La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

M. BRUSTIA1 SETTORE OCCHIALERIA Applicazione sperimentale del nuovo inquadramento professionale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "M. BRUSTIA1 SETTORE OCCHIALERIA Applicazione sperimentale del nuovo inquadramento professionale."— Transcript della presentazione:

1 M. BRUSTIA1 SETTORE OCCHIALERIA Applicazione sperimentale del nuovo inquadramento professionale

2 M. BRUSTIA 2 Il contratto in vigore Il nuovo inquadramento professionale: la storia 1° L. Addetti: -pulizia -manoval. -nuovi ingressi senza esperienza (6 mesi) 2° L. Addetti: -limatura -fresatura -sabbiatura -assemblag. -lavaggio -presse -cerniere -piegatura ecc.1 3° L. Addetti: - lappatura -pulitura -meccanico generico -saldatura aut/man -registratura -taglio lenti -buratto -macch.m.p. -tranciatura -accoppiam. -animatura -incollaggi -timbratura -galvanica -laser 4° L. Addetti: -imp. amm. -campioni -riparazioni -verniciat. -macch.c.n. -attrezzista -acquisti -programm. -disegnat. Cad/Cam -manutent. 4 °S L. Addetti: -analista t/m -capo sq. -capo turno -prototipista -manutent. c.n. 5° L. Respons.: -reparto -tempi/met. -manutenz. -contr. qual. -magazzino -amministr. -programm. -acquisti -paghe -disegnatori 6° L. Respons.: -finanza e c. -tecnico -commerc. -sviluppo software -ammin. personale -logistica -produzione -industrial.

3 M. BRUSTIA 3 Il contratto in vigore L’attuale sistema è basato sulla MANSIONE:  Più di 130 mansioni distribuite su 7 livelli contrattuali  La crescita professionale è prevista solo se la mansione ricoperta è inquadrabile ad un livello superiore Il nuovo inquadramento professionale: la storia

4 M. BRUSTIA4 Perché un cambiamento ?  Il sistema è rigido  La mansione è solo un nome senza contenuto  Le oltre 130 mansioni sono troppe e non adeguate ai cambiamenti avvenuti  I livelli sono di fatto 5 con un appiattimento al 3° l. (ben oltre il 70% degli addetti) Il nuovo inquadramento professionale: la storia

5 M. BRUSTIA5 Quale nuovo sistema è possibile ? Il nuovo inquadramento professionale: la storia COMPETENZA MANSIONE DOVE E’ POSIZIONATA DOVE E’ POSIZIONATA COSA FA REALMENTE e COME LO FA COSA FA REALMENTE e COME LO FA

6 M. BRUSTIA6 Perché introdurre questo concetto?  Valorizzare la risorsa umana per il suo reale contributo  Riconoscere quelle caratteristiche individuali che lo rendono più competente  Inserire criteri chiari e definiti di valutazione  Ridurre l’appiattimento professionale Il nuovo inquadramento professionale: la storia

7 M. BRUSTIA7 Metodologia utilizzata 1.Analisi dei processi del settore 2.Individuazione di nuove figure professionali 3.Loro descrizione con un approccio per competenze 4.Elaborazione del nuovo sistema di inquadramento 5.Tutto l’iter è stato gestito in modo bilaterale attraverso: –Commissione Tecnica –Commissione Politica Il nuovo inquadramento professionale: la storia

8 M. BRUSTIA8 Il nuovo inquadramento professionale: la storia 130 MANSIONI ALCUNE FIGURE PROFESSIONALI ALCUNE FIGURE PROFESSIONALI NOME GENERICO DESCRITTIVO POSIZIONE FISSA VALUTAZIONE SU LAVORO REALE AGITO VALUTAZIONE SU LAVORO REALE AGITO APPIATTIMENTO SCALA PIU’ AMPIA DI SVILUPPO PROF. SCALA PIU’ AMPIA DI SVILUPPO PROF. Risultati

9 M. BRUSTIA9 Documento del 17 ottobre 2012 Premessa: “… l’obiettivo è di dar vita ad un progetto innovativo che miri, da un lato ad adeguare il sistema di inquadramento professionale dell’occhialeria all’evoluzione tecnologica e di processo che ha caratterizzato negli ultimi tempi il settore, e, dall’altro, a tutelare i lavoratori attraverso un sistema meritocratico e diretto ad riconoscerne la professionalità ed il coinvolgimento …” Il nuovo inquadramento professionale: la storia

