La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Laboratorio di Ricerca e Intervento in Educazione Familiare www.educazione.unipd.it/labrief Università di Padova LA PARTECIPAZIONE DELLE FAMIGLIE: dalla.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Laboratorio di Ricerca e Intervento in Educazione Familiare www.educazione.unipd.it/labrief Università di Padova LA PARTECIPAZIONE DELLE FAMIGLIE: dalla."— Transcript della presentazione:

1 Laboratorio di Ricerca e Intervento in Educazione Familiare Università di Padova LA PARTECIPAZIONE DELLE FAMIGLIE: dalla teoria alla pratica

2 PARTECIPAZIONE DELLA FAMIGLIA?

3

4

5 DIFFUSO RICONOSCIMENTO NELLA LETTERATURA INTERNAZIONALE CHE LA PARTECIPAZIONE DELLE PERSONE E' UN FATTORE PREDITTIVO DI SUCCESSO DEGLI INTERVENTI Good parenting – good outcomes: “The best predictor of success is the engagement of families” (Berry, 2010)

6

7 Riflessività sulla pratica e nel corso della pratica per la pratica Schon D.A. (1993)

8 “Gli eventi inattesi hanno per l'agire educativo e per la riflessione educativa la valenza di oggetti scientifici in grado di innescare preocessi di cambiamento, di revisione delle pratiche” Milani L. (2013)

9 UN'IDEA ARTICOLATA DI PARTECIPAZIONE UN METODO PER FAVORIRE LA PARTECIPAZIONE DEGLI STRUMENTI PER FAVORIRE PARTECIPAZIONE TEORIAPRATICA

10 UN'IDEA DI PARTECIPAZIONE DELLE FAMIGLIE La decisione viene presa dai professionisti, le famiglie sono informate. Le opinioni delle famiglie sono considerate, ma la decisione è assunta dai professionisti. Si raggiunge un accordo attraverso il dialogo e la negoziazione con le famiglie Viene riconosciuta alla famiglia la capacità di prendere le decisioni per sé. Relazioni deleganti, richiedenti e compiacenti Relazioni collaborative e coinvolgenti

11 FAVORIRE LA PARTECIPAZIONE DELLE FAMIGLIE IN BASE A: al tipo di attività, ai suoi contenuti e obiettivi, alla situazione della famiglia in quel momento, alla relazione che intercorre tra il professionista e la famiglia.

12 LA VALUTAZIONE PARTECIPATIVA E TRASFORMATIVA: UN METODO PER LA PARTECIPAZIONE Serbati S., Milani P. (2013), La tutela dei bambini. Teorie e pratiche di intervento con le famiglie vulnerabili, Carocci, Roma

13 UNA METAFORA PER ENTRARE NEL “SENSO” DEGLI STRUMENTI IN P.I.P.P.I….. LabRIEF P.I.P.P.I.

14 ... ENTRIAMO IN UNA “VECCHIA” OFFICINA...

15 ... TROVIAMO UN “VECCHIO” MECCANICO CHE CERCA DI RIPARARE UN'AUTO...

16 ... ENTRIAMO IN UN'OFFICINA “MODERNA”....

17 ... L'AUTO-TESTER!....

18 Quando hai a disposizione solo un martello, tutti i problemi assomigliano a chiodi (proverbio) GLI STRUMENTI

19 IL “SENSO” DEGLI STRUMENTI IN P.I.P.P.I.: MEDIATORI DI COMUNICAZIONE E RELAZIONE SERVONO A “DARE LA PAROLA” AI GENITORI E I BAMBINI LabRIEF P.I.P.P.I.

20 PROMUOVONO NELLE FAMIGLIE IL SENSO DI POTER AGIRE SULLA PROPRIA VITA LabRIEF P.I.P.P.I. IL “SENSO” DEGLI STRUMENTI IN P.I.P.P.I.: MEDIATORI DI COMUNICAZIONE E RELAZIONE

21 FACILITINO UNA MAGGIORE COMPRENSIONE DELLA SITUAZIONE E I PROCESSI DECISIONALI COME UN “AFFARE” DI TUTTI LabRIEF P.I.P.P.I. IL “SENSO” DEGLI STRUMENTI IN P.I.P.P.I.: MEDIATORI DI COMUNICAZIONE E RELAZIONE

22 GLI STRUMENTI IN P.I.P.P.I.: GLI OBIETTIVI MIGLIORARE LA QUALITA’: Delle informazioni disponibili nell’equipe dei professionisti LabRIEF P.I.P.P.I.

