La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 1 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? La Previdenza Complementare.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 1 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? La Previdenza Complementare."— Transcript della presentazione:

1 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 1 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? La Previdenza Complementare Legge Dini 335/1995 (introduzione del metodo contributivo per la previdenza obbligatoria) D.lgs n. 47/2000 (Riforma disciplina fiscale della previdenza complementare e del TFR) Legge Delega 243/2004 e D.Lgs. 252/2005 (riforma con effetto dal 2008)

2 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 2 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? Eliminazione graduale delle pensioni di anzianità Passaggio dal metodo retributivo a quello contributivo Uniformità di trattamento nei regimi previdenziali obbligatori Significative modifiche al D.lgs. 124/93 di istituzione delle forme pensionistiche complementari La riforma delle Pensioni (L. 335/95) La Riforma DINI (1/3)

3 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 3 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? La riforma introduce un nuovo criterio di calcolo della pensione, applicando il metodo contributivo per tutti i neo assunti dal 1° gennaio 1996 e per coloro che al 31 dicembre 1995 avevano maturato un’anzianità contributiva inferiore a 18 anni In precedenza la pensione veniva calcolata applicando una serie di aliquote su diversi livelli di retribuzione media pensionabile, proporzionali al numero di anni di contribuzione, fino ad un massimo dell’80%, il metodo contributivo introduce un criterio innovativo di capitalizzazione “virtuale” dei contributi versati nell’arco dell’attività lavorativa La riforma delle Pensioni (L. 335/95) La Riforma DINI (2/3)

4 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 4 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? A regime i contributi versati vengono capitalizzati in base alla variazione media quinquennale del PIL, quindi il montante “virtuale” maturato al momento del pensionamento verrà convertito in pensione utilizzando degli specifici coefficienti di trasformazione (diversificati per età di pensionamento) e rivedibili ogni 10 anni La riforma delle Pensioni (L. 335/95) La Riforma DINI (3/3) Età di pensionamentoCoefficienti attuali di trasformazione 574,720% 605,163% 635,706% 656,136%

5 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 5 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? Età di ingresso in attività lavorativa: 30 anni Retribuzione lorda annua iniziale: € Crescita media annua della retribuzione: tra 1% e 2% Variazione media quinquennale del PIL: tra 1% e 2% Contributo considerato per il calcolo del montante: il 33% della retribuzione lorda Sistema contributivo – Lavoratore dipendente settore privato I=incremento retribuzione V=Variazione PIL EtàRetribuzione lorda finale Montante maturato Pensione Tasso di lorda sostituzione I= 2% V= 1% ,6% ,1% I= 1% V= 1% ,6% ,2% I= 1% V= 2% ,6% ,4%

6 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 6 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? Età di ingresso in attività lavorativa: 30 anni Reddito dichiarato annuo iniziale: € Crescita media annua del reddito: tra 1% e 2% Variazione media quinquennale del PIL: tra 1% e 2% Contributo considerato per il calcolo del montante: il 20% del reddito dichiarato Sistema contributivo – Lavoratore autonomo I=incremento reddito V=Variazione PIL EtàReddito dichiarato finale Montante maturato Pensione Tasso di lorda sostituzione I= 2% V= 1% ,4% ,8% I= 1% V= 1% ,7% ,5% I= 1% V= 2% ,5% ,5%

7 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 7 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? L’ingresso alle forme di previdenza complementare può avvenire attraverso: Adesione ad un Fondo pensione negoziale, in presenza dei requisiti di accesso Adesione ad un Fondo pensione aperto su base contrattuale collettiva Adesione al Fondo pensione aperto su base individuale Sottoscrizione su base individuale di una particolare polizza vita (i cosiddetti “FIP” o “PIP”) I Fondi pensione negoziali sono promossi dai lavoratori e/o dai datori di lavoro, ovvero dalle Associazioni rappresentative (CCNL, accordi interaziendali, accordi tra lavoratori, regolamenti aziendali) I Fondi pensione complementari (1/2)

8 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 8 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? I Fondi Aperti sono promossi dai gestori specializzati: Banche, SGR, Compagnie Vita, Società di gestione dei fondi comuni di investimento I Fondi Pensione Negoziali gestiscono le risorse principalmente mediante convenzione con Banche, SGR, Compagnie Vita e Società di gestione dei Fondi Comuni di Investimento Tutte le risorse dei Fondi pensione, a tutela degli iscritti, sono depositate presso la “Banca Depositaria” distinta dal gestore, che esegue gli ordini degli investimenti e verifica che questi rispettino le norme in vigore In caso di Fondi Pensione Aperti, la società promotrice deve costituire un patrimonio autonomo e separato dalle altre attività d’impresa I Fondi pensione complementari (2/2)

