La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il consolidato nazionale (gruppo RoBi) prof.avv. Giuseppe Zizzo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il consolidato nazionale (gruppo RoBi) prof.avv. Giuseppe Zizzo."— Transcript della presentazione:

1 Il consolidato nazionale (gruppo RoBi) prof.avv. Giuseppe Zizzo

2 Costituzione di nuova società Rossi Bianchi 75% 25% RoBi srl 100% NewRoBi srl RoBiSud srl Altri 60% 40%

3 Presupposti Possono optare per il consolidato nazionale, come controllanti o come controllate: Possono optare per il consolidato nazionale, come controllanti o come controllate: 1. le società di capitali soggette ad ires residenti Possono optare per il consolidato nazionale, ma solo come controllanti, anche: Possono optare per il consolidato nazionale, ma solo come controllanti, anche: 1. le cooperative e gli enti diversi dalle società commerciali soggetti ad ires residenti 2. le società non residenti, a condizione che siano residenti in un paese con convenzione contro le doppie imposizioni e che la partecipazione di controllo sia effettivamente connessa ad una stabile organizzazione sul territorio italiano

4 Presupposti Non possono optare per il consolidato nazionale, né come controllanti né come controllate:Non possono optare per il consolidato nazionale, né come controllanti né come controllate: 1. le società che fruiscono di riduzioni dell’aliquota d’imposta 2. le società in fallimento, in liquidazione coatta amministrativa, amministrazione straordinaria 3. le società il cui reddito è tassato per trasparenza ai sensi dell’art le società che hanno optato per il consolidato mondiale ai sensi dell’art le società che hanno optato per la tonnage tax

5 Presupposti Tra le società che optano deve sussistere, sin dall’inizio dell’esercizio, il rapporto di controllo di cui all’art.2359, c.1, n.1, c.c., con i seguenti requisiti: Tra le società che optano deve sussistere, sin dall’inizio dell’esercizio, il rapporto di controllo di cui all’art.2359, c.1, n.1, c.c., con i seguenti requisiti: 1. partecipazione al capitale in misura superiore al 50%, tenendo conto della demoltiplicazione prodotta dalla catena societaria e senza considerare le azioni prive del diritto di voto 2. partecipazione agli utili in misura superiore al 50%, tenendo conto della demoltiplicazione prodotta dalla catena societaria e senza considerare la quota di utile di competenza delle azioni prive del diritto di voto

6 Presupposti Capitale Beta: 100 azioni (60 ord., 40 s.d.v.) Capitale Beta: 100 azioni (60 ord., 40 s.d.v.) 1. Alfa 31 ord.: si controllo di diritto c.c., si controllo art.120 (31/60)x Alfa 31 ord., di cui 20 costituite in usufrutto con trasferimento diritto di voto: no controllo di diritto c.c. (11/60)x Alfa 31 ord., di cui 20 costituite in usufrutto conservando diritto di voto: si controllo di diritto c.c., si controllo ex 120 lett.a) (31/60)x100, no controllo ex 120 lett.b) (11/60)x Alfa 11 ord. più 20 in usufrutto con diritto di voto: si controllo di diritto c.c., no controllo ex art.120, lett.a) (11/60)x100

7 Presupposti 100% 60% NewRoBi RoBi RoBiSud

8 Presupposti 80% 60% NewRoBi RoBi RoBiSud

9 Condizioni di efficacia E’ necessario: E’ necessario: 1. stessa data di chiusura dell’esercizio 2. elezione di domicilio presso la controllante ai fini delle notifiche degli atti e provvedimenti dell’A.F. 3. esercizio congiunto dell’opzione da parte di ciascuna controllata e della controllante 4. comunicazione dell’esercizio dell’opzione all’Agenzia delle Entrate entro il sesto mese del primo esercizio di applicazione del consolidato

