La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 L’evoluzione della gamma CALDAIE MURALI. 2 Nuove Funzioni “Evolution” Nuove Potenze MIX: Aria/Gas Nuova Super Exclusive MIX EVOLUTION I PLUS.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 L’evoluzione della gamma CALDAIE MURALI. 2 Nuove Funzioni “Evolution” Nuove Potenze MIX: Aria/Gas Nuova Super Exclusive MIX EVOLUTION I PLUS."— Transcript della presentazione:

1 1 L’evoluzione della gamma CALDAIE MURALI

2 2 Nuove Funzioni “Evolution” Nuove Potenze MIX: Aria/Gas Nuova Super Exclusive MIX EVOLUTION I PLUS

3 X = 400 mm Y = 820 mm Z = 325 mm X = 400 mm Y = 820 mm Z = 325 mm kg = 41 Dimensioni d’ingombro Super Exclusive MIX 26 C.S.I.

4 X = 450 mm Y = 820 mm Z = 325 mm X = 450 mm Y = 820 mm Z = 325 mm kg = 43 Dimensioni d’ingombro Super Exclusive MIX 30 C.S.I.

5 X = 500 mm Y = 820 mm Z = 325 mm X = 500 mm Y = 820 mm Z = 325 mm kg = 46 Dimensioni d’ingombro Super Exclusive MIX 32 C.S.I.

6 6 Cruscotto Stessa estetica Gamma Super Exclusive Cambia il selettore di Funzionamento

7 7 Range Sanitario 37 °C  60 °C Modulazione - spegnimento bruciatore T set + 5 ° C - riaccensione T set + 4 °C Cruscotto (il circolatore sempre in funzione) Selettore SANITARIO

8 8 Cruscotto Range Riscaldamento 40 °C  80 °C Modulazione - spegnimento bruciatore T set + 6 ° C - riaccensione T set - 6 °C (il circolatore sempre in funzione) Selettore RISCALDAMENTO

9 9 Cruscotto Selettore funzionamento Nuova scheda Display SC01N estateinverno primavera autunno off/reset

10 10 Cruscotto Selettore off/reset Il modo di funzionamento viene selezionato tramite selettore o controllo remoto. (Il controllo remoto RC05 ha la priorità sul cruscotto) La caldaia è alimentata elettricamente, Non c’è la possibilità di vedere alcun allarme sul display Sono attive solo le funzioni: antigelo elettronico antibloccaggio pompa e 3 vie posizionando su questa posizione durante il funzionamento di pre-riscaldo, verrà ultimato.

11 11 Possibilità di avere solo acqua calda sanitaria richiesta tramite Flussostato Cruscotto Selettore posizione PRIMAVERA primavera Simbolo sul selettore E’ la funzione ESTATE nella Gamma Super Exclusive Mix. Modulazone di fiamma lo spento sanitario a + 5 °C della temperatura impostata, e la riaccensione 4 °C sopra la temperatura impostata Inserendo il JP1, disabilita lo spento sanitario, lo spento avviene solo a SS=65°C

12 12 3 Vie a riposo è in SANITARIO Contatto elettrico del Flussostato è APERTO caldaia in stand-by Lampeggia il led verde con intermittenza lenta (1 sec. ON - 5 sec. OFF) Se la temperatura sonda NTC Primaria > 78 °C, post-ventilazione fino a temperatura sonda NTC Primaria < 76 °C Il display indica la temperatura dell’acqua primaria (NTC Primaria) SENZA prelievo di H2O Selettore PRIMAVERA

13 13 CON prelievo di H2O 3 Vie a riposo in SANITARIO Contatto elettrico del Flussostato è CHIUSO Il display indica la temperatura dell’acqua sanitaria con un punto fisso dopo la seconda cifra, in basso a destra (NTC Secondaria) Se T°C Sonda NTC Secondaria > T°C Impostata Sanitaria + 5 °C  Pompa ON Se T°C Sonda NTC Secondaria > T°C Impostata Sanitaria + 4 °C  Pompa ON  Bruciatore ON Modulazione Sanitaria: Selettore PRIMAVERA Led verde acceso fisso 40.