9 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 9 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? IL FINANZIAMENTO contributo a carico del lavoratore contributo a carico del datore di lavoro Quota annua Tfr: 100% lavoratore di 1° occupazione come da contratto se di seconda occupazione TRASFERIMENTO DELLA POSIZIONE Se cambia attività lavorativa Dopo un periodo minimo (3 anni, 2 anni dal 2008) rinunciando al contributo del datore di lavoro ed al Tfr Normativa attuale

10 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 10 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? Normativa attuale Le prestazioni al pensionamento La pensione di vecchiaia, con i seguenti vincoli: età pensionabile di vecchiaia almeno 5 anni di partecipazione La pensione di anzianità, con i seguenti vincoli: cessazione attività lavorativa almeno 15 anni di partecipazione età non inferiore a quella di vecchiaia diminuita di 10 anni Possibilità di richiedere la liquidazione del 50% di quanto maturato (100% se la pensione è inferiore all’assegno sociale)

11 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 11 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? Normativa attuale Prestazioni prima del pensionamento RISCATTO in caso di cessazione dell’attività lavorativa prima del pensionamento in caso di decesso ANTICIPAZIONI Trascorsi 8 anni dall’iscrizione e per i seguenti motivi: spese sanitarie acquisto prima casa ristrutturazione dell’abitazione PRESTAZIONI ASSICURATIVE INTEGRATIVE invalidità premorienza non autosufficienza

12 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 12 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? I contributi per la previdenza complementare sono deducibili dal reddito del contribuente in misura non superiore al 12% del reddito complessivo e, in ogni caso, nel limite massimo di 5.164,57 Euro Se alla formazione del reddito concorrono anche redditi di lavoro dipendente, la deduzione per i “nuovi iscritti” competerà, relativamente a tali redditi, per un importo non superiore al doppio della quota di TFR destinata a forme di previdenza complementare Sul risultato finanziario netto maturato in ciascun anno è prevista una imposta sostitutiva dell’11% L’attuale normativa prevede, in pratica, l’esenzione da imposte sui contributi (anche se con limitazioni), la tassazione degli interessi annui maturati nonché la tassazione delle prestazioni (Modello ETT) Norme fiscali (Normativa attuale)

13 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 13 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? Coefficienti attuali di conversione in rendita vitalizia (1) Rendita certa per i primi 10 anni al tasso tecnico del 2%. Coefficienti per gli uomini nati dal 1942 al 1951 e per le donne nate dal 1944 al (2) Coefficienti fissati dalla Legge 335/95 per la pensione pubblica Età di pensionamento Coefficienti per gli uomini(1) Coefficienti per le donne(1) Coefficienti di trasformazione (2) 574,828%4,269%4,720% 605,226%4,578%5,163% 635,704%4,954%5,706% 656,072%5,249%6,136%

14 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 14 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? Coefficienti aggiornati (*) (1) Rendita certa per i primi 10 anni al tasso tecnico del 2%. Coefficienti per gli uomini nati dal 1948 al 1960 e per le donne nate dal 1950 al (2) Coefficienti aggiornati determinati dal Nucleo di valutazione della spesa previdenziale (luglio 2006) (*) I coefficienti prevedono una riduzione media del 9% per gli uomini, del 5% per le donne e del 7% per i coefficienti di trasformazione della Legge 335/95 Età di pensionamento Coefficienti per gli uomini(1) Coefficienti per le donne(1) Coefficienti di trasformazione (2) 574,453%4,093%4,419% 604,780%4,363%4,798% 635,164%4,682%5,257% 655,455%4,929%5,620%

15 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 15 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? La situazione attuale dei Fondi Pensione Situazione generale a dicembre 2005 (fonte COVIP): I dati dei Fondi Preesistenti e dei FIP sono in parte stimati Tipologie di Fondi pensioneN.AderentiPatrimonio (mln €) Fondi negoziali di nuova istituzione di cui: lavoratori dipendenti di cui: lavoratori autonomi Fondi Pensione Aperti Totale Nuovi Fondi (post 1992) Fondi Preesistenti (ante 1993) Totale Fondi Pensione FIP Totale previdenza complementare

16 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 16 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? La delega al Governo (243/04) si poneva 4 obiettivi: Liberalizzare l’età pensionabile (introduzione del “superbonus”) Sviluppare le forme pensionistiche complementari Eliminare progressivamente il divieto di cumulo tra pensioni e redditi da lavoro Rivedere la totalizzazione dei periodi assicurativi Con il D. Lgs. 252 del 5 dicembre 2005, è stata riformata la disciplina delle forme pensionistiche complementari, i cui principali contenuti entrano in vigore a partire dal 1° gennaio 2008 Legge Delega 243/2004 e D.Lgs 252/2005