10 M. BRUSTIA10 INGR ESSO CEN- TRATO CONSO- LIDATO BASE CEN- TRATO CONSO- LIDATO BASE CEN- TRATO CONSO- LIDATO CEN- TRATO CONSO- LIDATO CEN- TRATO CONSO- LIDATO Criteri per la progressione professionale: 1.Competenze descrittivo 2.Comportamenti organizzativi Il nuovo inquadramento professionale: la struttura Area Operativa Area Qualificata Area Tecnica/Gestionale Area Specialistica /Gestionale

11 M. BRUSTIA11 Area Professionale Identifica l’insieme di competenze omogenee nei processi dell’occhialeria che permettono di realizzare un semilavorato/prodotto finito attraverso la trasformazione di materie prime/semilavorati o di stilare/elaborare un documento/report (cartaceo o elettronico) attraverso il trattamento di dati/informazioni, secondo procedure, tecniche operative, pratiche specifiche e l’ausilio di appropriate tecnologie Il nuovo inquadramento professionale: la struttura

12 12 Area Operativa L’Area Professionale “Operativa” è l’area caratterizzata da attività lavorative semplici che richiedono competenze professionali generiche Il nuovo inquadramento professionale: la struttura M. BRUSTIA

13 13 L’Area Professionale “Qualificata” è caratterizzata da attività lavorative moderatamente complesse, che richiedono competenze professionali specifiche Area Qualificata Il nuovo inquadramento professionale: la struttura M. BRUSTIA

14 14 L’Area Professionale “Tecnica/Gestionale” è caratterizzata da attività lavorative complesse che richiedono competenze professionali specifiche e trasversali Area Professional/Gestionale Il nuovo inquadramento professionale: la struttura M. BRUSTIA

15 15 L’Area Professionale “Specialistica/Gestionale” è caratterizzata da attività lavorative complesse ad alto contenuto professionale, finalizzate al raggiungimento degli obiettivi con autonomia gestionale Area Specialistica /Gestionale Il nuovo inquadramento professionale: la struttura M. BRUSTIA

16 16  Per ogni area professionale vengono individuati tre step di sviluppo professionale che corrispondono a gradi di competenza crescente per lo svolgimento delle attività previste per quell’area.  I gradi, denominati step di sviluppo professionale, sono i seguenti:  Base (presenti solo per l’area operativa e quella qualificata)  Centrato  Consolidato Il nuovo inquadramento professionale: la struttura M. BRUSTIA

17 17 Step di sviluppo professionale: Base Allo Step “Base” corrisponde un livello di competenza ritenuto indispensabile per poter realizzare ciò che è necessario per svolgere le attività ordinarie previste a standard e/o dalle procedure operative relative alle aree di riferimento Il nuovo inquadramento professionale: la struttura M. BRUSTIA

18 18 Step di sviluppo professionale: Centrato Allo Step “Centrato” corrisponde un livello di competenza adeguato a svolgere le attività relative alle aree di riferimento, in modo autonomo anche in presenza di situazioni non a standard e/o per le quali non sono previste specifiche procedure Il nuovo inquadramento professionale: la struttura M. BRUSTIA

19 19 Step di sviluppo professionale: Consolidato Allo Step “Consolidato” corrisponde un livello di competenza adeguato a svolgere tutte le attività relative alle aree di riferimento, in modo autonomo anche in presenza di situazioni non a standard e/o per le quali non sono previste specifiche procedure ed, inoltre, ad identificarne le specifiche cause ed adoperarsi per eliminarle, in accordo con il responsabile Il nuovo inquadramento professionale: la struttura M. BRUSTIA

20 20 INGR ESSO CEN- TRATO CONSO- LIDATO BASE CEN- TRATO CONSO- LIDATO BASE CEN- TRATO CONSO- LIDATO CEN- TRATO CONSO- LIDATO CEN- TRATO CONSO- LIDATO Il nuovo inquadramento professionale: la struttura Area Operativa Area Qualificata Area Tecnica/Gestionale Area Specialistica /Gestionale Operatore X Operatore Y Tecnico/Impiegato Z Esemplificazioni

21 M. BRUSTIA21 Operatore manifatturiero occhialeria, lenti e portaocchiali Operatore Tecnologico occhialeria, lenti e portaocchiali Operatore Artigianale occhialeria, lenti e portaocchiali Il nuovo inquadramento professionale: esemplificazione sulla produzione

22 M. BRUSTIA22 BaseCentrato Consolidato Area OperativaArea Qualificata Attività operative semplici con supervisione del responsabile Attività operative semplici con realizzazione standard quantitativi e qualitativi Mantenere gli standard quanti- qualitativi con piccole regolazioni macchinari/i mpianti BaseCentrato Consolidato Sostituire utensili ed attrezzature per riportare la produzione negli standard e manutenzione ordinaria Settare macchine/im pianti in modo standard Step professionali Settare macchine/im pianti più complessi in modalità esperta Operatore manifatturiero occhialeria, lenti e portaocchiali Operatore tecnologico occhialeria, lenti e portaocchiali Il nuovo inquadramento professionale: esemplificazione sulla produzione