14 14 Possibilità di avere solo acqua calda sanitaria richiesta tramite Flussostato Cruscotto Selettore posizione ESTATE Simbolo sul selettore E’ la funzione ESTATE nella Gamma Super Exclusive Mix, in più posizionandosi su questa funzione, viene DISABILITATO lo spento sanitario, come inserendo il JP 1 in scheda MC 12. Lo spento del bruciatore avviene solo a temperatura sonda sanitaria pari a 65 °C estate

15 15 3 Vie a riposo in SANITARIO Contatto elettrico del Flussostato è APERTO caldaia in stand-by Lampeggia il led verde con intermittenza lenta (1 sec. ON - 5 sec. OFF) Se la temperatura sonda NTC Primaria > 78 °C post-ventilazione fino a temperatura sonda NTC < 76 °C Il display indica la temperatura dell’acqua primaria (NTC Primaria) SENZA prelievo di H2O Selettore ESTATE

16 16 CON prelievo di H2O 3 Vie a riposo in SANITARIO Contatto elettrico del Flussostato è CHIUSO Il display indica la temperatura dell’acqua sanitaria con un punto fisso dopo la seconda cifra, in basso a destra (NTC Secondaria) Led verde acceso fisso Lo spento NON avviene a 5 °C sopra la temperatura impostata, ma lo spento avviene:  NTC Secondaria > 65°C fino a 64 °C  NTC Primaria > 95°C fino a 78 °C Modulazione Sanitaria: Selettore ESTATE 40.

17 17 autunno Cruscotto Possibilità di avere: acqua calda sanitaria temperatura ambiente Simbolo sul selettore Selettore posizione AUTUNNO Inserendo il JP6, abilita la funzione “pre-riscaldo” E’ la funzione Inverno della Gamma Super Exclusive Mix. Modulazione di Fiamma è la stessa di una caldaia Mix in Inverno

18 18 3 Vie a riposo in SANITARIO Contatto elettrico del Flussostato è APERTO caldaia in stand-by Lampeggia il led verde con intermittenza lenta (1 sec. ON - 5 sec. OFF) Se la temperatura sonda NTC Primaria > 78 °C post-circolazione fino a temperatura sonda NTC Primaria < 76 °C Il display indica la temperatura dell’acqua primaria (NTC Primaria) SENZA prelievo di H2O Selettore AUTUNNO

19 19 CON prelievo di H2O Selettore AUTUNNO 3 Vie a riposo in SANITARIO Contatto elettrico del Flussostato è CHIUSO Il display indica la temperatura dell’acqua sanitaria con un punto fisso dopo la seconda cifra, in basso a destra (NTC Secondaria) Modulazione Sanitaria: Se T°C Sonda NTC Secondaria > T°C Impostata Sanitaria + 5 °C  Pompa ON Se T°C Sonda NTC Secondaria > T°C Impostata Sanitaria + 4 °C  Pompa ON  Bruciatore ON Led verde acceso fisso 40.

20 20 CON richiesta di TA Selettore AUTUNNO 3 Vie in RISCALDAMENTO Contatto Termostato Ambiente TA CHIUSO Il display indica la temperatura dell’acqua primaria (NTC Primaria) Se T°C Sonda NTC Primaria > T° Set Riscaldamento + 6 °C Pompa ON Bruciatore OFF Led verde acceso fisso Se T°C Sonda NTC Primaria < T° Set Riscaldamento - 6 °C Pompa ON Bruciatore ON Modulazione Primaria:

21 21 CON richiesta di TA Selettore AUTUNNO Terminata la fase di Lenta Accensione, la caldaia passa al funzionamento Potenza Massima Ridotta (75%) per poi immediatamente modulare e cercare il punto di equilibrio tra carico termico e potenza richiesta Se NTC Primaria > T° Set Riscaldamento + 6 °C il bruciatore si spegne La riaccensione avverrà passato il tempo di Spento Temporizzato di 3 Minuti, per poi funzionare per un tempo pari a 2 Minuti con una potenza pari al Minimo Riscaldamento, per poi passare alla Potenza Massima Ridotta

22 22 CON richiesta di TA Selettore AUTUNNO CASISTICHE di FUNZIONAMENTO Durante i 3 min. di Spento Temporizzato viene a mancare la richiesta del TA, la pompa si ferma immediatamente e la 3 vie torna in Sanitario Se TA OFF, il bruciatore si spegne immediatamente, la pompa post- circola per 60” e successivamente la 3 vie torna a riposo in Sanitario La richiesta da parte del Flussostato annulla la post-circolazione Una successiva richiesta del TA durante la post-circolazione, da il via alla sequenza di riaccensione a post-circolazione avvenuta

23 23 CON richiesta di TA e H 2 O Calda Selettore AUTUNNO La richiesta da parte del Flussostato Sanitario ha la precedenza su tutte le altre richieste Le temporizzazioni attive in fase riscaldamento non vengono influenzate dalla richiesta da parte del flussostato sanitario. Per cui avremo diverse condizioni di funzionamento:

24 24 A) Caldaia funzionante alla Minima Potenza Riscaldamnento Alla riapertura del flussostato, il sistema verifica se sono trascorsi 2 ‘ dal momento della richiesta sanitaria, se ciò non fosse avvenuto, continuerà a funzionare al minimo riscaldamento fino a terminare il tempo restante dei 2’, diversamente passerà al funzionamento di potenza massimo ridotta o in modulazione, in base al carico termico B) Caldaia funzionante alla Potenza Massimo Ridotta Alla riapertura del flussostato, il sistema verifica se sono trascorsi 15 ‘ dal momento della richiesta sanitaria, se ciò non fosse avvenuto, continuerà a funzionare alla potenza massima ridotta ( 75% della Potenza Massima), fino a terminare il tempo restante dei 15’, diversamente passerà in modulazione, in base al carico termico

25 25 C) Caldaia funzionante alla Massima Potenza Riscaldamnento Alla riapertura del flussostato, il sistema ritornerà a funzionare alla potenza massimo ridotta o in modulazione, in base al carico termico D) Caldaia funzionante nella fase di Spento Temporizzato Alla riapertura del flussostato, il sistema verifica se sono trascorsi 3‘ dal momento della richiesta sanitaria, se ciò non fosse avvenuto, il sistema ritornerà a funzionare nella fase spento temporizzato (pompa ON e Bruciatore OFF) fino a terminare il tempo restante dei 3’, diversamente passerà alla potenza minimo riscaldamento

26 26 Cruscotto Selettore posizione INVERNO Simbolo sul selettore E’ la funzione INVERNO nella Gamma Super Exclusive Mix, in più posizionandosi su questa posizione, viene ATTIVATO il Preriscaldo dello scambiatore sanitario, come se fosse inserito il JP 6 in scheda e chiuso il contatto POS (Programmatore Orario Sanitario) sulla scheda. inverno Possibilità di avere: acqua calda sanitaria temperatura ambiente

27 27 Selettore INVERNO inverno Abilitata la funzione Preriscaldo Il ciclo si attiva automaticamente nelle 4 funzioni, tranne in Off/Reset, quando: NTC secondaria < 35 °C, e la NTC primaria < 52 °C La 3 vie si porta in Sanitario La caldaia funziona alla potenza minima Il ciclo si interrompe quando: NTC Primaria > 55°C Pompa e ventilatore funzionano per 30 sec.

28 28 Selettore INVERNO inverno funzione Preriscaldo Una richiesta da parte del flussostato sanitario, annulla la funzione Una volta terminata la richiesta di H 2 O che ha causato l’interruzione del ciclo preriscaldo, se si dovessero ripresentare le condizioni viste prima, (NTC Primaria e Secondaria non soddisfatte), il ciclo riparte dall’inizio

29 29 3 Vie a riposo in SANITARIO Contatto elettrico del Flussostato è APERTO caldaia in stand-by Lampeggia il led verde con intermittenza lenta (1 sec. ON - 5 sec. OFF) Se la temperatura sonda NTC Primaria > 78 °C post-circolazione fino a temperatura sonda NTC < 76 °C Il display indica la temperatura dell’acqua primaria (NTC Primaria) SENZA prelievo di H2O Selettore INVERNO inverno E’ sempre attivo il Preriscaldo

30 30 CON prelievo di H2O 3 Vie a riposo in SANITARIO Contatto elettrico del Flussostato è CHIUSO Se T°C Sonda NTC Secondaria > T°C Impostata + 5 °C  Pompa ON Led verde acceso fisso Se T°C Sonda NTC Secondaria > T°C Impostata + 4 °C  Bruciatore ON Modulazione Sanitaria: Selettore INVERNO inverno 40. Il display indica la temperatura dell’acqua sanitaria con un punto fisso dopo la seconda cifra, in basso a destra (NTC Secondaria)

31 31 CON richiesta di TA 3 Vie in RISCALDAMENTO Contatto Termostato Ambiente TA CHIUSO Il display indica la temperatura dell’acqua primaria (NTC Primaria) Se T°C Sonda NTC Primaria > T°C Impostata + 6 °C Pompa ON Bruciatore OFF Led verde acceso fisso Se T°C Sonda NTC Primaria > T°C Impostata - 6 °C Pompa ON Bruciatore ON Modulazione Primaria: Selettore INVERNO inverno

