La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 “YOUTH4EARTH – GIOVANI PER IL PIANETA” Il profilo formativo in uscita della sostenibilità e le sue “tappe” in itinere.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 “YOUTH4EARTH – GIOVANI PER IL PIANETA” Il profilo formativo in uscita della sostenibilità e le sue “tappe” in itinere."— Transcript della presentazione:

1 1 “YOUTH4EARTH – GIOVANI PER IL PIANETA” Il profilo formativo in uscita della sostenibilità e le sue “tappe” in itinere

2 Il “curricolo della sostenibilità” per una scuola davvero aperta al territorio e alla realtà per formare persone che usano consapevolmente ciò che sanno per migliorare il mondo con autonomia e responsabilità

3 Il “curricolo della sostenibilità” un’occasione per attuare le Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione DM DM realizzando un percorso importante di Cittadinanza e Costituzione

4 Secondo le INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione DM DM ogni scuola predispone il curricolo all’interno del Piano dell’Offerta Formativa con riferimento  al profilo dello studente al termine del primo ciclo di istruzione  ai traguardi per lo sviluppo delle competenze  agli obiettivi di apprendimento specifici per ogni disciplina

5 Il profilo dello studente al termine del primo ciclo di istruzione è descritto con riferimento alle otto competenze chiave europee per l'apprendimento permanente

6 I traguardi per lo sviluppo delle competenze Segnano le mete in itinere, prescrittive al termine della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado Costituiscono criteri per la valutazione delle competenze attese

7 Gli obiettivi di apprendimento individuano campi del sapere, conoscenze e abilità ritenuti indispensabili al fine di raggiungere i traguardi per lo sviluppo delle competenze

8 8 IMPARARE A IMPARARE SENSO DI INIZIATIVA E INTRAPRENDENZA LE OTTO COMPETENZE CHIAVE EUROPEE PER L’APPRENDIMENTO PERMANENTE (Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio del (2006/962/CE ) COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALI COMPETENZA DIGITALE COMPETENZA MATEMATICA E COMPETENZE DI BASE IN CAMPO SCIENTIFICO E TECNOLOGICO COMUNICAZIONE IN LINGUE STRANIERE

9 La persona padroneggia e incrementa lungo l’arco di tutta la vita le sue conoscenze, abilità e relazioni in campi e situazioni diversificati e anche nuove e impreviste, se e in quanto ha solide ……… radici

10 ampie competenze trasversali collegate e disposizioni e motivazioni di fondo della persona umana

11 che la filosofia, fin dalle sue radici greche, l’antropologia, la pedagogia e più recentemente la psicologia hanno analizzato nei secoli sotto diverse angolature la loro storia affonda nelle radici della cultura umana e europea della responsabilità e della libertà

12 rappresentano capacità metodologiche spendibili e incrementabili per tutta la vita di apprendimento di relazione di lavoro

13 per affrontare validamente compiti e risolvere problemi, mobilitando e orchestrando le proprie risorse interne (conoscenze, abilità, disposizioni interne stabili) e quelle esterne disponibili (rielaborazione da Pellerey, 2004 e 2013 e Le Boterf, 1990)

14 COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA attraverso linguaggi vari e diversi, nella propria madrelingua e nelle lingue straniere COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE con capacità di mediazione e di comprensione interculturale… comunicare, interagire in contesti plurimi, esprimersi, sostenere punti di vista

15 COMPETENZE DI BASE IN SCIENZE E TECNOLOGIA la capacità di utilizzare la conoscenza scientifica per comprendere meglio la natura e la società, avere cura del mondo, saperne leggere i problemi e contribuire a risolverli la disposizione a dare risposta alla curiosità per il mondo animato e inanimato nelle sue diverse manifestazioni a produrre strumenti, manufatti, progetti per risolvere i problemi della propria e altrui sopravvivenza nel mondo

16 COMPETENZE DI BASE IN MATEMATICA E IN SCIENZE E TECNOLOGIA la disposizione a organizzazione la pluralità degli aspetti del reale attraverso il linguaggio simbolico-razionale, matematico e scientifico a verificare l’attendibilità delle analisi quantitative e statisctiche proposte da altri

17 (NON SOLO…smanettare!) COMPETENZA DIGITALE a creare e innovare sperimentando nuovi linguaggi la disposizione a comunicare, ricercare e condividere informazioni nelle reti sociali del web

18 la disposizione a conoscersi, a non smettere di apprendere (anche dai propri errori) IMPARARE A IMPARARE con consapevolezza del proprio processo di apprendimento, dei propri bisogni e delle opportunità disponibili a organizzare il proprio apprendimento e gestire il tempo Foto di B.Kulik

