La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

BUILD Application Creator Documentazione Commerciale Presentazione prodotti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "BUILD Application Creator Documentazione Commerciale Presentazione prodotti."— Transcript della presentazione:

1 BUILD Application Creator Documentazione Commerciale Presentazione prodotti

2 10/01/2015 by Linfor2 Problema Build e' stato progettato per supportare la produzione di software applicativo. Per capire meglio uno strumento di lavoro come Buuild occorre analizzare quali sono attualmente i problemi che maggiormente gravano sulla realizzazione del software :  Il costo,sempre piu' elevato, dell'ambiente di lavoro inteso come risorse hardware e umane dedicate allo sviluppo e manutenzione del software prodotto e/o acquisito.  L'impegno, sempre piu' gravoso, di formare risorse con la dovuta qualificazione necessaria per lo sviluppo di applicazioni sempre piu' sofisticat  La gestione del turn-over di personale qualificato sia dal punto di vista tecnico che applicativo, aggravata dalla mancanza di standards e da carenza di allineamento tra documentazione e software. L'esigenza di predisporre soluzioni informatiche su sistemi hardware e operativi diversi legata all'andamento del mercato mondiale (strumenti quali i personal computers o esigenze di connessione tramite reti interaziendali hanno obbligato molto spesso la singola azienda ad approcciare tecnologie completamente sconosciute alla data.) Si possono ipotizzare piu' soluzioni al problema suddetto: Standardizzare la produzione del software Definire standards "trasportabili"oftware Gestire dizionari dati attivi Definire il modello di dichiarazione delle specifiche e generare codice a partire da questo. Alimentare in automatico le specifiche a partire dagli obiettivi, dai processi e dalle risorse aziendali coinvolte.

3 10/01/2015 by Linfor3 Problema Ciascuna delle ipotesi indicate va nella direzione voluta consentendo di risolvere percentuali via via crescenti del problema. Build affronta questi problemi con l'approccio di semplice supporto alla produzione, non di supporto all'analisi; e' in grado, per poter produrre del software in forma automatica, di acquisire e quindi di documentare le specifiche relative alle varie analisi di progetto che via via devono essere effettuate. Le caratteristiche preponderanti in un tale ambiente sono:  Indipendenza dall' ambiente tecnologico.  Ambiente interattivo, estendibile, facile da apprendere e usare, ben documentato, affidabile e che permetta la separazione del mondo applicativo dagli aspetti tecnici.  Ambiente in grado di supportare tutte le attivita' che fanno parte del ciclo di vita di una applicazione

4 10/01/2015 by Linfor4 Obiettivi L' obiettivo che BUILD si pone e' quello di razionalizzare in maniera univoca la produzione del software applicativo qualunque sia l'ambiente destinatario, qualunque sia la configurazione Hardware e Software di base prescelta per l'esecuzione dello stesso. Deve essere possibile definire specifiche in maniera assolutamente normalizzata, per consentire generazione di codice. Per raggiungere l'obiettivo occorre perseguire:  Documentazione di progetto come base per lo sviluppo.  Utilizzo di standards che facilitino la gestione tecnica dell'applicazione.  Contrazione dei costi di sviluppo e manutenzione.  Diminuzione di interazioni in fase di analisi.  Documentazione dell'analisi funzionale che sia di supporto alla stesura dell'analisi tecnica.  Approccio transazionale del problema.  Prototipo a vari livelli.  Generazione di codice a partire da scheletri modificabili.

5 10/01/2015 by Linfor5 Architettura BUILD e' un ambiente completamente guidato a menu' con funzioni di data entry classiche ed altre di supporto per meglio censire tutte le informazioni che caratterizzano le specifiche di prodotti applicativi. Per l'immissione di testi si usa un prodotto, SPF, che e' disponibile sia su Personal che su Mainframe. Esiste una divisione precisa, in librerie o Directories, in cui l' ambiente e' articolato,che non e' vincolante ma che e' suggerita e di cui viene fornito un esempio ed un sistema autoinstallante. BUILD lavora con una logica di tipo transazionale e permette di censire delle entita', che abbiamo definito funzioni elementari, cioe' unita' di dialogo uomo-macchina; permette altresi' il censimento di tutte le informazioni caratterizzanti un'applicazione all'interno di appositi dizionari; definizione di archivi o basi dati, di records o segmenti, di campi e associazione ai vari livelli campo-record-segmento-basedati o archivio. BUILD fornisce un editor che consente il censimento del disegno e la caratterizzazione delle mappe video, delle mappe cartacee e delle stampe o modelli prefincati. BUILD ha due componenti di base: 1.ambiente di sviluppo che e' disponibile su tecnologia Personal computer sia in un singolo posto di lavoro che in rete Novell.

6 10/01/2015 by Linfor6 Architettura 2.ambiente ospite 2.ambiente ospite: ambiente classico Mainframe IBM MVS/DOS con monitor TP CICS o IMS e metodi d'accesso VSAM-DL1-DB2 con terminali di tipo 3270; ambiente con strati accentrati su Mainframe e terminaleria intelligente di tipo PC in collegamento individuale o in rete locale con gateway. mini in ambiente UNIX con terminali di tipo stupido VS584, VT100. mini UNIX accentrati con collegamento a terminali intelligenti PC. ambiente destinatario singolo PC o rete locale di PC. Il codice generato, quindi destinato agli ambienti ospiti, e' codice Cobol-ANSI74, che porta in se', in apposita libreria, tutte le informazioni che caratterizzano la dipendenza dell'applicazione dall'ambiente (componenti generate in automatico dal sistema). Esistono delle funzioni di utilita' dell'ambiente di sviluppo che permettono di dialogare con l'ambiente ospite, tramite linea o nastro standard IBM Mainframe a 1600 o 6250 BPI o altro supporto, con il protocollo previsto per l'ambiente ospite.

7 10/01/2015 by Linfor7 Macrofunzioni Build e' articolato in una serie di funzioni elementari di tipo transazionale che permettono la completa gestione di tutti i progetti sviluppati o comunque manutenuti in ambiente Linfor. Le funzioni macroscopiche, le macrofunzioni, in cui Build e' cosi' articolato sono:  Definizione delle componenti di base del progetto  Prototipazione  Verifica della congruenza delle entita' definite sui dizionari  Documentazione  Attivita' di rilascio  Gestione di tabelle di supporto Build  Gestione di funzioni di supporto E' possibile inoltre dall'ambiente di sviluppo, senza uscire dall'applicazione, passare in ambiente nativo DOS od OS/2 o richiamare direttamente l'editor SPF.

8 10/01/2015 by Linfor8 Scheda tecnica Ambienti Tecnologici Disponibili Hardware: PC INTEL based Terminali: PC Sistema operativo:MS/DOS (Servers) MS/WINDOWS-NT (Clients) TP Monitor: Interno Strutture dati: Sequenziali.Relative-Isam Linguaggio: Visual Basic Standards Progettuali Help in linea Dimensionamenti tecnici Programmi 50 Dimensioni software: Kb Mappe: 20 Archivi/Tabelle: 40 Oneri di interfacciamento 1 mesi/uomo Manutenzione 15% sul prodotto su PC

9 Linfor s.r.l P.za della Libertà S.Giovanni V.no tel. 055/


Scaricare ppt "BUILD Application Creator Documentazione Commerciale Presentazione prodotti."

Presentazioni simili


Annunci Google