 Novembre 2014 Maria Gabriella Alfano Il contratto di fiume Sele Tanagro e Calore

2 Fare clic per modificare stili del testo dello schema Secondo livello Terzo livello Quarto livello Quinto livello Localizzazione dell’esperienza ContestualizzazioneSELE TANAGRO CALORE NATURA CULTURA BIODIVERSITA’

3 CONTESTO Riserva Naturale Foce Sele Tanagro (2 province, 5 comunità montane, 39 comuni) popolazione bacino fluviale circa abitanti Punti di forza: qualità ambientale diffusa, biodiversità (2 S.I.C.), siti archeologici e monumentali, sorgenti termali, aree agricole produttive, presenza di elementi identitari della storia, dell’architettura e della cultura Criticità: vulnerabilità idrogeologica, rischio di immissioni inquinanti nei fiumi, pressing per localizzazione attività detrattrici di qualità ambientale, pressing antropico sulla costa, spopolamento aree interne, scarsa coesione, polverizzazione delle competenze

4 17/11/14 OBIETTIVI Qualità ambientale : elemento chiave di competitività Unire le forze per contrastare attività non compatibili, per fronteggiare l’emergenza idrogeologica e per catturare risorse dedicate a progetti strategici Integrare saperi, competenze, mezzi, capitale umano, risorse finanziarie per la tutela e la valorizzazione dell’ambiente fluviale, elemento vitale per la collettività Coinvolgere Enti, Università, Imprese, Associazioni, portatori di interesse per una visione integrata del bacino fluviale Condividere le scelte e le azioni con strategie bottom up Contratto di fiume (Delibera G.R. Campania n. 452 del )

5 17/11/14 AZIONI Avvio attività luglio 2014 convegno “Verso il contratto di fiume Sele, Tanagro, Calore“ ( Regioni Piemonte e Lombardia, Campania, Federparchi, CIRF, Comuni, Comunità Montane, Università, Consorzi di Bonifica, Ente Turismo, C.E.A., Associazioni Ambientali, Culturali, INU e di Categoria (imprenditoria, agricoltori… ) Concertazione settembre/novembre 2014 “ascolto del territorio ” su attività sperimentali per minimizzare l’uso di concimi e di acqua in agricoltura e su problemi idrogeologici (revisione Piano di Bacino)

6 17/11/14 RISULTATI/CONCLUSIONI Prime attività (anticipatorie) LIFE SELEATTIVO ( programma ) Direct action of conservation of biodiversity in Sele Tanagro basin & managing plan for human activities. Dipartimento di Biologia Università Federico II di Napoli (capofila) + Riserva Sele- 3 Comuni- ANCI LIFE MINI ( programma ) A tool for Minimizing NItrogen leaching and optimizing fertilization and water use through differential management. Riserva Sele Tanagro (capofila)+ 17 comuni di cui 4 associati + Dipartimento Scienze Colturali e Forestali UNIBAS + Regione Campania + Coldiretti e Confagricoltura. In corso la redazione del protocollo di intesa propedeutico al contratto di fiume

7 Maria Gabriella Alfano Sessione Strategie di attuazione dei contratti di fiume


Scaricare ppt "Un Patto per i nostri fiumi: dalla politica dell’emergenza alla prevenzione Venezia Mestre, 19 Novembre 2014 Maria Gabriella Alfano Il contratto di fiume."

Presentazioni simili


Annunci Google