19 a partecipare alla vita sociale rispettandone le regole e dando il proprio contributo al miglioramento della società la disposizione a perseguire il benessere personale e altrui l’aspirazione alla giustizia, l’attitudine alla collaborazione COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE la capacità di affermare le cose che si pensano senza voler ferire gli altri (assertività)

20 per il miglioramento delle proprie e della altrui condizioni di vita la disposizione a mettersi in gioco per affrontare le sfide della realtà SPIRITO DI INIZIATIVA E INTRAPRENDENZA

21 I riferimenti per costruire il Curricolo 3-14 della sostenibilità Raccomandazione europea dicembre 2006 sulle competenze chiave per l’apprendimento permanente Esempio di curricolo 3-14 di F. Da Re incardinato sulle otto competenze chiave europee Indicazioni Nazionali per il curricolo ° Obiettivo del millennio (ONU, 2000) Assicurare la sostenibilità ambientale

22 e più ampiamente sociale la disposizione a conservare la memoria delle tappe più significative della propria storia personale a partecipare alla crescita del patrimonio culturale CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE esprimendosi con le proprie personali produzioni

23 Comun. ling.stran. Utilizza la lingua straniera per realizzare semplici comunicazionI interculturali. Utilizza il lessico base della sostenibilità in inglese e nelle lingue dei paesi coinvolti nel progetto. Comun. Madrelingu Illustra e argomenta ad altri comportamenti e iniziative per la sostenibilità, con riferimento a conoscenze acquisite. Ascolta e vaglia le ragioni altrui, modificando se utile il proprio punto di vista. Usa la comunicazione assertiva. Tavola 1 Il curricolo 3-14 per la sostenibilità: i risultati attesi / evidenze al termine del primo ciclo di istruzione Comp chiave Traguardi di competenza / evidenze valutative della sostenibilità al termine del primo ciclo di istruzione Comp mat- scien/tec Utilizza le basilari conoscenze matematiche e scientifiche, per analizzare e affrontare i problemi della realtà. Verifica l’attendibilità delle informazioni e di analisi quantitative-statistiche proposte da altri.

24 Comp digitali. Produce testi usando il linguaggio multimediale. Interviene nei blog/forum. Condivide eventi reali in rete a favore della sostenibilità. Comp chiave Traguardi di Competenza della sostenibilità al termine del primo ciclo di istruzione Imparare a imparare Ricerca informazioni da fonti diverse e le collega. Considera i diversi punti di vista sui problemi ambientali e dello sviluppo sostenibile, valuta e argomenta su aspetti positivi e negativi di scelte diverse e sulle possibili conseguenze. Conosce ed applica la metodologia della pianificazione per realizzare azioni di miglioramento. Analizza casi e buone pratiche di sostenibilità ricavandone riflessioni e incrementando le sue conoscenze.

25 Cons espr culturali Individua e descrive l’intervento dell’uomo sul paesaggio e i processi di urbanizzazione distinguendo gli aspetti positivi e negativi Riconosce gli elementi del patrimonio artistico e architettonico locale e propone informazioni per valorizzarlo e renderlo fruibile a cittadini diversi. Comp sociali e civiche Partecipa e collabora al dibattito e al lavoro. Interagisce nel cooperative learning. Assume comportamenti e stili di vita sostenibili nella vita scolastica e familiare quotidiana. Riconosce e illustra il ruolo di Enti e Associazioni impegnate per la sostenibilità, con riferimento a documenti, carte, dichiarazioni nazionali e internazionali. Padroneggia essenziali elementi di diritto ed economia. Comp chiave Traguardi di Competenza della sostenibilità al termine del primo ciclo di istruzione Spirito iniziat. e intrapr. Partecipa alle iniziative della scuola, dell’Amministrazione comunale e del territorio per la conoscenza e la diffusione della problematica dello sviluppo sostenibile nei suoi vari aspetti, collaborando con adulti e compagni. Prende parte ad azioni di volontariato.

26 Io, consumatore intelligente, come posso muovermi, mangiare, studiare, divertirmi, vestirmi, usare le nuove tecnologie… rispettando le risorse naturali, me stesso e le altre persone (aspetti energetici; aspetti connessi alla riduzione - riuso - riciclo dei rifiuti…; aspetti legati alla filiera produttiva di ciò che acquistiamo e alle condizioni di lavoro di chi produce-infanzia compresa nei paesi in via di sviluppo- o stranieri sfruttati). Saperi essenziali della sostenibilità e attività possibili, organizzate in Unità di Apprendimento Il consumo intelligente per esempio… Per la scuola primaria: Progettazione di UdA collegate al Progetto «0 rifiuti in mensa: Esplorare il problema dei rifiuti: prevenzione, riciclo, smaltimento, riutilizzazione… Per la scuola dell’infanzia: Creare arte e teatro grazie ai materiale di scarto con la consapevolezza del perché Per la scuola sec. di I grado: Tra elementi basilari di economia e diritto: come nasce un prodotto. Oppure: Il lavoro minorile nel mondo) ….. Esempi ipotetici di UdA nel percorso verticale 3-14:

