La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto Sicurimpariamo al Ferrante Aporti: Risultati dell’indagine effettuata tramite questionari self-report 1.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto Sicurimpariamo al Ferrante Aporti: Risultati dell’indagine effettuata tramite questionari self-report 1."— Transcript della presentazione:

1 Progetto Sicurimpariamo al Ferrante Aporti: Risultati dell’indagine effettuata tramite questionari self-report 1

2 48 questionari (validi) Genere 20 (41,7%) donne 27 (56,3%) uomini Titolo di studio 12 (25%) Laurea o diploma di laurea 21 (43,8%) Diploma di scuola media superiore 12 (25%) Diploma di scuola media inferiore o licenza elementare Le risorse economiche familiari nell’ultimo anno sono state: 1(2,1%) Ottime 26 (54,2%) Adeguate 18 (37,5%) Scarse 1 (2,1%) Assolutamente insufficientiEtà 7 (14,6%) anni 16 (33,3%) anni 9 (18,8%) anni 10 (20,8%) anni 2 (4,2%) più di 60 anni Le percentuali e i valori mancanti sono relative ai missing (risposte mancanti) Ore a settimana dedicate alla cura di figli, famigliari, anziani o disabili: 7 (14,6%) meno di 2 ore 7 (14,6%) dalle 2 alle 7 ore 10 (20,8%) dalle 10 alle 14 ore 1 (2,1%)dalle 15 alle 21 ore 2 (4,2%) dalle 21 alle 28 ore 17 (35,4%) più di 28 ore Caratteristiche dei rispondenti: i dati personali Cittadinanza 45 (93,8%) italiana 1 (2,1%) straniera 2

3 48 questionari (validi) Ente di afferenza : 22 (45,8%) Ministero delle Giustizia- area sicurezza 8 (16,7%) Ministero della Giustizia – area trattamento e amministrazione 2 (4,2%) Ministero della Salute 4 (8,3%) Ministero dell’Istruzione 7 (14,6%) Cooperative sociali 5 (10,4%) Altro Anzianità di servizio/ collaborazione con l’Istituto: 7 (14,6%) Meno di 2 anni 9 (18,8%) Da 2 a 5 anni 12 (25%9 Da 6 a 10 anni 17 (35,4%) Più di 10 anni Le percentuali e i valori mancanti sono relativi ai missing (risposte mancanti) Caratteristiche dei rispondenti: i dati professionali Tipologia contrattuale: 37(77,1%) Tempo indeterminato 5 (10,4%) Tempo indeterminato 5 (10,4%) Altro 3

4 48 questionari (validi) Volte alla settimana in cui viene espletato il turno notturno in Istituto : 34 (70,8%) Mai 7 (14,6%) Una volta 6 (12,5%)Due volte 0 (0%) Più di tre volte Le percentuali e i valori mancanti sono relativi ai missing (risposte mancanti) Caratteristiche dei rispondenti: i dati professionali Orario di lavoro in Istituto: 30 (62,5%) Prevalentemente di giorno 0 (0%) Prevalentemente di notte 4 (8,3%)Turni senza lavoro notturno 12 (25%) Turni con lavoro notturno 1 (2,1%) Altro svolgono un altro lavoro 10 (20,8%) intervistati svolgono un altro lavoro oltre a quello in Istituto che si svolge prevalentemente in orari diurni e occupa in media a settimana 15,6 (ds=13,6) ore 4

5 Caratteristiche dei rispondenti: i dati professionali Ore di lavoro/collaborazione per settimana: M tot= 32,28 (ds=13) M tot= 32,28 (ds=13) Comparto sicurezza m=39,95 (ds=10,2) Comparto trattamentale (Min. Giustizia, Istruzione, Salute e Cooperative) e amministrativo m=26,76 (ds=11,9) Altre categorie m=23,2 (ds=10,6) Giorni di lavoro/collaborazione per settimana: M tot= 5,15 (ds=1,1) M tot= 5,15 (ds=1,1) Comparto sicurezza m=5,62 (ds=0,9) Comparto trattamentale (Min. Giustizia, Istruzione, Salute e Cooperative) e amministrativo m=4,67 (ds=1) Altre categorie m=5,2 (ds=1,3) Ore di lavoro a contatto con i ragazzi detenuti: M tot= 17 (ds=12) M tot= 17 (ds=12) Comparto sicurezza m=33,11 (ds=18,3) Comparto trattamentale (Min. Giustizia, Istruzione, Salute e Cooperative) e amministrativo m=17 (ds=12) Altre categorie m=7,4 (ds=10,5) 5

