La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L’ASILO NIDO. Obiettivi Riflettere sulla storia e le funzioni dell’asilo nido Individuare le principali caratteristiche dell’asilo nido Acquisire conoscenze.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L’ASILO NIDO. Obiettivi Riflettere sulla storia e le funzioni dell’asilo nido Individuare le principali caratteristiche dell’asilo nido Acquisire conoscenze."— Transcript della presentazione:

1 L’ASILO NIDO

2 Obiettivi Riflettere sulla storia e le funzioni dell’asilo nido Individuare le principali caratteristiche dell’asilo nido Acquisire conoscenze e abilità in merito all’organizzazione e gestione dell’asilo nido

3 Contenuti  STRORIA ASILO NIDO  ORGANIZZAZIONE INTERNA  DESTINATARI  ATTIVITA’  COLLABORAZIONE FAMIGLIA  CONTINUITA’ EDUCATIVA

4 Storia dell’asilo nido 1850Primi interventi = Ricovero per lattanti 1925-1976Opera Nazionale di Maternità Infanzia (ONMI) 26/04/1950 L.n. 860 Camere di allattamento nelle aziende 1971 L.n. 1044  Prima legge istituita asili nido  Riconoscimento valore sociale maternità  Assistenza = centrale 1973 L.n.6 Regione Puglia - Legislazione regionale 2007- Sezioni primavera

5 Obiettivi asilo nido  Supportare la famiglia nella crescita dei figli  Favorire lo sviluppo psico-fisico-relazionale del bambino  Creare un clima caldo ed accogliente (familiare)  Far sperimentare prime forme di socializzazione  Introdurre il bambino alla scuola dell’infanzia

6 Destinatari Bambini Famiglie Lattanti (0-10 mesi) Semi divezzi (11-18 mesi) Divezzi (19-36 mesi)

7 Organizzazione interna AMBIENTE NIDO FACILITANTE CONTENENTE PROPONENTE ANGOLI = DIMENSIONE INTIMA

8 Sezione lattanti ( contenitore affettivo) 1 camera da letto 1 stanza (movimento, attività, pranzo) 1 bagno Tappeti Cuscini Rivestimenti simbolizzanti pareti morbide culla Evitamento sovrastimolazioni(suoni, luce, tono voce etc.) Nicchie Specchi Giochi vari Angoli - morbido (cuscini) - tattile

9 Sezione semi- divezzi 2 stanze (attività, pranzo) 1 camera da letto 1 bagno Angoli morbidi Strutture psico-motorie semi-rigide (scalini, pedane, scivoli etc..) Nascondigli (tende, nicchie, specchi, mobili porta- giochi con cassetti, ceste, palle) Angoli gioco Angoli attività ( pittura, manipolazione etc..)

10 Sezione divezzi 2 stanze (attività, pranzo) 1 camera da letto 1 bagno Angoli  giochi simbolici e di ruolo ( socializzazione)  Gioco affettivo-relazionali  Giochi cognitivo- simbolici  Giochi di movimento

11 Altri spazi Salone del movimento Entrata (spazio transizionale) Salone Giardino Spazio per gli adulti Cucina Lavanderia Ufficio Sala medica  Gioco libero e strutturato  Macrostruttura  Angolo lettura  Angolo recitazione  Angolo travestimento  Angolo colore e manipolazione  Angolo cucina

12 Attività Routines Attività spontanee  Gioco libero  Gioco strutturato Attività strutturate Piccoli gruppi

13 Attività lattanti Routines Angolo morbido Cestino dei tesori Giochi di movimento  Cambio  Pasto  Sonno  Esplorazione  Conoscenza oggetti  Discriminazione sensoriale  Sviluppo attenzione visiva

14 Attività semi-divezzi Routines Attività spontanee -giochi liberi -giochi strutturati Attività strutturate  Pranzo  Sonno  igiene  Immaginazione e finzione )angolo della casa)  Da tavolo (pasta per il pane, puzzle etc.)  A terra (area tappeti per costruire torri etc.)  Manipolazione  Esperienze grafico- pittoriche  Racconto storie  Giochi di finzione e drammatizzazione  Giochi di movimento  Ed. linguistica  Ed. ambientale  Grafico- pittoriche  Uscite estive