27 Triennio infanziaI biennioII biennio III biennio (V e prima media) IV biennio Competenz e sociali e civiche Partecipa a circle time sulla relazione con l’ambiente e le persone. Partecipa a circle time sulla relazione con l’ambiente e le persone esprimend o semplici opinioni personali. Partecipa alle conversazi oni sulla relazione con l’ambiente e le persone esprimend o semplici opinioni personali. In brevi dibattiti presta attenzione e esprime semplici opinioni su casi di sostenibilit à. Nei dibattiti ascolta e esprime opinioni sui temi conosciuti della sostenibilit à. Tavola 3- Rubrica dei traguardi in verticale / evidenze delle Competenze sociali e civiche per la sostenibilità

28 Triennio infanziaI biennioII biennio III biennio (V e prima media) IV biennio Compet enze sociali e civiche Rispetta con la guida dell’adulto le regole sulla gestione dei rifiuti, l’uso dell’acqua, l’alimentazi one. Rispetta le regole sulla gestione dei rifiuti, l’uso dell’acqua, l’alimentazi one. Rispetta le regole sulla gestione dei rifiuti, l’uso dell’acqua, l’alimentazi one, la mobilità sostenibile. Assume comportam enti sostenibili in alcuni ambiti della vita scolastica e familiare quotidiana. Assume comportamen ti e stili di vita sostenibili in ambiti diversi della vita scolastica e familiare quotidiana e inerenti risorse e soggetti diversi. Tavola 3- Rubrica dei traguardi in verticale / evidenze delle Competenze sociali e civiche per la sostenibilità

29 Triennio infanziaI biennioII biennio III biennio (V e prima media) IV biennio Compete nze sociali e civiche Interagisce e collabora con i compagni per produrre un elaborato Interagisce e collabora con i compagni per produrre un elaborato. Interagisce e collabora con i compagni per produrre un elaborato e partecipa alla realizzazione di piccoli progetti con la guida degli insegnanti Interagisce in basilari esperienze di cooperative learning, assumendo il proprio ruolo. Si impegna con la guida dell’adulto nella tutela di porzioni di ambienti naturali. Interagisce nel cooperative learning rispettandone i ruoli e le regole Tavola 3- Rubrica dei traguardi in verticale / evidenze delle Competenze sociali e civiche per la sostenibilità

30 Triennio infanziaI biennioII biennio III biennio (V e prima media) IV biennio Compet enze sociali e civiche ISi impegna con la guida dell’adulto nella tutela di porzioni di ambienti naturali. Richiama gli altri alle regole, nel caso non vengano rispettate. Si impegna in azioni di volontariato con la guida dell’adulto. Tavola 3- Rubrica dei traguardi in verticale / evidenze delle Competenze sociali e civiche per la sostenibilità

31 Triennio infanzia I biennioII biennio III biennio (V e prima media) IV biennio Compe tenze sociali e civiche Confronta una tematica di sostenibilità in dimensione locale e globale anche attraverso l’esperienza del gemellaggio. Affronta, anche attraverso ricerche, problematiche sociali come il diritto universale ad una nutrizione adeguata e sufficiente,il diritto alla sovranità alimentare e i modelli di agricoltura sostenibile. Tavola 3- Rubrica dei traguardi in verticale / evidenze delle Competenze sociali e civiche per la sostenibilità

32 Perché l’Unità di Apprendimento? Perché coinvolge gli allievi nella realizzazione di un compito-prodotto anche socialmente utile sollecitando la mobilitazione e orchestrazione di risorse interne: conoscenze e abilità acquisite/ in acquisizione e disposizioni interiori risorse esterne disponibili

33 UNITA’ DI APPRENDIMENTO Denominazione ……………… Competenze mirate ( indicare le Competenze chiave per l’apprendimento permanente- Racc. Parl. eur ) e i Traguardi di sviluppo competenze delle Ind. Naz.2012 ad esse collegati AbilitàConoscenze …… Utenti destinatari Prerequisiti Fase di applicazione Tempi Esperienze attivate Metodologia Risorse umane  interne  esterne Strumenti Valutazione PRODOTTO FORMAT PROPOSTO PROBLEMA