17 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 17 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? A decorrere dal 1° gennaio 2008 la pensione di anzianità maturerà: Indipendentemente dall’età, in presenza di un’anzianità contributiva non inferiore a 40 anni (come oggi) A partire da 60 anni (nel 2008), ovvero da 62 anni (dal 2014), a fronte di un’anzianità contributiva di 35 anni (oggi l’età richiesta è di 57 anni) Fino al 2015 le lavoratrici possono accedere alla pensione di anzianità con gli attuali requisiti (35 anni di contributi e anni), ma con l’applicazione del sistema di calcolo contributivo L’elevazione dell’età pensionabile per l’anzianità

18 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 18 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? A decorrere dal 1° gennaio 2008 la pensione di vecchiaia maturerà: Indipendentemente dall’età, in presenza di un’anzianità contributiva non inferiore a 40 anni (come oggi) A 65 anni per gli uomini e a 60 anni per le donne, con almeno 5 anni di contribuzione In presenza dei requisiti previsti per la pensione di anzianità L’elevazione dell’età pensionabile per la vecchiaia

19 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 19 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? Il conferimento delle quote annue del Tfr (dal 2008) Il lavoratore Non si pronuncia entro 6 mesi Le future quote annue di Tfr vengono trasferite: 1. al fondo di categoria o aziendale 2. al fondo pensione regionale 3. al fondo istituito presso l’ente di previdenza Non vuole destinare il Tfr alla pensione complementare Entro 6 mesi deve comunicare che intende lasciare il Tfr in azienda Vuole destinare il Tfr ad altre forme di pensione complementare Entro 6 mesi deve comunicare a quale Fondo Pensione o FIP vuole destinare le future quote annue del Tfr

20 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 20 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? agevolazione fiscale alle aziende (fino al 6%) per la perdita dell’autofinanziamento derivante dal Tfr e credito agevolato da parte delle banche le Casse privatizzate potranno istituire forme di pensione complementare la COVIP emanerà disposizioni per la trasparenza e la confrontabilità dei prodotti, equiparando le diverse forme pensionistiche complementari, inoltre vigilerà sulle modalità di offerta (al momento sono state emanate le Direttive Generali) I fondi pensione potranno dotarsi di linee di investimento con garanzia di rendimento (obbligatorie per il conferimento tacito del TFR) Altre modifiche introdotte dalla D.Lgs. 252/05

21 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 21 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? Deducibilità dei contributi del 1° gennaio 2008 Sono abrogati i limiti del 12% del reddito e, per i lavoratori iscritti successivamente al 28/4/93 a una forma pensionistica complementare, il vincolo del doppio del TFR

22 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 22 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? CAPITALI E RENDITE AL PENSIONAMENTO (dal 2008) PrestazioneTipo di tassazione Capitale Ritenuta a titolo d’imposta del 15% ridotta dello 0,3% per ogni anno di partecipazione oltre il 15° e fino al 35° (riduzione max 6%). L’imponibile è costituito dall’ammontare complessivo della prestazione ridotto: dei contributi non dedotti della quota corrispondente al risultato della gestione già assoggettata annualmente all’imposta sostitutiva dell’11% Rendita Ritenuta a titolo d’imposta del 15% ridotta dello 0,3% per ogni anno di partecipazione oltre il 15° e fino al 35° (riduzione max 6%). L’imponibile è costituto dalla rendita complessiva ridotta degli importi corrispondenti: ai contributi non dedotti alla quota corrispondente al risultato della gestione già assoggettata all’imposta sostitutiva dell’11% nella fase di accumulo ai rendimenti in fase di erogazione della rendita soggetti all’imposta sostitutiva del 12,5%

23 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 23 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? ANTICIPAZIONI E TRASFERIMENTI (dal 2008) Prestazione Massimale liquidabile Aliquota fiscale Anticipazione per spese sanitarie straordinarie 75% Ritenuta a titolo d’imposta del 15% ridotta dello 0,3% per ogni anno di partecipazione oltre il 15° e fino al 35° (riduzione max 6%) Altro tipo di anticipazione (dopo 8 anni di iscrizione): -acquisto 1° casa - ulteriori esigenze 75% 30% Ritenuta a titolo d’imposta del 23% Trasferimento ad altre forme pensionistiche Esenzione da oneri fiscali per i trasferimenti a favore di fondi pensioni o forme pensionistiche individuali

