La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La Conquista 1500 3 Lo scontro. Murale del guatemalteco Alfredo Gálvez Suárez.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La Conquista 1500 3 Lo scontro. Murale del guatemalteco Alfredo Gálvez Suárez."— Transcript della presentazione:

1

2 La Conquista 1500

3 3 Lo scontro. Murale del guatemalteco Alfredo Gálvez Suárez

4 4 Rete di transnazionali spagnole

5 5 Acciona Uno dei pincipali gruppi spagnoli nel settore delle infrastrutture, energie rinovabili, acqua e servizi. Grupo Banca March La più importante banca spagnola di proprietà famigliare, fondata nel anno 1926 in Palma de Mallorca. ACS Transnazionale attiva nel settore delle costruzioni, medio ambiente, servizi industriali e investimenti strategici. Iberdrola Transnazionale attiva nel settore dell’energia eolica e molto importante nel settore della distribuzione dell'energia elettrica. Ence Società attiva nel settore della produzione di cellulosa, energia da biomasse e gestione forestale integrale. Grupo Entrecanales E’ stata chiusa (extinguida). Corporacion Financiera Alcor La Società Fianziaria Alcor sa è stata chiusa (extinguida). Fondata il 11/10/1990 lavorava nel settore immobiliario. La Caixa E’ una importante Cassa di Risparmio spagnola con una struttura finanziaria solida. Maggiore azionista di CaixaBank che sviluppa un’attività finanziaria in forma indiretta. La Caixa ha un portfolio importante di partipazioni industriali e immobiliari. Abertis Una importante transnazionale spagnola attiva nella gestione e sfruttamento delle infrastrutture di trasporto e di telecomunicazioni. Ha una importante presenza in America Latina. Importante operatore delle autostrade del Cile. Cepsa CEPSA (Compañía Española de Petróleos, S.A.U.) è un gruppo energético integrale, attivo nel settore della esplorazione e produzione di petrolio grezzo, raffinerie, commercializzazione petrochimica, gas natural ed elettricità. Santander La prima banca dell’Eurozona, con cento milioni di clienti, più di tre milioni di azionisti e un’importante rete di uffici con attività internazionali. Telefonica E’ un'importante società di telecomunicazione fissa e mobile. Opera principalmente in Spagna e l’America Latina. Union Fenosa Assorbita da Gas Natural nel Inditex Un importante operatore di abbigliamento con uffici centrali nella Coruña, Spagna. Hisusa Holding di infrastrutture e servizi urbani.

6 6 Grupo Agbar (Aguas de Barcelona) Si occupa del Ciclo integrale dell'acqua Gas Natural Gruppo energetico. Dopo il 2009 si chiama Gas Natural Fenosa Bbva Banco de Bilbao, Vizcaya y Argentaria Caixa De Catalunya Banca Repsol Petrolio Endesa Acquisita dal gruppo Enel nel Axa Seguros Altadis Altadis produce e vende tabacco biondo, scuro, regolare e sigari. In Europa occidentale Altadis è il terzo produttore di sigarette. I suoi principali mercati sono gli Stati Uniti, la Spagna e la Francia. A Cuba ha acquisito il 49% di Habanos SA, società statale che produce e vende le principali marche di sigari cubani. Caixa Galicia Banca Pescanova Si occupa dello sfruttamento della pesca in tutte le sue forme. S. y V. Sacyr Vallehermoso Sacyr è un gruppo importante nel settore delle costruzioni, attività immobiliari, concessioni, patrimoni e servizi. Iberia Aerolinee spagnole. Caja De Madrid Banca

7 7 Società Spagnole coinvolte in conflitti in ALC per settore. SettoreSocietà Banche e servizi finanziariBBVA, Santander, Caja Madrid, CaixaNova, Banca di Galicia Servizi pubblici (Acqua)AgBar, Canal de Isabel II, Aguas de Bilbao Agroalimentare (Pesca)Pescanova, Calvo Turismo e Alberghiera Riu Hotels, Sol Melia, Occidental Hoteles, Barceló, Globalia, Grupo Piñero, Grupo Mar EnergiaGas Natural, Endesa (oggi Enel), Union Fenosa, Iberdrola, CEPSA Estrazione (combustibili fosili, minerali e materie prime Repsol YPF Costruzioni e infrastruttureFCC, gruppo Afirma, Grupo Sánchez, Dragados, ACS AltriSOCOIN, Fadesa, Abengoa, Proactiva, ENCE Paesi che hanno riportato i conflitti considerati: Argentina, Bolivia, Brasile, Colombia, Costa Rica, Cile, Ecuador, El Salvador, Guatemala, Messico, Nicaragua, Perù, Repubblica Dominicana, Uruguay e Venezuela.