6 I risultati:  Aspetti organizzativi  Aspetti lavorativi  Aspetti relazionali  Indicatori della salute individuale (psicologica, fisica ecc.) 6

7 Aspetti organizzativi (1)  Chiarezza degli obiettivi: il riferimento è alla chiarezza con cui la direzione formula gli obiettivi da perseguire e alle modalità comunicative con cui tali obiettivi vengono resi noti ai dipendenti e ai collaboratori (ambiguità, coerenza ecc.; es. item: “gli obiettivi dell’organizzazione sono chiari e ben definiti”).  Qualità dei processi comunicativi: fa riferimento alle modalità attraverso cui tutte le componenti organizzative sono coinvolte nei processi comunicativi (es. item: “è facile avere le informazioni di cui si ha bisogno”).  Integrazione tra le aree: indaga la percezione rispetto a quanto le aree che compongono l’istituto lavorino in integrazione in particolare per quanto concerne la comunanza degli obiettivi e la condivisione dei processi decisionali. Il riferimento è anche alla presenza di dispositivi organizzativi funzionali a sostenere un clima collaborativo tra le aree (es. item: Ci sono incomprensioni fra le diverse aree”). 7

8 Aspetti organizzativi (2)  Equità: rileva la percezione dei lavoratori rispetto alle politiche aziendali e a quanto esse siano in grado di garantire un trattamento equo e imparziale tra i diversi individui, aree e categorie professionali (es. item “le risorse necessarie sono attribuite in modo equo”).  Reward: descrive la percezione da parte del lavoratore di essere riconosciuto e ricompensato per i propri sforzi e per il proprio contribuito in organizzazione (es. item: “la mia attuale posizione di lavoro riflette adeguatamente la mia professionalità”).  Formazione: rileva la percezione dei lavoratori circa l’adeguatezza dell’offerta formativa in rapporto ai bisogni di sviluppo della propria professionalità. Richiama inoltre una valutazione dell’utilità dei corsi erogati in rapporto alla possibilità che essi costituiscano un sostegno rispetto alle difficoltà incontrate nella quotidianità lavorativa (es item: “Ricevo la formazione necessaria per svolgere il mio lavoro al meglio”). 8

9 Aspetti organizzativi (3)  Disponibilità delle risorse: fa riferimento alla presenza e all’adeguatezza degli strumenti e delle risorse necessarie allo svolgimento del lavoro (es. item: “c’è personale a sufficienza per portare a termine il lavoro”).  Sicurezza: indaga la percezione del lavoratore circa l’attenzione che l’azienda presta ai temi della sicurezza e del comfort ambientale nei luoghi di lavoro (es item: “per lavorare vengono forniti i DPI adeguati”).  Conflitto casa-lavoro: si riferisce al tema della conciliazione tra il lavoro e vita familiare e privata. Più nello specifico, gli item considerati valutano quanto il lavoro influisce negativamente sulla quantità e sulla qualità del tempo dedicato ad attività extra lavorative (es. item: “non ho energie per dedicarmi ad attività del tempo libero a causa del lavoro”). 9

10 Aspetti organizzativi: Chiarezza degli obiettivi 4-7 Bassa 7,1-10 Medio/bassa 10,1-13 Medio/Alta 13,1-16 Alta 10

11 Aspetti organizzativi: Qualità dei processi comunicativi 5-8,75 Bassa 8,76-12,5 Medio/bassa 12,6-16,25 Medio/Alta 16,26-20 Alta 11

12 Aspetti organizzativi: Integrazione tra aree 5-8,75 Bassa 8,76-12,5 Medio/bassa 12,6-16,25 Medio/Alta 16,26-20 Alta 12

13 Aspetti organizzativi: Disponibilità delle risorse 2-3,5 Bassa 3,6-5 Medio/bassa 5,1-6,5 Medio/Alta 6,6-8 Alta 13

14 Aspetti organizzativi: Equità 5-8,75 Bassa 8,76-12,5 Medio/bassa 12,6-16,25 Medio/Alta 16,26-20 Alta 14

15 Aspetti organizzativi: Reward 4-7 Basso 7,1-10 Medio/basso 10,1-13 Medio/Alt0 13,1-16 Alto 15

16 Aspetti organizzativi: Adeguatezza della formazione erogata 4-7 Bassa 7,1-10 Medio/bassa 10,1-13 Medio/Alta 13,1-16 Alta 16

