La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

TITLE Seminario distrettuale sulla Fondazione RotaryR.I. D2080 Latina 29 novembre 2014.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "TITLE Seminario distrettuale sulla Fondazione RotaryR.I. D2080 Latina 29 novembre 2014."— Transcript della presentazione:

1 TITLE Seminario distrettuale sulla Fondazione RotaryR.I. D2080 Latina 29 novembre 2014

2 Sovvenzioni Distrettuali Alessandra SpasianoR.C. Roma Est

3 COME GESTIRE UNA SOVVENZIONE DISTRETTUALE PRESENTAZIONE SOVVENZIONI DISTRETTUALI PER L’ANNO Sovvenzioni distrettuali

4 Alcune caratteristiche in breve Globali finanziano progetti e attività, a livello locale o internazionale. Necessitano di un partner internazionale. Importo minimo progetto $ Il Club deve partecipare anche finanziariamente al progetto. Il Distretto può partecipare finanziariamente. Distrettuali Le sovvenzioni distrettuali finanziano progetti e attività, a livello locale. Importo minimo progetto € Il Club deve partecipare anche finanziariamente al progetto.

5 Sovvenzioni distrettuali LE SOVVENZIONI DISTRETTUALI Chi le chiede : il Club A chi le chiede: al Distretto Come le chiede: modulo

6 Testata  Lista puntata AREE DI INTERVENTO E MISSIONE DELLA R.F. Sovvenzioni distrettuali

7 A cosa servono PRATICAMENTE le aree di intervento e la conoscenza della Missione della RF ? A ottenere FINANZIAMENTI per i progetti del VOSTRO CLUB Sovv. Distrettuali = Missione R.F. Sovv. Globali = Aree Intervento Un progetto al di fuori della Missione/aree di intervento non può ricevere finanziamenti

8 Sovvenzioni distrettuali Aree d’intervento (servono per sovvenzioni globali) Pace e prevenzione/risoluzione dei conflitti Prevenzione e cura delle malattie Acqua e strutture igienico-sanitarie Salute materna e infantile Alfabetizzazione e educazione di base Sviluppo economico e comunitario

9 La missione della Fondazione (Sovvenzioni Distrettuali) L a Fondazione Rotary è un’associazione senza fini di lucro la cui missione consiste nell’aiutare i Rotariani a promuovere la comprensione, la buona volontà e la pace nel mondo attraverso il miglioramento della salute, il sostegno all’istruzione e l'alleviamento della povertà Sovvenzioni distrettuali

10 Ciclo biennale: un anno si progetta, un anno si realizza Qualificazione del Club Compilazione modulo di domanda Ottenimento della Sovvenzione Realizzazione del progetto Rendicontazione Conservazione della documentazione

11 Sovvenzioni distrettuali OGNI E QUALSIASI VARIAZIONE DEVE ESSERE AUTORIZZATA da Distretto e/o RF

12 Sovvenzioni distrettuali RISPETTO DELLE REGOLE Il Distretto è soggetto a controllo sulle sovvenzioni Verifiche standard su base regolare Verifiche a caso e con target specifico Investigazione delle denunce Seminari sulla Buona amministrazione Qualificazione

13 Sovvenzioni distrettuali RISPETTO DELLE REGOLE Se il Distretto commette o tollera irregolarità la R.F. sospende/annulla le sovvenzioni al Distretto (= ai Club del Distretto). La R.F. NON eroga sovvenzioni a tutti i Distretti

14 Sovvenzioni distrettuali Domande sovvenzioni distrettuali D2080

15 Sovvenzioni Distrettuali Parametri 2015 – Il contributo economico del/dei Club partecipanti è uguale o superiore al 50 % dell’importo del progetto 2.Numero dei Club partecipanti al progetto è motivo preferenziale per l’importo 3.Regolarità contributi obbligatori a RI e Distretto

16 Sovvenzioni Distrettuali Parametri 2015 – Una sola domanda di sovvenzione per Club 2.Termine presentazione domanda - 15 aprile Usare esclusivamente il modulo predisposto dal Distretto 4.Firma modulo presidenti e Consegnare il MOU firmato al Distretto 6.Importo del progetto è uguale o superiore a € Allegare copie della dichiarazione di impegno dei Club aderenti e di eventuali partners 8.I preventivi di spesa vanno allegati alla domanda 9.Tutti i Club: capofila e sponsor devono essere qualificati

17 Sovvenzioni Distrettuali Parametri 2015 – Focus sul territorio del Distretto 2.Sostegno dato nel tempo dal/i Club al Fondo Annuale Programmi della F.R. 3.L’effettivo e documentato coinvolgimento dei rotariani oltre l’aspetto finanziario 4.L’applicabilità dell’iniziativa alla missione della Fondazione Rotary 5.La sostenibilità del progetto 6.La valutazione delle effettive occorrenze della comunità beneficiaria 7.La ricaduta in favore dei beneficiari