34 proviene dalla parola latina RUBER che si riferisce all’uso della terra rossa (successivamente inchiostro rosso) per segnare qualcosa di significativo. Oggi manteniamo lo spirito del termine: i criteri di una rubrica comunicano le importanti qualità di un prodotto, di un processo, di una prestazione. Il TERMINE RUBRICA

35 Una RUBRICA (o GRIGLIA DI VALUTAZIONE) è un prospetto di descrizione di una competenza utile a esplicitarne le aspettative specifiche e a indicarne il grado di raggiungimento. Essa consiste di criteri-evidenze livelli con descrizioni qualitative (Mc Tighe J. E Wiggins G., Fare progettazione. La “pratica” di un percorso didattico per la comprensione significativa, LAS – Roma, 2004, p.181)

36 a)RUBRICHE CERTIFICATIVE, che sgranano i Risultati Attesi nei primi 4 livelli dell’EQF certificazione_delle_competenze#Linee_guida_.28autore:_CTS_RVC /Default.aspx b) RUBRICHE / GRIGLIE VALUTATIVE dell’ UdA (valutazione formativa) e della prova esperta finale (valutazione sommativa) Le seconde si sviluppano a partire dalle prime in relazione agli specifici campi di conoscenza e alle esperienze attivate, entrando più nel dettaglio. Vi sono due tipologie di rubriche :

37 Esempio di rubrica dei Risultati Attesi Primo ciclo

38 Esempio di rubrica dei Risultati Attesi Scuola infanzia FRANCA DA RE

39 COMP. CHIAV CRITERI - EVIDENZEGRADI DI COMPETENZA E DESCRITTORI IMPARARE A IMPARARE PIANIFICAZIONE Pianificare Valutare Apportare correttivi BASE Pianifica sequenze di un’azione/intervento INTER. Pianifica un’azione/intervento con attenzione agli aspetti di miglioramento AVAN Pianifica un’azione/intervento individuando le priorità con attenzione agli aspetti di miglioramento, valuta il proprio lavoro e apporta correttivi COMP. CHIAV CRITERI - EVIDENZEGRADI DI COMPETENZA E DESCRITTORI IMPARARE A IMPARARE PIANIFICAZIONE BASE Realizza la sequenza illustrata di una storia proposta dall’insegnante I NTE Propone un semplice sequenza illustrata di una storia inventata AVAN Propone un semplice sequenza illustrata di una storia inventata con immagini complete e ricche Scuola infanzia Primo ciclo Esempio di rubrica/griglia valutativa

40 I livelli di una rubrica/griglia descrivono la competenza che c’è e possibilmente il come Esempio autorevole in tal senso è il QCER (Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue): «se i livelli descritti di competenza devono servire come obiettivi di apprendimento è preferibile che la formulazione sia posta in termini positivi» (QCER, La Nuova Italia OXford, p )

41 Formulazione positivaFormulazione negativa - possiede un repertorio elementare di lingua e di strategie che gli/le consente di affrontare situazioni prevedibili della vita quotidiana (Eurocentro livello 2: certificato) - possiede un repertorio linguistico ristretto che obbliga a costanti riformulaziioni e a cercare le parole (ESU livello 3) - produce brevi espressioni di routine quotidiana miranti a soddisfare semplici bisogni di tipo concreto (nell’ambito di saluti, informazioni ecc.) (Elviri, livello 1, 1986) - non possiede che un repertorio linguistico estremamente elementare senza alcuna o con scarsa capacità di padroneggiare funzionalmente la lingua (ESU livello !) Comparazione tra formulazioni «+ e –» tratta dal QCER, La Nuova Italia Oxford, pp

42 42 Dalla Raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio , riproposta nel Documento tecnico connesso al Regolamento sull’ adempimento dell’obbligo di Istruzione - Decreto 22 agosto 2007) “ Abilità” : indicano le capacità di applicare conoscenze e di usare procedure per portare a termine compiti e risolvere problemi; sono cognitive (uso del pensiero logico, intuitivo e creativo) e pratiche (implicano l’abilità manuale e l’uso di metodi, materiali, strumenti). “Competenze”: indicano la comprovata capacità di usare conoscenze, abilità e capacità personali, sociali e metodologiche in situazioni di lavoro o di studio e nello sviluppo professionale e/o personale; le competenze sono descritte in termini di responsabilità e autonomia. « Conoscenze”: indicano il risultato dell’assimilazione di informazioni attraverso l’apprendimento. Comprendono fatti, principi, teorie e pratiche, relative a un settore di studio o di lavoro; sono teoriche e/pratiche.


Scaricare ppt "1 “YOUTH4EARTH – GIOVANI PER IL PIANETA” Il profilo formativo in uscita della sostenibilità e le sue “tappe” in itinere."

Presentazioni simili


Annunci Google