24 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 24 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? TASSAZIONE RISCATTI (dal 2008) Prestazione Massimale liquidabile Aliquota fiscale Riscatto totale per: morte, invalidità permanente e inoccupazione superiore a 4 anni 100% Ritenuta a titolo d’imposta del 15% ridotta dello 0,3% per ogni anno di partecipazione oltre il 15° e fino al 35° (riduzione max 6%) Riscatto parziale per: inoccupazione per 1-4 anni, mobilità e cassa integrazione 50% Ritenuta a titolo d’imposta del 15% ridotta dello 0,3% per ogni anno di partecipazione oltre il 15° e fino al 35° (riduzione max 6%) Riscatto per altri motiviNon specificato Ritenuta a titolo d’imposta del 23%

25 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 25 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? Tutte le Forme Pensionistiche Complementari (anche i FIP) dovranno nominare un Responsabile indipendente (solo per i Fondi Pensione Negoziali il Responsabile può essere il Direttore Generale o un Amministratore del Fondo) Per i FIP, le Compagnie vita dovranno costituire un patrimonio specifico separato da tutte le altre attività a copertura delle riserve tecniche I Fondi Pensione Aperti che raccolgono adesioni collettive, dovranno costituire un Organismo di Sorveglianza con almeno due componenti indipendenti. Nel caso di adesione collettiva di almeno 500 lavoratori, dovrà essere previsto un rappresentante nell’Organismo di Sorveglianza Altre modifiche in vigore dal 2008

26 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 26 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? In attesa dell’entrata in vigore delle nuove norme, cosa possono fare le Aziende che intendono fidelizzare i propri collaboratori attraverso una forma di previdenza complementare?

27 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 27 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? E’ sufficiente la sottoscrizione di una accordo aziendale, in cui viene fissato: il livello di contribuzione a carico del datore di lavoro l’eventuale contributo a carico del lavoratore la quota del TFR annuo destinata alla previdenza complementare la scelta della forma complementare (Fondo Aziendale, Fondo Territoriale o Fondo Aperto) Modalità operative

28 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 28 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? Costo per l’impresa in caso di aumento retributivo di Euro Costo in caso di destinazione del contributo alla previdenza complementare Esempio numerico per l’impresa Aumento retributivo1.000 Contributi previdenziali (29%)290 Quota annua TFR (7,41%)74 Costo complessivo ante imposte1.364 Recupero IRPEG-IRES (33%)-450 Costo complessivo post imposte914 Contributo alla previdenza complementare1.000 Contributo di solidarietà (10%)100 Costo complessivo ante imposte1.100 Recupero IRPEG-IRES (33%)-363 Costo complessivo post imposte737

29 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 29 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? Per l’impresa il risparmio prima delle imposte è del 26,4% (264 Euro = per ogni Euro di contributo) Il vantaggio dopo le imposte è ancora pari a 17,7% (177 Euro = per ogni Euro di contributo) Inoltre va tenuto conto che a partire dal 2008, comunque i lavoratori potranno destinare individualmente la propria contribuzione ed il TFR annuo in qualsiasi forma pensionistica; quindi la soluzione proposta consente all’azienda di convogliare tutta la contribuzione in una unica forma pensionistica, con notevoli vantaggi amministrativi. A fronte dei vantaggi evidenziati, bisogna tener conto che la somma messa a disposizione dall’impresa è un costo aggiuntivo a livello aziendale, che tuttavia, se ben veicolata, favorisce la fidelizzazione dei propri collaboratori. Vantaggi per l’Impresa

30 Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 30 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? Sul contributo del datore di lavoro, il lavoratore ha un vantaggio economico immediato di almeno il 30% (di cui 9% per i contributi sociali e 23% per la mancata applicazione dell’aliquota marginale IRPEF-IRE); tale vantaggio è dovuto all’indisponibilità delle somme accantonate per un periodo minimo di 8 anni La rendita vitalizia complementare percepita al pensionamento, aiuterà il lavoratore a mantenere il proprio status, inoltre sui rendimenti maturati annualmente durante il periodo contributivo verrà applicata unicamente l’imposta sostitutiva dell’11% Con le nuove norme fiscali in vigore dal 2008, sono previste ulteriori agevolazioni fiscali sulle prestazioni derivanti da accantonamenti previdenziali Vantaggi per il lavoratore


Scaricare ppt "Germano Donadio - Conegliano Veneto 25 Ottobre 2006 Pag. 1 Fondi Integrativi pensione: Quali opportunità per l’Imprenditore? La Previdenza Complementare."

Presentazioni simili


Annunci Google