23 GLI STRUMENTI IN P.I.P.P.I.: GLI OBIETTIVI MIGLIORARE LA QUALITA’: Della conoscenza si sé e delle proprie capacità e possibilità da parte dei genitori e dei bambini LabRIEF P.I.P.P.I.

24 GLI STRUMENTI IN P.I.P.P.I.:GLI OBIETTIVI MIGLIORARE LA QUALITA’: Delle relazioni tra i genitori e i figli (e tra gli stessi genitori) LabRIEF P.I.P.P.I.

25 GLI STRUMENTI IN P.I.P.P.I.: GLI OBIETTIVI MIGLIORARE LA QUALITA’: DELLA RELAZIONE TRA LA FAMIGLIA E GLI OPERATORI LabRIEF P.I.P.P.I.

26 GI STRUMENTI: ATTENZIONI METODOLOGICHE LabRIEF P.I.P.P.I. GLI STRUMENTI NON HANNO VALORE IN SÉ, MA IN BASE ALLE INTENZIONI E ALLE “CAUTELE” DI CHI LI UTILIZZA

27 GI STRUMENTI: ATTENZIONI METODOLOGICHE LabRIEF P.I.P.P.I. SE IL PROFESSIONISTA RIMANE FERMO SUGLI ASSUNTI SECONDO CUI LA PERSONA HA IL PROBLEMA E IL PROFESSIONISTA HA LA RISPOSTA, QUALSIASI STRUMENTO SARÀ UTILIZZATO PER CONTINUARE A VEICOLARE IL PUNTO DI VISTA DELL‘”ESPERTO”

28 GLI STRUMENTI NON “SI SOMMINISTRANO”: ATTENZIONE AGLI ASPETTI DI RELAZIONE E DI COMUNICAZIONE NEL MODO IN CUI VENGONO PROPOSTI GLI STRUMENTI IN P.I.P.P.I.: ATTENZIONI METODOLOGICHE

29 GI STRUMENTI: ATTENZIONI METODOLOGICHE LabRIEF P.I.P.P.I. IL PROFESSIONISTA NON USA GLI STRUMENTI DA SOLO: LA DECISIONE DI USARLI È DELL’INTERA EM E QUINDI L'ESITO È CONDIVISO E DISCUSSO SEMPRE ALL'INTERNO DELL'EM E CON LA FAMIGLIA

30 osservare, documentare, descrivere e narrare confrontare le diverse narrazioni fra tutti i soggetti coinvolti nell’EM e soprattutto costruire una nuova narrazione INTERSOGGETTIVA E LONGITUDINALE con la famiglia in cui lei stessa sia protagonista del cambiamento possibile per lei in questo tempo prendere decisioni (decision making) superando l’emergenza, la soggettività, la solitudine, l’emotività documentare il cambiamento e quindi costruire la valutazione Gli strumenti ci servono quindi per:

31 GLI STRUMENTI SI UTILIZZANO IN MANIERA FLESSIBILE IN TUTTE LE FASI DEL PROGRAMMA ASSESSMENT: coinvolgere la famiglia nella fase di valutazione, al fine di individuare e discutere i fattori di rischio e quelli di protezione. PROGETTAZIONE: costruire una progetto condiviso tra operatori e con la famiglia, discutendo i risultati attesi, le azioni, le responsabilità e i tempi di implementazione. INTERVENTO: in una prospettiva formativa, promuovere la consapevolezza dei genitori e dei bambini sulle proprie risorse e rinforzare la relazione di fiducia tra famiglia e operatori. GLI STRUMENTI IN P.I.P.P.I.: ATTENZIONI METODOLOGICHE

32 GLI STRUMENTI IN P.I.P.P.I.: ATTENZIONI METODOLOGICHE …E “CERCARE” TROVARE….. RICONOSCERE LA DIFFERENZA TRA:

33 LabRIEF P.I.P.P.I. I QUESTIONARI IL FUMETTO DI P.I.P.P.I. IL KIT “SOSTENERE LA GENITORIALITA’” L’ECOMAPPA “IL PENTOLINO DI ANTONINO” E “EDUCAZIONE, PENTOLINI E RESILIENZA” “ANCH’IO VADO A SCUOLA” E “UN TEMPO PER INCONTRARSI” LA “LINEA DEL TEMPO” O “LINEA DELLA VITA” IL QUESTIONARIO SOCIOMETRICO IL “MOSAICH APPROACH” GLI STRUMENTI “UTILI”

34 GRAZIE!


Scaricare ppt "Laboratorio di Ricerca e Intervento in Educazione Familiare www.educazione.unipd.it/labrief Università di Padova LA PARTECIPAZIONE DELLE FAMIGLIE: dalla."

Presentazioni simili


Annunci Google