La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

F ONDAZIONE R OTARY F ONDAZIONE R OTARY del Rotary International SEFR ReggioEmilia - 2 dicembre 2006 The Rotary Foundation of Rotary International.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "F ONDAZIONE R OTARY F ONDAZIONE R OTARY del Rotary International SEFR ReggioEmilia - 2 dicembre 2006 The Rotary Foundation of Rotary International."— Transcript della presentazione:

1 F ONDAZIONE R OTARY F ONDAZIONE R OTARY del Rotary International SEFR ReggioEmilia - 2 dicembre 2006 The Rotary Foundation of Rotary International

2 IL PRIMO OBIETTIVO CHE LA COMM. DISTRETTUALE SI è POSTA NEL TRIENNIO 2003/4 – 2006/7 è stato FAR CONOSCERE AI CLUB L’OPERATO DELLA FONDAZIONE Circa 70 sono finora i Club visitati nel periodo da rappresentanti della Commisione Distrettuale Sempre più frequenti sono le richieste di interventi nei Club Sempre più puntuali e operative le domande e/o le critiche

3 NON BASTA ANCORA!!! Avremo raggiunto il nostro obiettivo quando tutti i Soci del Distretto avranno dato il loro contributo alla RF Quando almeno la metà dei club avrà avviato un progetto in collaborazione con la RF Quando più Club del Distretto avranno unito le loro forze a quelle della RF per portare avanti progetti di ampio respiro LA ROTARY FOUNDATION NON CHIEDE COMPETIZIONE MA COOPERAZIONE

4 I nostri club hanno due compiti da assolvere nei confronti della ROTARY FOUNDATION: RACCOGLIERE FONDI a favore della Rotary Foundation alimentando sia il Fondo Permanente che il Fondo Annuale Programmi INVESTIRE I FONDI raccolti dalla Rotary Foundation in nuovi progetti

5 Per incentivare lo sviluppo del Fondo Annuale Programmi nel 2004 fu lanciato: l’ OBIETTIVO del CENTENARIO Versamento “pro-capite” di 100 DOLLARI al Fondo Annuale Programmi Da parte dei singoli Soci: EVERY ROTAIAN EVERY YEAR

6 incentivare il maggior numero di soci a diventare Amici di Paul Harris donando 100 $ per anno Spetta ai Presidenti dei Club, ai Presidenti della Commissione di Club per la RF, con l’aiuto degli ASSISTENTI DEL GOVERNATORE

7 Spostando l’obiettivo dai Club ai singoli Soci si ottiene: Il miglior coinvolgimento dei Soci ai valori e alle tematiche della Rotary Foundation Un flusso costante di entrate nel Fondo Annuale Programmi L’esigenza di maggior conoscenza della Rotary Fondation da parte dei Soci

8 L’INIZIATIVA NASCE DA UNA ESIGENZA SPECIFICA: LE RICHIESTE DI SOSTEGNO AI PROGETTI NON ERANO ADEGUATAMENTE SOSTENUTI DA UNA CONTRIBUZIONE MEDIA DI CIRCA 52 $ PER SOCIO A LIVELLO MONDIALE. ALCUNI PROGETTI STRATEGIGI COME I PROGRAMMI 3H, LE SOVV.PER VOLONTARI, I LOW COST SHELTERS NON ERANO PIù FINANZIABILI. I MATCHING GRANTS VEDEVANO RIDURRE IL PESO DELLA FONDAZIONE DAL 50 AL 33%

9 Quali traguardi ha raggiunto il nostro Distretto nell’Obiettivo OGNI ROTARIANO OGNI ANNO ??

10 ANNO 2004/5 (Anno del Centenario) - Totale versati dai Club $ Totale versati dal nostro Distretto $ Totale generale $ Media reale di oltre $ 76 per socio, elevati a 92 col contributo del Distretto - N° 47 Club hanno sostanzialmente raggiunto l’obiettivo dei quali 37 lo hanno superato - N° 21 Club hanno parzialmente raggiunto l’obiettivo - alcuni club sono risultati inattivi

11 ANNO 2005/6 (dati provvisori al 30/6/2006) - Totale versati dai Club $ Totale versati dal nostro Distretto $ Totale generale $ Media reale di $ 51 per socio, elevati a 81 col contributo del Distretto - N° 60 Club hanno contributo ma solo una parte ha raggiunto o superato l’obiettivo - N° 7 Club hanno dato un contributo “simbolico” - 28 Club (!!!) sono risultati inattivi - Club o Soci??

