La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO. Dal documento “Guida al piano personalizzato” del Comitato scuola dell’AID (Associazione Italiana Dislessia) Gennaio 2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO. Dal documento “Guida al piano personalizzato” del Comitato scuola dell’AID (Associazione Italiana Dislessia) Gennaio 2010."— Transcript della presentazione:

1 PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO

2 Dal documento “Guida al piano personalizzato” del Comitato scuola dell’AID (Associazione Italiana Dislessia) Gennaio 2010

3 Cos’è il PDP? Il PDP è un piano didattico pensato e applicabile per gli alunni con DSA, nei quali la difficoltà non è nella capacità di apprendimento, ma nelle abilità di utilizzare i normali strumenti per accedere all’apprendimento, abilità che possono e devono essere supportate, secondo la normativa vigente, per il raggiungimento del successo formativo.

4 QUANDO VIENE REDATTO? all’inizio di ogni anno scolastico, entro i primi tre mesi per gli studenti già segnalati su richiesta della famiglia in possesso di segnalazione specialistica deve essere verificato due o più volte l’anno a cura del Consiglio di Classe. È un documento flessibile, che può essere modificato nel corso dell’anno in base a quanto si osserva e si sperimenta con l’allievo

5 TAPPE PER GIUNGERE ALLA COMPILAZIONE DEL PDP Acquisizione da parte della scuola della segnalazione specialistica. Raccolta delle informazioni da parte del coordinatore. Accordo tra i docenti per la sua predisposizione e per la distribuzione della modulistica da compilare (fra Ottobre e Novembre). Stesura finale e sottoscrizione del documento (docenti e genitori dello studente) (C.d.C. di Novembre).

6 COSA DEVE CONTENERE? 1.Dati relativi all’alunno 2.Descrizione del funzionamento delle abilità strumentali (in genere si ricava dalla diagnosi) 3.Caratteristiche del processo di apprendimento 4.Strategie per lo studio – strumenti utilizzati 5. Strategie metodologiche e didattiche adottate 6. Strumenti e misure di tipo compensativo e dispensativo 7. Criteri e modalità di verifica e valutazione 8.Assegnazione dei compiti a casa e rapporti con la famiglia

7 Un esempio di contenuti (da F. FOGAROLO, Come costruire un pdp )

8 Spesso gli specialisti offrono indicazioni standard sugli strumenti e le strategie da utilizzare. Bisogna verificare e sperimentare con l’alunno quali siano davvero efficaci nel caso specifico. L’allievo con DSA ha diritto ad utilizzare tali strumenti anche durante l’ Esame di Stato. “ A tal fine il Consiglio di classe inserisce nel documento del 15 maggio […] il Piano Didattico Personalizzato o altra documentazione predisposta ai sensi dell'art.5 del DM n del 12 luglio Sulla base di tale documentazione e di tutti gli elementi forniti dal Consiglio di classe, le Commissioni predispongono adeguate modalità di svolgimento delle prove scritte e orali” (O.M. MIUR , n. 41, art. 17 bis)

9 QUALCHE LINK PER APPROFONDIRE DISLESSIA E ADOLESCENZA  eminari%2008/22_aprile08/Montani_22_4_08.pdf eminari%2008/22_aprile08/Montani_22_4_08.pdf


Scaricare ppt "PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO. Dal documento “Guida al piano personalizzato” del Comitato scuola dell’AID (Associazione Italiana Dislessia) Gennaio 2010."

Presentazioni simili


Annunci Google