17 Aspetti organizzativi: Sicurezza 3-5,24 Bassa 5,25-7,5 Medio/bassa 7,6-9,75 Medio/Alta 9,76-12 Alta 17

18 Sicurezza: formazione e comportamenti orientati alla sicurezza …  Negli ultimi 3 anni ha partecipato a corsi di formazione organizzati dall’istituto per svolgere il suo lavoro senza rischi per la sicurezza sua e dei suoi colleghi? [C12] Sì 22,9%(11) - No 75% (36) [missing value 2,1% (1)]  Negli ultimi 3 anni ha partecipato a corsi di formazione professionale organizzati dall’istituto sui temi diversi della sicurezza? [C13] Sì 45,8% (22) - No 54,2% (26)  Durante lo svolgimento del proprio lavoro, il 45,8% (22) dei rispondenti riferisce di utilizzare i DPI mai o quasi mai, il 31,3% (15) raramente, il 12,5% (6) qualche volta e il 6,3% (3) sempre [missing=4,2% (2)]. 18

19 Sicurezza: il rischio biologico …  Nel suo lavoro, le capita di essere a contatto con liquidi biologici, come sangue, siero, urina etc.? [C19] Mai 43,8% (21) – Saltuariamente 39,6% (19)- Spesso 10,4% (5) - Sempre 6,3% (3)  Se manipola liquidi biologici, normalmente usa i mezzi di protezione? [C20] Sì 43,8% (21) – No (6,3%) 3- Non manipolo liquidi biologici 33,3% (16) [Missing 16,7%(8)]  [C21]Tra coloro che manipolano liquidi biologici (43,8%, 21), per proteggersi dal rischio, il 10,7% (5) riferisce di utilizzare sia i guanti che la mascherina, il 27,1% (13) solo i guanti. Nessuno utilizza gli occhiali. 19

20 Sicurezza: gli infortuni …  Negli ultimi 12 mesi ha subito infortuni che hanno comportato almeno un giorno di assenza dal lavoro? [C22] Sì 6,3% (3) No 87,5%(42) [Missing 6,3% (3)]  Se sì, quanti giorni di assenza dal lavoro ha comportato l’infortunio più grave negli ultimi 12 mesi?[C23] Media 11 – ds 9,9 – min, max 4, 18 [Missing 1] 20

21 Sicurezza: qualità e comfort degli ambienti di lavoro  Com’è la temperatura del locale dove lavora, in estate?[C14] Adeguata 45,8% (22)- Inadeguata 52,1% (25) [Missing 2,1% (1)]  Com’è la temperatura del locale dove lavora, in inverno?[C15] Adeguata 50% (24)- Inadeguata 50% (24)  Il ricambio dell’aria del locale in cui lavora le sembra: [C16] Adeguata 60,4% (29)- Inadeguata 39,6% (19)  L’umidità del locale in cui lavora le sembra: [C17] Adeguata 64,6% (31)- Inadeguata 33,3% (16) [Missing 2,1% (1)]  Nello svolgimento del suo lavoro le capita di passare da ambienti caldi ad ambienti freddi o viceversa? [C18] Mai 8,3% (4) - Saltuariamente 20,8% (10) - Spesso 47,9% (23)- Sempre 22,9% (11) 21

22 Aspetti organizzativi: Conflitto casa-lavoro 8-14 Basso 14,1-20 Medio/basso 20,1-26 Medio/Alt0 26,1-32 Alt0 22

23 Aspetti lavorativi (1) Le richieste:  Emotive: riguardano il grado di coinvolgimento emotivo a cui il lavoratore è sottoposto nello svolgimento del proprio lavoro (es. item: “il mio lavoro è coinvolgente dal punto di vista emotivo”).  Cognitive: indaga la percezione del lavoratore rispetto al carico cognitivo (in termini di velocità, quantità e qualità) a cui è sottoposto durante lo svolgimento del suo lavoro (es item: “il mio lavoro è frenetico”).  Fisiche: fa riferimento a quanto al lavoratore è richiesto di effettuare sforzi fisici di un certo rilievo o svolgere i compiti in posizioni scomode in modo reiterato (es. item: “devo spostare o sollevare carichi pesanti”). 23