18 SCHEDA DI AUTOVALUTAZIONE  Il contributo economico del/dei Club partecipanti è uguale o superiore al 50% dell’importo del progetto?  Il numero dei Club partecipanti al progetto è indicato?  Il Club ha pagato con regolarità i contributi obbligatori a RI e Distretto?  Il modulo contiene una sola domanda di sovvenzione?  Il termine per la presentazione della domanda è rispettato?  Le istruzioni sull’uso del modulo del modulo sono rispettate?  Il MOU firmato è stato consegnato al Distretto?  L’importo del progetto è uguale o superiore a €8000?  Il modulo è firmato dai due presidenti e ?  Sono allegate le copie della dichiarazione di impegno dei Club aderenti e di eventuali partners?  I preventivi di spesa sono allegati alla domanda?  Il sostegno dato nel tempo dal/i Club al Fondo Annuale Programmi della F.R. è proporzionato alle risorse del Club?  L’effettivo coinvolgimento dei rotariani oltre l’aspetto finanziario esiste ed è stato indicato nella domanda?  Il progetto è coerente con la missione della Fondazione Rotary e nella domanda è stata indicata l’area di afferenza?  Il progetto è sostenibile ed nella domanda è stato indicato come ciò avverrà?  La valutazione delle effettive occorrenze della comunità beneficiaria è stata effettuata ed è indicata nella domanda?  La ricaduta in favore dei beneficiari è misurabile e nella domanda sono indicate le modalità di misurazione?  Il progetto ha già beneficiato la stessa comunità?  Il progetto ha già ricevuto sovvenzioni? District Assembly | 18

19 PARAMETRI STRATEGICI 1.Sostegno dato nel tempo dal/i Club al Fondo Annuale Programmi della F.R. 2.L’effettivo coinvolgimento dei rotariani oltre l’aspetto finanziario 3.L’applicabilità dell’iniziativa alla missione della Fondazione Rotary 4.La sostenibilità del progetto 5.La valutazione delle effettive occorrenze della comunità beneficiaria 6.La ricaduta in favore dei beneficiari (misurabilità)

20 Sostegno dato nel tempo dal/i Club al Fondo Annuale Programmi della F.R. I contributi versati dai Club vanno ad alimentare il sistema SHARE, dal quale provengono i fondi destinati alle sovvenzioni distrettuali. Quindi chi ha versato viene preferito a chi non ha versato = chi difficilmente versa difficilmente riceve

21 Perché conviene versare a R.F. Un Club che versa anche solo € a R.F. può chiedere sovvenzioni distrettuali fino a € e globali fino a $

22 L’effettivo coinvolgimento dei rotariani oltre l’aspetto finanziario Partecipazione attiva di Rotariani in tutte le fasi Fase di ideazione Fase di attuazione Fase di misurazione e valutazione

23 L’effettivo coinvolgimento dei rotariani oltre l’aspetto finanziario Esempio di sovvenzione NON ammissibile: Presentare una domanda di sovvenzione per un progetto ideato e/o attuato da altre organizzazioni

24 L’applicabilità dell’iniziativa alla missione della Fondazione Rotary La Fondazione Rotary è un’associazione senza fini di lucro la cui Missione consiste nell’aiutare i Rotariani a promuovere la comprensione, la buona volontà e la pace nel mondo attraverso il miglioramento della salute, il sostegno all’istruzione e l'alleviamento della povertà

25 La sostenibilità del progetto Un progetto è sostenibile se i suoi risultati possono essere mantenuti autonomamente e nel tempo dalla comunità beneficiaria anche dopo l’esaurimento dei fondi

26 La valutazione delle effettive occorrenze della comunità beneficiaria Il progetto fa fronte a una effettiva necessità della comunità beneficiaria, riconosciuta come tale (anche) da quest’ultima

27 La ricaduta in favore dei beneficiari (misurabilità) La possibilità di misurare i risultati ottenuti consente ai Club e ai Distretti di valutare l’impatto del progetto e di basarsi sull’esperienza fatta per migliorare i progetti futuri. Le unità di misura da utilizzare devono essere scelte durante la fase di pianificazione e devono includere indicatori sia qualitativi (descrittivi) che quantitativi (numerici).

28 Sovvenzioni distrettuali Dal 2010/2011 al 2013/2014 sono state erogate 63 sovvenzioni distrettuali

29 Sovvenzioni distrettuali per un importo complessivo di € ,00

30 Sovvenzioni distrettuali Sovvenzioni Distrettuali Alessandra Spasiano Latina, 29 Novembre 2014


Scaricare ppt "TITLE Seminario distrettuale sulla Fondazione RotaryR.I. D2080 Latina 29 novembre 2014."

Presentazioni simili


Annunci Google