La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

VITAMINA D FONTI - sintesi endogena: esposizione alla luce solare - dieta (necessita di lipidi e sali biliari per l’assorbimento) FUNZIONI dell’ormone:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "VITAMINA D FONTI - sintesi endogena: esposizione alla luce solare - dieta (necessita di lipidi e sali biliari per l’assorbimento) FUNZIONI dell’ormone:"— Transcript della presentazione:

1 VITAMINA D FONTI - sintesi endogena: esposizione alla luce solare - dieta (necessita di lipidi e sali biliari per l’assorbimento) FUNZIONI dell’ormone: agisce a livello trascrizionale omeostasi del calcio, in particolare assorbimento a livello intestinale: geni codificanti per il trasportatore del calcio e per la “proteina legante il calcio“ mineralizzazione ossea secrezione dell’insulina crescita, differenziamento sistema immunitario PRECURSORE dell’ormone steroideo 1,25-diidrossi colecalciferolo

2 HO 2 HC I. PELLE 7-deidrocolesterolo Pre-vitamina D 3 LUCE SOLARE fotolisi - raggi UV nm CH 2 HO vitamina D 3 colecalciferolo cambio conformazionale temp corporea 37° C

3 biosintesi dell’ormone 1,25-diidrossi colecalciferolo  1,25 (OH) 2 D 3  Vit D 3 II. fegato 25 idrossilasi (mitocondriale o microsomiale) non regolata 25 OH D 3 24, 25 (OH) 2 D 3 1, 25 (OH) 2 D 3 1 idrossilasi (mitocondriale) punto di controllo della biosintesi se è presente ipercalcemia forma non attiva se è presente ipocalcemia III. rene  paratormone

4 Alcune funzioni del CALCIO  Struttura (osso e denti)  Coagulazione del sangue  Contrazione muscolare  Attivazione di enzimi  -amilasi pancreatica, protein chinasi C fosfofruttochinasi  Rilascio di ormoni e neurotrasmettitori Le funzioni regolatorie prevalgono sulle funzioni scheletriche perturbazioni nell’omeostasi sono tamponate da tessuto osseo

5 Scarsa tolleranza alle deviazioni di [Ca ++ ]:  Ipocalciemia: ipereccitabilità, convulsioni tetaniche  Ipercalciemia: paralisi muscolare, coma Ormoni di controllo di [Ca ++ ]:  Ormone paratiroideo (PTH)  Vitamina D Adulto: Calcio corporeo ( g ) Livello plasmatico = 10 (9-11) mg/dL (2.4 mM) 50% ione non complessato - fisiologicamente attivo 40% legato a proteine (albumina) 10% sale fosfato, citrato, bicarbonato

6 RACHITISMO: bambino Deficiente mineralizzazione con deformità delle ossa sconosciuto nei paesi tropicali, scandinavi, esquimesi nell’ 800 trattato con olio di fegato di pesce e esposizione al sole, nel 1930 identificata la vitamina OSTEOMALACIA: adulto osteopenia con aumentato rischio di frattura ed un diffuso dolore osseo - anche per mancata sintesi dell’ormone o mancata risposta ormonale CARENZA di Vit D

7 VITAMINA K fillochinone, piante menachinone, batteri flora intestinale 6-11 forma sintetica non attiva come tale, viene isoprenilata dall’organismo menadione Dicumarolo antivitamina

8 Farmaci con azione antivitaminica anticoagulanti: warfarina antibiotici: cefalosporina inibitore della vit k-epossido reduttasi Funzione biochimica cofattore di carbossilasi per la sintesi dell'acido  -carbossiglutammico (Gla)  proteina -HN-CH- CO- proteina I CH 2 I  CH-COO – I COO – Gla

9 Fattore XII  XII a Fattore XI ( Ca 2+, FL)  XI a Fattore IX ( Ca 2+, FL)  IX a Fattore VIII  VIII a  Fattore V  V a  Fattore X ( Ca 2+, FL)  X a XIII a  Fattore XIII monomeri di fibrina  fibrinogeno Protrombina ( Ca 2+, FL)  trombina polimero di fibrina VII a  ( Ca 2+, FL) Fattore VII VIA INTRINSECA VIA ESTRINSECA Ca 2+ fattore IV FL fosfolipidi delle piastrine attivate

10 582 A B 323 Arg -Ile 274 Arg-Thr S S Gla protrombina TROMBINA  Arg -Gly Fibrinogeno  fibrina XIII  XIII a VIII  VIII a V  V a VII  VII a XaXa

11 fibrinogeno (  A  B  ) 2 fibrina (  ) 2 + fibrinopeptidi (2A, 2B )

12 VITAMINA A - costituita da 4 unità isopreniche anello  -iononico essenziale per l’attività tutto-trans retinolo CAROTENOIDI - costituiti da 8 unità isopreniche Provitamine: beta carotene (bioconversione 1:12) CH 2 OH C C CH ’

13 Fotoisomerizzazione 11cis retinale -> tutto trans retinale Rumore di fondo dà il limite alla captazione del segnale rodopsina stabile alla termoisomerizzazione, praticamente non vi è isomerizzazione spontanea FUNZIONI RODOPSINA opsina (apoproteina) + fotorecettore legato tramite base di Schiff con lisina (Lys 296) s 500 nm I. PERCEZIONE VISIVA

14 Rodopsina trans retinale trans retinolo trans retinolo estere luce 11 cis retinolo 11 cis retinale opsina Reduttasi NADPH Lecitina retinol acil transferasi MUTAZIONE : retinite pigmentosa Trasportatore Isomerasi Deidrogenasi NAD + Ciclo retinoide: via enzimatica che rigenera 11cis retinale MUTAZIONE: degenerazione maculare di Stargardt al buio, nelle cellule epiteliali adiacenti ai fotorecettori;

15 II. FUNZIONE TRASCRIZIONALE Lega recettori nucleari Recettori dell’Acido Retinoico (RXR) RXR forma eterodimeri con - recettori per gli ormoni steroidei - Vit D - ormoni tiroidei Con inibizione o attivazione di specifici geni. Base molecolare per il ruolo fisiologico nel differenziamento, proliferazione, sviluppo embrionale.

16 VITAMINA E scoperta nel 1922 nei vegetali verdi e denominata vit E quindi messa in relazione con la fertilità e chiamata tocoferolo: tokos (nascita) phero (porto) olo (alcol) STRUTTURA CHIMICA anello funzionale fenolico con una catena laterale isoprenica  -tocoferolo

17 VITAMINA E presente soprattutto in alimenti di origine vegetale, olio di oliva, noci, mandorle, vegetali verdi LOCALIZZAZIONE: zone ricche in lipidi: membrane cellulari, lipoproteine, deposito di grassi  protezione da auto-ossidazione degli acidi grassi polinsaturi.  previene ossidazione LDL


Scaricare ppt "VITAMINA D FONTI - sintesi endogena: esposizione alla luce solare - dieta (necessita di lipidi e sali biliari per l’assorbimento) FUNZIONI dell’ormone:"

Presentazioni simili


Annunci Google