La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Codifica di Immagini Fabio Cantaro. Modalità video In un monitor, Una modalità video rappresenta una combinazione di RISOLUZIONE e di PROFONDITA’ di COLORE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Codifica di Immagini Fabio Cantaro. Modalità video In un monitor, Una modalità video rappresenta una combinazione di RISOLUZIONE e di PROFONDITA’ di COLORE."— Transcript della presentazione:

1 Codifica di Immagini Fabio Cantaro

2 Modalità video In un monitor, Una modalità video rappresenta una combinazione di RISOLUZIONE e di PROFONDITA’ di COLORE RISOLUZIONE: numero di PIXEL PROFONDITA’ di COLORE: numero di colori che si possono usare. Si può avere profondità: – 16 colori (4 bit per pixel) – 256 colori (8 bit per pixel) – colori (16 bit per pixel) – 16,77 milioni di colori (24-32 bit per pixel)

3 Modalità video In base alla Risoluzione e alla profondità di colore una immagine può prendere più o meno spazio: Spazio (byte) = num. Pixel x n°bit per profondità

4 ESEMPIO ESEMPIO: per una immagine a 16,77 milioni di colori con risoluzione 1024x768 servono: 1024 x 768 x 3 byte (24 bit) = 2,3 Mbyte

5 Immagini Vettoriali e BitMap Immagini vettoriali: – contengono solo una descrizione delle forme e dei colori dell’immagine – Possono essere modificati di dimensione senza perdere i qualità – Occupano poco spazio – Non consentono una gradualità nel colore – Esempi di utilizzo: Macromedia Flash, Immagini WMF (Windows Meta File) di Windows

6 Immagini Vettoriali e BitMap Immagini BiTMap: – Sono costituite da pixel – Consentono una transizione graduale del colore – Se ingrandite si perde in qualità – Occupano molto spazio – Possono essere salvate in diversi formati

7 Le Immagini In Bianco e Nero: ogni pixel è Bianco o Nero In Scala di Grigi: ogni pixel uno tra 256 toni di grigio (la pixel è associato 1 byte) A Colori: possono avere PROFONDITA’ di colore e MODELLO di colore diverso Le Immagini possono essere:

8 PROFONDITA’ di COLORE Numero di colori che si possono usare nell’immagine Esempi: – 2 colori, per le immagini in B/N – 256 colori, per i toni di grigio o se uso le PALETTE (sempre 1 byte per Pixel) – 16 Milioni di colori: 3 byte per Pixel: 1 byte per il rosso 1 byte per il verde 1 byte per il blu

9 MODELLI DI COLORE Sono metodi per individuare in modo univoco un colore secondo certi modelli Per le immagini True Color (16 milioni) i modelli più usati sono: – RGB (Red Green Blu) – CMYK (Ciano Magenta Yellow e blacK) – HSB (Hue Saturation Brillance) – TAVOLOZZE (Palette) – CIE Lab

10 Modello RGB (Red Green Blu) Si combinano quantità di rosso, blu e verde Ogni valore da 0÷255 È un modello ADDITIVO: crea i colori mediante aggiunta di luce (usato quindi nei Monitor e Scanner) Esempio: esprimendo in Esadecimale (come nell’ HTML): – : Nero – FF FF FF: Bianco – FF 00 00: Rosso – 00 FF 00: verde – Ecc…

11 ESEMPIO HTML Scrivendo con Blocco Note il seguente codice (salvando come HTML): Ciao a Tutti

12 Modello CMYK Ogni colore si ottiene per combinazione di Ciano, Magenta e Giallo. È un modello SOTTRATTIVO: si crea colore mediante sottrazione di colore => per STAMPE Esempi: – : stavolta è il BIANCO (non si spruzza colore) – FF FF FF: teoricamente è il NERO. In effetti resa non ottimale => cartuccia NERA (da qui la K)

13 Modello HSB È definito in base al MODO in cui il Colore è percepito dall’uomo Ogni colore è individuato da: – TONALITA’ (H): la quantità di BASE di un colore – SATURAZIONE (S): l’intensità di colore (purezza o concentrazione del colore) – LUMINOSITA’ (B): chiarezza o scurezza del colore (previa aggiunta o eliminazione del bianco)

14 ESEMPIO HSB: dal PAINT

15 TAVOLOZZE Come la tavolozza usata dal pittore Ogni tavolozza contiene 256 colori scelti tramite modello RGB Possono essere di due tipi: – STANDARD: esempi i colori PANTONE. Dovrebbero assicurare, ad esempio, un certo GIALLO uguale in tutto il mondo – PERSONALIZZATE.

16 Esempio di tavolozza

17 IMMAGINI VETTORIALI Contengono infomazioni: – Circa le FORME che formano l’immagine (dimensione, posizione, ecc…) – Circa i COLORI da applicare a ogni forma RENDERING: processo di creazione dell’immagine in PIXEL partendo da queste informazioni MOTORE DI RENDERING: programma che esegue il rendering

18 Immagini BITMAP Sono formate da PIXEL È impossibile modificare a nostro piacimento l’immagine come avveniva per le vettoriali Caratteristiche immagine Bitmap: – Dimensione (Larghezza x Altezza) – Risoluzione: numero di pixel dell’immagine Si misura in DPI (Dot per Inch) Maggiore risoluzione => maggiore qualità

19 Esempio: bitmap con PAINT

20 Formati Ci sono formati – PROPRIETARI: CPT per Corel PhotoPaint e altri – STANDARD: BMP: standard in Windows. – Non Compressa – Dimensione eccessiva Standard con compressione

21 Altri formati standard COMPRESSI JPEG (joint Photographic Expert Group) – Elevata compressione (LOSSY: con perdita) – Consente milioni di colori – Comunque buona qualità GIF (graphics Interchange format) – Max 256 colori – Compressione LossLess – Permette la trasparenza – Consente di usare immagini multiple (Gif Animate) PNG (Portable Network Graphics) – Combina i vantaggi del Gif e del Jpeg, cioè: Milioni di colori Compressione lossless

22 Acquisizione Immagini Catturandole da schermo (tasto stamp) Scannerizzarle da formato cartaceo importarle da fotocamere digitali Scaricarle da Internet o da CD OCR: scannerizzando un documento ottengo una immagine => con OCR di nuovo documento


Scaricare ppt "Codifica di Immagini Fabio Cantaro. Modalità video In un monitor, Una modalità video rappresenta una combinazione di RISOLUZIONE e di PROFONDITA’ di COLORE."

Presentazioni simili


Annunci Google