La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di ragioneria generale ed applicata Prof. Paolo Congiu A. A. 2011 - 2012 Corso di ragioneria generale ed applicata Prof. Paolo Congiu A. A. 2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di ragioneria generale ed applicata Prof. Paolo Congiu A. A. 2011 - 2012 Corso di ragioneria generale ed applicata Prof. Paolo Congiu A. A. 2011."— Transcript della presentazione:

1 Corso di ragioneria generale ed applicata Prof. Paolo Congiu A. A Corso di ragioneria generale ed applicata Prof. Paolo Congiu A. A

2 LAVORI IN CORSO SU ORDINAZIONE PRINCIPIO CONTABILE N° 23 Commesse a lungo termine. Contratti di durata ultrannuale per la realizzazione di: opere; complesso di opere; forniture di beni e servizi. Caratteristiche del contratto: progetto unico; ordinazione del committente; tempo di esecuzione > 12 mesi. 2

3 Contratti Prezzo predeterminato fissato (clausole revisione prezzi; varianti in corso d’opera) Prezzo = Costo consuntivo + Margine (recupero spese generali e profitto) 3

4 Manifestazione finanziaria  In esercizi diversi da quelli di esecuzione dell’opera. Competenza  Attribuire i ricavi all’esercizio in cui si svolge l’attività (affidabile sistema di contabilità industriale). Caratteristica fondamentale  Una volta concluso il contratto, il ricavo può dirsi economicamente acquisito (principi diversi di valutazione rispetto alle altre rimanenze). 4

5 RICAVI = corrispettivi riconosciuti dal committente per l’esecuzione dell’opera = prezzo base contrattuale + rettifiche prezzo (contratti aggiuntivi) + maggiorazioni revisione prezzi + corrispettivi opere aggiuntive (varianti) + altri corrispettivi aggiuntivi a carico del committente per legge + proventi accessori (vendita materiali “a piè d’opera”) 5

6 COSTI DIRETTI - materiali utilizzati - mano d’opera diretta di cantiere - prestazioni di terzi (subappaltatori) - trasferimento impianti e attrezzature di cantiere - amm.ti e noli macchinari - royalties, fideiussioni e assicurazioni specifiche - progettazioni NO COSTI spese generali di amm.ne COMMESSA spese generali di R & S 6

7 COSTI + pre-operativi (sostenuti in fase di avviamento della commessa) + diretti + indiretti (progettazione, se riferibili a più commesse; costi generali industriali) 7

8 CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE COMMESSE PLURIENNALI 1. PERCENTUALE DI COMPLETAMENTO ( STATO DI AVANZAMENTO ) 2. COMMESSA ( CONTRATTO ) COMPLETATA 8

9 1. PERCENTUALE DI COMPLETAMENTO + Competenza - Prudenza Costi, ricavi e margine lordo: riconosciuti in funzione dell’avanzamento del lavoro. Condizioni per l’applicazione: contratto vincolante per ambedue le parti (compreso corrispettivo); opere realizzate specificamente per il cliente e conformi alle caratteristiche tecniche richieste; possibilità di stime ragionevoli su avanzamento commessa; no situazioni di aleatorietà; se possibile, va sempre preferito. 9

10 2. CONTRATTO COMPLETATO Ricavi e margine lordo sono riconosciuti a lavoro ultimato e consegnato = valutazione al costo. No graduale emergere dal margine di commessa: andamenti irregolari dei risultati economici d’esercizio. Va applicato se mancano le condizioni per la % di completamento. E’ accettabile se in nota integrativa si segnalano effetti distorsivi. Costanza di applicazione per tutti i contratti. Indicazione cambiamento criteri. 10

11 parte dei lavori conseguiti e accettati (dopo collaudo) dal committente. Ricavi = parte dei lavori eseguita ma non collaudata. Rimanenze = somme percepite dall’appaltatore prima dell’inizio dei lavori. Anticipi = somme percepite dall’appaltatore durante i lavori (acconti S.A.L.). Acconti = PERCENTUALE DI COMPLETAMENTO Relazione ricavi-costi in base ad un parametro significativo in base a preventivi aggiornati; occorrono adeguati preventivi di costo e aggiornamento dati per stimare attendibilmente e tempestivamente i costi di completamento. 11

12 Il metodo della percentuale di completamento può essere applicato con i seguenti criteri: Cost-to-cost; Ore lavorate; Unità consegnate; Misurazioni (parametri) fisiche. 12

13 COST-TO-COST Costi effettivi ad una certa data = a Totale costi stimati b = ricavi stimati a × b = valore di commessa esempio: ricavi totali da preventivo costi totali da preventivo costi al 31/12 1° anno valore commessa al 31/ = 0,35 × = = = = 3.500

14 METODO DELLE MISURAZIONI FISICHE (O DEL PARAMETRO FISICO) Rilevazione delle quantità prodotte (in numero di pezzi, o durata delle lavorazioni, o computi metrici). Valorizzazione delle quantità a prezzi contrattuali. Condizioni: che sia possibile stabilire un prezzo unitario; che la percentuale del margine lordo si formi di pari passo rispetto ai costi (esempio: strada rettilinea). Se non si verificano tali condizioni occorre procedere a delle rettifiche o meglio utilizzare il cost-to-cost. 14