23 M. BRUSTIA23 Area OperativaArea Qualificata Attività operative semplici con supervisione del responsabile Attività operative semplici con realizzazione standard quantitativi e qualitativi Attività con manualità di montaggio stras, lenti, registrazioni, pulitura ruota, galvanica, verniciatura saldatura Attività con manualità elevate di galvanica, verniciatura, riparazioni, saldatura Step professionali Operatore manifatturiero occhialeria, lenti e portaocchiali Operatore artigianale occhialeria, lenti e portaocchiali BaseCentrato Consolidato BaseCentrato Consolidato Attività di verniciatura Il nuovo inquadramento professionale: esemplificazione sulla produzione Attività con manualità più complesse di montaggio stras, lenti, registrazioni, pulitura ruota, galvanica, verniciatura saldatura

24 M. BRUSTIA24 Comportamenti organizzativi  Sono qualità che danno un valore aggiunto alla prestazione e al processo lavorativo  Sono“richiesti dall’organizzazione” ed“effettivamente agiti” dalla persona in modo costante e continuativo  Sono definiti 4 tipi di comportamenti organizzativi Il nuovo inquadramento professionale

25 M. BRUSTIA25 Comportamenti organizzativi: il dizionario 1.Flessibilità professionale Essere in grado di ricoprire in modo continuativo e costante, a seguito di espressa richiesta aziendale e per tutto il periodo richiesto dal datore di lavoro, attività differenti, posizionate nelle aree professionali operative e qualificate, garantendo gli standard quali-quantitativi previsti. Esemplificazione: Polivalenza/Adattabilità in diverse attività produttive o di servizi o di uffici per far fronte a differenti esigenze produttive (sono espressamente esclusi tutti gli spostamenti strutturali collettivi ed individuali causati dalle riorganizzazioni aziendali o logistiche, dalle oscillazioni del mercato, dai trasferimenti, ecc.) Il nuovo inquadramento professionale

26 M. BRUSTIA26 Comportamenti organizzativi: il dizionario 2. Lavoro di gruppo Operare in modo collaborativo e cooperativo con altri, garantendo con la propria attività il raggiungimento degli obiettivi del gruppo. Esemplificazioni: Garantire i meccanismi operativi (gestione delle pause, bilanciamenti produttivi, ecc.) che permettono al gruppo (isole o gruppi di lavoro, linee di produzione, ecc. ) di raggiungere gli obiettivi previsti. Il nuovo inquadramento professionale

27 M. BRUSTIA27 Comportamenti organizzativi: il dizionario 3.Trasferimento delle competenze Favorire l'apprendimento professionale delle persone: dare istruzioni dettagliate e dimostrare come fare nella pratica, indicare come svolgere un lavoro, dare specifici e utili suggerimenti, certificare l’idoneità della persona a svolgere le attività per cui è stato formato Esemplificazione: gestire affiancamenti formativi o di addestramento professionale, inserirei neoassunti, fare da supporto nei progetti di riqualificazione professionale, ecc. Il nuovo inquadramento professionale

28 M. BRUSTIA28 Comportamenti organizzativi: il dizionario 4.Leadership Coordinare un gruppo di lavoro al raggiungimento degli obiettivi previsti. È un comportamento non associato a posizioni gerarchiche formali Esemplificazioni: gestire la distribuzione del lavoro, gli approvvigionamenti, assicurare tutte le informazioni necessarie al raggiungimento degli obiettivi previsti, ecc. Il nuovo inquadramento professionale

29 M. BRUSTIA29 Comportamenti organizzativi: il premio di professionalità E’ istituito un premio di professionalità volto a compensare i comportamenti organizzativi effettivamente richiesti dall’azienda e correttamente posti in essere dai dipendenti inquadrati in determinati step delle aree operativa e qualificata secondo la seguente tabella Il nuovo inquadramento professionale

30 M. BRUSTIA30 Comportamenti organizzativi: Tabella per premio di professionalità Il nuovo inquadramento professionale OperativaQualificata BaseCentratoConsolidatoBaseCentratoConsolidato Flessibilità Professionale R/P Lavoro di Gruppo R/P Trasferimento Competenze R/P Leadership R/P

31 M. BRUSTIA31 Il nuovo inquadramento professionale La Scheda Professionale La classificazione degli operatori nelle Aree Professionali e negli Step di sviluppo professionale viene effettuata sulla base delle competenze professionali possedute secondo quanto previsto nei descrittivi Le competenze relative all’inquadramento del lavoratore sono registrate nella Scheda Professionale individuale