24 Aspetti lavorativi (2) Le risorse:  Sviluppo competenze: rileva se il lavoratore percepisce che le proprie abilità e competenze vengano utilizzate e il proprio lavoro rappresenti un’opportunità di svilupparle ulteriormente (es. item: “questo lavoro mi permette di sviluppare le mie abilità”).  Autonomia decisionale: riguarda il grado di autonomia concessa all’individuo nell’esercizio di discrezionalità rispetto al proprio lavoro (es. item: “il mio lavoro mi permette di prendere decisioni in autonomia”).  Significato del lavoro: riguarda il significato che l’individuo attribuisce al proprio lavoro in termini di pregnanza, costruttività e utilità (es. item: “penso che il mio lavoro sia costruttivo e pieno di significato”). 24

25 Aspetti lavorativi (3) La percezione del proprio ruolo:  Chiarezza del ruolo: indaga la percezione circa la chiarezza delle mansioni, dei compiti e degli obiettivi che competono al ruolo ricoperto dal rispondente (es. item: “il mio lavoro ha obiettivi chiari”).  Conflitto di ruolo: indaga se il soggetto è sottoposto a richieste contraddittorie, ambigue e difficili da gestire durante svolgimento del proprio lavoro (es. item: “al lavoro ricevo richieste contraddittorie”). 25

26 Aspetti lavorativi (4) Il conflitto emotivo nella gestione del proprio ruolo:  Dissonanza emotiva: rappresenta un indicatore circa il grado di controllo che l’individuo deve esercitare sulla manifestazione delle proprie reazioni emotive negative nei confronti dei ragazzi- detenuti e dell’amministrazione (es items: “è parte della mia quotidianità lavorativa nascondere la rabbia che mi capita di provare nei confronti dei detenuti”).  Vissuti ambivalenti nei confronti dei detenuti: evidenzia la presenza di vissuti ambivalenti e conflittuali nell’operatore in rapporto alla gestione del proprio ruolo con particolare riferimento alla relazione in cui è coinvolto con il ragazzo detenuto (es. items: “è parte della mia quotidianità lavorativa vivere sentimenti conflittuali tra l’esercitare un ruolo controllo piuttosto che di sostegno nei confronti dei ragazzi detenuti”). 26

27 Aspetti lavorativi: Richieste emotive 3-5,24 Basse 5,25-7,5 Medio/basse 7,6-9,75 Medio/Alte 9,76-12 Alte 27

28 Aspetti lavorativi: Richieste cognitive 4-7 Basse 7,1-10 Medio/basse 10,1-13 Medio/Alte 13,1-16 Alte 28

29 Aspetti lavorativi: Richieste fisiche 4-7 Basse 7,1-10 Medio/basse 10,1-13 Medio/Alte 13,1-16 Alte 29

30 Aspetti lavorativi: Sviluppo competenze 6-10,5 Basse 10,6-15 Medio/basse 15,1-19,5 Medio/Alte 19,6-24 Alte 30

31 Aspetti lavorativi: Autonomia decisionale 3-5,24 Bassa 5,25-7,5 Medio/bassa 7,6-9,75 Medio/Alta 9,76-12 Alta 31

32 Aspetti lavorativi: Significato del lavoro 5-8,75 Basso 8,76-12,5 Medio/basso 12,6-16,25 Medio/Alt0 16,26-20 Alt0 32

33 Significato del lavoro: l’importanza attribuita alla mission “rieducativa” e di “sicurezza” Comparto trattamentale (Min. Giustizia, Salute, Istruzione e cooperative e amministrativo) e amministrativo Educativa/di recupero sociale …           1= basso10= alto m=7,9 (ds=2,2) Di sicurezza …           1= basso10= alto m=5,29 (ds=2,8) [10.11]Quanto sente di assolvere attraverso il suo lavoro a una funzione … 33

34 Significato del lavoro: l’importanza attribuita alla mission “rieducativa” e di “sicurezza” Comparto della sicurezza Educativa/di recupero sociale …           1= basso10= alto m=5,82 (ds=2,5) Di sicurezza …           1= basso10= alto m=7,9 (ds=2,5) [10.11]Quanto sente di assolvere attraverso il suo lavoro a una funzione … 34

35 Significato del lavoro: l’importanza attribuita alla mission “rieducativa” e di “sicurezza” Altre categorie professionali Educativa/di recupero sociale …           1= basso10= alto m=7,2 (ds=1,7) Di sicurezza …           1= basso10= alto m=4 (ds=2,6) [ 10.11]Quanto sente di assolvere attraverso il suo lavoro a una funzione … 35