8 8 Banca multilaterale: Banca Mondiale, Fondo Monetario Internazionale, Banca Interamericana di Sviluppo, Banca Centroamericana d’Integrazione Economica, Banca Europea d’Investimenti. EBITDA: Earnings before interest, taxes, depreciation and amortization (Margine operativo lordo). CIADI: Centro internazionale per il regolamento delle controversie relative ad investimenti (Convenzione di Washington ).

9 9 Transnazionali. Punti caldi 1.- Messico - Acs 2.- Guatemala – Gas Natural Fenosa ( 1998 Giugno 2011) Actis, Holcim, Enel, Goldcorp, Teco, Iberdrola, Hidralia 3.- Nicaragua – Gas Natural Fenosa 4.- Colombia – Repsol, Union Fenosa, 5.- Bolivia – Repsol. 6.- Perù - Repsol 7.- Cile - Pescanova 8.- Uruguay - Ence 9.- Argentina – Repsol 10.- Ecuador – Repsol. Chevron

10 10 Conflitti ambientali generati da capitale spagnolo Messico - Acs 2.- Guatemala – Gas Natural Fenosa ( 1998 Giugno 2011), Iberdrola, Hidralia 3.- Nicaragua – Gas Natural Fenosa 4.- Colombia – Repsol, Union Fenosa, 5.- Bolivia – Repsol. 6.- Perù - Repsol 7.- Cile - Pescanova 8.- Uruguay - Ence 9.- Argentina – Repsol 10.- Ecuador - Repsol

11 11 Conflitti per settore transnazionali spagnole Estrattivo 36 Energia 29 Agroalimentare (pesca) 18 Servizi (banca e finanza) 40 Servizi pubblici (acqua) 13 Costruzioni e infrastrutture 10 Turismo e settore alberghiero 11 Altri 12 I settori che generano più conflitto sono: estrattivo, materie prime e minerali.

12 12 Tipi e cause di conflitto ambientale. Estrazione di combustibili fossili, materia prima e minerali: Conflitti ambientali, sociali, culturali, indebolimento dei valori comunitari e familiari dei popoli autoctoni. Banche e finanza: Gli impatti dei meccanismi finanziari sono meno visibili in quanto vengono generati indirettamente, attraverso l'appoggio ad attività che innescano conflitti. Per questo essi acquisiscono responsabilità sociale, oltre che ambientale. Un problema di liquidità nasconde un problema strutturale. Pesca Sfruttamento spinto delle risorse ittiche porta alla degradazione dell’ecosistema, nonché alla violazione dei diritti dei lavoratori e dei pescatori artigianali della regione. Energia Elettrica Danni sistematici alle risorse fisiche e biotiche dei fiumi dove si costruiscono le dighe, con impatto negativo alle terre dove abitano comunità indigene (non consultate) e costrette a emigrare. Acqua Con la gestione dell’acqua da parte di società private, i servizi di risanamento e fornitura d’acqua potabile possono diventare inaccessibili per le popolazione più povere. Alberghiero Invasione del litorale, reso non più accessibile alle popolazioni locali. I megaprogetti trasformano radicalmente il litorale con danni all’ecosistema locale, alla fauna e alla flora (si ricordino in particolare le tartarughe, le palme e le mangrovie in zone di grande biodiversità).

13 13 Carta delle società e istituzioni UE con denunce al TPP di Madrid 2010 America Centrale Messico

14 14 Carta delle società e istituzioni UE con denunce al TPP di Madrid Colombia Ecuador e Perù

15 15 Carta delle società e istituzioni UE con denunce al TPP di Madrid Brasile e Bolivia

16 16 Carta delle società e istituzioni UE con denunce al TPP di Madrid Argentina, Cile e Uruguay

17 17 L’atlante della anticooperazione spagnola nei Paesi del Sud, Documento preparato da Delphine Ortega Espès, nel 2011 con la sponsorizzazione del: Centro di Cooperazione per lo sviluppo CCE (Università Politecnica di Catalunya) del Comune di Barcellona e del Comune di Torrassa Dichiara a pagina 7: “L’America Latina e i Caraibi (ALC) possiedono enormi risorse naturali, particolarmente nel settore dei minerali e degli idrocarburi, che permettono di fornire anche ai Paesi Europei, le materie prime necessarie alle proprie industrie. Inoltre le sue 46 Nazioni e territori che coinvolgono 590 milioni di abitanti, offrono un mercato importante per i manufatti e servizi delle Nazioni europee. L’anticooperazione dello Stato Spagnolo con l’ALC, ha origine nel bisogno dei detentori dei capitali spagnoli di auto conservarsi ed espandersi in un ambiente privo di competitività (Llistar, 2009.) Nel 2010 l’8% delle Investimenti Stranieri Diretti(IED) nella regione era di origine spagnola, diventando lo Stato spagnolo, la sua seconda fonte d’investimento dopo gli Stati Uniti (38%) e il primo fornitore europeo. Bisogna porre l’accento che nel periodo , i flussi di IED spagnoli sono concentrati in quasi il 96% in: Brasile (37,8%), Argentina (32,3%) Cile (8,7%), Messico (8,2%), Colombia (3,8%) Perù (3,8%) e Venezuela (1,3%) (CEPAL, 2010).

