La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Quale il contributo della geologia nella VAS ????? A.Normativa di riferimento B.Alcune ipotesi di lavoro C.Il quadro attuale Alcuni spunti di riflessione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Quale il contributo della geologia nella VAS ????? A.Normativa di riferimento B.Alcune ipotesi di lavoro C.Il quadro attuale Alcuni spunti di riflessione."— Transcript della presentazione:

1 Quale il contributo della geologia nella VAS ????? A.Normativa di riferimento B.Alcune ipotesi di lavoro C.Il quadro attuale Alcuni spunti di riflessione Geol. Paola Magosso ARPA Piemonte - Area delle attività regionali per l’indirizzo ed il coordinamento in materia di prevenzione dei rischi naturali. Tel – mail:

2 D.Lgs 4/2006 correttivo del d.lgs 152/2006 Nuove norme in materia ambientale (recepisce tra le altre la Direttiva 42/2001/CE) Art. 3-ter Principio dell’azione ambientale 1. La tutela dell’ambiente e degli ecosistemi naturali …..deve essere garantita…. mediante una adeguata azione che sia informata ai principi della precauzione, dell’azione preventiva.. dei danni causati all’ambiente… Art.4 Finalità 3.la valutazione ambientale di piani, programmi e progetti ha finalità di assicurare che l’attività antropica sia compatibile con le condizioni per uno sviluppo sostenibile.. 4. a)in tal ambito … ha finalità di garantire un elevato livello di protezione dell’ambiente b) la vas dei progetti ha la finalità di proteggere la salute umana..a questo scopo, essa individua descrive e valuta gli impatti diretti e indiretti di un progetto sui seguenti fattori: 1) l’uomo, la fauna e la flora; 2) il suolo, l’acqua, l’aria e il clima 3) i beni materiali ed il patrimonio culturale; 4) l’interazione tra i fattori di cui sopra. A. Normativa di riferimento - Cosa dice la normativa di riferimento x quanto riguarda la geologia?

3 Allegati del D.Lgs 4/2006 di riferimento per la VAS (All.1, All.6) Allegato 1 Criteri per la verifica di assoggettabilità di piani e programmi di cui all’art.12 (cosa andrà in VAS) in base a:….. 2)Caratteristiche degli impatti….Rischi per la salute umana e per l’ambiente. Allegato 6 Contenuti del Rapporto ambientale di cui all’art.13

4 D.G.R. 9 giugno 2008 n …..Primi indirizzi operativi per l’applicazione delle procedure in materia di VAS di piani e programmi Fornisce indicazioni procedurali relative a: ambito di applicazione, fasi del procedimento, soggetti coinvolti, ecc. indirizzi specifici per la pianificazione urbanistica (piani soggetti a verifica, in valutazione obbligatoria, esclusi) … ancora normativa di riferimento …. criteri – “Strutture di prevenzione del rischio geologico” Arpa 2008 Contiene indicazioni procedurali e di “definizione delle competenze” in tema di VAS e PRGC, individua come possibili oggetti di valutazione esclusivamente i nuovi piani o varianti generali di cui alla l.r.56/77 c.2 in ragione di: - Scala a cui risultano strategiche le valutazioni geologiche - Successivo intervento a scala progettuale Accenno ai contenuti del contributo: Necessità di disporre prioritariamente del quadro conoscitivo previsto dalla Circ.PGR.n. 7/LAP/96 Valutazione degli adempimenti del comune rispetto al PAI …………… Per il resto si demanda a successive specificazioni ………………..

5 assicurare che l’attività antropica sia compatibile con le condizioni per uno sviluppo sostenibile.. (art.4 c.4.ter d.lgs 04/08) garantire un elevato livello di protezione dell’ambiente (art.4 c.4. d.lgs 04/08) proteggere la salute umana.. (art.4 c.4. d.lgs 04/08) ….azione … informata ai principi della precauzione, dell’azione preventiva …. dei danni causati all’ambiente (art.3.ter d.lgs 04/08) Individuare le aree più vulnerabili: versanti, ambiti di competenza fluviale, falde superficiali e profonde ecc…. Definire un quadro della pericolosità e del rischio I II III B. Alcune ipotesi di lavoro NdA geologiche CRONOPROGRAMMA degli interventi Quantificare il rischio e le possibilità di mitigazione attraverso vincoli e interventi

6 Carta della pericolosità Carta di idoneità Rischio compatibile Interventi di sistemazione Scelte strategiche compatibili Rosso non per forza no Verde non per forza si Carta della pericolosità geomorfologica e dell’idoneità geologica all’utilizzazione urbanistica I II III Aree protette, parchi, biotopi, geotopi…….. Aree di interesse paesaggistico……. La VAS dovrebbe consentire di introdurre ulteriori i criteri nella pianificazione (non solo rischio gelogico – previsioni urbanistiche) PIANIFICAZIONE FINALIZZATA AD UN USO SOSTENIBILE DEL TERRITORIO AD UN USO SOSTENIBILE DEL TERRITORIO

7 Obiettivi strutturati rispetto a quattro temi: A.Tutela del territorio B.Tutela del paesaggio C.Sviluppo delle attività turistiche D.Riqualificazione del centro abitato di Madesimo. ESEMPIO: VAS del PRG del Comune di Madesimo (SO) Minimizzazione di nuovi insediamenti in aree pericolose, al fine tutelare gli abitanti dal pericolo di eventi catastrofici. Minimizzazione del consumo di terreno edificabile, poiché vi sono severi limiti all'espansione insediativa. Regolamentazione dell'edificazione negli alpeggi, al fine di consentire ai soli consorzi che li gestiscono di realizzazione interventi di recupero dei fabbricati. A. Tutela del territorio Secondo i riferimenti vas nell’individuazione di obiettivi, strategie, azioni:

8 Tratto dal contributo SC04 a SC06 per D.lgs. 04/08 – D.G.R n Valutazione Ambientale Strategica - Fase di scopingFormulazione Nuovo Piano Regolatore Generale con adeguamento al PAI. marzo2009 Esempio di contributo SC04 al Dipartimento di Torino - fase di scoping

9 C. Il quadro attuale delle attività svolte dalle strutture di Arpa con competenze geologiche: Attività di supporto quale soggetto con competenze ambientali - contributi a supporto del parere di SC02 VIA-VAS o dei Dipartimenti (su NUOVI PRGC, Piano di Gestione delle Acque del Bacino del fiume PO, PTR) contributi direttamente ad Enti (Regione, Provincia, AdB) su piani o programmi quali: C. Il quadro attuale della geologia nella vas per la pianificazione: ???? - Importante sia nella definizione del quadro conoscitivo che di indirizzo alla pianificazione ma assolutamente marginale in quanto poco integrato - E’ auspicabile che si creino momenti di dibattito e studio tra i tecnici sia del mondo professionale che degli enti, geologi e non - E’ prioritario non cadere nel rischio di fare della VAS un adempimento burocratico -TERNA (ente nazionale distribuzione energia elettrica) - Piano Cave Provincia di Novara - PS Valle PO

10 valutazione/index.htm reporting ambientale

11 pianifica/pubblic/home.htm


Scaricare ppt "Quale il contributo della geologia nella VAS ????? A.Normativa di riferimento B.Alcune ipotesi di lavoro C.Il quadro attuale Alcuni spunti di riflessione."

Presentazioni simili


Annunci Google