10 Effetti L’opzione ha durata triennale ed è rinnovabile L’opzione ha durata triennale ed è rinnovabile Ciascuna società provvede a determinare il proprio imponibile secondo le regole ordinarie: Ciascuna società provvede a determinare il proprio imponibile secondo le regole ordinarie: 1. senza considerare i versamenti erogati o ricevuti a fronte dei benefici ricevuti o attribuiti 2. considerando gli effetti del riallineamento di cui all’art.128 Le perdite fiscalmente riconosciute relative agli esercizi anteriori all’opzione possono essere utilizzate soltanto dalle società che le hanno prodotte Le perdite fiscalmente riconosciute relative agli esercizi anteriori all’opzione possono essere utilizzate soltanto dalle società che le hanno prodotte

11 Effetti La consolidante provvede a determinare il reddito di gruppo, corrispondente alla somma algebrica dei redditi e delle perdite delle società aderenti al consolidato (indipendentemente dalla quota di partecipazione agli utili delle medesime) con alcune variazioni in diminuzione o in aumento La consolidante provvede a determinare il reddito di gruppo, corrispondente alla somma algebrica dei redditi e delle perdite delle società aderenti al consolidato (indipendentemente dalla quota di partecipazione agli utili delle medesime) con alcune variazioni in diminuzione o in aumento

12 Effetti: le compensazioni 100% 60% imposta di gruppo senza consolidato (80x33%)+(120x33%)= 26,4+39,6=66 reddito di gruppo =150 imposta di gruppo con consolidato 150x33%=49,5 39,6 16,5 49,5 RoBi NewRoBi RoBiSud

13 Effetti: le rettifiche di consolidamento Nella determinazione del reddito di gruppo la controllante effettua le seguenti variazioni: Nella determinazione del reddito di gruppo la controllante effettua le seguenti variazioni: 1. in diminuzione per la quota imponibile dei dividendi infragruppo 2. in diminuzione o in aumento per effetto della rideterminazione del pro-rata patrimoniale 3. in diminuzione per le plusvalenze realizzate nei trasferimenti infragruppo neutrali

14 Effetti: le rettifiche di consolidamento reddito di gruppo =150 rettifiche di consolidamento 150-5=145 imposta di gruppo 145x33%=47,85 div. 100 (-95) RoBi NewRoBi RoBiSud

15 Effetti: le rettifiche di consolidamento (pro-rata) reddito di gruppo =150 rettifiche di consolidamento =115 imposta di gruppo 115x33%=37,95 interessi indeducibili 30 (35-5) Alfa RoBi NewRoBi RoBiSud

16 Effetti: le rettifiche di consolidamento (pro-rata) P.N. RoBi 500, partecipazione pex in NRB 750, altre attività 250, interessi passivi 70, dividendi NRB 100 P.N. RoBi 500, partecipazione pex in NRB 750, altre attività 250, interessi passivi 70, dividendi NRB 100 Pro rata ex art.97 ( )/( )=50% Pro rata ex art.97 ( )/( )=50% 1. interessi passivi indeducibili 30, ossia 35 (70x50%)-5 (quota imponibile dividendi NRB) Ricalcolo pro rata ex art Ricalcolo pro rata ex art interessi passivi indeducibili 0 2. rettifica di consolidamento in diminuzione 30

17 Effetti: le rettifiche di consolidamento (pro-rata) P.N. RoBi 500, partecipazioni pex varie 750 (in NRB 150), altre attività 250, interessi passivi 70, dividendi NRB 100 P.N. RoBi 500, partecipazioni pex varie 750 (in NRB 150), altre attività 250, interessi passivi 70, dividendi NRB 100 Pro rata ex art.97 ( )/( )=50% Pro rata ex art.97 ( )/( )=50% 1. interessi passivi indeducibili 30, ossia 35-5 (quota imponibile dividendi NRB) Ricalcolo pro rata ex art.122 ( )/( )=20% Ricalcolo pro rata ex art.122 ( )/( )=20% 1. interessi passivi indeducibili 14 (70x20%) 2. rettifica di consolidamento in diminuzione 30 più rettifica in aumento 14