15 COMMESSE NON FRAZIONABILI STATO PATRIMONIALE CONTO ECONOMICO ATTIVITA’PASSIVITA’ rimanenze commesse in corso; crediti v/committenti. anticipi da committenti; acconti da committenti; fondo perdite e rischi su collaudo; fondo garanzia prodotti. COMPONENTI NEGATIVICOMPONENTI POSITIVI rimanenze iniziali commesse in corso; acc.to fondo perdite e rischi di collaudo; acc.to fondo di garanzia. ricavi da commesse ultimate; rimanenze finali commesse in corso. 15

16 COMMESSE FRAZIONATE IN LOTTI FUNZIONALI STATO PATRIMONIALE CONTO ECONOMICO ATTIVITA’PASSIVITA’ rimanenze commesse in corso; crediti v/committenti; crediti per ritenute di garanzia. anticipi da committenti; fondo perdite e rischi su collaudo; fondo garanzia prodotti. COMPONENTI NEGATIVICOMPONENTI POSITIVI rimanenze iniziali lotti da ultimare; acc.to fondo perdite e rischi di collaudo; acc.to fondo di garanzia. ricavi da commesse ultimate; ricavi lotti funzionali ultimati; rimanenze finali lotti da ultimare. 16

17 Per gli acconti (fatturato di rata) procedura alternativa: iscrizione tra i ricavi; privilegia la sostanza sulla forma; non “gonfia” gli importi di S.P. Tale rilevazione a ricavo è però subordinata a: 1.certezza riconoscimento ricavo (S.A.L. in contraddittorio con il committente); 2.evidenziazione in nota integrativa dell’esposizione dell’impresa per lavori non definitivamente accertati e liquidati. 17

18 COSTI PRE-OPERATIVI Sostenuti dopo l’acquisizione del contratto ma prima dell’inizio del processo produttivo (ad es. progettazione e studi specifici di commessa, organizzazione e avvio produzione, impianto e organizzazione del cantiere). Se si adotta la % di completamento vanno differiti e imputati pro-quota agli esercizi successivi. 18

19 ONERI DOPO IL COMPLETAMENTO DELLA COMMESSA smobilizzo del cantiere; collaudo delle opere; oneri per penalità contrattuali, rifacimento opere, ecc.; manutenzioni post-consegna; oneri per garanzie contrattuali vanno fronteggiati con accantonamenti adeguati nei vari esercizi. Se si prevede una perdita, vanno effettuati opportuni accantonamenti (prudenza, competenza). 19

20 ONERI E PROVENTI FINANZIARI Se si adotta il metodo del contratto completato, è accettabile imputare alla commessa gli interessi specifici; con % di completamento gli interessi passivi si possono imputare alla commessa se si usa il cost-to-cost. RITENUTE DI GARANZIA Somme trattenute dal committente al pagamento delle fatture, a garanzia; vengono rimborsate a fine contratto; per l’impresa crediti a incasso differito. 20

21 METODO DELLA COMMESSA COMPLETATA Valutazione dei lavori al minore tra costo e valore di mercato (p.c. n° 13). -Previsione perdite: la rimanenza deve evidenziare le possibili perdite anche in caso di possibile compensazione con gli utili di altre commesse. - Ricavo e margine: riconosciuti al momento in cui il lavoro è terminato e accettato (collaudo effettuato con esito positivo); eventuali altri costi di completamento o successivi devono essere coperti da appositi accantonamenti. 21

22 ART CODICE CIVILE N° 11 I lavori in corso su ordinazione possono essere iscritti sulla base dei corrispettivi contrattuali maturati con ragionevole certezza (prudenza, competenza); è quindi ammessa anche la valutazione al costo. ART N° 8 Nella nota integrativa va indicato l’ammontare degli oneri finanziari imputati nell’esercizio (cioè capitalizzati) in aumento dei valori iscritti nell’attivo dello S.P. 22

23 NORMATIVA FISCALE (ART. 93 TUIR) Valutazione commesse pluriennali in base ai corrispettivi pattuiti; maggiorazioni di prezzo, richieste (ma non ancora accordate): vanno contabilizzate almeno al 50% (norma poco prudenziale, serve solo a recuperare imponibile); per la parte coperta da S.A.L. si valuta a corrispettivi liquidati; ricavo = corrispettivi liquidati a titolo definitivo (collaudati); 23

24 rimanenze = parte non ancora liquidata a titolo definitivo; non è più ammessa la valutazione al costo; occorre allegare alla dichiarazione dei redditi un prospetto (scheda) con: estremi contratto; generalità e residenza committente; scadenza contratto; elementi per la valutazione. 24


Scaricare ppt "Corso di ragioneria generale ed applicata Prof. Paolo Congiu A. A. 2011 - 2012 Corso di ragioneria generale ed applicata Prof. Paolo Congiu A. A. 2011."

Presentazioni simili


Annunci Google