15 Attività divezzi Routines Attività spontanee (= semi divezzi) Attività strutturate Attività integrative ( consulenti esterni)  Pranzo  Sonno  Igiene  Grafico-pittoriche (disegno libero collage..)  Storie  Drammatizzazioni  Informatica  Ed. linguistica  Ed. musicale  Ed. artistica  Ed. ambientale  Psicomotricità

16 personale Coordinatrice Educatrice Addetto pulizie Cuoca Giardiniere Pediatra (consulente) Pedagogista (consulente e supervisore) Volontari Tirocinanti

17 Giornata tipo lattanti Orario di permanenza: 7.00-19.00 Ore 7.00 - 9.00 Arrivo Attività spontanee in salone insieme con gli altri bambini (momento comunitario) Risposte immediate secondo i bisogni fisiologici del bambino Ore 9.00 - 10.00 Ritiro nella sezione lattanti.Riposo Ore 10.00 - 11.00 Attività strutturate (sempre in subordine ai bisogni primari da essi manifestati) Ore 11.00 - 12.00 Pranzo Ore 12.00 - 13.00 Attività di routine Ore 13.00 - 15.00 Riposo Ore 15.00 - 16.00 Attività di routine Ore 16.00 - 16.30 Merenda Ore 16.30 - 18.00 Attività spontanee Ore 18.00 - 19.00 Ritorno a casa

18 Giornata tipo semi-divezzi Orario di permanenza: 7.00-19.00 Ore 7.00 - 9.00 Arrivo Attività spontanee in salone insieme con gli altri bambini (momento comunitario) Giochi di gruppo strutturati Ore 9.00 - 10.00 Ritiro nella sezione semi-divezzi Riposo Attività strutturate Ore 10.00 - 10.30 Ritorno in salone ( attività di routine, prep. Pranzo) Ore 11.00 - 12.00 Ritiro nella sezione semi-divezzi. Pranzo Ore 12.00 - 13.00 Attività di routine (post-pranzo) Ore 13.00 - 15.00 Riposo Attività spontanee Gioco libero e strutturato Ore 15.00 - 16.00 Attività di routine (preparazione per la merenda) Ore 16.00 - 16.30 Merenda Ore 16.30 - 17.00 Attività di routine (post-merenda) Ore 17.00 - 18.00 Attività spontanee (Gioco libero e gioco strutturato) Ore 18-00 - 19.00 Ritorno a casa

19 Giornata tipo divezzi Orario di permanenza: 7.00-19.00 Ore 7.00 - 9.00 Arrivo Attività spontanee in salone insieme con gli altri bambini (momento comunitario) Giochi di gruppo strutturati Ore 9.00 - 10.30 Ritiro nella sezione divezzi Attività strutturate Ore 10.30 - 11.00 Ritorno in salone Attività di routine (preparazione per il pranzo) Attività spontanee (gioco libero e strutturato) Ore 11.00 - 12.00 Ritiro nella sezione divezzi. Pranzo Ore 12.00 - 13.00 Attività di routine (post-pranzo) Ore 13.00 - 13.30 Attività spontanee Ore 13.30 - 15.00 Ritiro nella sezione divezzi. Riposo Ore 15.00 - 16.00 Attività di routine (preparazione per la merenda) Ore 16.00 - 16.30 Merenda Ore 16.30 - 17.30 Attività strutturate Ore 17.30 - 18.30Attività spontanee. Gioco libero e gioco strutturato Ore 18.30 - 19.00 Ritorno a casa

20 Collaborazione famiglia Colloqui sistematici Colloqui individuali Incontri con genitori sezione Assemblee generali Incontri scambio gestiti Incontri formazione psico-pedagogica Laboratori esperienziali con i bambini Organizzazione feste Organizzazione uscite esterne

21 Continuità educativa o Orizzontale o Verticale Raccordi con il territorio ricerca-azione


Scaricare ppt "L’ASILO NIDO. Obiettivi Riflettere sulla storia e le funzioni dell’asilo nido Individuare le principali caratteristiche dell’asilo nido Acquisire conoscenze."

Presentazioni simili


Annunci Google