36 Aspetti lavorativi: Chiarezza di ruolo 3-5,24 Basso 5,25-7,5 Medio/basso 7,6-9,75 Medio/Alt0 9,76-12 Alt0 36

37 Aspetti lavorativi: Conflitto di ruolo 4-7 Basso 7,1-10 Medio/basso 10,1-13 Medio/Alt0 13,1-16 Alto 37

38 Aspetti lavorativi: Dissonanza emotiva 4-7 Bassa 7,1-10 Medio/bassa 10,1-13 Medio/Alta 13,1-16 Alta 38

39 Aspetti lavorativi: Vissuti di ambivalenza nei confronti dei ragazzi-detenuti 3-5,24 Bassi 5,25-7,5 Medio/bassi 7,6-9,75 Medio/Alti 9,76-12 Alti 39

40 Aspetti relazionali  Supporto dei colleghi: valuta la presenza di un clima collaborativo e sereno tra pari all’interno dell’unità organizzativa (es. item: “tra le persone con cui lavoro c’è un clima di reciproca collaborazione”).  Supporto dei superiori si riferisce a quanto l’individuo percepisce di essere sostenuto nello svolgimento del proprio lavoro e valorizzato per il contributo apportato (es. item: “i miei superiori prestano attenzione a quanto dico”).  Isolamento: items volti a individuare situazioni di isolamento (fisico) durante lo svolgimento del proprio lavoro.  Comportamenti vessatori: items volti a indagare se il soggetto ha subito minacce, prepotenze o violenze da capi, colleghi o detenuti. 40

41 Aspetti relazionali: Supporto dei colleghi 6-10,5 Basso 10,6-15 Medio/basso 15,1-19,5 Medio/Alto 19,6-24 Alto 41

42 Aspetti relazionali: Supporto dei superiori 4-7 Basso 7,1-10 Medio/basso 10,1-13 Medio/Alt0 13,1-16 Alto 42

43 Aspetti relazionali: l’isolamento  Nel corso di una “normale” giornata di lavoro …. … lavoro isolato dai colleghi [9.8] Mai/quasi mai 41,7%(20) – Qualche volta 37,5% (18) – Spesso 14,6% (7) – Sempre 6,3% (3) … mi è possibile parlare con i colleghi [9.9] Mai/quasi mai 2,1% (1) – Qualche volta 8,3% (4)– Spesso 41,7% (20) – Sempre 47,9%(23) 43

44 Aspetti relazionali: comportamenti vessatori  Il 25% (12) riporta di aver ricevuto minacce di violenza sul luogo di lavoro [nel 22,9%, (11) dei casi è riferito da membri della Polizia Penitenziaria]. Nel 2,1% (1) provengono dai colleghi, nel 6,3% (3) dai capi e nel 16,7% (8) dai ragazzi detenuti. [10.8]  Il 10,4% (5) riporta di aver subito violenze fisiche sul luogo di lavoro [nell’8,3% (4) dei casi è riferito da membri della Polizia Penitenziaria]. Nel 2,1% (1) dei casi tale comportamento è stato attribuito ai capi, nell’8,3% (4) dei casi da parte di detenuti. [10.9]  Il 39,6% (19) riferisce di essere stato oggetto di prepotenze sul luogo di lavoro. [nel 27% (13) dei casi tali atteggiamenti sono riferiti da membri della Polizia Penitenziaria]. Nel 4,2% (2) dei casi esse sono state perpetrate da colleghi, nel 25% (12) da capi e nel 10,4% (5) da detenuti. [10.10] 44

45 Gli effetti sulla salute individuale: Il Burn out (1) Il termine burn out fa riferimento a un processo che inizialmente trova le sue principali manifestazioni a livello individuale ma che evidenzia un disagio organizzativo e che produce effetti a cascata nell’intero contesto in cui è sorto. La maggior parte della letteratura, concorda nel ritenere che tale fenomeno assuma le seguenti caratteristiche:  Esaurimento emotivo: si riferisce alla percezione dell’individuo di aver ecceduto nell’uso delle proprie risorse fisiche ed emozionali e al sentirsi a tal punto prosciugati dal sentire di non riuscire a ricaricarsi e affrontare un altro giorno di lavoro o un altro problema (es. item: “mi sento emotivamente sfinito dal mio lavoro”).  Depersonalizzazione: atteggiamento di distacco o ostilità che coinvolge principalmente la relazione con l’utenza (es. item: “temo che questo lavoro mi possa indurire emotivamente”).  Realizzazione professionale: fa riferimento a sentimenti di competenza, di produttività e capacità di portare a termine il proprio lavoro con successo (es. item: “ho realizzato cose di valore nel mio lavoro”). 45