12 L’ORIENTAMENTO DEI NOSTRI SOCI VERSO QUESTO OBIETTIVO STA MIGLIORANDO. DOBBIAMO AMMETTERE CHE NEGLI ANNI PASSATI NELLA MAGGIOR PARTE DEI CASI ERA IL CLUB CHE FACEVA FRONTE AL VERSAMENTO. OGGI, VISITANDO I CLUB, SI PERCEPISCE UN MAGGIOR AVVICINAMENTO DEI SINGOLI SOCI ALL’OBIETTIVO.

13 E’ OBIETTIVO PRIORITARIO DEL DISTRETTO RAGGIUNGERE QUEST’ANNO L’OBIETTIVO PIENO VERSANDO QUINDI IL CORRISPETTIVO DEI 100 $ PER SOCIO

14 TOTALE CONTRIBUZIONI DISTRETTO 2070 dal 96/97 al 05/06

15 Fiscalità connessa ai versamenti alla Rotary Foundation E’ stato costituito un gruppo di lavoro con l’obiettivo di ottenere benefici fiscali da parte dei soci che effettuano versamenti alla R.F. Lo scopo è quello di far riconoscere in Italia la Fondazione ovvero verificare la possibilità di seguire altre vie come è avvenuto già in altri paesi europei.

16 PARTECIPAZIONE/SHARE Come funziona I FODD non utilizzati possono essere usati l’anno successivo (ad agosto la notifica ai distretti) Donazioni 30 giugno Investite per 3 anni Uso dei FODD 1° luglio ° luglio

17 Il ciclo triennale è stata senz’altro una invenzione felice anche per autoregolamentare le spese di gestione. E’ però spesso fuori sintonia con il ciclo dei Club, tipicamente annuale. Per garantire le migliori relazioni fra i Club e la RF occorre che almeno la Commissione per la RF del Club abbia un ciclo più lungo dell’anno e che i Presidenti dei Club (Past. In carica ed Incoming) collaborino per la realizzazione dei progetti

18 Borse degli Ambasciatori Per studiare all’estero e farsi portavoce dei valori e degli ideali rotariani The Rotary Foundation of Rotary International

19 Le Borse di studio 2005/6 nel nostro Distretto Investimento previsto per l’anno 2006/ dollari 17 i candidati presenti alle selezioni di giugno le domande inoltrate alla R.F. –Emiliano Alessandri – Bologna Ovest –Rosamaria Boselli – Ferrara –Jacopo Carmassi – Pisa –Paolo Palamiti – Sansepolcro –Maria Chiara Parmiggiani Reggio Emilia –Nicolò Poletti – Bologna –Marco Zinzani - Faenza

20 Per portare a compimento le BORSE DEGLI AMBASCIATORI il ciclo triennale andrebbe modificato. Le selezioni andrebbero anticipate a dicembre (max gennaio), le iscrizioni ai corsi andrebbero compiute entro giugno. I corsi andrebbero anticipati a settembre/ottobre dello stesso anno o rinviati all’anno successivo sono in casi estremi e con condivisione del candidato. Troppo spesso i borsisti, nell’attendere oltre un anno e mezzo e trovando nel frattempo altra occupazione, rinunciato alla borsa stanziata.

21 Studi sulla pace e la risoluzione dei conflitti Rivolto a professionisti Un nuovo programma

22 Sovvenzioni paritarie Assistere nella conduzione di progetti umanitari realizzati in cooperazione tra club e distretti rotariani di Paesi diversi The Rotary Foundation of Rotary International

23 Gestione responsabile Gli Amministratori fanno affidamento sull’integrità dei club e dei Rotariani impegnati nella realizzazione dei progetti, per garantire che i fondi vengano usati in modo efficace e allo scopo a cui sono stati destinati. The Rotary Foundation of Rotary International

24 Condivisibili i recenti aggiornamenti procedurali, fondamentale l’idea di fondo della gestione responsabile. L’obiettivo principale rimane che i fondi non escano da mani rotariane, ma perché non consentire anche che sia un rotariano o un gruppo di rotariani non necessariamente del posto a seguire la realizzazione di un progetto?