18 18 Negli ultimi trenta anni, le società transnazionali (ETN’s) spagnole aumentato il proprio potere. Tre di queste – Telefonica, Repsol YPF e Endesa ( oggi Enel ) – si piazzano tra le dieci società più importanti della zona e sono di riferimento nei loro settori: Repsol YPF è la più grande società petrolifera dell’America Latina; Telefonica è leader nel settore delle telecomunicazioni; Endesa ( diventata Enel nel 2009: nota del T. ) è riferimento nel mercato dell’elettricità: Santander e BBVA sono le due maggiori banche della regione. Ci sono più di 400 società spagnole in America Latina, anche se bisogna porre l’accento che 8 di queste (BBVA, Santander, Endesa ( Enel ), Iberdrola, Unión Fenosa, Gas Natural, Telefónica y Repsol YPF) rappresentano l’80% degli investimenti spagnoli nella regione. L'America Latina è oggi una regione fondamentale per l’espansione del capitale e il potere delle multinazionali spagnole, che ottengo tra un terzo e la metà dei loro guadagni in ALC: BBVA ottiene il 49% dei suoi introiti dai suoi affari nella regione; Telefonica il 37%; Santander ed Endesa, il 30% (Llistar, Vargas et al., 2010.) Mentre le società di livello nazionale,in Spagna ottengono grandi benefici dalle loro filiali in ALC, sono nello stesso tempo destinatarie di un’ampia serie di denunce di violazioni ai Diritti Umani e ambientali da parte della società civile, che ci porta a mettere in dubbio il loro ruolo nei territori dove svolgono le loro attività.

19 19 multinacionales_0_ html Guatemala, 18 maggio 2010

20 20 Nel 1962 ha inizio la guerra civile in Guatemala, in seguito a un colpo di stato organizzato dalla CIA, per proteggere gli interessi della United Fruit Company (UFCO) statunitense. La guerra fa vittime. Nel 1996 si firma un accordo di pace. Nel febbraio del 1976 la città del Guatemala viene distrutta da un terremoto che miete vittime. Nel 1978 il generale Romeo Lucas García è eletto Presidente e scatta una repressione militare imponente. Vedi la relazione di Amnesty International indicata sotto. Celgusa: Nel settembre del 1977 i membri di una delegazione di uomini d’affari spagnoli che accompagnavano il Re Juan Carlos in visita ufficiale in Guatemala, discutono questo progetto con operatori locali. Un credito di US$ 180 milioni viene concesso a una finanziaria guatemalteca, Corfina, dalla Banca Estera di Spagna, per l’installazione di una fabbrica di cellulosa., nel Il credito viene ceduto alla Banca Bilbao Vizcaya e Argentaria BBVA e alla Compagnia Spagnola d’Assicurazione del Credito all’Esportazioni (CESCE). La fabbrica però non entra mai in funzione, nonostante fossero stati acquisiti i macchinari e selezionato il personale. Farla funzionare avrebbe distrutto tutto il patrimonio forestale del Paese. Il debito è diventato nel 2006 US$ 583 milioni. La faccenda è stata chiusa in maniera politica e diplomatica.

21 21 Argentina nazionalizza YPF l’8 maggio 2012 Repsol YPF I profitti netti nel primo trimestre 2012 di Repsol senza YPF diminuiscono di €59 milioni. ( ) Repsol controlla YPF dal 1999 al 2012.

22 22 Parco Nacional Yasuni ITT Nella Repubblica del Ecuador si trova il Parco Nazionale Yasuni. Area km2 popolata dal popolo autoctono Huarani. Due gruppi Huao, i Tagaeri e i Taromenane sono gruppi “incontaminati”, mai entrati in contatto con altre civiltà. Questo parco dell’Amazzonia ha una grandissima biodiversità con importanti giacimenti di idrocarburi. La loro estrazione metterebbe a rischio questa zona incontaminata della terra. Il presidente Rafael Correa ha proposto un fondo mondiale per proteggere questo polmone verde del pianeta.

23 23 Per produrre il caffè bevuto in un anno nel mondo, servono 110 billioni di m3 d’acqua. Cioè volta e mezzo la portata del Reno: 3,3 milioni di litri d’acqua al secondo. L’impronta d’acqua di una tazza di caffè è di 140 litri. Più del 60% della produzione mondiale di caffè arriva dall’America Latina.

24 24 Link https://maps.google.com/maps/ms?msid= f6f 48146c6eb&msa=0&ll= , &spn= ,

25 25 Grazie della vostra attenzione!


Scaricare ppt "La Conquista 1500 3 Lo scontro. Murale del guatemalteco Alfredo Gálvez Suárez."

Presentazioni simili


Annunci Google