La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

26 gennaqio 2011 FUMO ED EFFETTI SULLA SALUTE Dr. Michele Ciccarelli Dipartimento di Medicina Interna Unità Operativa di Pneumologia Istituto Clinico Humanitas.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "26 gennaqio 2011 FUMO ED EFFETTI SULLA SALUTE Dr. Michele Ciccarelli Dipartimento di Medicina Interna Unità Operativa di Pneumologia Istituto Clinico Humanitas."— Transcript della presentazione:

1 26 gennaqio 2011 FUMO ED EFFETTI SULLA SALUTE Dr. Michele Ciccarelli Dipartimento di Medicina Interna Unità Operativa di Pneumologia Istituto Clinico Humanitas

2 EPIDEMIOLOGIA DEL FUMO NEL MONDO 1/3 della popolazione dei Paesi industrializzati fuma 4,9 MILIONI nel mondo uccisi ogni anno dal tabacco - nel 2020: 10 milioni - nel XXI secolo: 1 miliardo (proiezione dell’OMS) L’abitudine al fumo è in aumento: - nella popolazione femminile - tra gli adolescenti - nei Paesi in via di sviluppo

3

4 Le sostanze contenute nel fumo di tabacco composti chimici differenti 900 conosciuti Numerosi agenti cancerogeni (almeno 62 per lo IARC) Decine di sostanze irritanti

5 Cosa contiene una sigaretta? Catrame

6 Le sostanze contenute nel fumo di tabacco Nicotina Monossido di carbonio Condensato: - Polveri fini e ultrafini

7 Dove colpisce

8

9

10 Hysert PE, Mirand AL, Giovino GA, Cummings KM, Kuo CL. "At Face Value": age progression software provides personalised demonstration of the effects of smoking on appearance. Tob Control, Jun 2003; 12: 238.

11 Il particolato fine (o micropolveri) E’ l’insieme delle particelle solide sospese nell’aria di dimensione inferiore ai 10 micron (millesimi di millimetro). Si formano soprattutto nel corso dei processi di combustione Boffi ’10

12 Dove si depositano le polveri sottili (PM 10, PM 2,5, PM 1, PM 0,3 )? PARTICLE DEPOSITION IN LOWER AIRWAYS:

13 Fin dove arrivano le polveri respirate? Si fermano alla cavità orale-nasale: da 7  metri in su Arrivano fino alla laringe: da 4,7 a 7  metri Arrivano fino alla trachea e bronchi princ.: da 3,3 a 4,7  metri Arrivano fino ai bronchi secondari: da 2,1 a 3,3  metri Arrivano fino ai bronchi terminali: da 1,1 a 2,1  metri Arrivano fino agli alveoli: tutte quelle sotto gli 1,1  metri NOTA: La maggior parte del fumo delle sigarette è costituito da particelle di diametri compresi tra 0,01 e 1  metri e quindi arriva fino agli alveoli ed anche, in parte, può passare direttamente nel sangue

14

15 Il monossido di carbonio

16

17 Le campagne in giro per il mondo

18

19 L’astinenza da nicotina  La nicotina provoca dipendenza chimica attraverso il circuito della dopamina: PIACERE => GRATIFICAZIONE => BENESSERE  Quando viene a mancare la nicotina, si attiva il sistema della noradrenalina: - AUMENTO DELL’APPETITO - INSONNIA - ANSIETA’ - DISTURBI DELL’UMORE - ALTRO (STIPSI, ECC.)

20 I NUMERI IN ITALIA DEL TUMORE DEL POLMONE: nuovi casi annui 11% di sopravvivenza a 5 anni (1% in più negli ultimi 10 anni) Rapporto AIRT

21 Malattie e decessi legati al fumo Lo scorso anno, in Lombardia, a causa del fumo sono morte persone. Una cifra impressionante, qualcosa come 72 morti al giorno a causa di tumori, malattie cardiovascolari o respiratorie*. *Fonte dati: 21/04/2010

22 Milano, Istituto Nazionale dei Tumori La Monografia IARC: Il fumo passivo è un cancerogeno del gruppo 1 Annie J SASCO, MD, DrPH 1,2 Ruth E LITTLE, ScD 1 1 Unit of Epidemiology for Cancer Prevention International Agency for Research on Cancer 2 Institut National de la Santé et de la Recherche Médicale

23

24

25

26

27 POPOLAZIONI OGGETTO DI INTERVENTO FUMATORI “SANI” FUMATORI PORTATORI DI ALTRI FATTORI DI RISCHIO (OLTRE AL FUMO) FUMATORI PORTATORI DI MALATTIA (LEGATA O AGGRAVATA DAL FUMO) FUMATORI “DIFFICILI” –RECIDIVI –MOLTO MOTIVATI MA MOLTO DIPENDENTI (NECESSITA’ DI FORNIRE LA MASSIMA INTENSITA’ TERAPEUTICA)

28 US TREATMENT GUIDELINES (Fiore & Coll, 2000) La terapia farmacologica di primo impiego che aumenta i tassi di astinenza a lungo termine (12 mesi) è costituita da: –NRT (o Nicotine Replacement Therapy) –Bupropione Questi trattamenti per la dipendenza da fumo sono dotati di buona efficacia clinica e di buon rapporto costo-efficacia