18 Effetti: le rettifiche di consolidamento (pro-rata) P.N. RoBi 500, partecipazioni pex varie 750 (in NRB 150), altre attività 250, interessi passivi 70, dividendi NRB 500 P.N. RoBi 500, partecipazioni pex varie 750 (in NRB 150), altre attività 250, interessi passivi 70, dividendi NRB 500 Pro rata ex art.97 ( )/( )=50% Pro rata ex art.97 ( )/( )=50% 1. interessi passivi indeducibili 10, ossia (quota imponibile dividendi NRB) Ricalcolo pro rata ex art.122 ( )/( )=20% Ricalcolo pro rata ex art.122 ( )/( )=20% 1. interessi passivi indeducibili 14 (70x20%) 2. rettifica di consolidamento in diminuzione 10 più rettifica in aumento 14

19 Effetti: le rettifiche di consolidamento (cessioni neutrali) cessioni beni diversi da merci in neutralità VFR=20 (100-80) corrispettivo=150 plus.=150-20=130 VC=150 VFR=20 Alfa RoBi NewRoBi RoBiSud

20 Effetti: le rettifiche di consolidamento (cessioni neutrali) reddito di gruppo =150 rettifiche di consolidamento =-15 imposta di gruppo 0 cessione neutrale plus.=130 Alfa RoBi NewRoBi RoBiSud

21 Effetti: le rettifiche di consolidamento (cessioni neutrali) Successiva cessione a 160: Successiva cessione a 160: 1. civ. plus.10 ( ) 2. trib. plus.140 (160-20) Successiva cessione a 100: Successiva cessione a 100: 1. civ. minus.50 ( ) 2. trib. plus.80 (100-20) Successiva cessione a 10: Successiva cessione a 10: 1. civ. minus.140 (10-150) 2. trib. minus.10 (10-20)

22 Effetti La consolidante provvede quindi a: La consolidante provvede quindi a: 1. liquidare l’imposta dovuta o l’eccedenza rimborsabile o riportabile a nuovo 2. versare il saldo (anche acconti) 3. riportare a nuovo l’eventuale perdita

23 Scioglimento per interruzione Nel caso di perdita del controllo prima della scadenza il reddito della controllante viene aumentato: Nel caso di perdita del controllo prima della scadenza il reddito della controllante viene aumentato: 1. degli interessi dedotti per effetto della rideterminazione del pro-rata patrimoniale (possibile variazione in diminuzione?) 2. delle plusvalenze realizzate nei trasferimenti infragruppo neutrali e non ancora assoggettate a tassazione (differenza esistente tra valore contabile e valore fiscalmente riconosciuto)

24 Scioglimento per mancato rinnovo Nel caso di mancato rinnovo alla scadenza il reddito della controllante viene aumentato:Nel caso di mancato rinnovo alla scadenza il reddito della controllante viene aumentato: 1. delle plusvalenze realizzate nei trasferimenti infragruppo neutrali e non ancora assoggettate a tassazione (differenza esistente tra valore contabile e valore fiscalmente riconosciuto)

25 Scioglimento (perdite) Di regola, le perdite fiscalmente riconosciute in base alle dichiarazioni di gruppo restano nella disponibilità della controllante Di regola, le perdite fiscalmente riconosciute in base alle dichiarazioni di gruppo restano nella disponibilità della controllante Tuttavia, può essere stabilita l’attribuzione alle società che le hanno prodotte, secondo criteri predeterminati Tuttavia, può essere stabilita l’attribuzione alle società che le hanno prodotte, secondo criteri predeterminati Restano comunque alla consolidante le perdite da rettifiche di consolidamento Restano comunque alla consolidante le perdite da rettifiche di consolidamento