46 Gli effetti sulla salute individuale (2)  Benessere emotivo: indaga la frequenza con cui l’operatore associa al proprio lavoro vissuti emotivi positivi legati per esempio alla sfera della contentezza, della calma, e dell’allegria.  Malessere emotivo: indaga la frequenza con cui l’operatore associa al proprio lavoro vissuti emotivi negativi legati per esempio alla sfera della tristezza, dell’inquietudine e della preoccupazione.  Depressione: fa riferimento alla presenza di comportamenti, atteggiamenti e pensieri (per es. scarsa iniziativa, scarsa motivazione a coltivare le relazioni sociali ecc.) che la letteratura ha evidenziato come possibili indicatori della presenza di una sintomatologia depressiva nell’individuo (es. item: “nelle ultime due settimane mi è capito di sentirmi giù, triste, disperato”). 46

47 Gli effetti sulla salute individuale (3)  Turnover intention: indaga l’intenzione da parte del lavoratore di allontanarsi dall’attuale posto di lavoro (cambiando reparto, organizzazione fino al desiderio di ritirarsi dal mondo del lavoro: es. item: “negli ultimi sei mesi ho pensato di cercare un lavoro simile in un’altra organizzazione”).  Soddisfazione: valuta la soddisfazione globale dell’individuo circa la sua vita privata, lavorativa e generale.  Salute generale, abitudine al fumo e consumo di alcol: serie di items volte a restituire un quadro circa la percezione di salute fisica e a rilevare la presenza di condotte e abitudini che richiamano uno stile di vita insalubre. 47

48 La salute individuale: Burn out (Esaurimento emotivo) 0-10,9 Basso 11,18,9 Medio Alto 48

49 La salute individuale: Burn out (Esaurimento emotivo) 0-10,9 Basso 11-18,9 Medio Alto 49

50 La salute individuale: Burn out (Depersonalizzazione) 0-1,9 Basso 2-4,9 Medio 5-30 Alto 50

51 La salute individuale: Burn out (Depersonalizzazione) 0-1,9 Basso 2-4,9 Medio 5-30 Alto 51

52 La salute individuale: Burn out (Realizzazione professionale) 0-30,9 Bassa 31-38,9 Media Alta 52

53 La salute individuale: Burn out (Realizzazione professionale) 0-30,9 Bassa 31-38,9 Media Alta 53

54 La salute individuale: Benessere emotivo 6-10,5 Basso 10,6-15 Medio/basso 15,1-19,5 Medio/Alto 19,6-24 Alto 54

55 La salute individuale: Benessere emotivo 6-10,5 Basso 10,6-15 Medio/basso 15,1-19,5 Medio/Alto 19,6-24 Alto 55

56 La salute individuale: Malessere emotivo 7-12,25 Basso 12,26-17,5 Medio/basso 17,6-22,75 Medio/Alto 22,76-28 Alto 56

57 La salute individuale: Malessere emotivo 7-12,25 Basso 12,26-17,5 Medio/basso 17,6-22,75 Medio/Alto 22,76-28 Alto 57

58 La salute individuale: Depressione 4-15 Assenza di sintomi Presenza di sintomi 58

59 La salute individuale: Depressione 4-15 Assenza di sintomi Presenza di sintomi 59

60 La salute individuale: Turnover intention 4-7 Basso 7,1-10 Medio/basso 10,1-13 Medio/Alt0 13,1-16 Alto 60

61 La salute individuale: Turnover intention 4-7 Basso 7,1-10 Medio/basso 10,1-13 Medio/Alt0 13,1-16 Alto 61

62 La salute individuale: Soddisfazione           1= basso10= alto Comparto sicurezza Riferito al lavoro … Riferito alla vita privata …           1= basso10= alto m=5,6 (ds=2,3) m=7,7 (ds=1,6) Complessivamente …           1= basso10= alto m=7,3 (ds=1,3) 62