32 32 CON richiesta di TA Terminata la fase di Lenta Accensione, la caldaia passa al funzionamento Potenza Massima Ridotta per poi modulare e cercare il punto di equilibrio tra carico termico potenza richiesta Se NTC Primaria > T° Set + 6 °C il bruciatore si spegne La riaccensione avverrà passato il tempo di Spento Temporizzato di 3 Minuti, per poi funzionare per un tempo pari a 2 Minuti con una potenza pari al Minimo Riscaldamento, per poi passare alla Potenza Massima Ridotta Selettore INVERNO inverno

33 33 CON richiesta di TA CASISTICHE di FUNZIONAMENTO Durante i 3 min. di Spento Temporizzato viene a mancare la richiesta del TA, la pompa si ferma immediatamente e la 3 vie torna in Sanitario Se TA OFF, il bruciatore si spegne immediatamente, la pompa post- circola per 60” e successivamente la 3 vie torna a riposo in Sanitario La richiesta da parte del Flussostato annulla la post-circolazione Una successiva richiesta del TA durante la post-circolazione, da il via alla sequenza di riaccensione a post-circolazione avvenuta Selettore INVERNO inverno

34 34 CON richiesta di TA e H 2 O Calda La richiesta da parte del Flussostato Sanitario ha la precedenza su tutte le altre richieste Le temporizzazioni attive in fase riscaldamento non vengono influenzate dalla richiesta da parte del flussostato sanitario. Per cui avremo diverse condizioni di funzionamento: Selettore INVERNO inverno

35 35 A) Caldaia funzionante alla Minima Potenza Riscaldamnento Alla riapertura del flussostato, il sistema verifica se sono trascorsi 2 ‘ dal momento della richiesta sanitaria, se ciò non fosse avvenuto, continuerà a funzionare al minimo riscaldamento fino a terminare il tempo restante dei 2’, diversamente passerà al funzionamento di potenza massimo ridotta o in modulazione, in base al carico termico B) Caldaia funzionante alla Potenza Massimo Ridotta Alla riapertura del flussostato, il sistema verifica se son trascorsi 15 ‘ dal momento della richiesta sanitaria, se ciò non fosse avvenuto, continuerà a funzionare alla potenza massima ridotta ( 75% Potenza Massima), fino a terminare il tempo restante dei 15’, diversamente passerà in modulazione, in base al carico termico

36 36 C) Caldaia funzionante alla Massima Potenza Riscaldamnento Alla riapertura del flussostato, il sistema ritornerà a funzionare alla potenza massimo ridotta o in modulazione, in base al carico termico D) Caldaia funzionante nella fase di Spento Temporizzato Alla riapertura del flussostato, il sistema verifica se sono trascorsi 3‘ dal momento della richiesta sanitaria, se ciò non fosse avvenuto, il sistema ritornerà a funzionare nella fase spento temporizzato (pompa ON e Bruciatore OFF) fino a terminare il tempo restante dei 3’, diversamente passerà alla potenza minimo riscaldamento

37 37 SCHEDE ELETTRONICHE Modulo ACF inserito all’interno del cruscotto cablato sulla scheda di gestione Modulo di Accensione (trasformatore HT) remotato

38 38 circolatore Rubinetto riempimento parzializzatore flussostato Scambiatore Secondario 3 Vie elettrica Pressostato acqua Collegamento Vaso Espansione By-Pass Risc. GRUPPO IDRAULICO STANDARDIZZATO SULLA GAMMA SUPER EXCLUSIVE

39 39 Alimentazione 220 V alternata 50 Hz Super Exclusive Mix Evolution KW Circolatore Grundfos 15/50 Super Exclusive Mix Evolution 32 KW Circolatore Grundfos 15/60 (Alta Prevalenza ) CIRCOLATORE IDRAULICA

40 kW 26 – 30 kW Caratteristica idraulica Circolatore Portata Impianto (Lit/h) Prevalenza Residua (mCa)

41 41 IDRAULICA FLUSSOSTATO Da il consenso all’accensione della sequenza in sanitario

42 PRESSOSTATO ACQUA Controlla la pressione d’impianto on > 0,45 bar off < 0,45 bar IDRAULICA

43 Beige 11 Litri Super Exclusive Mix EV 26 Kw Verde Oliva 13 Litri Super Exclusive Mix EV 30 Kw Rosa 14 Litri Super Exclusive Mix EV 32 Kw LIMITATORE di PORTATA Installato all’entrata dello scambiatore secondario, sul tubo acqua fredda. Differente per le 3 Super Exclusive Mix Evolution:

44 44 SENSORI NTC NTC secondaria GRUPPO IDRAULICO NTC primaria SCAMBIATORE PRIMARIO

45 45 SCAMBIATORE SECONDARIO A piastre in acciaio inossidabile AISI 316 Robusta struttura d’assieme saldobrasata in rame e acciaio Circolazione dei fluidi in controcorrente Super Exclusive Mix EV 26Super Exclusive Mix 28 Super Exclusive Mix EV 30 Super Exclusive Mix EV 32Super Exclusive Mix 32 MONTA Super Exclusive Mix 32

46 46 Costituito da una serie di tubi di sezione ovale in rame Pacco lamellare ad elevata densità Modificato il Passo lamellare, portato a 3,2 (versione 26 e 30) Super Exclusive Mix EV 26NUOVO Super Exclusive Mix EV 30 Super Exclusive Mix EV 32Super Exclusive Mix 32 MONTA SCAMBIATORE PRIMARIO NUOVO

47 47 BRUCIATORE Diversi rispetto alle caldaie Mix MONTA Super Exclusive Mix EV 26NUOVO, 12 rampe Super Exclusive Mix EV 30 Super Exclusive Mix EV 32Super Exclusive Mix 32 (16 Rampe) NUOVO, 14 rampe Diametro UGELLI Super Exclusive Mix Kw 1,4 MTN 0,8 GPL Super Exclusive Mix 32 Kw 1,35 MTN 0,77 GPL

48 48 SICUREZZE PRESSOSTATO ANALOGICO DIFFERENZIALE controlla il ventilatore ed i condotti di scarico ed aspirazione Uguale alle caldaie MIX TERMOSTATO SICUREZZA BRUCIATORE controlla la temperatura del bruciatore, interviene quando la T.°, dello stesso, supera i 200° C Uguale alle caldaie MIX

49 49 VENTILATORE Ventilatore Modulante Alimentazione 220 V 50 Hz Super Exclusive Mix EV 26NUOVO Super Exclusive Mix EV 30 Super Exclusive Mix EV 32Super Exclusive Mix 32 MONTA NUOVO

50 gas aria primaria aria secondaria In questa configurazione per variare la potenza si agisce sulla portata del gas mentre non è possibile regolare l’aria, che viene determinata attraverso un ventilatore che gira a velocità costante Le caldaie murali tradizionali realizzano la miscela aria/gas tramite aria primaria, aria secondaria ed una certa portata di gas COMBUSTIONE

51 51 Il ventilatore lavorando a velocità costante realizza una portata d’aria sempre eccessiva tranne che in condizioni di funzionamento a carico termico massimo. Al di fuori di questo punto: La combustione avviene in eccesso di aria ed il rendimento della stessa non può essere che inferiore all’ottimo La portata dell’aria risulta eccessiva e l’efficienza dello scambio termico ridotta COMBUSTIONE

52 52 In condizioni di carico di impiego medio si hanno 6 punti percentuali di rendimento in meno rispetto al rendimento massimo realizzabile COMBUSTIONE

53 53 Lo sviluppo dell’ARIA/GAS si è posto come OBIETTIVO ottenere un rapporto di combustione che assicuri un rendimento elevato e costante su tutta la curva di potenza. ( rendimento piatto ) COMBUSTIONE

54 54 L’ARIA/GAS permette il corretto proporzionamento della miscela REGOLANDO LA VELOCITA’ DEL VENTILATORE Per garantire però una corretta proporzione è necessario monitorare costantemente la portata reale di aria COMBUSTIONE

55 55...si è introdotto il pressostato analogico che misura la portata di fumi in uscita Corretto rapporto A/G Correzione della portata d’aria in ingresso grazie al ventilatore modulante in velocità COMBUSTIONE

56 56 Con l’ARIA/GAS in condizioni di carico di impiego medio si ottengono sei punti percentuali di rendimento in più rispetto alla tecnologia tradizionale (incremento percentuale calcolato secondo la EN297) COMBUSTIONE

57 57 La progettazione dell’ARIA/GAS si è posta come OBIETTIVO la massimizzazione del rendimento; mantenersi lontani dal MINOR DI FORMAZIONE DI CONDENSA COMBUSTIONE

58 58 Minor consumo di GAS grazie al rendimento costante Minor consumo ENERGIA ELETTRICA (30KWh in meno all’anno) grazie alla ridotta potenza assorbita dal ventilatore. COMBUSTIONE