26 Dichiarazione ed accertamento Ciascuna consolidata: Ciascuna consolidata: 1. presenta la propria dichiarazione dei redditi all’Ufficio delle Entrate competente per territorio, senza liquidazione dell’imposta e con indicazione dei redditi prodotti all’estero e delle imposte ivi pagate; 2. trasmette alla consolidante copia della dichiarazione; dati relativi ai dividendi; dati relativi alla rideterminazione del pro-rata; dati relativi alle cessioni neutrali; ritenute; detrazioni; crediti d’imposta; acconti autonomamente versati

27 Dichiarazione ed accertamento La consolidante presenta all’Ufficio delle Entrate competente per territorio, la dichiarazione dei propri redditi e la dichiarazione consolidata La consolidante presenta all’Ufficio delle Entrate competente per territorio, la dichiarazione dei propri redditi e la dichiarazione consolidata Il controllo delle dichiarazioni delle consolidate e della consolidante è effettuato dagli Uffici delle Entrate rispettivamente competenti Il controllo delle dichiarazioni delle consolidate e della consolidante è effettuato dagli Uffici delle Entrate rispettivamente competenti Il controllo della dichiarazione consolidata e la determinazione dell’unica imposta dovuta spettano all’Ufficio competente per la consolidante Il controllo della dichiarazione consolidata e la determinazione dell’unica imposta dovuta spettano all’Ufficio competente per la consolidante

28 Responsabilità Le controllate sono responsabili: Le controllate sono responsabili: 1. per le maggiori imposte accertate, sanzioni ed interessi riferite al proprio reddito complessivo 2. per le somme dovute, con riferimento alla propria dichiarazione, a seguito del controllo formale di cui all’art.36-ter dpr 600/ per le violazioni degli obblighi strumentali alla determinazione del reddito complessivo 4. in via sussidiaria, del versamento delle somme dovute in base alla dichiarazione di gruppo

29 Responsabilità La controllante è responsabile: La controllante è responsabile: 1. per le maggiori imposte accertate, sanzioni ed interessi riferite al proprio reddito complessivo 2. per le somme dovute, con riferimento alla propria dichiarazione, a seguito del controllo formale di cui all’art.36-ter dpr 600/ per gli obblighi connessi alla determinazione del reddito di gruppo 4. in solido, con lo controllate, per le somme da queste dovute, con diritto di rivalsa 5. in via principale, del versamento delle somme dovute in base alla dichiarazione di gruppo

30 Riallineamento valori Se nell’anno precedente all’opzione e nei nove precedenti la controllante o un’altra controllata, anche se non esercente l’opzione, ha operato svalutazioni in conseguenza di rettifiche di valore o accantonamenti fiscalmente non riconosciuti: Se nell’anno precedente all’opzione e nei nove precedenti la controllante o un’altra controllata, anche se non esercente l’opzione, ha operato svalutazioni in conseguenza di rettifiche di valore o accantonamenti fiscalmente non riconosciuti: 1. i valori fiscalmente riconosciuti delle attività e passività della controllata, se, rispettivamente, superiori o inferiori a quelli contabili, sono ridotti o aumentati dell’importo delle predette svalutazioni, al netto delle rivalutazioni assoggettate ad imposizione

31 Riallineamento valori RoBi VFR partecipazione NRB 500 (svalutazioni dedotte: per rettifiche di valore e accantonamenti non riconosciuti 75; per distribuzioni di utili 200) NewRoBi Attività: VC 750, VFR 800 Passività: VC 500, VFR 400 P.N.: VC 250, VFR 400 Riallineamento Attività: VC 750, VFR 775 (-25) Passività: VC 500, VFR 450 (+50) PN: VC 250, VFR 325 (-75)


Scaricare ppt "Il consolidato nazionale (gruppo RoBi) prof.avv. Giuseppe Zizzo."

Presentazioni simili


Annunci Google