63 La salute individuale: Soddisfazione           1= basso10= alto Comparto trattamentale (Min. Giustizia, Salute, Istruzione e cooperative e amministrativo Riferito al lavoro … Riferito alla vita privata …           1= basso10= alto m=7,3 (ds=1,9) m=7,9 (ds=1,7) Complessivamente …           1= basso10= alto m=7,7 (ds=1,4) 63

64 La salute individuale: Soddisfazione           1= basso10= alto Altre categorie professionali Riferito al lavoro … Riferito alla vita privata …           1= basso10= alto m=6,6 (ds=1,3) m=8,2 (ds=1,1) Complessivamente …           1= basso10= alto m=8,2 (ds=1,1) 64

65 La salute individuale: la sfera fisica  Come giudica nel complesso la sua salute? [domanda 20] Molto buona 8,3% (4) – Buona 58,3% (28) – Non problematica 14,6% (7)– Ho qualche problema 18,8% (9) – Ho problemi seri 0%(0)  Giorni approssimativi di assenza effettuati negli ultimi 12 mesi: [domanda 19] Media =7,95; ds=14,8; min; max=0; 90 [missing 6] 65

66 La salute individuale: il fumo [ ]  Il 25% (12) degli intervistati fuma, il 33,3% (16) ha fumato in passato ma ora ha smesso, il 41,7% non ha mai fumato  Coloro che dichiarano di fumare attualmente consumano in media 12 sigarette al giorno (ds: 7,9) e hanno iniziato in media all’età di 17 anni (ds: 2,9)  Coloro che fumavano in passato ma dichiarano di aver smesso consumavano in media 14,25 (ds: 10,4 [4 missing]) sigarette al giorno, hanno iniziato in media a 18, 93 anni (ds: 3,2) e hanno smesso in media da 12,17 anni (ds: 11,1). 66

67 La salute individuale: il consumo di bevande alcoliche [ ]  Il 72,9% (36) consuma, anche saltuariamente, bevande alcoliche. Il 25% (12) è astemio [missing=1]  Tra coloro che dichiarano di consumare alcool il 16,7% (6) ha pensato negli ultimi tre mesi di dover bere meno  Negli ultimi tre mesi, il 2,8% (1) si è sentito in colpa per aver bevuto troppo  Negli ultimi tre mesi, nessuno degli intervistati ha dichiarato di essersi sentito irritato perché qualcuno gli aveva detto che beveva troppo  Infine, nessuno riferisce, negli ultimi tre mesi, di essersi svegliato al mattino con la voglia di bere una bevanda alcolica. 67

68 Richieste di approfondimento emerse nella riunione del

69 Incrocio titolo di studio * ente di afferenza 69 Titolo di studio * Ente di afferenza Laurea o diploma di laurea Diploma di scuola media superiore Diploma di scuola media inferiore Totale Ministero della Giustizia trattamentale e amministrativa Conteggio3317 % entro ente di afferenza42,9% 14,3%100,0% Ministero della Giustizia (Area sicurezza) Conteggio % entro ente di afferenza4,8%47,6% 100,0% Ministero dell’Istruzione Conteggio1304 % entro ente di afferenza25,0%75,0%0%100,0% Ministero della Sanità Conteggio1102 % entro ente di afferenza50,0% 0%100,0% Cooperative sociali Conteggio4217 % entro ente di afferenza57,1%28,6%14,3%100,0% Altro Conteggio2136 % entro ente di afferenza33,3%16,7%50,0%100,0% Totale Conteggio % entro ente di afferenza25,5%42,6%31,9%100,0%

70 Aspetti organizzativi: Conflitto casa-lavoro 8-14 Basso 14,1-20 Medio/basso 20,1-26 Medio/Alt0 26,1-32 Alt0 70

71 Incrocio esaurimento emotivo (burn out) * ore di contatto con i detenuti per settimana 0-10,9 Basso 11-18,9 Medio Alto 71

72 Incrocio depersonalizzazione (burn out) * ore di contatto con i detenuti per settimana ,9 Basso 2-4,9 Medio 5-30 Alto

73 Incrocio realizzazione professionale (burn out) * ore di contatto con i detenuti per settimana ,9 Bassa 31-38,9 Media Alta


Scaricare ppt "Progetto Sicurimpariamo al Ferrante Aporti: Risultati dell’indagine effettuata tramite questionari self-report 1."

Presentazioni simili


Annunci Google