59 59 Se la potenza del ventilatore è inferiore alle perdite di carico, nel caso in cui l’installazione richieda troppe curve o tubi troppo lunghi, la caldaia funziona ad una potenza ridotta ma garantendo la sicurezza TOTALE e il rendimento massimo. GRANDI PERDITE DI CARICO FUMI FUNZIONAMENTO GARANTITO, A POTENZA MINORE 35 m SCARICO FUMI

60 60 SCARICO FUMI Scarico Coassiale Super Exclusive Mix 26 EV: 4 m Super Exclusive Mix 30 EV: 3,4 m Super Exclusive Mix 32 EV: 3,4 m L’inserimento di curve a 90°, provoca ulteriori perdite di carico, pari a 0,85 m 100 mm 60 mm

61 61 SCARICO FUMI Scarico Sdoppiato Super Exclusive Mix 26 EV: 25 m + 25 mm Super Exclusive Mix 30 EV: 20 m + 20 m Super Exclusive Mix 32 EV: 15 m + 15 m L’inserimento di curve a 90°, provoca ulteriori perdite di carico, pari a 0,85 m 80 mm FUMI ARIA

62 Con led lampeggiante e numero sul display, es. Le due cifre visualizzate sul display indicano uno stato di anomalia 01 Mancanza fiamma 02 Limite max temperatura 03 Evacuazione prodotti combusti insufficiente 04 Mancanza circolazione acqua 05 Non vi è comunicazione con Remote Control 06 Sonda NTC sanitaria interrotta o in corto circuito 07 Sonda NTC riscaldamento interrotta o in corto circuito 08 Intervento Termostato Bruciatore CODICI ALLARME 0 4

63 ANALISI di COMBUSTIONE Mediante un dispositivo segnalato e protetto all’interno del circuito della scheda elettronica si attivano la modalità di funzionamento della caldaia per effettuare correttamente l’analisi di combustione (Pn Max per 15 minuti)

64 64 Antigelo SANITARIO Sempre ATTIVA In qualsiasi stato di funzionamento senza richiesta di carico termico (OFF-Reset, Estate,Inverno e Spazzacamino) Temperatura Sonda Secondaria NTC 2, uguale a 5°C Qualsiasi richiesta di funzionamento in modalità sanitario, riscaldamento o spazzacamino, annullano la funzione antigelo sanitario. Partenza bruciatore alla potenza minimo meccanico Spento bruciatore al raggiungimento di temperatura NTC 2 pari a 55°C Al termine della funzione, viene eseguita una postcircolazione, di 30 sec.

65 65 Antigelo RISCALDAMENTO Sempre ATTIVA In qualsiasi stato di funzionamento senza richiesta di carico termico (OFF-Reset, Estate,Inverno e Spazzacamino) Temperatura Sonda Primaria NTC 1, uguale a 5°C Qualsiasi richiesta di funzionamento in modalità sanitario, riscaldamento, spazzacamino o antigelo sanitario, annullano la funzione antigelo riscaldamento. Partenza bruciatore alla potenza minimo elettrico Spento bruciatore a temperatura NTC 1 pari a 35°C Al termine della funzione, viene eseguita una postcircolazione, di 30 sec.

66 66 Funzione ANTIBLOCCAGGIO Ogni 24 ore di non utilizzo del Circolatore, lo stesso viene alimentato per 30 sec. Qualsiasi richiesta di funzionamento in modalità sanitario, riscaldamento, antigelo, spazzacamino o postcircolazione, ha priorità maggiore sulla funzione antibloccabggio

67 67 Stessa Scheda Elettronica (MC 12 ) per tutte le versioni, è il cablaggio che sceglie il funzionamento MIX o MIX EVOLUTION, con le diverse potenze. CABLAGGI ELETTRICI

68 68 CABLAGGI ELETTRICI M 4 (5-6) CHIUSO M 3 (6-8) APERTO 26 kW

69 69 CABLAGGI ELETTRICI M 4 (5-6) CHIUSO M 3 (6-8) CHIUSO 30 kW

70 70 CABLAGGI ELETTRICI M 4 (5-6) APERTO M 3 (6-8) APERTO 32 kW


Scaricare ppt "1 L’evoluzione della gamma CALDAIE MURALI. 2 Nuove Funzioni “Evolution” Nuove Potenze MIX: Aria/Gas Nuova Super Exclusive MIX EVOLUTION I PLUS."

Presentazioni simili


Annunci Google