29 TRATTAMENTO FARMACOLOGICO: l’NRT Tutti i prodotti vanno assunto per 2-3 mesi (a scalare mensilmente)

30 TRATTAMENTO FARMACOLOGICO: IL BUPROPIONE (  NRT) Posologia: –150 mg 1 cp h 8 x 7 gg, poi stop-fumo e 1 cp h 8-16 x 7 sett. –150 mg 1 cp h 8 x 8 sett. in soggetti anziani, epatopatici e nefropatici Controindicazioni: –epilessia (anche in anamnesi) –precedenti di neurochirurgia o trauma cranico –eccessiva assunzione di alcolici (anche in anamnesi) –anoressia o bulimia (anche in anamnesi) –gravidanza e allattamento

31 RECENTI NOVITA’ 1)La vareniclina: - Gonzales D. JAMA 2006; 296: Jorenby DE. JAMA 2006; 296: Tonstad S. JAMA 2006; 296: Champix cp (per almeno 12 settimane)

32

33 Asma e fumo: i dati di Health Search Per cortesia di G. Invernizzi

34

35 L’ABITUDINE AL FUMO E’ UN IMPORTANTE FATTORE DI RISCHIO PER COMPLICANZE POLMONARI POSTOPERATORIE IN SEGUITO AD INTERVENTI DI CHIRURGIA TORACICA Dales RE, et al. Preoperative prediction of pulmonary complications following thoracic surgery. Chest 1993 Jul; 104(1): Fumo e chirurgia

36 … dal chirurgo: Le ferite chirurgiche dei fumatori hanno maggiore difficoltà a guarire: meno collagene –Jorgensen LN, et al. Less collagen production in smokers. Surgery 1998;123(4): più infezioni –Arcavi L, Benowitz NL. Cigarette smoking and infections. Arch of Intern Med 2004;164: –Tollerud DJ, et al. Association of cigarette smoking with decreased numbers of circulating natural killer cells. Am Rev Respir Dis 1989;139(1):194-8

37 UN PROGRAMMA EFFETTIVO DI DISASSUEFAZIONE SUI FUMATORI NELLE 6-8 SETTIMANE PRECEDENTI UN INTERVENTO CHIRURGICO RIDUCE LA MORBILITA’ POSTOPERATORIA Moller AM, et al. Effect of preoperative smoking intervention on postoperative complications: a randomised clinical trial. Lancet 2002; 359:114-7 Clinical trial sulle complicanze perioperatorie e sulla possibilità di intervenire

38 Non fumare nel corso dei periodi di trattamento con radioterapia permette una migliore ossigenazione tissutale (per minor presenza di carbossiemoglobina nel sangue), quindi anche delle cellule tumorali, e conseguentemente una maggior efficacia della radioterapia stessa. Kambam JR, et al. Effect of short-term smoking halt on carboxyhemoglobin levels and P50 values. Anesth Analg 1986 Nov; 65(11): Fumo e radioterapia

39 Con l’ultima variazione di prezzo del 14 maggio 2009 i pacchetti da 10 costano tra 1,80 e 2,25 euro, tanto quanto una colazione al bar Perché smettere di fumare?

40 Tutti gli ex-fumatori % Per la maggior consapevolezza dei danni provocati / perché fa male 40,0 Per motivi di salute (senza ulteriori specificazioni) 38,5 Gravidanza / nascita figlio 7,3 Imposto da partner / familiari 3,7 Non mi piaceva più, mi dava fastidio 1,5 Non volevo essere schiavo di un vizio 0,4 Me l'ha raccomandato il medico 3,6 Costo eccessivo / per risparmiare 2,8 Per i divieti (sul lavoro, nei locali pubblici, ecc.) 0,5 Altro 1,6 Fonte: OSSFAD – Indagine DOXA-ISS 2008 MOTIVI DELLA CESSAZIONE

41 solo supporto psicologico4,8% solo supporto farmacologico9,3% sia psicologico che farmacologico0,6% nessun tipo di supporto85,3% MODALITA’ DELLA CESSAZIONE Fonte: OSSFAD – Indagine DOXA-ISS 2008

42 Come smettere di fumare? Rivolgendosi a dei professionisti che trattano la problematica del tabagismo, come gli specialisti dei centri antifumo dislocati su tutto il territorio nazionale, e intraprendere dei percorsi di disassuefazione dal fumo.

43 Concludendo … La maggior parte dei ragazzi fuma per imitare… ma non è meglio distinguersi? Il fumo non è mai innocuo, ogni giorno conta più vittime di una strage Smettere non è facile, ma con il giusto aiuto si può La prossima volta che ti offrono un tiro, sei sicuro di voler accettare?

44 non aspiro quindi non fa male: Sfatiamo qualche mito falso vero ? Il fumo viene assorbito dalla mucosa del cavo orale. I cancerogeni passano comunque nel sangue.

45 anche il fumo light non fa male: Sfatiamo qualche mito falso vero ? La nicotina dà sempre dipendenza anche a bassi dosaggi, anzi in questi casi, si fuma di più inconsapevolmente.

46 la pipa ed i sigari non fanno male: Sfatiamo qualche mito falso vero ? Non c’è differenza con le sigarette perché contengono sempre tabacco.

47 posso smettere quando voglio: Sfatiamo qualche mito falso vero ? Non è così facile perché fumare crea dipendenza.

48 mi mantiene in linea: Sfatiamo qualche mito falso vero ? La nicotina riduce lo stimolo della fame, ma smettere di fumare non fa ingrassare.

49


Scaricare ppt "26 gennaqio 2011 FUMO ED EFFETTI SULLA SALUTE Dr. Michele Ciccarelli Dipartimento di Medicina Interna Unità Operativa di Pneumologia Istituto Clinico Humanitas."

Presentazioni simili


Annunci Google