25 Sovvenzioni distrettuali semplificate Per sostenere progetti di servizio a livello locale o internazionale The Rotary Foundation of Rotary International

26 Le SOVVENZIONI DISTRETTUALI SEMPLIFICATE sono la dimostrazione che la Fondazione è operativa ovunque ci sia bisogno, anche nelle nostre comunità. Le Sovv. Semplificate sono il miglior mezzo per far conoscere la Fondazioni ai soci del Distretto. Ottimo il nuovo fascicolo redatto con le “istruzioni per l’uso” mezzi di comunicazione come questo sono molto efficaci

27 Le Sovvenzioni Semplificate dell’anno 2006/7 FOLLONICA Ecografo per l’Ospedale locale VALLE SAMOGGIA Gazebo per accoglienza attività portatori di Handicap FORLì 3 VALLI Spettrofotografo per ospedale specialistico locale BOLOGNA OVEST attrezzature per cure dentarie per ragazzi tossicodipendenti LUGO attrezzature ricreative per ragazzi in quartiere disagiato FIRENZE EST schede tattili di opere artistiche ad uso di non vedenti SIENA veicolo per trasporto di organi da trapianto

28 The Rotary Foundation of Rotary International F ONDAZIONE R OTARY F ONDAZIONE R OTARY del Rotary International PolioPlus (ultimo aggiornamento: luglio 2005, anno in cui la campagna si doveva completare)

29 Il nostro Distretto 2070 ha superato gli obiettivi in larga misura Ma i contributi non sono arrivati in maniera omogenea Siccome la campagna continua almeno fino al 2007 gli Assistenti che coordinano Club che non hanno contribuito alla campagna abbiano l’obiettivo di ottenere da loro un contributo al proseguimento della campagna La POLIO PLUS nel nostro Distretto

30 POLIO PLUS (dati provvisori) Totale versato nella campagna $ ,87 Totale versato nel 2004/5 $ ,56 N° 52 club che hanno superato l’obiettivo N° 4 club non hanno versato nulla

31 POLIO PLUS e dopo??? Programmi come quello della Polio Plus debbano rimanere un obiettivo di fondo della RF. Ci sono temi toppo importanti nel mondo che un movimento come quello del Rotary deve per forza cogliere. Acqua, AIDS, Aids infantile, tutti sono ugualmente importanti, è il momento di fare una scelta comune

32 POLIO PLUS e dopo??? Il nostro Distretto è generoso nel dare Non è sempre altrettanto attivo nel proporre progetti Un progetto di base (com’era la Polio Plus) può servire a concentrare le energie dei Club

33 Fondi distrettuali (FODD) 2006/2007 ENTRATE Trascinam. da anni preced. $ ,65 50% vers.2070 F.Ann. Progr. $ ,15 Possibili risparmi 2005/6 $ ,88 Totale $ ,68

34 Fondi distrettuali (FODD) 2006/2007 USCITE Sovvenzioni semplificate $ ,00 A disposizione (*) $ ,68 7 borse di studio annuali $ ,00 Totale $ ,68 (*) principalmente per progr.Umanitari, Polio, ecc…

35 LA ROTARY FOUNDATION Va USATA e non SUBITA Chi impara ad usarla l’apprezza rapidamente Negli incontri distrettuali e nelle serate nei club sostengo:

36 Ma per usarla il I° OBIETTIVO è CONOSCERE LA ROTARY FOUNDATION Rotary International - Distretto 2070


Scaricare ppt "F ONDAZIONE R OTARY F ONDAZIONE R OTARY del Rotary International SEFR ReggioEmilia - 2 dicembre 2006 The Rotary Foundation of Rotary International."

Presentazioni simili


Annunci Google