32 M. BRUSTIA32 Il nuovo inquadramento professionale La Scheda Professionale In sede di applicazione della nuova normativa, per ogni lavoratore in forza viene verrà predisposta una Scheda Professionale che riporterà i seguenti dati:  Identificativo del lavoratore, azienda, reparto, ultimo inquadramento rilevato, figura professionale associata, periodo di riferimento della scheda  Le competenze e le attività della figura professionale nell’ordine previsto dal descrittivo  L’eventuale valutazione dei comportamenti organizzativi agiti dal lavoratore sulla base di quelli richiesti dall'azienda nel periodo di riferimento

33 M. BRUSTIA33 Il nuovo inquadramento professionale La Scheda Professionale

34 M. BRUSTIA34 Il nuovo inquadramento professionale Le Mappe Professionali Operatore tecnologico

35 M. BRUSTIA35

36 M. BRUSTIA36

37 M. BRUSTIA37

38 M. BRUSTIA38

39 M. BRUSTIA39

40 M. BRUSTIA40

41 M. BRUSTIA41

42 M. BRUSTIA42 Il nuovo inquadramento professionale Le Mappe Professionali Operatore artigianale

43 M. BRUSTIA43

44 M. BRUSTIA44

45 M. BRUSTIA45

46 M. BRUSTIA46

47 M. BRUSTIA47

48 M. BRUSTIA48 VERNICIATURA

49 M. BRUSTIA49 VERNICIATURA

50 M. BRUSTIA50 VERNICIATURA

51 M. BRUSTIA51

52 M. BRUSTIA52

53 M. BRUSTIA53

54 M. BRUSTIA54 MONTAGGIO E FINITURA

55 M. BRUSTIA55 MONTAGGIO E FINITURA

56 M. BRUSTIA56 MONTAGGIO E FINITURA

57 M. BRUSTIA57 MONTAGGIO E FINITURA

58 M. BRUSTIA58 MONTAGGIO E FINITURA

59 M. BRUSTIA59

60 M. BRUSTIA60

61 M. BRUSTIA 61 Il nuovo inquadramento professionale Le Mappe Professionali Operatore alla logistica

62 M. BRUSTIA 62 Operatore alla logistica generico o trasversale Operatore alla logistica specialistico

63 M. BRUSTIA63 Operatore alla logistica specialistico AREA

64 M. BRUSTIA64 Operatore alla logistica specialistico AREA

65 M. BRUSTIA65 Operatore alla logistica specialistico AREA

66 M. BRUSTIA66 Operatore alla logistica specialistico AREA

67 M. BRUSTIA67 Magazziniere AREA OPERATIVAAREA QUALIFICATA ConsolidatoBaseCentrato COMPETENZA Effettuare il carico/scarico merci in entrata/uscita con la supervisione del responsabile Effettuare il carico/scarico merci in entrata/uscita in autonomia Gestire la corretta collocazione delle merci in magazzino Attività previste: verificare l'esattezza dei documenti di trasporto e la rispondenza con gli ordini individuare gli spazi e le modalit à di disposizione delle merci nei diversi locali del magazzino valutare qualit à e funzionalit à delle strutture di stoccaggio e stato delle merci da immagazzinare distinguere grandezze fisiche e tipologie delle merci movimentate per il loro corretto stoccaggio negli spazi assegnati in area magazzino condurre muletto o sistemi automatizzati per scarico e carico merci valutare funzionalit à ed efficienza di attrezzature e macchinari utilizzati per la movimentazione (carrelli elevatori, muletti, palletts, ecc.) individuare gli elementi identificativi delle merci ed i dispositivi di sicurezza previsti usare software per carico/scarico merci di magazzino condurre muletto o sistemi automatizzati per scarico e carico merci collocare la merce in magazzino utilizzando il muletto o sistemi automatizzati usare software per carico/scarico merci di magazzino valutare disponibilit à, rintracciabilit à e stato delle merci (localizzazione, livello giacenze e scorte, ecc.) in risposta a richieste di informazioni di clienti interni ed esterni aggiornare la lista d ’ attesa di merci in arrivo al magazzino consegnare la merce ad altri reparti dell'impresa sulla base di appositi ordini di consegna verificare le giacenze di magazzino per l ’ inventario, valutando la consistenza degli scostamenti e segnalandoli al diretto responsabile


Scaricare ppt "M. BRUSTIA1 SETTORE OCCHIALERIA Applicazione sperimentale del nuovo inquadramento professionale."

Presentazioni simili


Annunci Google